Ricordiamo che in questa sezione si parla del Treviso FBC, solo del Treviso FBC, nient'altro che del Treviso FBC. Qualsiasi altro messaggio non inerente a questi argomenti (ad es. il tifo e la curva) sarà quanto prima cancellato.


New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 | Next page

Il teatro della vergogna

Last Update: 12/26/2016 12:05 AM
Author
Print | Email Notification    
12/17/2016 1:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,923
Registered in: 10/28/2004
Location: TREVISO
Age: 41
Gender: Male
Trevisan
complimenti vivissimi alla gestione Nardin, l'Elon Musk (TESLA) della bassa trevisana!! Bravo fenomeno!

11 luglio 2009: la Treviso sportiva non dimentica lo scempio che hai fatto, Setten.

Tonella, Maino, Bernardi; De Poli, Lombardi, Margiotta; Fiorio, Bonavina, Pradella, Bressan, Boscolo.

Grazie Zanin, grazie Ferretti,grazie Perna,grazie Ferronato!
12/17/2016 1:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,222
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin
www.trivenetogoal.it/2016/12/17/caos-treviso-gazzettino-societa-ceduta-al-mantovano-isidoro-claudio-dond...


Caos Treviso, “Gazzettino”: società ceduta al mantovano Isidoro Claudio Dondi


sabato 17 dicembre 2016 - Ore 10:00


Ieri alle 13, a Cà Sugana, l’assessore allo sport Ofelio Michielan ha presentato un progetto per la nascita di un forte settore giovanile a Treviso, poche ore dopo invece Tiziano Nardin firmava – a Silea – la cessione della società consegnandola a Isidoro Claudio Dondi. Si tratta di un mantovano di 64 anni, imprenditore nel settore della plastica, titolare della Proplast con sede a Caprino Veronese che in passato voleva entrare nel Trento ma poi rifiutò per la grave crisi finanziaria del club e si defilò. Approdò quindi all’Asti, formazione di D, dove fu socio di maggioranza ma in seguito a uno scontro verbale – per divergenze progettuali – con l’allora presidente, decise di allontanarsi.

[…]

Ma torniamo alla conferenza stampa organizzata dall’Amministrazione comunale. Il gruppo di imprenditori locali, che si è materializzato così come avevamo annunciato tre giorni fa, ha tentato di entrare in possesso della prima squadra ma dopo aver preso visione dei bilanci disastrosi si è dovuta accontentare di creare un forte settore giovanile che coinvolge Academy, Indomita, S. Bona e Condor per un totale di circa 700 ragazzi dai 6 ai 18 anni. Quando partirà questo progetto? «Le basi sono state gettate e da giugno saremo pronti a muoverci come una unica società».

[…]

E la prima squadra? «Avrà una propria attività e da parte dell’amministrazione avrà quello che finora è stato confermato ovvero la possibilità di giocare allo stadio ogni due settimane». A giugno però ci potrebbero essere due Treviso, uno per il vivaio e uno per la prima squadra. «In questo momento è così ma spero che le due entità possano trovare un punto di unione e gestire assieme lo stadio Tenni e il calcio Treviso sia prima squadra che vivaio». Rimane sempre in piedi la gestione dello stadio. «Non ci sarà più nessun tipo di bando ma sarà assegnata d’ufficio alla cordata trevigiana che gestisce il vivaio, se poi in questo progetto vorrà partecipare anche la nuova proprietà della prima squadra ben venga ma devono essere persone serie, non chiacchierate».

(Fonte: Corriere del Veneto. Trovate il resto dell’articolo sull’edizione odierna del quotidiano)
12/17/2016 2:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,222
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin
Di questo Dondi avevo già sentito parlare recentemente seguendo le peripezie del Mantova, che per la cronaca è messo meglio di noi, ma non troppo a giudicare dai personaggi che ci girano attorno. Considerato il riciclo continuo che sembra interessare l'asse Mantova-Treviso-Trieste, con milanesi, romani o trevigiani che siano, nessuna sorpresa. A giudicare dagli articoli che posterò qui sotto la new entry sembra tirata dentro dal corvaccio...

gazzettadimantova.gelocal.it/sport/2016/06/02/news/dondi-la-verita-sui-crac-di-trento-rovigo-e-asti-1....

lega pro

Dondi: «La verità sui crac di Trento, Rovigo e Asti»

L’aspirante acquirente del Mantova: «Ho sbagliato soltanto in Piemonte»


di Massimo Biribanti

MANTOVA. «Al momento - continuano a ribadire in Viale Te - l’unica offerta concreta sul tavolo è quella di Claudio Dondi. Ma aspettiamo anche l’evolversi degli altri discorsi in atto». E allora, visto che l’imprenditore mantovano sembra per ora in pole position, è bene chiarire quale sarebbe il suo progetto per il Mantova. Non prima di aver posto la domanda delle domande: finora nel calcio ha lavorato a Trento, Rovigo e Asti e tutti e tre i club sono finiti male.

Perché? Dondi risponde così: «A Trento ero l’uomo di Piervittorio Belfanti e sono rimasto fino all’ultimo curando anche la curatela. Purtroppo il Pier in quella circostanza è stato tradito da alcuni soci che aveva sbagliato a scegliere e il debito accumulato in precedenza da Fattinger alla fine ha portato al crac. Rovigo? Lì sono stato poco, mi aveva chiesto di dargli una mano il presidente Calanca: non ero socio, ho soltanto accettato una collaborazione».

E si arriva allo scorso anno: Asti. «Lì mi ero avvicinato per comprare l’Asti Hotel, poi mi hanno coinvolto anche nella società calcistica. Ho trovato però in banca dei debiti che non dovevano esserci: una piccola cifra, ma per principio mi sono impuntato e le cose sono finite come sapete. A posteriori dico di aver sbagliato: avrei dovuto prima salvare la squadra e poi pensare al resto. Tutte queste cose le ho già spiegate a Musso e a Bernasconi, perché è giusto che le sappiano».

Detto ciò, Dondi spiega qualcosa in più sull’accordo di massima raggiunto con Musso: «Nel caso di acquisto del 100% del club, noi verseremo una cifra d’ingresso mentre la proprietà attuale si accollerà tutti gli altri costi fino al 30 giugno. Alla prossima stagione poi penseremo noi. Chi sono i miei compagni di avventura? Dopo la firma lo diremo, non ci sono problemi». Il presidente Musso non ha però neppure escluso una coabitazione con Dondi: «Su questo rifletteremo, domani vedrò i miei partner e ne discuteremo. Comunque da qui a una settimana vorremmo avere un sì o un no definitivo, perché c’è da pensare alla squadra». E a tal riguardo Dondi spiega: «Con me voglio gente di Mantova che sa far calcio (Monelli, Turella, Valerio e il “sogno” Boninsegna) e per la guida tecnica parleremo innanzitutto con Prina, poi vedremo. Il nostro piano è triennale, partendo da un campionato tranquillo, con una squadra giovane, per puntare nel tempo a qualcosa di più».

Il presidente Sandro Musso al riguardo ha già detto che sta «facendo verifiche sulla solidità dell’azienda che dovrebbe entrare nel Mantova» e che «potremmo coabitare con Dondi se ci garantisce, come ha già fatto, che nell’operazione non ci sono Belfanti o altre persone con le quali non vorremmo entrare in società». Si attendono notizie in merito.

Nel frattempo il presidente sta vagliando anche altre ipotesi. Per la settimana prossima è in agenda un incontro con l’imprenditore vicentino Roberto Masiero, presentato da Fabrizio Lori. E sempre nella «prossima settimana» patron Di Loreto spera di «avere degli incontri» con l’intermediario Meazza e l’imprenditore cinese Zhonghe Ye, presentati ufficialmente alla stampa sabato scorso. Lo stesso Di Loreto attende inoltre una risposta da un intermediario romano che dovrebbe agevolare un incontro con il gruppo malese dell’imprenditore Noordin che sta trattando il Bari.

In mezzo a tutto ciò, in Viale Te c’è anche chi lavora a un piano d’emergenza, che prevede un’altra annata con la proprietà attuale e l’aiuto di alcuni sponsor.



gazzettadimantova.gelocal.it/sport/2016/11/28/news/corvezzo-io-e-dondi-oggi-sapro-dirvi-di-piu-1....

LA SOCIETà

Corvezzo: «Io e Dondi? Oggi saprò dirvi di più»

MANTOVA. Se da un lato si lavora per far fronte alla crisi tecnica, in casa Mantova continuano anche valutazioni di altro genere sul fronte societario. Di Loreto e Musso, che hanno già in mano le...


Stampa
28 novembre 2016



MANTOVA. Se da un lato si lavora per far fronte alla crisi tecnica, in casa Mantova continuano anche valutazioni di altro genere sul fronte societario. Di Loreto e Musso, che hanno già in mano le procure a vendere dei soci romani per quanto riguarda le quote di maggioranza del club, non hanno ancora ripreso ufficialmente (cioè con atto notarile) in mano l’Acm. E questo perché nel frattempo sperano di trovare nuovi compagni d’avventura ai quali girare almeno parte di quelle quote. Nelle scorse settimane si erano avvicinati due imprenditori del centro Italia, poi spariti. Adesso invece Di Loreto comunica di avere «un appuntamento per discutere dell’eventuale ingresso di un fondo d’investimento che si muove nell’ambito dello sport». E la discussione ci sarà proprio questa mattina.

Insomma, non si è ancora arrivati al punto (auspicabile) in cui i soci bresciani si mettono l’anima in pace e decidono di andare avanti fino alla fine della stagione da soli: cercando magari di salvare la squadra il prima possibile, per poi avere il tempo di cercare compratori affidabili.

L’altro discorso in piedi per la cessione delle quote è quello con il mantovano Claudio Dondi, che dalla scorsa estate prova senza successo a entrare nell’Acm. Stavolta Dondi dice di avere al suo fianco l’ex presidente del Treviso e imprenditore vitivinicolo Renzo Corvezzo, il quale - interpellato dalla Gazzetta -, si esprime così: «In realtà non ne so nulla, ma in effetti Dondi lo conosco e mi ha detto che domani (oggi per chi legge, ndr) sarebbe venuto a trovarmi in azienda. Pensavo fosse per motivi di lavoro, invece evidentemente vuol parlarmi del Mantova. Lo starò a sentire e vedremo di che si tratta: la piazza è interessante e mi ci ero già avvicinato anni fa con Esposito, ma poi le cose non andarono come dovevano. Non sono comunque tipo che si nasconde: chiamatemi pure domani (oggi, ndr) e saprò dirvi di più».

28 novembre 2016
12/17/2016 2:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
Re:
magnani75, 12/17/2016 12:20 PM:

Zakk riportavi il caso della Triestina!!! Ma io mi chiedo come fanno a fallire e mettere il titolo all'asta?? o meglio come fanno Corvezzo o Nardin a fare debiti in questo modo e non essere toccati da nessuna indagine o nessun fallimento??? Nessun creditore si fà avanti?? Hotel, giocatori, ristoranti, quelli dei pullman. Un'azienda normale non va avanti cosi tanto non pagando i debiti.



Vescovo, domanda + che lecita, ma conosco altri casi regionali, al di fuori del calcio, nei quali i pirati continuano a sopravvivere impunemente... A volte la spiegazione 'sta nei cosidetti 'ammanicamenti' con personaggi politici di rango + o - elevato, o con giudici. Il resto lo fa l'inerzia della burocrazia e giustizia, locale e non.

Qua in UK, uno come Cellino x es., prova pure lui su scala maggiorata a tramacciare in societa' calcistiche, nel suo caso nientemeno che il Leeds... Sono alcuni anni che insiste, ma gli Inglesi lo hanno stoppato almeno due volte, in un caso gli han negato la presidenza in quanto indagato per frode fiscale...in Italia! Quindi, vanno a vedere la fedina penale prima ancora che ne combini qualcuna in casa loro. Uno come Nardin, qui lo avrebbero ridotto ai minimi termini ben prima di arrivare ai cagnoni sul muso degli ultras. [SM=g4174359]
12/17/2016 2:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
www.venetouno.it/notizia/49226/michielan-il-futuro-del-treviso-nei-...

L'assessore comunale ha fatto il punto della situazione
MICHIELAN: "IL FUTURO DEL TREVISO È NEI GIOVANI"
"Nessuno mi ha chiesto il Tenni per domenica prossima"


TREVISO - Non si sa che fine farà l'ACD Treviso, la cui gara contro l'Union Pro domenica ben difficilmente verrà disputata, ma si sa che in futuro potrebbe comunque esserci una società. Questo quanto ha affermato oggi l'assessore Ofelio Michielan. " Io non posso avere voce in capitolo sulla presunta trattativa di cessione del Calcio Treviso, io al massimo posso fare da regia ad un progetto per il futuro che coinvolga i giovani e presupponga anche la creazione di una nuova società biancoceleste. Tiziano Nardin non è l’unico responsabile, sono anni che lanciamo l’appello ma nessuno ci ha mai ascoltato. Allora ultimamente ho incontrato degli imprenditori, più o meno noti, intenzionati a ripartire da un progetto giovanile, in collaborazione con le società Condor, Indomita, Academy e Santa Bona: credo siano le persone giuste. Se poi nel progetto rientra anche la prima squadra ben venga (ci sarebbe da sfruttare la matricola FC di Corvezzo ndr): l’amministrazione però vuole investire energie sui giovani e daremo tutto il sostegno necessario affinchè ciò si concretizzi, compresa la ristrutturazione dello stadio; ne affideremo la gestione a chi curerà il nuovo progetto. A metà gennaio ci sarà un nuovo appuntamento. In quanto al resto so che domenica si dovrebbe giocare ma a me nessuno ha chiesto la disponibilità del Tenni, quindi per quanto mi riguarda resterà chiuso."
12/17/2016 5:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
www.trivenetogoal.it/2016/12/17/treviso-colpo-di-scena-societa-venduta-a-dondi-domani-in-campo-la-juniore...

Rassegniamoci, un altro mercenario allo sbaraglio...si vede che gli juniores si gasano a giocare in Eccellenza... Quindi, tre club, uno ibernato, uno in gestazione ed un morto che cammina... stupefacente, non c'e' che dire.
12/17/2016 6:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,356
Registered in: 3/10/2010
Location: TREVISO
Age: 48
Gender: Male
Trevisan
io non ci capisco piu nulla.
Michielan parla di un nuovo Treviso con quello di Nardin che va per le sue.
qui scrivono che Nardin ha ceduto al mantovano..boooooo
12/17/2016 7:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 879
Registered in: 9/3/2010
Gender: Female
Trevisan
C'è totale confusione e disorientamento. E non potrebbe essere diversamente. Qui sono bravi tutti a rilasciare dichiarazioni sui giornali che non significano un cazzo, solo slogan vuoti e cazzate generiche. Che svaniscono come scoregge nel vento.

Ma la verità è che nessuno fa niente e nessuno ha fatto niente. Invece di prendere in mano le cose autorevolmente per risolvere i problemi come si sarebbe fatto in qualsiasi altra parte d'italia (e del mondo) qui nessuno ha fatto niente. E la cosa non mi stupisce peraltro.

Quindi teniamoci quello che verrà, perchè senza guida si va alla cieca.

Povero vecchio glorioso Treviso...non meriti questa gente
12/21/2016 2:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
The scumbag - Part II


www.trivenetogoal.it/2016/12/21/caos-treviso-ciccone-ho-ricevuto-solo-300-euro-volevamo-lasciare-un-segno-important...

Uno degli ultimi a fare i bagagli è stato Emanuele Ciccone che dopo aver trascorso le vacanze di Natale con la famiglia a Napoli si accaserà all’Abano. «Nardin – dice l’attaccante che nelle giovanili del Napoli faceva coppia con Insigne – ha allestito una rosa senza pensare al bilancio. Ha voluto comperare una Ferrari quando poteva permettersi una Panda e i fatti mi danno ragione». Quanti soldi hai ricevuto finora? «Solo un acconto della prima mensilità ovvero 300 euro e sono documentabili. Non sono l’unico ma per un ragazzo che ha la famiglia a 600 chilometri non credo sia il massimo prendere di media 100 euro al mese. Nardin ha mancato di rispetto a noi giocatori, a molte famiglie e ad un’intera città».
[…]
Cosa ti rimane di questa esperienza? «Molta amarezza perché è stato rotto un gruppo che sarebbe salito in serie D. Era affiatato e composto da uomini veri. Siamo tutti andati via con le lacrime perché volevamo lasciare un segno importante a questa città straordinaria e a questo pubblico che non ci ha mai lasciato soli».
[…]
Non avete ancora percepito gli stipendi arretrati? «Lasciamo perdere. Per avere la lista di trasferimento ci hanno fatto firmare una dichiarazione che non avanziamo niente e, addirittura, volevano che pagassimo le maglie che abbiamo regalato ai tifosi al termine della trasferta di Cornuda». Chi vuoi salutare? «Ringraziare la città e i tifosi. Alcuni ci hanno portato a casa loro offrendoci un pranzo, poi la famiglia Perna che ha fatto da nostro ristorante, Pascale che mi ha dato dei soldi e infine, l’ex presidente Paolo Pini che mi ha pagato il biglietto per tornare a Napoli. Questi sono uomini non quelli che non rispettano i patti, mettono in difficoltà famiglie, albergatori e ristoratori con inutili promesse».
(Fonte: Gazzettino. Trovate il resto dell’articolo sull’edizione
odierna del quotidiano)
12/21/2016 2:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
Ciccone, oltre che essere un bravo calciatore, e' anche lui Napoletano come Perna (fa onore alla sua terra). Quando qualcuno nel forum si domandava come scumbag-Nardin potesse farla franca, l'articolo fornisce una mezza risposta quando Ciccone parla dei contratti. E anche qui, questo non e' un fatto raro, visto che ho due amici ai quali non molto tempo fa i datori di lavoro (NB: Veneti, uno Trevigiano) avevano proposto contratti con clausole simili.

La rabbia aumenta perche' anche lui, come Giovannini, e' sicuro nel dire che sarebbero riusciti nell'impresa di riagguantare e superare il Sedico a fine corsa.

Infine, nota finale per Pini: possibile che Michielan non riuscisse a portare un minimo di imprenditoria sana a sostegno della sua dirigenza, invece di rompergli i maroni per quasi due anni?

Admin Thread: | Unlock | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:59 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com





Questo non è il forum ufficiale del Treviso Calcio, né di nessun gruppo organizzato della Curva Di Maio. Questo forum vuole essere unicamente il punto d'incontro di tutti i ragazzi che hanno il Treviso Calcio nel cuore e che hanno l'Omobono Tenni come seconda casa. Per iscriverti al forum lascia un messaggio nella sezione di presentazione Porta San Tomaso!

ANNUNCIO: Da novembre 2011 il forum torna in modalità "partecipazione obbligatoria": per poter leggere le discussioni, ciascun utente è obbligato a partecipare attivamente alle stesse. Ciò vuol dire che se entro un tot di tempo (a discrezione dello staff) un utente non parteciperà alle discussioni nonostante riesca a leggerle, gli verrà tolto l'accesso al forum e per mantenersi informato sulle news del Treviso, gli basterà visitare quotidianamente il sito www.forzatreviso.it. Se un utente non ha accesso alle discussioni, ed è intenzionato a partecipare, basta contattare tramite mail gli amministratori e gli verrà spiegato come accedere. Tutto ciò perchè preferiamo avere meno utenti, ma tutti attivi, piuttosto che tanti lettori.
Lo Staff di Forzatreviso.it


Amministrazione: Enricoutv83
Progetto grafico: Murdock Labs
Ottimizzato per: Internet Explorer | Mozilla Firefox | 1024x768 24 bit e superiori