Ricordiamo che in questa sezione si parla del Treviso FBC, solo del Treviso FBC, nient'altro che del Treviso FBC. Qualsiasi altro messaggio non inerente a questi argomenti (ad es. il tifo e la curva) sarà quanto prima cancellato.


New Thread
Reply
 

Come prendersi gioco di una città intera e non pagarne le conseguenze

Last Update: 3/16/2017 8:08 PM
Author
Print | Email Notification    
2/2/2017 10:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 458
Registered in: 2/22/2015
Age: 29
Gender: Male
Trevisan
Re: Re:
magnani75, 02/02/2017 19.03:



Se il progetto Dondi andasse in porto secondo me non cambierebbe nulla rispetto agli ultimi anni. Oramai non è pessimismo ma esperienza. Questi comportamenti, queste dichiarazioni, non vi sembrano sempre le solite??? Le stesse dette da Corvezzo, Nardin, ed altri personaggi che girano attorno a ste situazioni....proclami a vanvera senza nemmeno avere la squadra. Io non ci credo più e spero tanto che Dondi non metta in atto il suo progetto.



Le mie erano semplici considerazioni. Anche io nutro poca fiducia in Dondi...

2/2/2017 10:36 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,227
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin


"Se ne vadano a casa loro". Non ho grande fiducia manco nell'assessore e la giunta, ma mi sembra che al minuto 1.30 dica chiaramente cosa ne pensa del mantovano... non gli concede il Tenni manco fosse l'unica proposta di rinascita sul tavolo.
Immagino che in estate ci sarà la fila di nuove matricole, comprese quelle di svariate cordate che già in passato ci hanno provato. Magari non combinerà niente nessuno e la squadra non ci sarà, ma intanto...

Comunque non vedo nessuna lucina in fondo al tunnel, e la cosa più grave è che, a differenza di quanto pensa qualcuno, non cambierebbe niente con un anno sabbatico (sei mesi e passa non bastano?) o, come sperano i poveri haters della provincia come quel poro gramo di Istrana, la ripartenza da categorie infime come la terza categoria.
2/3/2017 12:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
Re:
ZakkTV, 2/2/2017 10:36 PM:

o, come sperano i poveri haters della provincia come quel poro gramo di Istrana, la ripartenza da categorie infime come la terza categoria.



[SM=g10633] [SM=g10633] [SM=g10255] [SM=g10255] [SM=g10255]

[SM=g4174362]
[Edited by FrankUK 2/3/2017 12:05 AM]
2/3/2017 7:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 450
Registered in: 6/14/2013
Location: GIAVERA DEL MONTELLO
Age: 26
Gender: Male
Trevisan
Quanti ci stanno marciando sopra sta cosa.
Vengono fuori anni e anni di odio da parte delle squadrette di provincia verso una società che è sempre stata superiore.
Ora che ha anni di difficoltà sembra che si parli di un Istrana - nome a caso [SM=g9310] - qualsiasi.
Ma quale terza categoria, razza di idioti. Portate rispetto ad una squadra che ha fatto la storia della provincia. Dopo sono i primi quando il Treviso era e sarà in alto a chiedere amichevoli..

2/3/2017 11:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
Javara, pensavo: siccome se resuscitiamo ci toccherà comunque ancora bazzicare tra Promozione ed Eccellenza, in mancanza di Venezia, PD etc. i mentecatti di Istrana stanno artificialmente creando una insana rivalità degna del + sonoro e corposo 'vaffa' da emettere nei loro confronti...
2/3/2017 11:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 450
Registered in: 6/14/2013
Location: GIAVERA DEL MONTELLO
Age: 26
Gender: Male
Trevisan
Re:
FrankUK, 03/02/2017 23.03:

Javara, pensavo: siccome se resuscitiamo ci toccherà comunque ancora bazzicare tra Promozione ed Eccellenza, in mancanza di Venezia, PD etc. i mentecatti di Istrana stanno artificialmente creando una insana rivalità degna del + sonoro e corposo 'vaffa' da emettere nei loro confronti...



I xe in serca de attension e basta.

2/4/2017 11:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
Leggevo un articolo sul Giorgione sulla Tribuna di stamattina nel quale si ricordava come nel 2000 dopo il fallimento in quella che allora era la C2 furono costretti a ripartire dala 3za categoria. Il pirla di Istrana forse spera in precedenti come quello.

Io chiaramente spero di no, anche perché di buchi da coprire in categorie superiori a seguito di altri fallimenti o rinunce spero ce ne siano. Però non nascondo una certa preoccupazione x due motivi: 1) le modeste capacità finanziarie locali - penso ai Mickie-boys; 2) la crescente insofferenza della Federazione nei ns. confronti. Già storicamente non è che ci abbiano mai trattato molto bene (se penso alle valanghe di ASBO e multe assurde applicate come il prezzemolo negli anni passati), ci mancava solo Nardin x farli diventare ancora + insofferenti (pompati ora dai reclami delle altre società).

L'ironia è che ora la mano pesante contro il ceffo ci starebbe tutta (x es. gli ultimi 100 euro di 'bonus' xche' recidivo nel non comunicare la rinuncia a giocare domenica). Ma credo si rendano conto pure loro che non abbiano molta possibilità di incassare, vista la fila di creditori e la recidivita' incallita. Vorrei solo sperare che alla fine decidano di fare l'unica cosa saggia da fare: eliminare l'Acd e RADIARE Nardin con interdizione almeno a 5 anni - e sono pochi - come imprenditore, almeno di società sportive.
[Edited by FrankUK 2/4/2017 11:57 AM]
2/4/2017 12:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
m.trivenetogoal.it/2017/02/04/caos-treviso-altro-pezzo-perso-dopo-squadra-e-stadio-chiude-anche-il-bar-biancocelest...

Un altro effetto collaterale della gestione dello Scumbag... un esercizio a suo modo unico, sia x la denominazione, sia x il complemento allo stadio che offriva. Se penso a quel gnaro di politico che parlava di inquinamento ambientale come effetto collaterale... [SM=g2172026]
2/4/2017 12:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 458
Registered in: 2/22/2015
Age: 29
Gender: Male
Trevisan
La Terza Categoria sarebbe un disastro perché non sarebbe comunque garanzia di una società seria e ci porterebbe ad almeno cinque-sei anni di mediocrità totale. Probabilmente il nostro destino è quello, dopotutto credo ci siano capoluoghi di provincia che stazionano abbastanza stabilmente in Eccellenza da sempre, però restare almeno in Promozione permetterebbe di non scendere nell'indecenza più assoluta. Comunque io per il futuro sono relativamente fiducioso, se ce l'ha fatta Mestre non vedo perché non possiamo farcela noi. I mestrini arancioneri si erano ritrovati con tante piccole società a giocare con il nome della città e dopo anni senza una squadra di riferimento è arrivato qualcuno che ha unito le varie realtà e ormai sono in Lega Pro. E ricordiamoci che hanno una storia meno importante della nostra, uno stadio meno importante ed erano soffocati, al contrario nostro, da una realtà più forte e più seducente.
[Edited by LaMiaCittà 2/4/2017 1:17 PM]
2/4/2017 12:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
m.trivenetogoal.it/2017/02/04/treviso-colpo-di-scena-tesserati-rosina-e-kastrati-e-nardin-spiega-ecco-la-vera-situazion...

Pietà, legatelo o meteghe na camisa de forssa. Non so come possa raccattare gli altri 7-8 senza l'intervento della juniores. A Motta non devono mettere piede, poi spero ci penserà Michielan a tener chiusi i cancelli. Nardin, ma veramente vuoi farci credere che sia Michielan l'orco cattivo con la teoria del complotto? Sicuro che non hai cercato di nascondere i debiti aziendali dietro quelli della società sportiva? Pippe mentali... [SM=g2172022]
[Edited by FrankUK 2/4/2017 12:54 PM]
2/4/2017 1:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 450
Registered in: 6/14/2013
Location: GIAVERA DEL MONTELLO
Age: 26
Gender: Male
Trevisan
Insomma, a Nardin ghe piase proprio ciapar s-ciafon [SM=g4174359]

2/4/2017 2:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,501
Registered in: 7/19/2012
Gender: Male
Trevisan
Javara, 2/4/2017 1:22 PM:

Insomma, a Nardin ghe piase proprio ciapar s-ciafon [SM=g4174359]


[SM=g4174348] [SM=g9313]
2/4/2017 5:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 57
Registered in: 8/16/2008
Location: SAN BIAGIO DI CALLALTA
Age: 35
Gender: Male
Trevisan
2/4/2017 7:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,227
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin
da trivenetogoal:

Caos Treviso, nuovo colpo di scena. Il procuratore Sundas: “Salveremo il club dalla Terza Categoria”

sabato 4 febbraio 2017 - Ore 17:04


Riceviamo e pubblichiamo questo nuovo comunicato sul caos che regna a Treviso:

“Il Treviso Calcio da 108 anni è un patrimonio dello sport italiano che non può essere dissipato per gestioni economiche scellerate e piroette contabili sulla pelle dei tifosi. La Sport Man è scesa in campo per salvare il club veneto dalla cancellazione definitiva dal panorama calcistico nazionale”. L’annuncio è del manager Alessio Sundas, responsabile della Sport Man, al termine di una serie di incontri avvenuti a Treviso per individuare un percorso che possa evitare la fine di una delle più antiche società italiane che ha avuto anche l’onore di giocare in Serie A. “Abbiamo già agito concretamente – prosegue Sundas – da poche ore sono il responsabile unico del settore tecnico del Treviso Calcio, contestualmente la Sport Man ha assunto la titolarità dell’area marketing. Obiettivo prioritario è proseguire il campionato di Eccellenza per non essere esclusi e costretti a ripartire dalla Terza Categoria il prossimo anno. Abbiamo una ventina di giocatori svincolati di cui deteniamo la procura pronti a partire per Treviso per essere in campo anche domani. Chiediamo risposte certe alla dirigenza e nel contempo ci appelliamo al comune di Treviso affinchè permetta alla squadra di utilizzare lo stadio Tenni fino al termine della stagione agonistica. La Sport Man è al fianco dei tifosi trevigiani, abbiamo progetti ambiziosi per riportare entro tre anni la squadra in Lega Pro. Sono in corso contatti con imprenditori stranieri pronti a rilevare le quote del club veneto, a patto che ci sia chiarezza da parte della dirigenza uscente. I tifosi del Treviso meritano considerazione e rispetto, non si butta via una storia ultracentenaria per beghe interne ed incapacità gestionali. Attendiamo un segnale da tutte le parti in causa. Di certo non assisteremo passivamente alla morte del calcio a Treviso”.




2/4/2017 7:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,227
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin
www.trivenetogoal.it/2017/02/04/liventina-treviso-si-va-verso-il-no-la-juniores-si-rifiuta-di-scendere-in-camp...

Liventina-Treviso, si va verso il no: la Juniores si rifiuta di scendere in campo

sabato 4 febbraio 2017 - Ore 19:23


Trivenetogoal news: niente da fare, Liventina – Treviso quasi sicuramente non si giocherà. Dopo il tesseramentoavvenuto stamattina di Rosina e Kastrati, che aveva fatto sperare in un colpo di scena finale, siamo ai titoli di coda. Non è andata a buon fine la missione del vicepresidente Stefano Nardin, che ha tentato oggi pomeriggio di convincere la Juniores a scendere in campo domani a Motta di Livenza contro la Liventina dopo la partita persa oggi dai ragazzi biancazzurri contro il Conegliano. Se, come pare, domani il Treviso non si presenterà, sarà il penultimo atto della società, che avrà a disposizione un’ultima chance domenica prossima in casa al Tenni contro il Sandonà. Tiziano Nardin ha inviato un comunicato alla nostra redazione, che pubblichiamo: “Oggi – si legge nella nota – si è capito in occasione della partita della juniores Treviso-Conegliano il vero complotto architettato per annientare l’ACD TREVISO. Ho parlato telefonicamente col signor architetto e socio dell’ACD TREVISO Walter Frandoli, nostro direttore sportivo nell’organigramma societario( ma non capisco tuttora per chi lavori) che mi bloccava la convocazione della squadra juniores per la partita di domani a Motta di Livenza. A quel punto inviavo al campo mio figlio Stefano in qualità di vice-presidente, il preparatore dei portieri Tito Tonella accompagnati dal procuratore Silvano Blanditi che ha il mandato a vendere il CLUB per parlare a fine partita con tutta la squadra juniores. Insieme a mister Bianconi tutti si prodigavano per consigliare ai ragazzi di scendere in campo domani facendo l’ultimo sforzo visto l’accordo che ho stipulato con l’agenzia SportMan per l’arrivo di giocatori per la prima squadra e la juniores stessa, su indicazione dell’imprenditore estero che vuole acquistare la società. I ragazzi con tono arrogante e supponente nei confronti di tutte e 3 le persone che ho mandato al campo rispondevano di non voler assolutamente giocare domani e qualcuno addirittura dichiarava che il TREVISO CALCIO per loro può anche morire !! Sono basito che ragazzi dai 17 ai 19 anni dimostrino tale arroganza e una assoluta mancanza di rispetto verso la città e la maglia del Treviso che indossano, dando purtroppo delle risposte come se fossero invece giocatori di serie A.Concludo dicendo che come da regolamento tutti i giocatori della juniores convocati da mister Bianconi per domani saranno diffidati in federazione per il loro comportamento se non si presenteranno al campo di Motta di Livenza alle ore 13,30 per disputare regolarmente la partita contro la Liventina Gorghense”.
2/4/2017 7:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,227
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin
Andate a cercare notizie sul Pisa degli ultimi mesi, magari...
Queste invece sono di qualche anno fa.

iltirreno.gelocal.it/pistoia/cronaca/2013/04/10/news/non-ci-fu-truffa-ne-estorsione-ma-sundas-verra-processato-1...

Non ci fu truffa né estorsione ma Sundas verrà processato

PISTOIA. Niente truffa né estorsione: davanti al tribunale monocratico di Pistoia l’agente di modelle Alessio Sundas dovrà rispondere soltanto di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Il...

Non ci fu truffa né estorsione ma Sundas verrà processato

PISTOIA. Niente truffa né estorsione: davanti al tribunale monocratico di Pistoia l’agente di modelle Alessio Sundas dovrà rispondere soltanto di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Il processo inizierà il 15 ottobre.

Si è risolta quindi con un parziale successo per la difesa di Sundas (sostenuta dall’avvocato Giorgio Ponti) l’udienza preliminare di ieri davanti al Gup Alessandro Buzzegoli , sulla vicenda innescata dal sito web “Umbrella’s Girls”, gestito dall’imprenditore pistoiese. Un sito (oggi disattivato) al quale si erano rivolte decine di aspiranti modelle, interessate ad essere scritturate come “ragazze immagine” ai gran premi del Motomondiale. Ma nell’iscriversi, le ragazze accettavano anche – con un semplice click, quindi spesso senza neanche esserne consapevoli – un contratto che le legava in esclusiva alla “Alessio Sundas Model Management”. Contratto costoso sia al momento della sottoscrizione (300 euro Iva inclusa) sia per le penali che dovevano pagare le modelle desiderose di “sganciarsi”. Nonostante gli aspetti molto discutibili delle clausole del contratto, molte aspiranti modelle pagavano (l’inchiesta della Guardia di finanza ha appurato incassi di circa 40.000 euro nel solo 2011).

A chi faceva orecchi da mercante, Sundas riservava messaggi minacciosi. Secondo la Procura il fine del sito web era proprio quello di spremere soldi alle aspiranti modelle, di qui l’accusa di estorsione oltre a quella di truffa. E la richiesta di rinviare a giudizio Alessio Sundas. La procura aveva identificato 16 ragazze come parti lese, tutte aspiranti modelle provenienti un po’ da tutta Italia.

Ma la ricostruzione dell’accusa, sostenuta ieri in aula dal pm Giuseppe Grieco, non è stata accolta dal giudice Buzzegoli, il quale ha sentenziato il non luogo a
procedere per le accuse di truffa ed estorsione. Il rinvio a giudizio, invece, è scattato per le presunte minacce rivolte da Sundas alle ragazze che non ne volevano sapere di pagare. L’articolo del codice penale è il 393, “esercizio arbitrario delle proprie ragioni”.

ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2007/11/30/perche-sundas-non-si-vergogna-del-...

Perché Sundas 'non si vergogna' del suo lavoro

E adesso non diciamo che non ci eravamo accorti di lui. In questi anni è stato dappertutto, in tv, sui cartelloni pubblicitari, sotto i gazebo, in Internet, sui circuiti di Formula 1, in Palazzo Vecchio, fra i potenziali acquirenti della Fiorentina, alle sfilate di moda, nei tribunali. Sundas, Alessio Sundas: lui. L' ex ragazzotto di Marliana (Pistoia), classe 1971, che con un metodo molto apprezzato in Italia si è inventato dal nulla, si è accampato sulla soglia del sistema mediatico e ha sistematicamente taglieggiato i molti bisognosi delle sue prestazioni a bassissimo valore aggiunto: da quella di «baciatore» che lo lanciò al Maurizio Costanzo Show, a quelle di talent scout di modelle, creatore di marchi, inventore di mestieri (la modella con l' ombrello, detta 'ombrellina' , per riparare i piloti del moto GP), sponsorizzatore di eventi, titillatore dei narcisismi di ogni età, di bambini e ragazze, senza escludere i genitori, e infine - ca va sans dire - di politico, a coté di Forza Italia, stranamente senza successo. Lui, Alessio Sundas, che in questi giorni scopriamo come autore di una folle idea di marchio - Linearom - testimonial Marco Ahmetovic, il rom che, ubriaco, ha investito e ucciso quattro ragazzini ad Appignano, ora agli arresti domiciliari - nonché di un libro con la di lui storia di reietto vista da lui medesimo (titolo: Anch' io sono un essere umano, in attesa di editore) - , è da anni uno di noi. E non solo come sponsor di una rossa al Ferrari Challange in Mugello, candidato a sindaco nel 2004 (ma senza abbastanza firme per presentarsi), o imbucato alle feste modaiole, mentre a gennaio si parlerà di lui in Tribunale, rinviato a giudizio per truffa aggravata ai danni di giovanissimi aspiranti modelli a cui, in cambio di soldi, non ha mai offerto «l' occasione della vita», come promesso nel sito della sua Alessio Sundas Company & Communication model agency. Peggio: Sundas è un autentico nostro contemporaneo, immerso nel brodo di coltura che è quello di tutti noi. Non a caso la sua prima difesa è stata una chiamata di correo: «Io non c' entro niente» ha detto dopo l' indagine disposta dal ministro Mastella, e il ritiro da E-bay dell' orologio Linearom a 159 euro - «è il sistema che funziona così, io sono solo riuscito a dimostrarlo». E ancora, con la jattanza tipica di chi si sente protetto, appunto, dal sistema: «Non mi vergogno, è solo il mio lavoro. La mia è stata una scommessa: fare di un assassino una star, creare dal niente una persona di cui si parlava solo per i fatti di Appignano». Parole di per sé culturalmente criminose più ancora dei deliranti jeans Linearom con manette ricamate sul sedere, e, d' altra parte, così vere da aver suscitato l' inconsapevole conferma di uno dei genitori dei ragazzi uccisi: «Se non fosse intervenuto lui, e il rom fosse stato in carcere, nessuno si sarebbe più occupato della vicenda». Quel «sistema», insomma, in cui il giovane Sundas intinge da anni il suo pane, è l' indistinto brodo del consumo, che, per definizione, tutto propone e tutto brucia nel giro di uno spot. Cose, e ovviamente anche persone - vedi la Franzoni di casa a Porta a Porta, i provini delle gemelle Cappa, i fan club di Amanda Knox. Sundas ne fa parte, ma come le tv e i giornali, insieme ai loro stessi consumatori, secondo una correità, appunto, che fa la imbattibile forza del tutto e strame di ogni capacità di pensare, valutare e discernere. Si spiega così, forse, l' indolore e repentino passaggio dal modello «rom-criminale tout court» del dopo-delitti, al modello «rom-testimonial di moda»? Dove la fatica di valutare una grande, dura questione sociale, è semplicemente by-passata da una ipotesi (va' a sapere) di nuova icona dirty. Mentre un dato (teoricamente) indiscutibile (come quello che 'anche un assassino è un essere umano' ), perso ogni riferimento etico, eccolo usato in nome della «rendita di posizione mediatica» dell' assassino in quanto tale, ottenuta grazie a telecamere e interviste. Ma la regola del consumo è che tutto passi, e in fretta, e magari, se è il caso (per esempio, per rimestare, con un occhio a un engagement politico, nell' insicurezza della gente), sostituito dal suo opposto. Così ecco che nella Lista Alessio Sundas, nuovamente scesa in campo il luglio scorso e ispirata, ecumenicamente, a «ideali cattolici liberali e socialisti», si dice «sì alla pena di morte», ovvero al «diritto dei cittadini onesti che pagano le tasse di farsi giustizia da soli», nonché di «decidere la condanna a morte di un congiunto» reo di gravi delitti. E siccome tutto fa brodo, purché il risultato sia consumabile, ecco la «Proposta di legge Sundas», con cui Sundas, vivente smentita di se stesso, vorrebbe vietare «a chiunque si sia macchiato di un delitto di trarne un utile economico dal mondo dei media», e dunque «niente foto, né interviste, né apparizioni tv remunerate».
MARIA CRISTINA CARRATU'

30 novembre 2007





[Edited by ZakkTV 2/4/2017 7:41 PM]
2/4/2017 7:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 57
Registered in: 8/16/2008
Location: SAN BIAGIO DI CALLALTA
Age: 35
Gender: Male
Trevisan
Speriamo non giochino.
Che poi dovrebbero presentarsi allo stadio di Motta con mezzi loro?
2/4/2017 7:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 14,034
Registered in: 7/30/2005
Location: CODOGNE'
Age: 39
Gender: Male
Staff
N'altra battaria, di quelle della peggior specie pero'.

2/4/2017 7:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 14,034
Registered in: 7/30/2005
Location: CODOGNE'
Age: 39
Gender: Male
Staff
Comunque bellissima la scena dei 17-19enni che fanculizzano la combriccola di Nardin [SM=g2172119] [SM=g4174371]

2/4/2017 8:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 24,227
Registered in: 12/23/2005
Gender: Male
Vice-Admin
it.blastingnews.com/cronaca/2016/12/il-manager-alessio-sundas-chiede-un-milione-di-euro-di-risarcimento-a-mediaset-001335...

Il manager Alessio Sundas chiede un milione di euro di risarcimento a Mediaset

L'inventore delle Umbrella Girls era stato definito un truffatore dal programma Le Iene. E' stato sempre assolto in tribunale

Un milione di euro di risarcimento danni. E' la richiesta avanzata a Mediaset dalla “Alessio Sundas Model Management Umbrella Girls Ufficiale” per una vicenda legata ad un servizio televisivo del programma “Le Iene”.

Trasmissione che, secondo l'agenzia, avrebbe pesantemente danneggiato l'immagine dell’azienda che fatturava centinaia di migliaia di euro nel campo della moda e della pubblicità. La faccenda è precipitata quando la “Alessio Sundas Model Management Umbrella Girls Ufficiale”, dopo aver vinto numerose cause in tribunale, ha chiesto un servizio di rettifica al programma “Le Iene” di Mediaset.

Ottenendo però un rifiuto. A quel punto è partita la richiesta di risarcimento milionario per un presunto danno di immagine.

“Questa brutta storia – racconta il manager televisivo Alessio Sundas – ebbe inizio a maggio di 5 anni fa quando il programma Le Iene mi definì un truffatore ed un delinquente, accusandomi di prendere denaro dalle Umbrella Girls, promettendo posti di lavoro inesistenti. Debbo premettere che la mia agenzia ha inventato nel 1989 le cosiddette Ragazze Ombrello, ovvero le hostess che vediamo accanto ai piloti nella griglia di partenza prima dello starter e poi sul podio durante la premiazione. Il nostro lavoro consisteva nel vendere questo spazio alle modelle che avevano l’opportunità di farsi notare a livello internazionale accanto a piloti di formula uno e del motomondiale. Negli anni abbiamo dato lavoro ad oltre 3.000 persone, affiancando sponsor di caratura internazionale. Nel 2011 è iniziato l’incubo, il programma Le Iene ha contattato le ragazze che avevano aderito al progetto Umbrella Girls, invitandole a denunciare il sottoscritto e l’agenzia per truffa”.

All'epoca le cronache raccontarono minuziosamente la vienda, sui social nacque perfino il gruppo ''Fermiamo Alessio Sundas'', al manager arrivarono 94 tra denunce e querele. Alessio Sudas è stato rinviato a giudizio 9 volte ed è sempre assolto con formula piena perché il fatto non sussisteva.

Le conseguenze però sono state devastanti, l'agenzia è arrivata sull’orlo del fallimento. Dopo tutte le assoluzioni, gli avvocati del manager avvocati hanno chiesto a Mediaset di trasmettere un servizio in cui smentivano tutte le accuse. Mediaset non ha mai risposto, è così partita una causa legale, il danno è stato quantificato dagli esperti in un milione di euro. Lo scorso 5 dicembre al tribunale di Milano era fissata l’udienza per un tentativo di conciliazione, ma i legali di Mediaset non si sono presentati davanti al giudice. #Cronaca

New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:58 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com





Questo non è il forum ufficiale del Treviso Calcio, né di nessun gruppo organizzato della Curva Di Maio. Questo forum vuole essere unicamente il punto d'incontro di tutti i ragazzi che hanno il Treviso Calcio nel cuore e che hanno l'Omobono Tenni come seconda casa. Per iscriverti al forum lascia un messaggio nella sezione di presentazione Porta San Tomaso!

ANNUNCIO: Da novembre 2011 il forum torna in modalità "partecipazione obbligatoria": per poter leggere le discussioni, ciascun utente è obbligato a partecipare attivamente alle stesse. Ciò vuol dire che se entro un tot di tempo (a discrezione dello staff) un utente non parteciperà alle discussioni nonostante riesca a leggerle, gli verrà tolto l'accesso al forum e per mantenersi informato sulle news del Treviso, gli basterà visitare quotidianamente il sito www.forzatreviso.it. Se un utente non ha accesso alle discussioni, ed è intenzionato a partecipare, basta contattare tramite mail gli amministratori e gli verrà spiegato come accedere. Tutto ciò perchè preferiamo avere meno utenti, ma tutti attivi, piuttosto che tanti lettori.
Lo Staff di Forzatreviso.it


Amministrazione: Enricoutv83
Progetto grafico: Murdock Labs
Ottimizzato per: Internet Explorer | Mozilla Firefox | 1024x768 24 bit e superiori