Cuneo

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2
ZakkTV
00Sunday, May 15, 2011 2:13 PM
Nostro prima avversario nella poule scudetto.

da www.cuneocalcio.it

La foto della serata in Municipio
Cuneo premiato in Comune per la promozione


14.05.2011


Tutto iniziò qui. Nove mesi fa, nella sala d’onore del Municipio il Cuneo presentò la squadra e i propositi per l’imminente stagione sportiva. Il sindaco Alberto Valmaggia augurò al club le stesse fortune che un anno prima la medesima cornice portò alla squadra di pallavolo e mai augurio fu più benevolo. Il Cuneo giovedì sera è quindi tornato in Comune per ricevere i complimenti del suo primo cittadino e dell’assessore allo sport Valter Fantino. “Sono felice di ritrovare la squadra che ha vinto il campionato - ha spiegato il dirigente comunale Fantino -. Sono felice per il tecnico Iacolino che stimo e che merita massimo rispetto per lo straordinario lavoro svolto e per la società che ha finalmente dimostrato la bontà del proprio progetto. Siamo orgogliosi di questa squadra che porta in alto il nome di Cuneo nel calcio”.

Premiata dal Sindaco in persona, la squadra che prossimamente si appresterà a disputare la poule scudetto, ha risposto con entusiasmo ai complimenti ringraziando e promettendo ancora costante impegno. “Abbiamo mantenuto la parola - il commento del presidente Marco Rosso -, siamo tornati qui dopo aver conquistato l’obiettivo che ci eravamo prefissi. Evidentemente questo salone porta bene e, se ci sarà permesso, vorremmo poter tornare di nuovo a presentare la squadra fra pochi mesi, chissà magari con lo scudetto sul petto. Sì perché conquistare quel tricolore per la società sarebbe motivo di orgoglio”. Intanto il comune si sta adoperando per rendere normativamente agibile lo stadio “Fratelli Paschiero” che, dopo la visita dei tecnici federali, si è appurato necessitare di ingenti interventi onde rientrare nei parametri regolamentari. In attesa magari di poter cullare il futuro sogno di un impianto nuovo.

Ufficio Stampa
ZakkTV
00Sunday, May 15, 2011 2:16 PM
da www.cuneocalcio.it

Il Cuneo vince il campionato: è gioia Lega Pro
17.04.2011


Tu chiamale, se vuoi, emozioni. Il Cuneo corona il proprio sogno e, dopo tre anni di purgatorio, torna nel calcio professionistico dalla porta principale. Nel lontano maggio del 2008 i biancorossi se n’erano andati dall’allora Serie C2 passando dall’uscita di servizio, al termine di un doppio play out retrocessione perso con la Valenzana. Meno di tre anni più tardi, un’altra proprietà, un’altra dirigenza, un’altra squadra riconquistano la categoria tanto desiderata. Il Cuneo è matematicamente in Seconda Divisione di Lega Pro. Esultano i giocatori in campo, gridano di gioia gli oltre 2500 dello stadio Paschiero e, dopo l’emozionante invasione di campo con la festa cuneese biancorossa, iniziano i caroselli per le vie di una città in festa. Il capoluogo della Granda si tinge di biancorosso mostrando gioia, felicità ed emozione.



Un punto di partenza, più che di arrivo. Una cavalcata esaltante, iniziata zoppicando e terminata correndo in solitaria al termine di una stagione vissuta da protagonisti. Che domenica 17 aprile fosse destinata a rimanere a lungo nella memoria del calcio cittadino lo si era capito da giorni. Dallo scorso 10 aprile quando con un colpo di testa incredibile, Davide Sentinelli, il gladiatore romano, arrivato in inverno per puntellare una difesa non impeccabile, aveva deciso lo scontro diretto con il Saint Christophe. Un pareggio (2-2) che, di fatto, rimandava la festa di una sola settimana e che, al contempo, avrebbe consentito ai biancorossi di esultare insieme alla propria gente, nell’euforia della propria città. Poco ha potuto il Santhià, giunto a Cuneo con l’intenzione di rovinare una festa annunciata e travolto dalla straripante voglia di vincere dei padroni di casa.



Stadio gremito, colorato, rumoroso, emozionato. La partita inizia con una conclusione di Lodi dal limite e con l’esperto Miglino a dire di no, a chiarire per l’ennesima volta che gli ospiti tengono a onorare l’impegno. Le velleità biancorosse trovano comunque compimento quando al 23’ i locali conquistano un calcio di punizione dal limite. Sul pallone si portano Garavelli, Lodi e Fantini. Il primo tocca per il secondo che ferma la sfera in favore del terzo. Il capocannoniere del campionato s’inventa l’ennesima gemma del proprio repertorio di fuoriclasse assoluto. Destro di rara precisione e potenza che trafigge la barriera, supera Miglino e gonfia la rete. Lo stadio esplode di gioia. E’ il vantaggio del Cuneo. Poco dopo però Santarsiero ha tra i piedi la palla del pareggio, ma non sfrutta l’occasione e calcia a lato. Prima dell’intervallo ci prova ancora Fantini, in corsa, da buona posizione, ma senza precisione.



Nella ripresa, tuttavia, il beniamino del pubblico torna a incantare e da posizione defilata, quasi accovacciata, calcia un diagonale rasoterra che vale il raddoppio. Alcuni minuti più tardi ci prova anche il giovane Bono, senza fortuna. Poi però Baldi su punizione impegna Tunno che respinge con i pugni ma non trattiene, Santarsiero non si fa pregare e accorcia le distanze. Allora sale in cattedra Garavelli. Intorno al quarto d’ora il fantasista cuneese con caparbietà guadagna metri, arriva fino all’area di rigore e poi prova un destro a giro che trova solo Miglino a negargli la gioia del gol. Presa la mira, però, il numero dieci si esalta pochi minuti dopo quando con un destro da posizione ravvicinata cala il tris e si prende la meritata dose di applausi di giornata. Nemmeno il tempo di esultare che Garavelli serve Di Paola, l’altra punta di diamante dell’attacco migliore d’Italia, il cui perentorio colpo di testa è micidiale e vale il poker di giornata. E’ solo il 21’ ma quel che accade dopo conta poco. Il Cuneo grida di felicità. Lacrime, gioia, emozione. Lega Pro. Missione compiuta.





CUNEO – SANTHIA’ 4-1

CUNEO (4-3-1-2): Tunno (45’st Baudena); Bono, Sentinelli, Roveta, Morabito; Galfrè, Longhi, Lodi; Garavelli (42’st Mazzotti); Fantini (34’st Buelli), Di Paola. A disposizione: Passerò, Lazzeri, Fici, Gaggero. All.: Roberto Aimo (Iacolino squalificato).
SEREGNO (4-4-2): Miglino; Conedera (15’st La Rocca), Tos, Pobega (23’st Cuttini), Manegatti; Dalessandro (27’st Mangolini), Santarsiero, Del Signore, Gianetto; Baldi, Nieto. A disposizione: Santone, Dell'Aquila, Cretaz, Carlo Koetting. All.: Giovanni Koetting.
ARBITRO: Antonio Rapuano di Rimini 6.
MARCATORI: pt 23’, st 5’ Fantini (C), 9’ Santarsiero (S), 19’ Garavelli, 21’ Di Paola (C).
NOTE: pomeriggio caldo e assolato. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Sentinelli, Longhi (C), Conedera (S) per gioco falloso. Angoli: 4-2. Recupero: pt 0’, st 2’. Spettatori oltre 2500, incasso non comunicato. A fine partita invasione di campo pacifica con festeggiamenti per la promozione.

Domenica di festa per celebrare la promozione
06.05.2011


Sarà l’ultima volta. Almeno per questo e per il prossimo anno, infatti, il Cuneo calcio non calcherà più i terreni della Serie D perché sarà impegnato a cimentarsi e misurarsi con la concorrenza del calcio professionistico. In Lega Pro, nella categoria tanto voluta, in quella dimensione a lungo sognata, i campioni biancorossi ci sono tornati con la matematica promozione conseguita lo scorso 17 aprile, in calce ad un Cuneo Santhià che subito è diventato occasione di festa. Domenica 8 aprile, invece, il Cuneo saluta il proprio pubblico, si congeda dal campionato che ha vinto con pieno merito e ovvia soddisfazione attraverso il derby della provincia Granda con l’Albese.

Sarà quindi una domenica di festa. Un’occasione, l’ennesima, per celebrare le gesta di una squadra straordinaria, di una stagione esemplare, di una promozione meravigliosa. In occasione dell’ultima di campionato, allo stadio comunale “Fratelli Paschiero” la società, insieme alla Cuneo Ginnastica, ha organizzato un’esibizione sul terreno di gioco dell’impianto cittadino tra il primo e il secondo tempo della partita. Prima del match, invece, i tifosi della curva hanno in programma una sorta di pre gara condita da porchetta e birra. Allo stadio sarà inoltre possibile prenotare il film-dvd del Cuneo Calcio con i video della stagione del trionfo: gol, interviste, backstage, dichiarazioni e molto altro ancora sul ritorno del Cuneo nel calcio che conta. (Iniziativa di prossima realizzazione in vendita al costo di € 7,90).


Ufficio Stampa
ZakkTV
00Sunday, May 15, 2011 2:20 PM
Il mister del Cuneo Iacolino negli ultimi 6 anni ha ottenuto cinque promozioni, e nell'unico anno in cui non c'è riuscito ha perso lo spareggio.

www.annuariopiemonte.com/index.php?option=com_content&task=view&id=611&I...

Iacolino nuovo condottiero del Cuneo
giovedì, 23 settembre 2010 22:12


(nicola balice) L'uomo del giorno è in realtà l'uomo di sempre. Lo special one del calcio piemontese, Salvatore Iacolino, approda a Cuneo per riportare in alto la società del tandem Rosso-Morano. Intercettato telefonicamente a pranzo, il tecnico ammette che ormai il futuro biancorosso passa anche e soprattutto dalle sue sapienti mani: “Sì confermo l'avvicinamento, anzi direi che possiamo dire che ormai ci siamo. Manca l'ufficialità (poi giunta in giornata, ndr) ma l'accordo c'è, e con orgoglio posso dire di essere il nuovo allenatore del Cuneo”. Volendo puntare alla Lega Pro, il dopo-Bianco non poteva ripartire da un uomo più vincente di Iacolino, allenatore che sembrava poter fare al caso di parecchie altre realtà in difficoltà: “Qualcosa si muoveva anche altrove, ma ho optato per Cuneo e ne sono felicissimo. Non si tratta di una frase di circostanza, qui mi sembra di aver già trovato i presupposti ideali per poter lavorare bene e in prospettiva con grande ambizione”. Iacolino predica già prudenza, e parlando di prospettiva ammette come la dirigenza non abbia preteso altro che di porre le basi per una promozione nell'arco di un biennio: “Partire in corsa non è mai facile, l'obiettivo nell'immediato è quello di fare bene e di cominciare a costruire qualcosa di importante in vista anche della prossima stagione. Non che ci si nasconda, sia chiaro, e se ci si rendesse conto di poter puntare alla promozione già in questa stagione non ci tireremo indietro. Dichiarare di poter vincere subito, però, è un altro discorso. Tutti mi chiedono di vincere, ma non ci si può sempre riuscire. Cominciamo a far bene, poi vedremo”. Anche perchè, per ammissione dello stesso Iacolino, questo Cuneo non è di sicuro una squadra di secondo piano: “Credo si tratti già di una squadra molto buona, l'ho vista a Rivoli (gara pareggiata 2-2 e che è di fatto costata la panchina a Danilo Bianco, ndr) e ritengo che la si possa inserire in quel lotto di squadre di vertice che include anche le varie Chieri, Santhià, Seregno e, soprattutto, Sarzanese. Tra l'altro conosco già molti giocatori, altro motivo che mi ha spinto a venire volentieri al Cuneo”. Iacolino insomma pensa che la casa non si da ricostruire da capo, ma semplicemente da ristrutturare qua e là. Come dimostra anche la conferma di tutto lo staff tecnico presente attualmente: “Per quel che ho visto devo riconoscere che chi mi ha preceduto ha lavorato bene, forse è stato solo un po' troppo sfortunato. Sicuramente c'è qualche problema da risolvere, qualche situazione da correggere. A tale proposito è importante sapere che la società si è già detta disponibile a poter tornare eventualmente sul mercato, andando a completare la rosa con un paio di elementi necesseri per compiere definitivamente il salto di qualità. L'ingaggio di Enrico Fantini in questo senso rappresenta già un segnale importante”. Mercato a cui Iacolino guarderà con un occhio come sempre di riguardo, abituato com'è a fungere da manager all'inglese nell'allestimento della propria squadra. In questo senso inserirsi in corsa rappresenta più che un ostacolo una novità alla quale non era abituato: “Sono subentrato una sola volta in corsa, nel 2002 ad Ivrea, ma si trattava di una situazione di fine campionato in attesa di ripartire nel modo migliore l'anno successivo. Questa volta invece abbiamo ancora tutto il campionato davanti, e per la prima volta mi ritroverò ad allenare una squadra che non mi sono costruito io. Si tratta di uno stimolo in più sicuramente, ed ora l'unica cosa che conta sarà riuscire a conoscersi nel minor tempo possibile”.
Salvatore Iacolino è insomma tornato, più determinato che mai. E questa è la miglior notizia che la piazza di Cuneo potesse ricevere per fugare ogni dubbio relativamente alle ambizioni della società biancorossa.

zonastadio
00Sunday, May 15, 2011 8:46 PM
speriamo che questo topic torni buono per l'anno prossimo, perchè significherebbe niente folli doppi salti
Il custode della cripta
00Monday, June 6, 2011 3:18 PM
Ho letto che la festa per il 4-1 sul Mantova è stata rovinata dal dopo-partita, durante il quale ci sono state delle dichiarazioni polemiche sulla società da parte dell'allenatore (che di fatto non siederà più in panchina a Cuneo).
enricoutv83
00Saturday, August 6, 2011 1:10 AM
Oggi ho visto un po' di Juventus-Cuneo, e devo dire che per un'ora i nostri prossimi avversari hanno tenuto egregiamente il campo; poi, a causa dei cambi (le riserve del Cuneo sono decisamente più scarse di quelle della Juve) hanno preso 6 gol negli ultimi 30 minuti.
Questi sono gli highlights di sky, anche se non ci sono azioni del Cuneo.


Il custode della cripta
00Sunday, August 7, 2011 12:13 AM
Da quello che si diceva ai tempi della Poule Scudetto, la squadra sembrava tendere allo sfascio. Non so se siano riusciti a ricucire la situazione.
ZakkTV
00Friday, August 12, 2011 7:23 PM
La piazza "caratterialmente" ideale per Ezio Rossi. L'altro allenatore tanto per cambiare ha litigato dopo la Poule scudetto...Iacolino in sei anni sei squadre diverse in Serie D, cinque promozioni e uno spareggio perso. Ma provare una serie superiore no? [SM=x397164]
zonastadio
00Friday, August 12, 2011 7:25 PM
Re:
ZakkTV, 12/08/2011 19.23:

La piazza "caratterialmente" ideale per Ezio Rossi. L'altro allenatore tanto per cambiare ha litigato dopo la Poule scudetto...Iacolino in sei anni sei squadre diverse in Serie D, cinque promozioni e uno spareggio perso. Ma provare una serie superiore no? [SM=x397164]


il cuneo per me farà un campionato di centro classifica, credo che sia impossibile pensare diversamente


enricoutv83
00Tuesday, August 23, 2011 2:10 AM

www.ivg.it/2011/08/calcio-coppa-italia-pareggio-tra-cuneo-e-savona-allenatori-sodd...

Calcio, Coppa Italia: pareggio tra Cuneo e Savona, allenatori soddisfatti

Savona. Nel dopo partita di Cuneo – Savona, l’allenatore dei padroni di casa, Ezio Rossi, commenta così: “Ho visto cose positive e cose meno positive. Sia noi che il Savona abbiamo fatto una buona partita viste le condizioni difficili dovute al caldo”.
Dopo il tecnico cuneese, tocca a mister Corda dire la sua: “Anche io sono soddisfatto. Abbiamo fatto un ottimo secondo tempo nonostante le tante assenze. Giaretti? Gli faccio i miei complimenti. Già da domani ci saranno novità per il portiere. L’arbitro? Non ne parlo mai”.
Carico per la prestazione, infine, Davide Rossi che guarda già alle prossime partite: “Mercoledì abbiamo subito l’occasione per testarci. Contro il Cuneo abbiamo avuto una buona reazione”.
Il tabellino:
Cuneo – Savona 2 – 2 (p.t. 2 – 1)
Cuneo: Pascarella, Cintoi, Morabito, Sentinelli, Longhi (s.t. 47° Personè), Ferri, Garavelli, Cristini (s.t. 16° Lodi), Ingari, Gentile (s.t. 32° Galfrè), Fantini; a disposizione Negretti, Carretto, Garrone, Valfrè. All. Rossi.
Savona: Giaretti, Praino, Materazzo, Antonelli, Marconi, Buglio, Demartis, Mazzotti, Rossi (s.t. 35° Mezgour), Bottiglieri (s.t. 42° Pollero), Garin (s.t. 22° Pellini); a disposizione Donzellini, Greco, Gelfusa, Tangredi. All. Corda.
Arbitro: Bruno (Torino). Assistenti: Mosca e Di Iorio.
Reti: p.t. 30° Demartis (S), 43° Ingari (C), 46° Garavelli (C), s.t. 13° Garin (S).
Espulsi: Marconi (S).
Ammoniti: Morabito (C), Gentile (C).
Calci d’angolo: Cuneo 3, Savona 3.
Dopo il pareggio di ieri, riprendono oggi gli allenamenti del Savona al Ruffinengo in vista del doppio impegno di coppa di mercoledì al Bacigalupo, ore 18 contro il Pavia, e di domenica a Casale.
Il programma settimanale prevede una seduta mattutina oggi, martedì, giovedì e venerdì. Sabato mattina rifinitura ancora di mattina.
enricoutv83
00Monday, August 29, 2011 6:17 PM
www.campioni.cn/2011/08/28/leggi-notizia/argomenti/calcio/articolo/coppa-italia-lega-pro-con-ingari-e-fantini-il-cuneo-stende-il-pavia-e-vola-al-secondo-tu...


CALCIO | domenica 28 agosto 2011, 19:50

Coppa Italia Lega Pro: con Ingari e Fantini il Cuneo stende il Pavia e vola al secondo turno

Primo posto in cassaforte per i ragazzi di Ezio Rossi dopo il 4-2 esterno in terra lombarda: a quota 7 in classifica, la qualificazione è matematica. Nell'altra sfida del girone A, pareggiano Casale e Savona.


Per il Cuneo tre punti a Pavia e qualificazione
Primo obiettivo raggiunto: il Cuneo di Ezio Rossi sbanca il "Pietro Fortunati" di Pavia al termine di una gara ricca di gol ed emozioni e conquista matematicamente la qualificazione al secondo turno della Coppa Italia di Lega Pro.

I ragazzi di Ezio Rossi si sono imposti con il punteggio di 4-2 esterno, facendo vedere grandi cose soprattutto in fase offensiva: ad aprire le marcature ci ha pensato all'8 del primo tempo Giuseppe Ingari, seguito a ruota, al 25' dal solito Enrico Fantini; al 47' i biancorossi si portano addirittura sullo 0-3: è ancora l'ex punta del Savona a mettere il proprio sigillo sul match, firmando la personale doppietta. I lombardi di mister Domenicali reagiscono, riaprendo per qualche minuto l'incontro grazie a Meza Colli che va a segno al 53' ed al 70'. A sistemare le cose per la compagine cuneese è però l'autorete, due minuti dopo il 2-3, da parte di Caidi. Da annotare, le espulsioni di Gentile da una parte e Gheller dall'altra.

Cuneo a quota 7 nel gruppo A, primo posto in cassaforte ed ultimo turno che risulterà quindi ininfluente; il Pavia infatti (fermo a 6 punti) riposerà nella 5ª giornata, mentre Casale e Savona hanno pareggiato 1-1 (reti di Rossi per i liguri e di Siega per gli alessandrini), salendo a due punti nel girone.



COPPA ITALIA LEGA PRO - I RISULTATI DELLA 4ª GIORNATA GIRONE A (Fonte Risultati www.tuttolegapro.com)

Casale 1-1 Savona
74' Rossi (S), 76' Siega (C)
Pavia 2-4 Cuneo
8' e 47' Ingari (C), 25' Fantini (C), 53' e 70' Meza Colli (P), 72' autorete di Caidi (P) (espulsi Gheller (P) e Gentile (C) al 68')
Ha riposato: Valenzana
Classifica aggiornata: Cuneo 7 punti; Pavia* 6; Valenzana 4; Savona e Casale 2 (*una partita in più)
enricoutv83
00Tuesday, August 30, 2011 6:45 PM

da www.grandain.com/informazione/dettaglio.asp?ID=37496

Sport
martedì 30 agosto 2011

Calcio: nuovo acquisto in attacco per il Cuneo


Cuneo - Massimiliano Varricchio. E’ lui l’ultimo acquisto, in ordine di tempo, messo a segno dal Cuneo Calcio. Oltre cento gol realizzati nei campionati professionistici, tra Serie B, C1 e C2, lo scorso anno alla Cremonese e, da gennaio, al Prato, società con la quale ha raggiunto i play off di Seconda Divisione grazie alle 7 marcature siglate nelle dieci partite disputate. 183cm per 75 chilogrammi, Varricchio, nato nel bolognese nel 1976, incrementa il potenziale offensivo del collettivo biancorosso a disposizione di Ezio Rossi che già poteva contare sulle capacità di Giuseppe Ingari ed Enrico Fantini oltre alla freschezza atletica e di anagrafe di Manuel Personè oltre che la la vitalità e la voglia di imporsi di Samuele Beretta.
“Con l’arrivo di Massimiliano disponiamo di un attacco di primo livello - commenta a caldo il direttore generale Massimo Bava impegnato all’Ata Quark Hotel di Milano nelle ultime frenetiche ore del calciomercato -. Varricchio è una prima punta di valore che, nel corso della sua brillante carriera, ha ampiamente dimostrato tutte le sue potenzialità. Oggi ho depositato i contratti di Beretta e Di Quinzio e a breve dovrei concludere altre importanti trattative”. Al reparto offensivo cuneese si aggiunge quindi anche il giovane Samuele Beretta, classe 1990, di scuola Inter, lo scorso anno al Pavia in Prima Divisione, mentre il centrocampista classe 1989 Davide Di Quinzio, di proprietà dell’Albinoleffe, lo scorso anno al Montichiari, rinfoltirà il centrocampo già ricco di esperienza e qualità.
Mercoledì il Cuneo giocherà l’ultimo turno del proprio girone di Coppa Italia, manifestazione che vede i piemontesi già qualificati al primo posto con una giornata di anticipo. Nell’occasione, alle ore 17 (biglietti in vendita presso la biglietteria dello stadio e presso il tennis club il giorno dell’incontro), al “Fratelli Paschiero” arriverà il Casale, mentre domenica si assisterà al debutto assoluto in campionato. Alle ore 15 il Cuneo campione d’Italia in carica dei dilettanti esordirà nella prima giornata casalinga contro il Borgo a Buggiano. Si ricorda che presso gli uffici della sede è in pieno corso la campagna abbonamenti per la stagione sportiva 2010-2011. Abbonandosi si risparmierà notevolmente sul prezzo rispetto all’acquisto dei singoli tagliandi e sono state riservate tutta una serie di promozioni per giovani, anziani, famiglie e donne. Per informazioni telefonare al 0171691145 oppure rivolgersi in corso Monviso 21, presso lo stadio.
ZakkTV
00Monday, September 5, 2011 12:08 AM
www.cuneocalcio.it/index.php?id=5660&tx_ttnews[tt_news]=76153&tx_ttnews[backPid]=5656&cHash=ae432459aa

Il Cuneo pareggia con il Borgo a Buggiano


04.09.2011


Peccato. Il Cuneo debutta di fronte al proprio pubblico con un pareggio. I biancorossi di Ezio Rossi iniziano con il piede giusto l’incontro, trovano la rete del vantaggio, avvicinano ripetutamente il raddoppio, ma purtroppo a pochi istanti dal termine del match subiscono la marcatura degli avversari che, quindi, alla fine riescono a conquistare un prezioso punto sul campo cuneese. Peccato, perché esordire con una vittoria sarebbe stato certamente più piacevole, pazienza perché la squadra saprà fare tesoro degli errori commessi.



E dire che le premesse affinché la prima di campionato terminasse con un epilogo differente c’erano proprio tutte. Al 13’ Garavelli con un delizioso passaggio filtrante lancia Ingari solo di fronte al portiere ospite il quale, con un intervento che ha del prodigioso, riesce a sventare il pericolo rifugiandosi in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, tuttavia, Settepassi strattona Carretto in proiezione offensiva convincendo il direttore di gara a concedere la massima punizione. Dal dischetto Giuseppe Ingari è implacabile e regala il vantaggio ai beniamini locali.



E’ solo il quarto d’ora e tutto sembrerebbe volgere a favore del Cuneo. Alla mezz’ora è ancora dai piedi di Garavelli che parte un traversone insidiosissimo sul quale non riescono ad arrivare prima Ingari e successivamente Cristini. Poco prima dello scadere, invece, è Gentile a pennellare dal limite un pallone sulla testa del tempista Cristini: inserimento e stacco sono da elogio, il colpo di testa sembra perfetto ma la sfera si stampa inesorabilmente sul montante della porta avversaria tra lo sconcerto generale.



Nella seconda frazione di gioco i campioni d’Italia in carica iniziano così come avevano terminato il primo tempo. Dopo soli 2’ Enrico Fantini calcia un pallone dal limite senza tuttavia inquadrare lo specchio della porta. Alcuni istanti più tardi Garavelli suggerisce per Ingari la cui deviazione sottomisura non coglie in fallo l’estremo difensore ospite. Trascorrono i minuti e il Cuneo arretra il proprio baricentro, di pari passo il Borgo a Buggiano pigia sull’acceleratore. La formazione locale appare meno solida del solito e gli ospiti riescono a conquistare un calcio di rigore.



E’ il 40’ quando sfruttando un calcio di punizione dalla trequarti i toscani sorprendono la retroguardia locale che si perde Castaldo. Pascarella esce alla disperata impattando con il giocatore nemico. Il direttore di gara assegna la massima punizione che, poco dopo, dagli undici metri Paganelli è bravo a trasformare nella rete del momentaneo pareggio. Il Cuneo reagisce immediatamente: dall’altra Cristini reclama per una trattenuta in area ma il calcio di rigore, apparso ai più evidente, non viene accordato dalla giacchetta nera. L’ultimo sussulto porta ancora la firma dello stoico centrocampista pinerolese la cui deviazione volante dal limite non inquadra il bersaglio maggiore.



Purtroppo al di fuori dell’impianto molti tifosi sono nuovamente stati costretti a subire disagi legati al nuovo sistema di biglietteria elettronica. La società, nello scusarsi per il problema che è comunque comune a tutti, consiglia a i propri tifosi di abbonarsi per scongiurare il ripetersi di queste situazioni e, in ogni caso, di acquistare i biglietti nel corso della settimana senza aspettare il giorno della partita. La società prenderà comunque provvedimenti per consentire un miglior servizio per il pubblico. Si coglie l’occasione per ricordare che la biglietteria dello stadio Paschiero è aperta dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19. Abbonarsi, così come acquistare un tagliando per la singola partita è semplice e veloce e consente di entrare direttamente all’interno dello stadio.



CUNEO-BORGO A BUGGIANO 1-1


CUNEO (4-3-1-2): Pascarella; Passerò, Carretto, Cintoi, Morabito (25’st Ferri); Cristini, Longhi, Gentile; Garavelli (17’st Di Quinzio); Fantini (38’st Varricchio), Ingari. A disposizione: Negretti, Donida, Borettaz, Galfrè. All.: Ezio Rossi.
BORGO A BUGGIANO (4-4-2): Grandi; Tafi, Castaldo, Settepassi, Crociani; Di Martino (17’st Re), Corsi, Maretti, Lorenzini (1’st Ricupa); Paganelli, Di Crescenzo (1’st Stella). A disposizione: Strambi, Checchi, Mugelli, Gialdini. All.: Gianluca Colonnello.
ARBITRO: Andrea Tardino di Milano.
MARCATORI: pt 15’ Ingari rig. (C), st 41’ Paganelli rig. (B)
NOTE: giornata uggiosa, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti Pascarella, Morabito, Longhi (C) e Ricupa (B). Angoli 6-3. Recupero: pt 1’, st 3’. Spettatori 700 circa per un incasso di oltre 2.100 euro.

Ufficio Stampa
enricoutv83
00Tuesday, September 20, 2011 12:34 AM
www.campioni.cn/2011/09/18/leggi-notizia/argomenti/calcio/articolo/lega-pro-2a-divisione-cuneo-sanbonifacese-4-1-le-voci-del-dopopart...

CALCIO | domenica 18 settembre 2011, 19:39

Lega Pro 2ª Divisione: Cuneo-Sanbonifacese 4-1, le voci del dopopartita
Condividi |
Ezio Rossi: "Complimenti ai ragazzi che, passati in svantaggio, non hanno perso la testa"


Ezio Rossi in sala stampa
E' un Ezio Rossi visibilmente soddisfatto, quello che si presenta il sala stampa dopo il successo in rimonta del suo Cuneo contro la Sambonifacese. Il tecnico piemontese ci tiene ad elogiare il carattere dei suoi: "Faccio i complimenti ai ragazzi che, sotto di un gol e con le cose che non giravano bene, non hanno perso la testa. Una vittoria così può dare tranquillità. So che siamo una buona squadra, la strada per fare bene è quella giusta".

L'allenatore biancorosso ha azzeccato i cambi, inserendo Di Quinzio e Varricchio, decisivi per le sorti del match: "Siamo competitivi, non solo nell'undici titolare ma anche negli altri componenti della rosa. Tutti saranno utili in questa stagione. Non sono io ad aver indovinato i cambi, il merito è dei ragazzi che sono entrati con lo spirito giusto".

Felice anche il ds Valter Vercellone: "In tre partite abbiamo sempre fatto gioco e creato occasioni. Finalmente abbiamo ottenuto una vittoria che probabilmente avremmo meritato anche nei precedenti incontri".

Dopo questo 4-1 bomber Fantini vede con ottimismo al futuro e chiede il supporto del pubblico, spesso freddo, cuneese: "Ottima la nostra prestazione, soprattutto nel secondo tempo. Mi piange il cuore ad aver sentito qualche fischio e parola di troppo dagli spalti, dopo una stagione trionfante come quella passata. Chiedo ai tifosi pazienza per questo nuovo progetto ed un supporto ancora maggiore, perché abbiamo bisogno dei nostri tifosi".

Dall'altra parte, il mister della Sambonifacese Flavio Carnovelli non ha nulla da rimproverare ai suoi: "Finché siamo rimasti in parità numerica ce la siamo giocata alla pari con una corazzata come il Cuneo. L'espulsione ha ovviamente cambiato volto al match".
enricoutv83
00Sunday, October 2, 2011 11:35 AM
www.campioni.cn/2011/10/01/argomenti/calcio/leggi-notizia/argomenti/calcio/articolo/lega-pro-2a-divisione-il-cuneo-ospita-il-lecco-con-un-occhio-ai-vertici-della-classif...

CALCIO | sabato 01 ottobre 2011, 12:38

Lega Pro 2ª Divisione: il Cuneo ospita il Lecco con un occhio ai vertici della classifica

Condividi |
La squadra di Ezio Rossi, reduce da tre vittorie consecutive ed a quota 10, va a caccia del poker contro i lombardi. Intanto la capolista Casale affronta l'Alessandria in un match ricco di spunti


Filippo Fabbro, attaccante del Lecco (Foto da www.laprovinciadilecco.it)
Per continuare la risalita. Dopo tre vittorie consecutive (l'ultima, pesantissima, nel derby ad Alessandria) il Cuneo prova a siglare il poker ed a proseguire la marcia ai vertici della classifica nel girone A di Seconda Divisione.

La 6ª giornata (domenica ore 15) vede i biancorossi ospitare allo Stadio "Fratelli Paschiero" il Lecco, reduce dal 2-2 con la Giacomense: Ezio Rossi, dopo il turnover effettuato nel match infrasettimanale, dovrebbe riproporre il 4-3-1-2 classico con Pascarella in porta, protetto da Passerò, Sentinelli, Cintoi e Donida (ancora indisponibile Morabito); a centrocampo capitan Longhi, Cristini e Gentile, mentre sono da valutare le condizioni di Maro Garavelli, uscito acciaccato mercoledì al "Moccagatta": al suo posto è pronto a giocare, sulla trequarti, Lodi. In attacco potrebbe tornare titolare Varricchio, che affiancherà Fantini (Ingari dovrebbe essere out per infortunio).

Il Lecco guidato dal duo Magni-Delpiano è attualmente penultimo a quota 2 in classifica ed ha, quindi, estremo bisogno di fare risultato: occhio agli uomini d'attacco blucelesti, cioè Viviani, Fabbro e Temelin, mentre ricordiamo che in rosa c'è anche il centrocampista ex Peugia e Napoli, Fabio Gatti.

Partita tutta da gustare anche Casale-Alessandria: i bianconeri, in testa alla classifica a quota 12 e trascinati da il capocannoniere Riccardo Taddei (6 reti all'attivo), non stanno tradendo le attese e potrebbero mandare ulteriormente in confusione i grigi (fermi a quattro punti), ancora alla ricerca di un allenatore, dopo l'esonero di De Petrillo. Fra i nomi più papabili, nella sita della Presidentessa Paola Debernardi, ci sono Giuliano Sonzogni e Giuseppe Galderisi.

Impegno importante anche per la Valenzana (4 p.): i blaugrana ospitano al "Comunale" il Treviso secondo in classifica. Nelle altre sfide della 6ª giornata, occhio a Poggibonsi-Rimini e Virtus Entella-Montichiari.



SECONDA DIVISIONE LEGA PRO - IL PROGRAMMA DELLA 6ª GIORNATA

CASALE - ALESSANDRIA

CUNEO - LECCO

MANTOVA - BELLARIA IGEA MARINA

POGGIBONSI - RIMINI

PRO PATRIA - BORGO A BUGGIANO

SAMBONIFACESE - SAVONA

SAN MARINO - GIACOMENSE

SANTARCANGELO - RENATE

VALENZANA - TREVISO

VIRTUS ENTELLA - MONTICHIARI



CLASSIFICA GIRONE A

Casale 12; Treviso 11; Giacomense 10, Poggibonsi 10, Cuneo 10; Montichiari 9; Savona 8, Borgo a Buggiano 8; Virtus Entella 7; Santarcangelo 7, Bellaria 7, Mantova 6, Rimini 6; Renate 4, San Marino 4, Alessandria 4, Valenzana 4; Sambonifacese 3; Lecco 1, Pro Patria 1.
(Pro Patria - 3 punti; Alessandria - 2 punti; Savona -1 punto).

Edward Pellegrino
ZakkTV
00Sunday, October 2, 2011 10:18 PM
www.tuttolegapro.com/?action=read&idnotizia=36167

RISULTATI E CLASSIFICHE

2^ Divisione, Cuneo strepitoso: poker al Lecco
CUNEO-LECCO 4-0


02.10.2011 20:00 di Redazione TLP articolo letto 228 volte
Fonte: campioni.cn

© foto di Anto.Abbate/TuttoLegaPro.com

Che spettacolo al "Fratelli Paschiero". Il Cuneo vince, segna e diverte nel match casalingo contro il Lecco, volando a quota 13 in classifica, ad un passo dalla capolista Treviso (corsara a Valenza Po) e mettendo a referto il quarto successo consecutivo.

Per la 6ª giornata del girone A di Seconda Divisione, mister Ezio Rossi deve fare a meno degli infortunati Morabito, Garavelli (out almeno per 2 settimane per una distorsione alla caviglia) e Giuseppe Ingari: in campo quindi, con il consueto 4-3-1-2, Pascarella, protetto da Passerò, Sentinelli, Carretto, e Donida; a centrocampo Longhi, Cristini e Gentile, mentre è Di Quinzio a giocare alle spalle del duo offensivo Fantini-Varricchio. Di fronte i lombardi blucelesti guidati da Magni, penultimi in classifica, che si presenta con un modulo speculare: davanti il trio Fabbro-Rebecchi e Temelin.

Al 4' primo squillo di marca cuneese: Varricchio, riceve al limite e fa da boa splendidamente per Cristini che, inseritosi in area dal vertice sinistro, costringe Durandi al prodigioso intervento in corner con una sventola indirizzata sotto la traversa; passano 7' ed episodio dubbio in area ospite: Di Quinzio si libera sulla destra e lascia partire un traversone perfetto per Fantini il quale, dopo aver stoppato a pochi passi dalla porta, viene cinturato da Esposito. Per l'arbitro Giovani tutto regolare, fra le protesta vibranti di giocatori e di Ezio Rossi, furibondo in panchina.

Nella fase centrale di frazione, la pressione biancorossa aumenta ulteriormente. Al 19' Cristini viene pescato in area e conclude da posizione centrale con Durandi che manda in corner, sul quale la sfera arriva a Di Quinzio: altro tiro verso la porta, altro intervento dell'estremo difensore avversario. Passa una manciata di secondi e la spinta del Cuneo si concretizza: Gentile si smarca bene sulla fascia destra, va sul fondo e trova a centroarea Varricchio, il quale non sbaglia.

Sulle ali dell'entusiasmo il Cuneo raddoppia poco dopo con Passerò il quale, lascia partire una fucilata impressionante dai venti metri: la palla dopo aver toccato il palo alla destra di Durandi, si insacca.

Il Lecco sente il colpo subìto, rischiando di capitolare al 29': Fantini scarica dal limite, un super Durandi si oppone in modo plastico; 1' dopo ancora Fantini nel vivo: il bomber beinettese scodella dalla sinistra, Varricchio fa di sponda per l'accorrente Cristini che non ci arriva di un soffio. Il centrocampista si riscatta però al 38' quando, servito dal sempre propositivo Passerò, schiaccia di testa a centroarea, non lasciando scampo a Durandi.

Allo scadere di frazione arriva addirittura il poker: Fantini parte in contropiede scaricando per di Quinzio. Il fantasista dà in profondità per Varricchio che infila sul proprio palo il portiere rivale.

La ripresa è pura accademia per i padroni di casa, che gestiscono l'incontro senza infierire e senza rischiare eccessivamente: a guadagnarsi la pagnotta quotidiana è Christian Pascarella, che con alcune ottime parate sul neoentrato Fall (il più attivo dei suoi) mantiene la porta inviolata.

Termina 4-0, fra gli applausi del pubblico cuneese, finalmente partecipe nel far sentire il proprio calore: anche numericamente, il Fratelli Paschiero ha mostrato finalmente un discreto colpo d'occhio anche se, con risultati come questo, si potrà vedere maggior entusiasmo nel corso della stagione.

La prossima domenica, intanto, la compagine guidata da Rossi sarà impegnata al "Dino Manuzzi" di Cesena con il Bellaria Igea Marina.

CUNEO-LECCO 4-0

RETI: 22' e 45' Varricchio, 28' Passerò (C), 38' Cristini

CUNEO (4-3-1-2): Pascarella 6.5, Passerò 7.5, Donida 6.5, Sentinelli 7, Longhi 7, Carretto 6.5, Di Quinzio 7 (33' st Personè sv), Cristini 7.5 (13' st Galfrè 6.5), Varricchio 8 (24' st Lodi sv), Gentile 7, Fantini 7. A disp. Negretti, Cintoi, Ferri, Valfrè. All. Rossi 7.

LECCO (4-3-1-2): Durandi 6.5, Ischia 5, Maiese 5, Conti 5.5, Esposito 5(41' Castelnuovo 5.5), Marietti 5, Viviani 5, Gatti 5.5, Fabbro 5, Rebecchi 5(24' st Garzon sv), Temelin 5 (1' st Fall 6.5). A disp. Perucchini, Caforio, Galli, Mattaboni. All. Magni 5.

ARBITRO: Stefano Giovani di Grosseto (Giampietruzzi di Chiavari e Boz di Aosta 6).
enricoutv83
00Friday, October 7, 2011 1:26 PM
www.campioni.cn/2011/10/02/leggi-notizia/argomenti/calcio/articolo/lega-pro-2a-divisione-cuneo-esagerato-battuto-il-lecco-con-un-4-0-spettacol...

CALCIO | domenica 02 ottobre 2011, 18:10

Lega Pro 2ª Divisione: Cuneo esagerato, battuto il Lecco con un 4-0 spettacolare

Condividi |
I biancorossi vincono divertendo con un primo tempo travolgente: a segno due volte Varricchio, Passerò e Cristini. Secondo posto in campionato dopo 6 giornate ed anche i tifosi del "Paschiero" cominciano a scaldarsi...


L'esultanza biancorossa dopo la rete del 2-0 (Tutte le foto © Edward Pellegrino)
Che spettacolo al "Fratelli Paschiero". Il Cuneo vince, segna e diverte nel match casalingo contro il Lecco, volando a quota 13 in classifica, ad un passo dalla capolista Treviso (corsara a Valenza Po) e mettendo a referto il quarto successo consecutivo.

Per la 6ª giornata del girone A di Seconda Divisione, mister Ezio Rossi deve fare a meno degli infortunati Morabito, Garavelli (out almeno per 2 settimane per una distorsione alla caviglia) e Giuseppe Ingari: in campo quindi, con il consueto 4-3-1-2, Pascarella, protetto da Passerò, Sentinelli, Carretto, e Donida; a centrocampo Longhi, Cristini e Gentile, mentre è Di Quinzio a giocare alle spalle del duo offensivo Fantini-Varricchio. Di fronte i lombardi blucelesti guidati da Magni, penultimi in classifica, che si presenta con un modulo speculare: davanti il trio Fabbro-Rebecchi e Temelin.

Al 4' primo squillo di marca cuneese: Varricchio, riceve al limite e fa da boa splendidamente per Cristini che, inseritosi in area dal vertice sinistro, costringe Durandi al prodigioso intervento in corner con una sventola indirizzata sotto la traversa; passano 7' ed episodio dubbio in area ospite: Di Quinzio si libera sulla destra e lascia partire un traversone perfetto per Fantini il quale, dopo aver stoppato a pochi passi dalla porta, viene cinturato da Esposito. Per l'arbitro Giovani tutto regolare, fra le protesta vibranti di giocatori e di Ezio Rossi, furibondo in panchina.

Nella fase centrale di frazione, la pressione biancorossa aumenta ulteriormente. Al 19' Cristini viene pescato in area e conclude da posizione centrale con Durandi che manda in corner, sul quale la sfera arriva a Di Quinzio: altro tiro verso la porta, altro intervento dell'estremo difensore avversario. Passa una manciata di secondi e la spinta del Cuneo si concretizza: Gentile si smarca bene sulla fascia destra, va sul fondo e trova a centroarea Varricchio, il quale non sbaglia.

Sulle ali dell'entusiasmo il Cuneo raddoppia poco dopo con Passerò il quale, lascia partire una fucilata impressionante dai venti metri: la palla dopo aver toccato il palo alla destra di Durandi, si insacca.

Il Lecco sente il colpo subìto, rischiando di capitolare al 29': Fantini scarica dal limite, un super Durandi si oppone in modo plastico; 1' dopo ancora Fantini nel vivo: il bomber beinettese scodella dalla sinistra, Varricchio fa di sponda per l'accorrente Cristini che non ci arriva di un soffio. Il centrocampista si riscatta però al 38' quando, servito dal sempre propositivo Passerò, schiaccia di testa a centroarea, non lasciando scampo a Durandi.

Allo scadere di frazione arriva addirittura il poker: Fantini parte in contropiede scaricando per Di Quinzio. Il fantasista dà in profondità per Varricchio che infila sul proprio palo il portiere rivale.

La ripresa è pura accademia per i padroni di casa, che gestiscono l'incontro senza infierire e senza rischiare eccessivamente: a guadagnarsi la pagnotta quotidiana è Christian Pascarella, che con alcune ottime parate sul neoentrato Fall (il più attivo dei suoi) mantiene la porta inviolata.

Termina 4-0, fra gli applausi del pubblico cuneese, finalmente partecipe nel far sentire il proprio calore: anche numericamente, il "Fratelli Paschiero" ha mostrato un discreto colpo d'occhio anche se, con risultati come questo, si potrà vedere maggior entusiasmo nel corso della stagione.

La prossima domenica, intanto, la compagine guidata da Rossi sarà impegnata al "Dino Manuzzi" di Cesena con il Bellaria Igea Marina.



SECONDA DIVISIONE LEGA PRO, 6ª GIORNATA

CUNEO-LECCO 4-0

RETI: 22' e 45' Varricchio (C), 28' Passerò (C), 38' Cristini

CUNEO (4-3-1-2): Pascarella 6.5, Passerò 7.5, Donida 6.5, Sentinelli 7, Longhi 7, Carretto 6.5, Di Quinzio 7 (33' st Personè sv), Cristini 7.5 (13' st Galfrè 6.5), Varricchio 8 (24' st Lodi sv), Gentile 7, Fantini 7. A disp. Negretti, Cintoi, Ferri, Valfrè. All. Rossi 7.

LECCO (4-3-1-2): Durandi 6.5, Ischia 5, Maiese 5, Conti 5.5, Esposito 5(41' Castelnuovo 5.5), Marietti 5, Viviani 5, Gatti 5.5, Fabbro 5, Rebecchi 5(24' st Garzon sv), Temelin 5 (1' st Fall 6.5). A disp. Perucchini, Caforio, Galli, Mattaboni. All. Magni 5.

ARBITRO: Stefano Giovani di Grosseto (Giampietruzzi di Chiavari e Boz di Aosta 6).
ZakkTV
00Thursday, October 13, 2011 1:36 PM
www.riminitoday.it/sport/lega-pro-bellaria-cuneo-2-1.html

Bellaria-Cuneo 2-1

Nuova impresa del Bellaria: 2-1 al Cuneo

Dall'impresa di domenica scorsa a Mantova alla vittoria sul sintetico del "Manuzzi" contro il Cuneo. E' un buon momento di forma per il Bellaria, ora terzo in classifica a pari merito con i piemontesi e con il Santarcangelo

Dall'impresa di domenica scorsa a Mantova alla vittoria sul sintetico del "Manuzzi" contro il Cuneo. E' un buon momento di forma per il Bellaria, ora terzo in classifica a pari merito con i piemontesi e con il Santarcangelo e a soli quattro punti dal Treviso. La squadra di Campedelli si è proposta in avanti sin dai primi minuti, sfiorando il vantaggio al 7' con un'incornata di Buda. Quattro giri di lancette più tardi ed è arrivato il vantaggio dei padroni di casa con Fantini.

Al 22' Fantini ha trovato il 2-0, ma l'arbitro ha annullato per fuorigioco. Al 27' gli ospiti hanno trovato il pareggio con Varricchio. Il Bellaria non si è fatto prendere dallo sconforto, rispondendo al 28' con una conclusione dalla distanza di Turchetta che si è spenta di poco a lato. Tre minuti dopo il Cuneo è andato in goal, ma la terna arbitrale ha annullato per off-side. I piemontesi si sono nuovamente fatti minacciosi, questa volta con un'incornata di Carretto di poco a lato.

Ad inizio ripresa Cuneo nuovamente vicino al 2-1 con Sentinelli, ma il suo colpo di testa è stato deviato in angolo da Venturi. Al 14' ancora un goal annullato al Cuneo per fuorigioco. Nel momento migliore degli ospiti il Bellaria ha trovato il goal partita con una conclusione di Mariani che si è insaccata alla sinistra di Pascarella. Nei minuti finali forcing del Cuneo, con Varricchio che al 92' ha centrato la traversa e Ingari al 93' che ha toppato clamorosamente davanti a Venturi.


www.altarimini.it/News40786-calcioserie-d-la-vigilia-delle-4-romag...

Calcio: Bellaria - Cuneo 2-1

CESENA (STADIO DINO MANUZZI)

IL TABELLINO DEL MATCH:


BELLARIA (4-3-3): Venturi 7; Buda 6.5(84'Scarponi s.v) Sonzogni 6.5, Fantini 7, Bamonte 6; Forte 6.5, Briglia 6, Mariani 7 (79'Martinelli s.v); Rolandone 6 (68'Morena 5.5), De Cenco 6.5, Turchetta 6.5. A disp.: Renna,Fioretti, De Luca, Alberani. All.: Campedelli

CUNEO (4-3-1-2): Pascarella 6; Passerò 5.5, Donida 5.5 (81'Lodi s.v), Carretto 6.5, Longhi 6; Sentinelli6; Cristini5.5, Di Quinzio 6.5; Gentile 5.5 (75'Personè s.v); Varricchio 6.5, Fantini 5 (68'Ingari 6). A disp.: Negretti, Cintoi, Ferri, Galfrè. All.: Rossi.

ARBITRO: Marco Zappatore di Taranto

ASSISTENTI: Alfonso Ascione e Gianluca Mertino di Torre Annunziata.

MARCATORI: 11' Fantini (B), 27' Varricchio (C), 63' Mariani (B)

AMMONITI: Cristini e Donida(C), Rolandone (B)

ESPULSI: nessuno

NOTE: spettatori circa 500.

RECUPERO: 0'p.t e 4's.t

DIRETTA WEB:

Al 2' prima occasione da goal della partita. Turchetta con un'azione personale arriva al tiro con la palla che termina alta. Al 7' da un angolo battuto da Mariani, nasce un colpo di testa di Buda con la sfera che termina alta. All'unidicesimo su un'azione confusa -partita da calcio d'angolo-, dopo un batti e ribatti in area avversaria, nasce il tapire vincente del difensore centrale Fantini che di testa insacca alle spalle di Pascarella. Al minuto 22', Bellaria nuovamente in goal con il difensore Fantini, ma questa volta la terna arbitrale annulla la rete per fuorigioco. Al minuto 27' il Cuneo perviene al pareggio grazie ad un'azione di Di Quinzio che sulla sinistra mette al centro un traversone perfetto per l'incornata vincente di Varricchio. Risposta immediata del Bellaria al 28' con un tiro di Turchetta dalla distanza che termina sul fondo alla sinistra della porta difesa da Pascarella. Annullato al 31' per fuorigioco un goal anche al Cuneo. Al 34' Cuneo vicino al goal con un colpo di testa del difensore Carretto che termina di poco a lato.

Fine primo tempo


Inizio ripresa:


Al 4' minuto Cuneo vicinissimo al goal con un colpo di testa di Sentinelli. Venturi compie un miracolo respingendo la conclusione -da distanza ravvinata- in calcio d'angolo. Al 7' il Bellaria risponde con un colpo di testa centrale di De Cenco - assist di Mariani - che non crea problemi a Pascarella. Al 14' Goal annullato al Cuneo per un fuorigioco del difensore Longhi. Al 15' tiro dalla distanza di Forte che chiama alla respinta Pascarella. Al 18' goal del Bellaria. Mariani riceve palla, si accentra e lascia partire un destro che si insacca alla sinistra di Pascarella. Al minuto' 80' De Cenco si libera di Carretto, lascia partire un sinistro che termina di poco a lato. Al minuto 92' clamorosa traversa colpita da Varricchio. Al 93' Ingari a tu per tu con Venturi spara addosso a quest'ultimo.

La partita termina con la vittoria del Bellaria.

Ascolta le interviste ai due allenatori: Nicola Campedelli (Bellaria) e Ezio Rossi (Cuneo)
ZakkTV
00Thursday, October 20, 2011 4:55 PM
www.albain.com/sport_cuneo/dettaglio_cuneo_sport.asp?id=38778

Calcio: il Cuneo torna alla vittoria

Superato 2-1 il San Marino: terzo posto in classifica


Cuneo - Bene così: il Cuneo si aggiudica la sfida con il San Marino e, più in generale, vince la prima partita stagionale nella quale non ha brillato dal punto di vista del gioco. In apparenza il massimo risultato con il minimo sforzo, anche se poi nella realtà dei fatti i biancorossi hanno sudato le cosiddette sette camicie per difendersi dai disperati e continui assalti nemici in un finale di partita più infuocato (e nervoso) di quanto ci si potesse attendere. Questo perché la formazione locale ha giocato la gran parte della ripresa in inferiorità numerica, per via dell’espulsione comminata a Cintoi, ingenuo nel rimediare un doppio cartellino giallo nell’arco di una manciata di minuti, mentre dall’altra il San Marino, in particolar modo dopo la rete del 2-1 realizzata poco dopo la mezz’ora, ha alzato il baricentro tentando il colpaccio finale. Invano, fortunatamente, poiché il Cuneo, ancorché con un uomo in meno, ha retto bene l’onda d’urto nemica difendendo un risultato preziosissimo e dimostrando un carattere finora mai emerso davvero.

Che non fosse una giornata facile lo si era compreso presto, quando dopo un paio di minuti di reciproco studio il San Marino ha cominciato a pungere la retroguardia di casa con Lapadula, di poco fuori, e con Loiodice, grandissimo Negretti nel chiudere lo specchio della porta. Successivamente però, pur non giocando una bellissima partita, i padroni di casa mostrano un cinismo e una concretezza che lasciano interdetti gli avversari. Al 17’ infatti Marco Cristini ruba palla a De Santis e la appoggia nel mezzo per Massimiliano Varricchio il quale, dapprima cerca di calciare a rete e poi decide di allungare la sfera in favore di Davide Lodi, meglio piazzato, il cui tiro da distanza ravvicinata gonfia la rete per il gol del momentaneo vantaggio. I biancorossi prendono coraggio e tornano a bussare alla porta di Migani poco dopo, con una deviazione aerea di Cristini deviata, tuttavia, in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner, però, Davide Sentinelli ricorda a tutti la personale liaison con il gol e, con un magistrale colpo di testa, raddoppia.

Fin qui tutto bene tanto che prima dell’intervallo anche Enrico Fantini prova a scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori con una destro in corsa che termina di poco fuori. Nella ripresa, invece, il San Marino cresce mentre il Cuneo palesa la giornata non propriamente fortunata dal punto di vista del ritmo e delle trame di gioco. Al 12’ Villanova costringe un esemplare Negretti all’intervento risolutore in tuffo, al quale fa eco la straordinaria parata d’istinto di Migani, abile e reattivo sul colpo di testa ravvicinata di Varricchio. Poi però l’ex vercellese Chiaretti centra clamorosamente la traversa e il Cuneo inizia a faticare. Cintoi, deve fare i conti con un Sorbera in grande spolvero e finisce con il commettere un fallo di troppo che gli costa, in pochi minuti, la doppia ammonizione e la conseguente espulsione. Incentivato dall’acquisita superiorità numerica il San Marino alza ulteriormente il proprio baricentro e al 33’ accorcia le distanze con una splendida punizione di Lapadula. Ezio Rossi corre ai ripari, accorcia la squadra, e la Maginot biancorossa tiene fino al triplice fischio finale del direttore di gara. Domenica prossima la trasferta in quel di Valenza.

CUNEO-SAN MARINO 2-1

CUNEO (4-3-1-2): Negretti; Passerò, Sentinelli, Ferri, Cintoi; Cristini, Longhi, Lodi (40’st Carretto); Di Quinzio (21’st Donida); Fantini (32’st Galfrè), Varricchio. A disposizione: Pascarella, Gentile, Beretta, Personè. All.: Ezio Rossi.
SAN MARINO (4-4-2) Migani; Pelagatti, Fogacci, Del Duca (25’st Casolla), De Santis (1’st Crivello); Sobrera, Amantini, Loiodice, Villanova (18’st Pieri); Chiaretti, Lapadula. A disposizione: Russo, Ferrero, Vitaioli, Pigini. All. Mario Petrone.
ARBITRO: Valerio Colarossi di Roma2.
RETI: pt 17’ Lodi, 27’ Sentinelli (C), st 33’ Lapadula (S).
NOTE: Ammoniti: De Santis, Del Duca, Lapadula (S), Sentinelli, Lodi (C). Espulso: Cintoi al 20’st per doppia ammonizione. Angoli 7-3. Recupero: pt 1’, st 5’. Spettatori 700 circa per un incasso di 4.000 euro circa (compresa quota abbonati).


ZakkTV
00Thursday, October 27, 2011 5:52 PM
www.tuttomercatoweb.com/legapro/?action=read&idnet=dHV0dG9sZWdhcHJvLmNvbS...

RISULTATI E CLASSIFICHE

2^ Divisione, a Valenza un Cuneo bello ma sfortunato. Tre gol per parte

VALENZANA - CUNEO 3-3

23.10.2011 19.30 di Valeria Debbia per tuttolegapro.com articolo letto 119 volte

Fonte: Ufficio Stampa Cuneo

Davide Di Quinzio, oggi in gol per il Cuneo


Mala sorte. Avanti di due gol dopo poco più di dieci minuti, il Cuneo torna dal “Comunale” di Valenza Po con un solo punto perché dopo aver subito la rete del momentaneo 2-1 da parte degli orafi, perde per infortunio Carretto (sospetta distorsione alla caviglia) e Negretti (uscito per una brutta botta alla testa) e non riesce ad avere ragione di una formazione decisamente ostica, ancorché un poco fortunata. Non è bastato infatti il terzo gol realizzato a metà ripresa dal solito, micidiale, Massimiliano Varricchio, poiché in precedenza la Valenzana aveva trovato il 2-2 con un euro gol di Righini e alla fine, quando al rompete le righe mancavano solo una manciata di minuti, ha approfittato di un calcio di rigore trasformato dal centravanti Miracoli. Peccato, perché la superiorità tecnica e agonistica era parsa evidente, ma pazienza, poiché non si può certo recriminare alla sfortuna di due infortuni ravvicinati, di due eurogol degli avversari e, dulcis in fundo, al rigore finale che ha definitivamente sancito la fine delle ostilità.

E’ un Cuneo avanti tutta quello che si presenta al “Comunale” di Valenza per la nona giornata di campionato. Un Cuneo che dopo pochi minuti trova la rete del momentaneo vantaggio con la pregevole conclusione di Davide Di Quinzio, abile nel superare l’estremo difensore locale e a zittire la tifoseria locale. Nemmeno il tempo di ripartire che all’11’ Davide Sentinelli, in proiezione offensiva sfrutta un rimpallo a proprio favore per battere ancora Stillo, tanto incredulo quanto sfortunato. Sul doppio vantaggio ospite, la sfida sembrerebbe ormai indirizzata verso una facile vittoria biancorossa e, invece, i rossoblù di casa riaprono le ostilità con un gran destro dal limite di Prandi. Successivamente la mala sorte si accanisce con gli ospiti che nel giro di alcuni istanti perdono dapprima Luca Carretto, costretto ad uscire per una botta alla caviglia e poi Davide Negretti, colpito alla testa dopo un duro scontro di gioco. Entrano in campo Cristian Pascarella e Luca Ferri e il primo tempo si chiude con il prezioso e meritato vantaggio biancorosso.

Nella ripresa il Cuneo appare più tonico e meglio messo in campo rispetto ai rivali ma ciò nonostante sono i padroni di casa a trovare la rete del pareggio con un calcio di punizione che termina la propria corsa all’incrocio dei pali alla sinistra di Pascarella. Subito il pareggio i biancorossi cuneesi tornano a pigiare sull’acceleratore mettendo alle strette la formazione locale che, tuttavia, riesce a reggere, almeno fino alla mezz’ora quando sfruttando un preciso cross di Andrea Passerò, Massimiliano Varricchio indovina il piattone che regala al Cuneo il nuovo, legittimo vantaggio. Recuperato un risultato che era divenuto improvvisamente complicato, gli ospiti controllano con apparente calma il quarto d’ora finale di gara. Sfortunatamente però al 40’ il direttore di gara assegna ai locali un calcio di rigore che Miracoli, dagli undici metri trasforma. A nulla servono i disperati tentativi finali dei biancorossi perché gli orafi riescono nell’impresa di resistere e strappare un punto alla formazione di Ezio Rossi, ancora una volta forte ma sfortunata. E mercoledì al Paschiero arriva il Santarcangelo, attuale terza forza del torneo.

VALENZANA – CUNEO 3-3
VALENZANA (4-4-2): Stillo; Berselli (41’st Pagan), Della Maggiora, Lorusso, Blondett; Prandi, Allegrini, Righini, Franciosi; Miracoli, Chiazzolino. A disposizione: Serena, Manfredi, Crescente, Laezza, Uggeri, Capellini. All. Roberto Rossi.
CUNEO (4-3-1-2): Negretti (35’pt Pascarella); Passerò, Sentinelli, Carretto (32’pt Ferri), Donida; Cristini, Longhi, Gentile (39’st Galfrè); Di Quinzio; Fantini, Varricchio. A disposizione: Morabito, Lodi, Beretta, Personè. All.: Ezio Rossi.
ARBITRO: Vincenzo Soricaro di Barletta
RETI: pt 7’ Di Quinzio (C), 11’ Sentinelli (C), 19’ Prandi (V), st 21’ Righini (V), 30’ Varricchio (C), 40’ rig. Miracoli (V).
NOTE: pomeriggio freddo ma soleggiato. Recupero: pt 4’, st 5’. Ammoniti: Miracoli e Della Maggiora (V).
ZakkTV
00Thursday, October 27, 2011 5:55 PM
www.campioni.cn/2011/10/26/leggi-notizia/argomenti/calcio/articolo/lega-pro-2a-divisione-cuneo-santarcangelo-1-0-le-voci-dagli-spoglia...

CALCIO | mercoledì 26 ottobre 2011, 19:12

Lega Pro 2ª Divisione: Cuneo-Santarcangelo 1-0, le voci dagli spogliatoi

Enrico Fantini, uscito acciaccato per un fastidio inguinale: "Faremo gli esami del caso, ma difficilmente ci sarò domenica con il Montichiari"

Ezio Rossi

Al termine del match vinto di misura contro il Santarcangelo dal Cuneo, Ezio Rossi elogia la solidità e la voglia dei vincere dei suoi ragazzi: "Sono sempre importanti vittorie in queste partite, molto tattiche e bloccate. Abbiamo saputo soffrire, contro un'ottima squadra, forse la migliore fra quelle che abbiamo affrontato finora in questa stagione. Siamo riusciti a creare abbastanza, tenendo bene in difesa: infatti loro hanno mantenuto il possesso palla non tirando praticamente mai verso la nostra porta in maniera davvero pericolosa".

La classifica biancorossa sorride, ma il tecnico non ci pensa: "Per ora mi interessa poco. Quello di oggi era un test impegnativo e l'abbiamo superato contro una delle prime della classe".

Rossi analizza anche il capitolo infortuni: "Valuteremo nei prossimi giorni le condizioni soprattutto di Longhi e Fantini, ma abbiamo comunque una rosa sufficientemente ampia. Anche per questo motivo non affretteremo i tempi di recupero di Marco Garavelli".

Sereno, nonostante la sconfitta, l'allenatore gialloblu Angelini: "Penso che oggi abbiamo pagato la stanchezza della partita di domenica scorsa, nella quale abbiamo speso molto. In ogni caso oggi abbiamo affrontato una compagine molto forte che si è difesa molto bene, non permettendoci di creare molto. Comunque la sfida si è decisa con un solo episodio".

Enrico Fantini è uscito acciaccato dal campo per il riacutizzarsi di un fastidio inguinale: "E' un problema che mi porto da qualche giorno. Ho provato a giocare, ma nel secondo tempo ho sentito una fitta e ho dovuto chiedere il cambio. Faremo gli esami del caso, ma penso che domenica non ci sarò con il Montichiari".



www.cuneocalcio.it/stagione/Tabellino/Lega-Pro-2a-Divisione-Girone-A/97-Cuneo-Santarcang...

Tabellino

CUNEO-SANTARCANGELO 1-0

Dettagli Tabellino
CUNEO-SANTARCANGELO 1-0

CUNEO (4-4-2): Pascarella; Cintoi, Sentinelli, Ferri, Donida; Galfrè (45’st Morabito), Cristini, Lodi, Gentile (36’st Passerò); Fantini (12’st Di Quinzio), Varricchio. A disposizione: La Mantia, Borettaz, Garavelli, Personè. All.: Ezio Rossi.
SANTARCANGELO (3-4-1-2): Nardi; Arrigoni, Obeng, Caidi (4’st Scotto); Baldinini, Schiavini (23’st Bazzi), Del Pivo, Locatelli; Zavalloni; Ferri (19’st Tonelli), Graziani. A disposizione: Bicchiarelli, Bacchiocchi, Fabbri, Gavoci. All.: Giuseppe Angelini.
ARBITRO: Raffaele Losito di Pesaro.
RETI: pt 42’ Cristini.
NOTE: giornata tiepida e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Varricchio (C), Locatelli, Schiavini (S). Angoli 6-3. Recupero p.t. 1’, s.t. 3’. Spettatori 500 circa per un incasso di circa 3000 euro.
enricoutv83
00Tuesday, November 8, 2011 7:38 PM
www.grandain.com/informazione/dettaglio.asp?id=39341

Sport
domenica 6 novembre 2011

Calcio: il Cuneo torna a volare

Battuta la Virtus Entella con le reti di Fantini e Garavelli


Cuneo - Vittoria in rimonta sotto il diluvio per il Cuneo. Tre punti importantissimi per gli uomini di Ezio Rossi che battono 2-1 la Virtus Entella dopo essere passati in svantaggio. Di Fantini e Garavelli le reti del successo biancorosso. Il Cuneo resta al terzo posto in classifica a 23 punti in coppia col Rimini dietro a Casale (26) e Treviso (25). Domenica 13 trasferta a Renate.

CUNEO-VIRTUS ENTELLA 2-1

CUNEO (4-3-1-2): Pascarella; Cintoi, Carretto, Ferri, Donida; Cristini, Longhi (42’st Passerò), Lodi; Garavelli (34’st Gentile); Fantini (32’st Ingari), Varricchio. A disposizione: Cammarota, Morabito, Di Quinzio, Personè. All.: Ezio Rossi.
VIRTUS ENTELLA (4-4-2): Paroni; Falcier (27’st Zampano), Villagatti, Bertoli, Talignani; Staiti, Musso (18’st Ciarcià), Volpe (27’st Rosso), Hamlili; Lazzaro, Lenzoni. A disposizione: Otranto, Russo, Favret, Serlini. All.: Luca Prina.
ARBITRO: Dario Melidoni di Frattamaggiore.
MARCATORI: pt 17’ Hamlili (VE), 26’ Fantini, 42’ Garavelli (C).
NOTE: giornata piovosa, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Lodi (C) e Villagatti (VE). Angoli 7-5. Recupero: pt 1’, st 4’. Spettatori 518, incasso di 2700 euro circa.

enricoutv83
00Thursday, November 24, 2011 11:54 AM
www.grandain.com/informazione/dettaglio.asp?id=39782

Sport
lunedì 21 novembre 2011

Calcio: il Cuneo batte la capolista Casale

Decisivo Enrico Fantini




Cuneo - I biancorossi superano la capolista e dimezzano le distanze in classifica dalla prima della classe dimostrando al contempo di essere una seria e assai temibile pretendente alla vetta della graduatoria della Seconda Divisione. Ci pensa Enrico Fantini, straordinariamente sontuoso, a decidere l’incontro con un’invenzione che all’8’ del primo tempo ammutolisce il “Natal Palli” di Casale Monferrato e fa stropicciare gli occhi ai numerosi cuneesi assiepati in tribuna. Il beniamino della provincia Granda riceve un pallone, avanza, s’accentra e poi scocca un destro di rara bellezza che termina la propria corsa proprio sotto l’incrocio dei pali, laddove Adornato non può arrivare. Una rete di rara bellezza, una realizzazione cui l’idolo dei biancorossi è abituato e che fin da subito mostra agli alessandrini le bellicose intenzioni dei cuneesi. Tanto basta anche se successivamente il Cuneo che si rivela contendente capace e attrezzata, squadra tonica e determinata, potrebbe raddoppiare a più riprese e, in verità anche subire la rete dei nerostellati i quali tuttavia appaiono troppo poco concreti e sostanzialmente eccessivamente precipitosi per impensierire per davvero una Maginot in versione ‘sostanza’ come quella guidata dal muro Davide Sentinelli. Dopo la rete del momentaneo vantaggio ospite, siglata all’8’ di gioco, due minuti più tardi è nuovamente Fantini a trovarsi solo di fronte all’estremo difensore locale che, in quest’occasione riesce a sventare l’imminente pericolo opponendosi con efficacia al tentativo di raddoppio nemico. Sul fronte di gioco opposto il Casale cerca di rispondere con Iannini, la cui conclusione tuttavia non inquadra lo specchio della porta. Al quarto d’ora circa il temibile Crocetti cerca su imbeccata di Capellupo il colpo di tacco che termina a lato. E’ poi lo stesso Capellupo al 38’ a cercare gloria invano perché Pascarella fa buona guardia chiudendo con sicurezza. Nella ripresa Buglio prova a mescolare le carte e proprio il neo entrato Lillo si rivela subito pericoloso, ma ancora una volta Pascarella veste i panni della saracinesca. Sul capovolgimento di fronte, invece, il Cuneo è micidiale: i biancorossi avanzano con velocità arrivando fino all’area di rigore avversaria, Gentile appoggia la sfera per il meglio piazzato Garavelli sul cui tiro a botta sicura Adornato compie un vero e proprio miracolo, salvando i suoi dal raddoppio cuneese.
Al 12’ è nuovamente il Cuneo a pigiare sull’acceleratore mettendo in seria difficoltà la retroguardia casalese: il pallone viene affidato al solito Fantini la cui progressione è irresistibile per chiunque, tant’è vero che il centravanti biancorosso riesce a presentarsi al cospetto di Adornato, per poi addirittura saltarlo e concludere a colpo sicuro salvo però vedersi ribattere il pallone destinato in rete dal portentoso recupero difensivo di Gonella. Sventato il doppio pericolo il Casale si affida alla buona vena di Curcio ma sul missile del casalese Pascarella è nuovamente risoluto e attento nel proteggere la propria porta. I padroni di casa sembrano stanchi, confusi e quasi impotenti di fronte alla concretezza e alla solidità della formazione avversaria. Ciò nonostante i primi della classe azzardano comunque qualche sterile offensiva ma mai nulla di davvero insidioso per la retroguardia ospite. I cuneesi, di contro, sono attenti, determinati e sempre reattivi e pericolosi. Fantini si rende ancora protagonista di un paio di assolo che però non portano ai frutti sperati mentre i padroni di casa si spengono con la semirovesciata di Curcio che in pieno recupero rotola sul fondo insieme alle residue velleità di rimonta locali. Il Cuneo espugna Casale, batte la capolista e il “Natal Palli” s’inchina dinnanzi alla squadra più forte vista finora.

CASALE – CUNEO 0-1
CASALE (4-2-3-1): Adornato; Garrone, Vignati, Gonella, Ciccomascolo; Capellupo, Iannini; Rodriguez (10’st Curcio), Agnesina (1’st Lillo), Siega; Crocetti (10’st Peluso). A disposizione: Pomat, Silvestri, Francia, Cabiddu.. All.: Francesco Buglio.
CUNEO (4-3-1-2): Pascarella; Passerò, Sentinelli, Ferri, Donida; Cristini, Lodi (13’st Longhi), Gentile; Garavelli (43’st Carretto); Fantini, Ingari. A disp.: Cammarota, Morabito, Galfrè, Di Quinzio, Personè. All.: Massimo Ferraris (Ezio Rossi squalificato).
ARBITRO: Stefano d’Angelo di Ascoli Piceno.
RETI: pt 8’ Fantini
NOTE: giornata fredda uggiosa e nebbiosa. Ammoniti: Passerò, Fantini (Cu). Recupero: pt 3’, st 5’. Angoli: 3-4. Spettatori 500 circa.

Ufficio stampa Cuneo

centro storico
00Thursday, January 26, 2012 12:45 PM
www.cuneocalcio.it

News » Cuneo Calcio » Cuneo beffato a San Bonifacio: 2-2 il finale


Cuneo beffato a San Bonifacio: 2-2 il finale
22.01.2012

Peccato. Avanti fino a pochi istanti prima della conclusione, avanti dopo essere stati in vantaggio per quasi tutta la partita, avanti proprio nel giorno in cui mancavano all’appello almeno quattro cardini dell’undici solitamente titolare, avanti nonostante un attacco privo di Fantini e Varricchio e una difesa orfana di Sentinelli e Ferri, avanti in casa di una formazione attualmente impegnata nella lotta per non retrocedere, avanti proprio quando le prime della classe cadono contemporaneamente e, per certi versi anche, clamorosamente (basti pensare al 3-1 rifilato dal Bellaria al Casale e dal 3-0 con il quale il Rimini ha perso col Santarcangelo) in una domenica di campionato apparentemente favorevole, il Cuneo a due soli minuti dal novantesimo, il Cuneo dopo aver a lungo condotto le danze e avvicinato ripetutamente la segnatura che avrebbe di fatto chiuso anzitempo la partita, subisce la rete del pareggio locale e, di fatto, getta alle ortiche due preziosissimi punti che avrebbero consentito di avvicinare sensibilmente la vetta del girone, di portarsi a due sole lunghezze dal Casale capolista e ad un solo punto dal Rimini secondo, che poi è la posizione buona per la promozione diretta nella categoria superiore.

Peccato. Non che il pareggio sia da buttare anche perché con il punto di San Bonifacio i biancorossi rosicchiano comunque un punticino alla concorrenza, ma certo dopo aver comandato una partita a dispetto di tutto e in ragione delle succitate condizioni, pareggiare lascia indubbiamente l’amaro in bocca. Più forte dell’emergenza, più forte della sfortuna che sotto forma di indisposizione in settimana ha fermato Ferri, Varricchio, Fantini e costretto a partire dalla panchina anche capitan Matteo Longhi, il Cuneo, a prescindere dal risultato finale, ancora una volta ha dimostrato di essere collettivo attrezzato e all’altezza della situazione. I biancorossi preparano bene la partita e la partenza a spron battuto altro non fa se non confermare le bellicose intenzioni degli ospiti, decisi a fare il match e ad aggiudicarsi l’intera posta in palio. Il primo tempo si trasforma presto in un monologo cuneese: dopo solo 2’ Di Quinzio supera l’opposizione di due avversari per poi concludere ma conquistare solo un angolo. Al 7’ ci prova anche Passerò ma senza fortuna. Successivamente è Garavelli a cercar gloria scontrandosi però con la reattività di Nardoni abile a respingere. L’onda d’urto biancorossa non si placa e al 19’ Personè, il giovane eroe di Savona, s’inventa una conclusione al volo che s’infrange sulla traversa a portiere battuto.

Clamorosamente vicino al vantaggio, il Cuneo che pure ha goduto dei tentativi di Di Quinzio in almeno un paio di occasioni, sembra non riuscire a trovare i varchi giusti e, quando supera ogni ostacolo, viene suo malgrado fermato dalla malasorte. Al 23’ la Sambonifacese s’affaccia per la prima timida volta dalle parti di Pascarella, finora assolutamente inoperoso, ma solamente con un calcio di punizione di Marianeschi che tuttavia non inquadra il bersaglio maggiore, spegnendosi abbondantemente fuori misura. Alla mezz’ora circa ci prova anche Carretto ma senza la necessaria precisione. Alcuni istanti più tardi, però, il Cuneo sfonda, legittimando la notevole mole di gioco e si occasioni da rete create in questo primo scorcio di partita. E’ il 39’ quando Passerò s’invola sulla corsia destra per poi servire un preciso rasoterra a favore dell’accorrente Gentile, il quale, con precisione chirurgica, riesce a controllare e piazzare il pallone alle spalle dell’estremo difensore veronese Nardoni. I biancorossi esultano e chiudono con pieno merito la prima frazione di gioco sul parziale di vantaggio contro una Sambonifacese che, in verità, ha fatto ben poco per replicare alle offensive cuneesi.

La ripresa, tuttavia, non comincia propriamente con il piglio migliore: l’undici di Ezio Rossi, infatti, è subito costretto a recuperare perché dopo pochi istanti di gioco Pascarella, nel tentativo di anticipare Montagnani si vede fischiato contro un fallo per presunto atterramento dello stesso e dal dischetto Zanetti ristabilisce la parità. Ferito ingiustamente il Cuneo impiega poco più di un minuto per tornare in vantaggio: la reazione cuneese è vibrante al punto da mettere in difficoltà la retroguardia locale che al 7’ sbanda consentendo a Personè di realizzare, con un pregevole colpo di testa, il gol del nuovo vantaggio biancorosso. A questo punto anche la formazione di casa cresce e crea un paio di pericoli alla Maginot nemica: in particolar modo con Creati, abile nel trovare un’insidiosa girata sulla quale Gentile è prezioso nello spazzare sulla linea di porta. I veneti cercano di riequilibrare le sorti del match che il Cuneo controlla con sostanziale autorità, cercando, a più riprese, di chiudere in contropiede. Quando la sfida sembra destinata a concludersi con un meritato successo ospite, l’undici locale trova la zampata che vale un punto e che priva il Cuneo di una vittoria importantissima: è il 41’ quando Finotto sfrutta un’indecisione difensiva per girarsi e calciare un rasoterra che vale il definitivo pareggio.

SAMBONIFACESE – CUNEO 2-2

SAMBONIFACESE (4-4-2): Nardoni; Caraceni, Dal Degan Orfei, Pisani (14' st Finotto); Montagnani (33'st Botticini), Creati, Tecchio, Marianeschi (14'st Ruggeri); Zanetti, Brighenti. A disposizione: Dusatti, Viskovic, Manfredini, Boseggia. All: Flavio Carnovelli.
CUNEO (4-3-2-1): Pascarella; Passerò, Carretto, Cintoi, Donida; Cristini, Lodi, Gentile (30’st Longhi); Di Quinzio, Garavelli; Personè. A disposizione: Negretti, Morabito, Galfrè, Borettaz, Chirico, Valfrè. All: Ezio Rossi.
ARBITRO: De Benedictis di Bari.
RETI: pt 39' Gentile (C), st 6' rig. Zanetti (S), 7' Personè (C), 41’ Finotto (S).
NOTE: giornata tiepida, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Carretto, Pascarella, Marianeschi, Zanetti, Ruggeri, Botticini, Brighenti; Espulsi: Ezio Rossi. Angoli: 4-11; Recupero: pt 1’, st 4'. Spettatori: 300 circa.

Ufficio Stampa
centro storico
00Friday, March 2, 2012 1:09 PM
www.cuneocalcio.it
SAN MARINO – CUNEO 1-1

SAN MARINO (4-4-2): Vivian; Farina (18’st D’Antoni), Crivello, Amantini (28’st Loiodice), Fogacci; Pelagatti (18’st Del Duca), Sorbera, Del Sole, Tarallo; Villanova, Lapadula. A disposizione: Migani, Pigini, De Santis, Casolla. All.: Mario Petrone.
CUNEO (5-3-2): Rossi; Passerò, Donida, Sentinelli (18’pt Arcari), Cintoi, Carretto; Cristini, Longhi, Garavelli (21’st Lodi); Di Quinzio (14’st Fantini), Varricchio. A disposizione: Negretti, Gentile, Ferrario, Personè. All.: Ezio Rossi.
ARBITRO: Sacchi di Macerata.
RETI: st 7’ Varricchio (C), 33’ Tarallo (S).
NOTE: recupero: pt 3’, st 3’.

Ufficio Stampa
enricoutv83
00Wednesday, August 8, 2012 10:47 AM
da www.tuttolegapro.com


NOTIZIE UFFICIALI
UFFICIALE: Cuneo, Fantini prolunga
29.06.2012 20:01 di Valeria Debbia articolo letto 617 volte
Enrico Fantini
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com

Il primo tassello. L'ultimo regalo di Massimo Bava. Il Cuneo Calcio annuncia tramite una nota di aver trovato l'accordo economico per il prolungamento del contratto in essere con il proprio calciatore Enrico Fantini. Il centravanti di razza icona, simbolo e beniamino del club del presidente Marco Rosso, vestirà i colori biancorossi anche nel prossimo campionato di Prima Divisione. Alla soglia dei 37 anni l'attaccante di Beinette continuerà a correre, sudare e lottare per il club con il quale, da giovanissimo, ha iniziato a giocare al pallone.

"Sono felice di iniziare la terza stagione nel Cuneo e di ritrovare un campionato che ho lasciato due anni addietro. Sono contento di potermi nuovamente misurare e confrontare a questi livelli, in una categoria nella quale si vedrà un gran calcio, alla soglia dei miei 37 anni. Ringrazio il presidente Marco Rosso il quale, nonostante le difficoltà legate ad impegni e al particolare momento del paese, sono sicuro allestirà un collettivo ambizioso e competitivo. Ora farò un po' di vacanza e poi ripartirò con la solita voglia di vincere e di divertirmi". Queste le parole di Fantini, riportate dalla nota ufficiale del club.


enricoutv83
00Wednesday, August 8, 2012 10:48 AM
da www.tuttolegapro.com

NOTIZIE UFFICIALI
UFFICIALE: Lodi e Garavelli rinnovano con il Cuneo
03.07.2012 17:45 di Valeria Debbia articolo letto 322 volte
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com

Anche Davide Lodi e Marco Garavelli rinnovano con il Cuneo. Dopo Enrico Fantini, il club piemontese ha trovato l'intesa per il rinnovo contrattuale dei due centrocampisti biancorossi assoluti protagonisti dell'esaltante cavalcata culminata con la promozione nei professionisti dello scorso 10 giugno. E se per il mastino palermitano Lodi si tratta della terza stagione consecutiva in biancorosso, quello del fantasista bergamasco Garavelli sarà il settimo anno di militanza tra le file del club del capoluogo della Granda, il quarto consecutivo dopo le tre stagioni vissute nella precedente esperienza di Serie C2 a cavallo dell'anno del centenario. A incidere in maniera decisiva la forte volontà dei calciatori nel voler rimanere nel club con il quale così bene hanno fatto nelle ultime stagioni. Lo annuncia una nota del club piemontese.
enricoutv83
00Wednesday, August 8, 2012 10:49 AM
da www.tuttolegapro.com


NOTIZIE UFFICIALI
UFFICIALE: Marco Cristini rinnova col Cuneo
04.07.2012 16:20 di Valeria Debbia articolo letto 291 volte
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com

Avanti un altro. Dopo Enrico Fantini, Davide Lodi e Marco Gravelli il Cuneo rinnova il contratto anche alla talentuosa mezz'ala con il vizio del gol Marco Cristini. Il ventisettenne forte centrocampista di Pinerolo, di conseguenza, vivrà la settima stagione con la maglia biancorossa nella sua già lunga e positiva carriera di calciatore. Decisiva, ancora una volta, la volontà dell'atleta nell'accettare con convinzione la proposta formulatagli dalla società.

"Indubbiamente sono contento del buon esito della trattativa perché per me continuare la mia esperienza in questo club era importante - ha commentato Cristini, come riporta la nota ufficiale del club piemontese -. Intendevo rimanere in questa città, che ormai sento anche un po' mia, e quindi ho accettato di buon grado il progetto di una società in cui credo e con la quale ritengo di potermi togliere ulteriori soddisfazioni future. Non vedo l'ora di ricominciare per vivere la nuove stimolante avventura che ci aspetta".

enricoutv83
00Wednesday, August 8, 2012 10:52 AM
da www.tuttolegapro.com

NOTIZIE UFFICIALI
UFFICIALE: Sentinelli rinnova col Cuneo
Trovano conferma le indiscrezioni rilanciate ieri dal nostro portale direttamente dalla Lega Calcio. Leggi il LINK in basso.
05.07.2012 12:45 di Valeria Debbia articolo letto 349 volte
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com

Dopo Fantini, Lodi, Garavelli e Cristini anche Davide Sentinelli continuerà a vestire la casacca biancorossa del Cuneo nella prossima stagione. Il pilastro romano della difesa cuneese proseguirà l'esperienza nella provincia Granda anche nell'imminente campionato di Prima Divisione, difendendo i colori del Cuneo per il terzo anno consecutivo. Nonostante l'interesse di numerose società di Lega Pro il trentatreenne difensore centrale ha accettato con entusiasmo la proposta del club del presidente Marco Rosso prolungando di un ulteriore anno la sua avventura cuneese. Lo annuncia una nota del club biancorosso.
enricoutv83
00Wednesday, August 8, 2012 10:53 AM
da www.tuttolegapro.com

NOTIZIE UFFICIALI

UFFICIALE: tre rinnovi per il Cuneo

Trovano conferma alcune indiscrezioni rilanciate nelle scorse ore dal nostro portale direttamente dall'Ata Hotel. Leggi il LINK in basso.
12.07.2012 21:42 di Valeria Debbia articolo letto 670 volte
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com

C'è gran fermento a Milano presso i locali del calciomercato. Il direttore sportivo del Cuneo Luca Padovano insieme al consulente e fido collaboratore Oscar Becchio, infatti, dopo un giorno di trattative, hanno rinnovato i prestiti del fantasista classe 1989 Davide Di Quinzio e del centrale di difesa classe 1991 Luca Ferri, i cui cartellini sono di proprietà dell'Albinoleffe, girando, sempre con la formula del prestito, alla società lombarda il giovane classe 1995 Andrea Sclauzero. Rinnovo del prestito con l'Atalanta, società con la quale si stanno gettando le basi per ulteriori collaborazioni in particolar modo a livello di Settore Giovanile, anche per il portiere classe 1991 Francesco Rossi che tanto bene ha fatto nei sei mesi trascorsi nel capoluogo della Granda. Dopo aver contribuito fattivamente alla promozione in Prima Divisione, quindi, altri tre cardini del collettivo di Ezio Rossi continueranno a vestire il biancorosso. Lo annuncia una nota del club cuneese.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:18 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com