Mestrina

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
enricoutv83
00Thursday, July 10, 2014 9:51 AM
Mestre (VE)
Si sono confermati ancora un anno in Eccellenza, e sembrano molto molto ambiziosi quest'anno.
Mauro Vecchiato è il nuovo allenatore.

Non ho capito però perchè i tifosi storici del Mestre dovrebbero seguire questa squadra, che cambierà denominazione in Mestrina, e non seguiranno più il Mestre in Prima Categoria.
ZakkTV
00Sunday, July 13, 2014 9:19 AM
Loro dicono che non è un problema, perché in fondo anche l'attuale Mestre in Prima categoria non è "puro" ma è l'ex Malcontenta. Praticamente hanno deciso di seguire questo ex Edo Mestre perché c'è un progetto ambizioso. Resta il fatto che molti di loro negli ultimi anni avranno seguito il Mestre in Prima categoria, ma anche da quel punto di vista il problema viene risolto con la fusione che si farà tra un anno tra i due Mestre.
ZakkTV
00Sunday, July 13, 2014 9:21 AM
nuovavenezia.gelocal.it/sport/2014/07/07/news/mestrina-una-rivoluzione-di-grande-qualita-1...

Mestrina, una rivoluzione di grande qualità

Spera di salutare l’Eccellenza la Calvi Noale che, nei termini prescritti, ha presentato domanda di ripescaggio per la serie D. Il massimo torneo dilettantistico regionale rimarrebbe, quindi, orfano di una società e vedrebbe al via tra gli altri il vecchio Edo Mestre Rsm, ora Mestrina 1929. Gli arancioneri, con in panchina il nuovo allenatore Mauro Vecchiato, hanno rivoluzionato la rosa. Molti i volti nuovi con i difensori Alberto Bertocco dal Real Martellago e Aymen “Momo”Abcha dal Burano, il centrocampista Giuliano Danieli e gli attaccanti Andrea Peron e Marco Scaramal dal Laguna e Andrea Biondo dalla Liventina. Torna a Mestre anche il portiere Elia Ziliotto dal Thermal Abano. E ancora il neoripescato Laguna di Venezia con il nuovo allenatore, Giovanni Trevisanello. Due per ora gli acquisti: Riccardo Benedetti dall’ex Burano, ora Città di Venezia, e Alvise Cappellotto dal Portogruaro.


ZakkTV
00Sunday, July 13, 2014 11:40 AM
da www.ilgazzettino.it

Marco De Lazzari

CALCIO ECCELLENZA Presentato l’ambizioso programma

La Mestrina vuole
riconquistare la città


Venerdì 4 Luglio 2014,
Le vittorie da raggiungere sul campo saranno solo il primo, importante passo di un progetto più ampio, ambizioso e difficile. Radicarsi nel territorio «perché un mestrino non possa che sentirsi tale» è la vera scommessa della rinata Mestrina di calcio.
Una sfida ribadita mercoledì sera nel corso del primo faccia a faccia pubblico tra i dirigenti arancioneri e i tifosi (una quarantina i presenti) potenzialmente parte integrante del percorso.
«Vi chiediamo di darci fiducia e starci accanto perché da soli non andremo da nessuna parte» la mano tesa dal presidente Ignazio Guerra. Prima di accettare gli appassionati hanno posto domande e chiesto trasparenza, ricevendo innanzitutto la rassicurazione che non ci sarà un altro 1987, quindi la squadra rimarrà nel bene o nel male sempre Mestrina senza mai cedere alla «tentazione» di una fusione-bis con qualche Venezia. A Guerra sono però giunte insistenti richieste per sapere chi sia il finanziatore occulto della nuova Mestrina, non senza qualche perplessità per un tale mistero.
«Chi sta dietro di noi in questo momento non vuole apparire - ha spiegato Ignazio Guerra - ma se non fosse qualcuno di serio non mi sarei mai esposto. Se ci metto la mia faccia è perché mi fido dopo che aver rilevato l'Edo Mestre pagando già tutti i circa 100 mila euro concordati».
Dal dg Giorgio Betrò anticipazioni sulle strategie per inserirsi in città.
«Proporremo a tutti i commercianti di «legarsi» alla Mestrina esponendo una sciarpa o un gagliardetto. Nelle scuole regaleremo abbonamenti gratuiti ai ragazzi fino ai 16 anni, con la fortuna che il Baracca è uno stadio comodo per tutti. Inoltre ci saranno 200 abbonamenti comuni Mestrina-Basket Mestre».
Sul piano tecnico la parola al tecnico Mauro Vecchiato (presente con il capitano Cristian Minio) reduce dalla promozione proprio con i cugini del Laguna Venezia.
«Il Baracca e una tifoseria numerosa saranno un valore aggiunto sul piano delle motivazioni per una Mestrina nuova in 17 giocatori su 20. L'Eccellenza sarà dura non solo per i derby con Laguna e Treviso, ma di sicuro proveremo a vincere sempre».
© riproduzione riservata

IL PENSIERO DEI TIFOSI C'è già grande fermento

"Un'avventura emozionante"

Venerdì 4 Luglio 2014,
La mai sopita nostalgia per il «vecchio cuore arancionero» si sta pian piano trasformando in linfa per un rinnovato entusiasmo, anche se le ferite del passato bruciano ancora e inducono prudenza.
«A noi che da sempre abbiamo preferito essere piccoli ma coerenti batte il cuore in questo momento - ammette Raffaele De Facci - Le intenzioni sembrano buone e quindi siamo fiduciosi, anche se il fallimento dell'estate 2003 in serie C2 non ha mai smesso di dispiacere. La mestrinità? Mestre è la mia città ed tifare per la sua squadra è semplicemente la cosa normale».
«Siamo in una fase emozionante e non solo perché richiama bei ricordi - aggiunge Tatiana Ceccon - Dopo la fusione del 1987 ricordo quella era diventata una squadra qualsiasi. Oggi conosciamo le persone che ci stanno mettendo la faccia e siamo ottimisti. Anche di là del ponte c'è fermento e va benissimo così perché il campanilismo non deve spegnersi».
Alessandro Pasqualetto, gestore del Celtic Pub all'ingresso già espone la sciarpa «Forza Mestre». «Il calcio credo possa moltiplicare l'amore risvegliato dal Basket Mestre. Il bello è che le gente chiede, si informa, ne parla, insomma è la città che si sveglia dal torpore. Hanno vestito di arancionero una squadra che non era il Mestre? Non importa, qui come per i veneziani è la purezza del sentimento a fare la differenza. I dirigenti dovranno essere bravi a non cadere nelle promesse ma neanche nel profilo basso a tutti costi».
«Negli anni '60 al Baracca ero uno dei bambini che entrava in campo con i fiori prima del fischio d'inizio - il flashback di Roberto Barbato - Il lavoro più impegnativo sarà riuscire a coinvolgere i giovani di oggi portandoli allo stadio, ma le vittorie aiuteranno come è stato per il basket. Non vogliamo che ci illudano, ma l'unione per puntare in alto ha già fallito».
Alla finestra anche Domenico Grieco. «Dopo le belle parole non vediamo l'ora di vedere i fatti e che le belle intenzioni si concretizzino. Quando in Scozia sono falliti i Glasgow Rangers nessun tifoso è andato a tifare Celtic preferendo restare in quarta serie. Fatte le debite proporzioni l'amore per Mestre è la stessa cosa». (m.del.)




ZakkTV
00Sunday, July 13, 2014 1:08 PM
da www.ilgazzettino.it

QUI MESTRINA Alla corte di Vecchiato arrivano anche Rodrigo e Cavalli

In porta ci sarà Luciani, scuola Fiorentina

Lunedì 7 Luglio 2014,
La Mestrina chiude con il portiere Francesco Luciani (classe 94, scuola Fiorentina) e il difensore brasiliano Leorato Rodrigo (ex Cerea e Union Pro), conferma l'arrivo della punta Giacomo Cavalli (Liventina), attende una risposta dalla Lazio per l'amichevole di lusso del 27 luglio al Baracca. Intanto è stato programmato un mini ritiro dal ritiro 5 agosto a Tonezza.
Luciani, mestrino classe 94, dopo aver giocato nelle formazioni giovanili del Venezia, è stato il portiere degli Allievi Nazionali della Fiorentina, prendendo parte anche al ritiro della prima squadra, ha esordito totalizzando 15 presenze in serie D con la maglia della Pro Imperia e poi ha militato cola San Bonifacese.
Dopo aver incontrato i tifosi, in attesa di scegliere lo sponsor tecnico (dopo Hs e Umbro, si è fatta avanti la Sportika con una «offerta» da professionisti), rosa quasi al completo per il team arancionero che avrà in Mauro Vecchiato un mister particolarmente motivato e pronto al via di una stagione che si preannuncia pirotecnica.
Ritornando al mercato, ai confermati della passata stagione, Alessio Mazzaro, Federico Montanari, Cristian Minio, Marian Pauk e Mattia Zanon, sono arrivati numerosi giocatori a completare la rosa: il «fedelissimo» del nuovo tecnico Alberto Bertocco, l'esterno sinistro Daniele Giuliani, a centrocampo l'ecclettico Marco Scaramal, in attacco oltre a Cavalli e Biondo, la punta centrale Andrea Peron e in porta Elia Zigliotto: oltre a loro, si è aggiunto il tunisino Mohamed Aymen Abcha (ex Burano).
Manca forse la ciliegina sulla torta, che dovrebbe essere un giovane centrale di categoria superiore.
«La rosa è sostanzialmente completata - fa sapere Mauro Vecchiato - e non vedo l'ora di cominciare (in attesa del sì della Lazio, è il raduno è comunque fissato per il 4 agosto al Baracca, ndr). Ho accettato la sfida della società sia per la serietà del gruppo dirigenziale sia perché a Mestre sono legato da militanza come calciatore e allenatore. È stata una scelta di cuore e sento tantissimo entusiasmo in giro: l'apporto dei tifosi sarà una componente fondamentale in questa annata nella quale puntiamo ad un rilancio del calcio mestrino».
Luigi Polesel

© riproduzione riservata

ZakkTV
00Sunday, July 13, 2014 1:58 PM
da www.ilgazzettino.it

Eccellenza
Ok dalla Figc
Sichiamaerà
Mestrina 1929


Venerdì 11 Luglio 2014,
Adesso è ufficiale: l'ex Edo Mestre è divenato Mestrina Football Club 1929. Colori sociali: arancionero. La Lega Calcio ha accettato il cambio di denominazione e i nuovi colori della società mestrina, che la prossima stagione sportiva avrà la Prima Squadra che giocherà al Baracca. Le voci che parlavano di una possibile rifiuto da parte degli organi federali all'utilizzo della nuova denominazione sono state così fugate, con soddisfazione della nuova dirigenza.
«Da parte nostra non c'era alcun dubbio che sarebbe stata accettata la richiesta di cambio di denominazione - fa sapere il direttore generale mestrino Giorgio Betrò - e con soddisfazione oggi prendiamo atto della conferma ufficiale. Stiamo intanto programmando la presentazione ufficiale alla città, che avverrà venerdì 25 luglio».(l.pol.)
© riproduzione riservata
ZakkTV
00Saturday, July 26, 2014 5:51 PM
www.venetogol.it/2014/07/26/eccellenza-al-baracca-la-mestrina-mostra-i-suoi-gioielli-008230/#.U9P...

Eccellenza. Al Baracca la Mestrina mostra i suoi gioielli

Il dg Giorgio Betrò: "Il Baracca il nostro valore aggiunto"


Mestre.
Pronti, via! e già al primo appuntamento la rinata Mestrina 1929, presentata venerdì 25, fa il pienone al Baracca di Mestre. 400 tifosi e le autorità pubbliche ad accogliere la formazione che parteciperà al campionato di eccellenza 2014/2015, erede della fortune dell’Edo Mestre Rsm.
Soddisfatto dell’accoglienza riservata agli uomini di mister Vecchiato il direttore generale Giorgio Betrò.
“Mi piace così tanta euforia, ma non voglio illudere i nostri tifosi. Nessuna promessa di promozione, ma l’impegno per fare un campionato di vertice. Crediamo di aver messo a disposizione dell’allenatore Mauro Vecchiato una rosa competitiva.”
Nuove le maglie, arancionere, nuovo il logo, un omaggio al passato della Mestrina ma un tocco di modernità con l’alloro e la dicitura “Communitas Mestrenses” , nuovo lo sponsor tecnico.
Tutti gli elementi per fare un buon campionato.
“Ma soprattutto il valore aggiunto del pubblico e del Baracca che incute un certo timore. Sarà un eccellenza di livello assoluto e noi vogliamo farla da protagonisti.”
La rosa: Portieri: Francesco Luciani, Simone Salvadori, Elia Ziliotto. Difensori: Alberto Bertocco, Mohamed Abcha, Federico Montanari, Mattia Zanon, George Boroi, Giuliano Danieli. Centrocampisti: Marco Ballarin, Andrea Biondo, Nicholas Bosco, Rodrigo Leorato, Christian Minio, Mar Yan Pauk. Attaccanti: Giacomo Cavalli, Andrea Peron, Marco Scaramal. Staff Tecnico. Allenatore: Mauro Vecchiato. Vice allenatore Perissinotto. Allenatore juniores Matteo De Marchi. Allenatore portieri: Gianpaolo Callegaro.
Ritrovo il 4 agosto, il 9 prima amichevole con la Beretti del Venezia, il 14 con il Graticolato e il 23 con la Clodiense.
1
Print Friendly and PDF
Scritto da Redazione Venetogol il 26/07/2014
ZakkTV
00Monday, August 4, 2014 12:15 PM
da www.ilgazzettino.it

Mestrina, venerdì la presentazione

Lunedì 21 Luglio 2014,
Terminato o quasi il mercato, la Mestrina si presenta alla città. Venerdì prossimo, nel tardo pomeriggio all'auditorium della Provincia, è in programma la presentazione ufficiale ai tifosi della nuova stagione. Nel frattempo, la dirigenza arancionero sta lavorando alacremente sul fronte sponsor tecnico e abbonamenti, oltre alla definizione dell'organigramma operativo. Dopo le offerte di Sportika e Umbro, sulla scrivania del direttore generale mestrino Giorgio Betrò stanno giungendo varie proposte: un grossista di abbigliamento sportivo ha proposto Givova per il settore giovanile e Adidas per la prima squadra e la juniores.
«Ci ha stupito positivamente l'interesse che stiamo riscontrando tra gli addetti ai lavori - fa sapere Betrò -. Confesso che tutto avrei pensato tranne che trovarmi nell'imbarazzo della scelta. Sicuramente questo significa che il nostro modo di operare è apprezzato a vari livelli e l'idea che rilanciare alla grande il calcio mestrino sta avendo successo. Ovviamente c'è ancora tantissimo da lavorare, ma le premesse paiono essere quelle giuste. Tornando allo sponsor tecnico, credo che la settimana prossima chiuderemo l'accordo per prima squadra e settore giovanile».
Nell'ottica di richiamare al Baracca il maggior numero di tifosi possibile, il dg mestrino sta studiando alcune formule.
«Proporremo l'abbonamento famiglia - fa sapere il dirigente - e i ragazzi dai 6 ai 16 anni entreranno gratis. Confermata anche la gratuità per le persone disoccupate. Per il resto, promozione ed altro, stiamo programmando delle iniziative che illustreremo prossimamente».
Questa settimana, inoltre, si dovrebbe assistere all'ingresso, come collaboratori per la logistica, dei "gemelli" Armando e Renato Beveresco, volti noti nel panorama sportivo cittadino per essere stati a lungo parte del Venezia dell'era Zamparini-Marotta. Confermato il raduno lunedì 4 agosto al Baracca e la partenza per il ritiro a Tonezza il giorno successivo.
TRIANGOLARE - Dopo Ferragosto, la Mestrina parteciperà ad un triangolare che si disputerà allo stadio Picchi di Jesolo al quale prenderanno parte i "padroni di casa" dello Jesolo e il Città di Musile.
Luigi Polesel

OGGI ALLO STADIO BARACCA

La Mestrina si presenta alla città




Il tecnico Vecchiato

Venerdì 25 Luglio 2014,
La Mestrina si presenta alla città e tifosi.
Oggi venerdì, alle ore 18.45 allo stadio Baracca, nel «tempio» del calcio arancionero, è in programma il secondo momento ufficiale della nuova dirigenza.
Alla presenza dell'amministratore unico Ignazio Guerra e del direttore generale Giogio Betrò, saranno presentati a stampa, autorità politiche e imprenditori invitati, il nuovo logo societario, lo sponsor tecnico e verrà reso noto quando comincerà la campagna abbonamenti (pare già stabilito il 16 agosto).
Ci saranno i giocatori della nuova rosa, mister Mauro Vecchiato, ma sono stati invitati anche il Mestre Calcio a 5, il Basket Mestre, il Panathon Mestre in una sorta di chiamata a raccolta delle realtà sportive mestrine.
In un primo momento la società arancionero aveva ipotizzato come location l'Auditorium della Provincia, poi la scelta è caduta sul Baracca.
«Sarà la nostra casa e ci è parso logico e giusto scegliere di presentarci lì - ha spiegato il direttore generale mestrino Giorgio Betrò - l'entusiasmo che percepiamo è davvero tantissimo e la nostra volontà è quella di ripagarlo con il massimo dell'impegno e serietà».
Ancora non definito il main sponsor, per il quale Betrò è al lavoro per chiudere prima dell'inizio dell'annata ufficiale. Parte insomma la stagione di una realtà dalle grandi ambizioni.
Luigi Polesel

ECCELLENZA In 4000 alla presentazione del team arancionero

Betrò: "Mestre merta di essere protagonista"


Sabato 26 Luglio 2014,
Oltre 400 persone e grande entusiasmo allo stadio Baracca ieri sera per la presentazione della Mestrina 1929 (ex Edo Mestre) che militerà in Eccellenza.
«Abbiamo fatto un grande sacrificio economico e spero che tutta la squadra recepisca la passione della tifoseria - dice il dg Giorgio Betrò - L’obiettivo è un campionato di vertice: una piazza come Mestre merita di essere protagonista».
La squadra partirà il 5 agosto per il ritiro al Tonezza per rientare a Metsre il 9 per il test al Taliercio contro la Berretti del Venezia.
.(g.pip.)

LA FESTA ARANCIONERA L’abbraccio dei 400 tifosi ha conquistato squadra e tecnico

I giocatori: «Che entusiasmo per la Mestrina»



Domenica 27 Luglio 2014,
L'arancio e il nero tornano a colorare lo stadio Baracca, è una vera ondata di entusiasmo quella che venerdì sera ha accolto dirigenza, giocatori e staff tecnico per la presentazione ufficiale dell'Fc Mestrina 1929. «Si, sapevamo che attorno a questa nuova società c'è tanta passione ma non ci aspettavamo una cornice di pubblico del genere. È qualcosa di fantastico» hanno commentato i giocatori.
Perché è davvero raro vedere così tante sciarpe, maglie, cori e incitamenti per una squadra di Eccellenza. I giocatori hanno recepito il messaggio, ora dovranno ricambiare l'affetto con risultati importanti.
«Questo inizio fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Vogliamo creare un ambiente positivo coinvolgendo tutti gli appassionati, ma sappiamo che sarà poi il campo a dettare legge» ha dichiarato davanti a 400 persone il presidente Ignazio Guerra, l'uomo che ha rilevato la società dalla vecchia proprietà targata Edo Mestre.
Il direttore generale Giorgio Betrò non ha voluto nascondersi: «Non vogliamo deludere i mestrini. Abbiamo fatto un grande sacrificio economico e speriamo che i giocatori recepiscano la passione della tifoseria».
L'obiettivo è quello di un campionato di vertice, il mister Mauro Vecchiato (nella foto) lo sa bene: «La pressione di questo pubblico si sente eccome ma per me prevale soprattutto l'orgoglio: questo campo è la mia vita, sono nato tifoso e venivo allo stadio con papà. Sono pronto a questa grande sfida».
La squadra partirà il 5 agosto per il ritiro di Tonezza, nel vicentino, e il giorno 9 è previsto il rientro in città con la prima amichevole con la Beretti del Venezia.
C'era tanta curiosità venerdì per scoprire la nuova rosa, con i giocatori chiamati all'americana dallo speaker della Mestrina. Sette di loro lo scorso anno vestivano la maglia dell'Edo (Ziliotto, Boroi, Montanari, Zanon, Pauk, Minio e Carlon), tra i nuovi acquisti ci sono alcuni nomi di spicco come Biondo e Cavalli della Liventina.
La segreteria sarà affidata ad Elisabetta Bianchi, mentre Marco di Marcantonio guiderà il settore giovanile.
La Mestrina sogna in grande e vuol conquistare sempre più tifosi: «Puntiamo a dei gemellaggi importanti con Basket Mestre e Città di Mestre calcio a 5» ha annunciato la società.

LA ROSA

Portieri: Francesco Luciani, Simone Salvadori, Elia Zilioto. Difensori: Aymen Mohamed Abcha, Alberto Bertocco, George Dragos Boroi, Rodrigo Leorato, Federico Montanari, Simone Pin, Marco Vianello, Mattia Zanon. Centrocampisti: Andrea Biondo, Nicholas Boscolo, Giuliano Danieli, Dario Marchetto, Christian Minio, Yar Man Pauk, Andrea Vecchione, Alvise Carlon. Attaccanti: Marco Ballarin, Giacomo Cavalli, Andrea Peron, Marco Scaramal. Allenatore: Mauro Vecchiato. Viceallenatore: Marco Perissinotto. Preparatore portieri: Gianpaolo Callegaro. Medico sociale: Guglielmo Amato. Fisioterapista: Franco Norbiato. Team Manager: Armando e Renato Beveresco.
© riproduzione riservata

QUI MESTRINA
L'amministratore unico conferma obiettivi molto ambiziosi

Guerra: "La squadra è già pronta"

Lunedì 28 Luglio 2014,
La Mestrina è pronta per una grande stagione. Mercato quasi concluso, struttura societaria anche, praticamente quasi tutti i tasselli sono al loro posto: a seguire dietro le quinte la «nascita» del sodalizio arancionero, l'amministratore unico Ignazio Guerra, dirigente di grande esperienza nel mondo calcistico che ha scelto di abbracciare questa avventura con la consueta serietà e dedizione.
Partire ex novo comporta vantaggi ma anche tantissimo lavoro: a che punto siete?
«La prima squadra è al novantacinque per cento completa - inizia il suo mini bilancio il dirigente mestrino - ma anche la formazione juniores è a posto. Quanto all'assetto societario, Giorgio Betrò assolve il compito di direttore generale e si occupa di marketing, abbiamo individuato il segretario generale (Tiziano Pasqualetto, ndr.), abbiamo un consulente di mercato esterno e stiamo valutando l'ingresso nella compagine di due collaboratori (i «gemelli Beveresco» ndr.). L'organigramma è al completo e puntiamo a creare uno staff solido in grado di essere all'altezza degli obiettivi che ci siamo prefissati».
L'entusiasmo che vi circonda appare già grande e le premesse per una rinascita del calcio mestrino paiono quelle giste: tutto questo si è avvertito anche nel corso della presentazione ufficiale alla città.
«È tutto vero ma preferisco andarci con i piedi di piombo - puntualizza Guerra - nel senso che siamo persone serie e ai proclami e agli annunci preferisco i fatti concreti. Di certo il nostro progetto è chiaro e ambizioso e serve del tempo per realizzarlo. Di certo dal momento in cui ci siamo insediati ad ora è stato fatto molto a vari livelli: abbiamo chiuso con lo sponsor tecnico, realizzato il nuovo logo, presentato le maglie, oltre a predisporre una campagna abbonamenti ad hoc per gli appassionati sportivi mestrini».
Con l'A.C. Mestre vi siete più sentiti ? Ad un certo punto pareva profilarsi una maxifusione.
«Come ebbi modo di dire - risponde l'amministratore unico della Mestrina - le cose vanno fatte per bene e serve ragionare a tempo debito e con i tempi giusti. Il nostro progetto non è esclusivo ma inclusivo e ci sarà modo di affrontare l'argomento più avanti; tra persone per bene e serie non è difficile trovare punti di intesa».
Luigi Polesel

© riproduzione riservata

Oggi il raduno, da domani ritiro a Tonezza: Vecchiato assicura il massimo impegno

"La Mestrina è pronta a farsi valere"

Lunedì 4 Agosto 2014,
Mestrina, si alza il sipario su una stagione che parte con una enorme carica di passione. Questa mattina al centro sportivo "Giacomello" (ore 9) inizia l'avventura della prima squadra arancionero: entusiasmo a mille da parte dei tifosi, altrettanto dicasi per staff dirigenziale e giocatori, che saranno chiamati a dare corso al progetto di rinascita del calcio mestrino. Domani il team mestrino salirà a Tonezza per stare in ritiro sino a sabato, giornata nella quale la squadra di mister Vecchiato farà ritorno a Mestre e nel pomeriggio affronterà la prima sgambata ufficiale. Chi non vede l'ora di cominciare è Mauro Vecchiato, chiamato alla guida di un team ambizioso che punta ad un torneo di vertice.
Mister, che sensazioni prova alla vigilia ? «È difficile esprimerle - fa sapere il "condottiero" mestrino - Di certo da mestrino e da ex mestrino come calciatore tutto ha un sapore particolare. La gente crede a questo progetto, la società ha lavorato al meglio in questo breve periodo: insomma gli ingredienti giusti paiono esserci tutti, ora sta a noi».
Il girone in cui sarete inseriti non è ancora ufficiale, certo che solamente dando uno sguardo ad alcune rose come quella del Noale, del Treviso, del Nervesa, lo stesso Passerella c'è da attendersi un livello alto. «Mai come quest'anno ci sarà tanta battaglia - analizza Vecchiato - In sede di mercato ci siamo attrezzati, ora attendiamo di chiudere con qualche tassello che ancora manca (in difesa, ndr). A livello di modulo, prediligo il 3-5-2, ma voglio una squadra duttile, in grado di variare l'assetto tattico a seconda delle situazioni».
Un ruolo fondamentale comunque lo giocherà la motivazione e l'ambiente arancionero appare già carico a mille. «Con i ragazzi ho parlato ad uno ad uno - fa sapere il tecnico mestrino - Siamo consapevoli tutti delle aspettative che ci sono nei nostri confronti. Dobbiamo essere bravi a rimanere concentrati sempre, non mollare mai, scendere in campo sempre con il massimo dell'impegno: i risultati di solito ne sono una diretta conseguenza, anche se dobbiamo essere umili e iniziare sin da oggi a lavorare duramente».
Luigi Polesel

© riproduzione riservata

enricoutv83
00Tuesday, August 5, 2014 7:53 AM
Non c'entra niente con la nuova Mestrina, ma a quanto pare anche il Mestre in Prima Categoria dovrebbe aver fatto uno squadrone, anche guardando gli acquisti tutti di categoria superiore.
Ma a che pro?
Non dovrebbero fare la fusione tra un anno?
Il pubblico non andrà a vedere la Mestrina in Eccellenza?

www.venetogol.it/2014/08/04/prima-il-count-down-annuncia-la-ripresa-dell-ambizioso-mestre-008316/#.U-B...

Prima. Il count-down annuncia la ripresa dell'ambizioso Mestre...

Ecco i convocati per la ripresa del 6 agosto


Nella foto: mister Luca Cammozzo cammina veloce e guarda al piano superiore, la Promozione.

Il count-down è iniziato anche per l’ambizioso Mestre di Luca Cammozzo. L’ex tecnico del Dolo RB è pronto a scendere in campo, per vincere… L’esperienza sulla Riviera del Brenta, trasformatasi in una cavalcata verso l’Eccellenza negli ultimi due mesi di attività non ha trovato ostacoli, tanto da brindare con largo anticipo alla Promozione, il secondo club in regione a centrarla dopo lo Schio Torre/Valli. L’approdo a Mestre della coppia-magica, il diesse Gianni Scapin e di mister Luca Cammozzo ha come obiettivo finale il salto di categoria e la società presieduta da Stefano Serena non fa mistero di volerla centrare al primo attacco. Per dare fondo e qualità al progetto nell’immediato, il diesse Scapin “epurato” in anticipo dal team bianco-granata, se l’è legata al dito e con innato fiuto e la furente determinazione che serve a un “direttore” per ammiccarsi la preda, in poche settimane, dalla conferma del mister, ha imbarcato sul vascello arancio-nero lo zoccolo duro, gli uomini chiave del Dolo RB. Tutto facile perché dalla Riviera è arrivata mezza squadra a spina dorsale per affrontare il campionato di Prima categoria.

I convocati per la serata di mercoledì 6 agosto

Portieri: Trevisanato (Gazzera GOC), Favretto ‘95 (Union Pro MP), Dal Paos ’97 (dal Vetrego), Chinellato ‘95.

Difensori: Fontolan (dal Dolo RB), Stefanello (dal Dolo RB), Ciobanu (dal Real Martellago), Barizza, Buongiorno ’95, Ciriotto ’94, Boccato, Pieretto (Spinea), Mazzoni ‘95.

Centrocampisti: Riccato ’94, “Ale” Meneghel (dal Dolo RB), Pilutti (dalla Miranese), Pasquali (dal Dolo RB), Chiaro (dallo Spinea).

Attaccanti: De Polo (dal Real Martellago), Cester, Baldan (dal Dolo RB), Fuin (dal Gazzera GOC), De Monte (dal Marghera), Jewec ’94.

Lo staff tecnico

Direttore sportivo: Gianni Scapin
Allenatore: Luca Cammozzo
Preparatore portieri: Mauro Bovo
Allenatore in 2^: Vettorel
Massaggiatore: Michele Scattolin

Il precampionato del Mestre: ripresa il 6, giovedì 14 il triangolare di Noale con Padova e Calvi Noale (ore 18), il 20 a Monastier, il 23 e 24 il Quadrangolare di organizzato dal Graticolato. Il programma. Sabato alle ore 18 Mestre-Mellaredo; alle 18 Cadoneghe-Graticolato. Domenica negli stessi orari le finali.
ZakkTV
00Thursday, September 11, 2014 3:36 PM
da www-ilgazzettino.i

La Mestrina vince il derby di Coppa

Giovedì 28 Agosto 2014,
LAGUNA VENEZIA 0
MESTRINA 1
GOL: De Bortoli 40'st.
LAGUNA VENEZIA: Seguso, Palmieri, Tenderini, Ginocchi, Robelli (46'st Finotto), Romano, Cappellotto, Zennaro (30'st Iovon), Zanus, Scultz (8'st Valentini), Puppin (36'st Marchi). All. Trevisanello.
MESTRINA: Ziliotto, Ballarin (25'st Marchetto), Zanon, Reggio, Abcà, De Bortoli, Danieli (15'st Niago), Biondo, Peron (32'st Scaramal), Minio (46'st Da Lio), Cavalli. All. Vecchiato.
ARBITRO: Spezzati di Padova.
NOTE: ammoniti Scultz (LV), Valentini (LV), Ginocchi (LV), Minio (M), Abcà (M). Recupero 1' e 4'. Calci d'angolo 5-6.
Il primo derby stagionale, valido per la prima giornata di Coppa Italia Eccellenza, finisce a favore della Mestrina al termine di una partita molto combattuta come era facile prevedere alla vigilia. Bella la cornice di pubblico, con più di 250 spettatori a gremire le gradinate dell'impianto di Murano. Nelle fasi iniziali del primo tempo la Mestrina gioca meglio, rendendosi pericolosa già al 1' con una splendida punizione di Zanon che sfiora l'incrocio. Al 14' sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra, la sfera arriva a Reggio che con il mancino centra il palo. Al 18' Cavalli dai 20 metri cerca di sorprendere Seguso ma il portiere lagunare c'è. La prima conclusione dei padroni di casa arriva al 21' con Zennaro, ma il suo tiro dai 25 metri finisce lontano dalla porta. Il Laguna con il passare dei minuti cresce e al 31' Zanus da destra crossa in mezzo per l'accorrente Scultz il cui sinistro sfiora la traversa. Si va quindi al riposo con un leggero predominio ospite, ma nella ripresa il Laguna sembra crescere, tanto che al 3' un corner di Zennaro pesca Ginocchi che di testa chiama Ziliotto al miracolo. Al 29’ Minio con una bella punizione dal limite va vicino alla rete del vantaggio ospite. La Mestrina reclama un rigore al 34' e da qui in poi gli animi in campo di scaldano. Ne approfittano i ragazzi di Vecchiato che grazie ad uno stacco imperioso di De Bortoli su calcio d'angolo di Minio trovano il gol. Il Laguna si spinge in avanti ma al 43' gli ospiti ottengono il penalty per raddoppiare: lancio lungo dalle retrovie, Niago supera Seguso molto probabilmente con un tocco di mani, l'arbitro non vede e sugli sviluppi dell'azione concede il rigore per atterramento sullo stesso Niago. Sul dischetto va Biondo ma Seguso para.
Tommaso Vianello

La Mestrina stende la Calvi

Lunedì 1 Settembre 2014,
MESTRE - Vittoria e passaggio matematico al turno successivo di Coppa Italia: la Mestrina si presenta così ai suoi tifosi, con una meritata vittoria a spese della corazzata Calvi Noale. Ieri al Baracca, al cospetto di oltre settecento spettatori, gli arancionero di Vecchiato hanno infilato la seconda affermazione in Coppa Italia, dimostrando di essere già a buon punto quanto ad amalgama: sul fronte opposto, fuori discussione le qualità tecniche, i biancoazzurri di mister Soncin dovranno giocare con ben altro piglio per far valere il proprio notevole potenziale. Bel derby, gustoso anticipo di campionato, tra due formazioni che saranno tra le protagoniste del torneo: la Mestrina punta a stupire, la Calvi a vincere il torneo. La cronaca: ritmo non altissimo in avvio, al 15'ci prova Caraceni a sbloccare la gara con un'insidiosa pennellata da fuori, che si conclude di poco a lato di Luciani. Immediata la reazione della Mestrina, con Gnago che, dopo una energica cavalcata dalla trequarti, nel duello col portiere spara centrale e sulla ribattuta di Fortin non riesce a pungere. Al 18'di nuovo assaltata la porta di Fortin, con Reggio che dal vertice dell'area tenta un gran tiro, che finisce bloccato con sicurezza dal numero uno della Calvi. Al 24'Fantinato si rende pericoloso con un tentativo da fuori, ma la Mestrina si difende dapprima con Luciani che respinge, in seguito con De Bortoli che spazza. Ma lo stesso numero 10 del Calvi si ripropone al 37', trovando però un attento estremo difensore mestrino, che ribatte in calcio d'angolo. Prima frazione di gioco caratterizzata da parecchia circolazione di palla a centrocampo. Nella ripresa, il ritmo si alza: al 5'incursione di Fantini, conclusione rasoterra a lato destro di Luciani. All'8'Biondo crossa basso per Peron che sfiora il pallone e il possibile vantaggio mestrino. Che arriva poco dopo: palla in mezzo nell'area ospite, batti e ribatti, sul quale si fionda Gnago abile a gonfiare la rete. Al 21'contropiede fulmineo della Mestrina, che sfiora la seconda marcatura con Ballarin, il cui tiro viene però deviato in corner da un difensore ospite. Al 23'conclusione dalla distanza di Fantinato, respinge Luciani e spazza Minio. Al 47'triangolazione Vecchione-Gnago in area, che si conclude con un destro a giro del bomber mestrino, che sfiora di poco il sette.
Luigi Polesel

QUI VECCHIATO "Abbiamo giocato senza paura e non abbiamo sfigurato"

"Siamo sulla strada giusta, ma c'è ancora da fare"


Lunedì 1 Settembre 2014,
(L.Pol.) «Ci tenevamo ad esordire con una vittoria, ma siamo ancora in fase di costruzione». A fine gara Mauro Vecchiato è il ritratto della felicità, ma le sue dichiarazioni sono improntate al massimo equilibrio: il secondo successo di fila in Coppa Italia è stato accolto con i cori dei tifosi mestrini a fine gara. «Abbiamo giocato senza paura e questo per me è stato uno degli elementi più positivi e importanti della giornata - è l’analisi del tecnico mestrino - Avevamo di fronte una squadra del calibro della Calvi e non abbiamo sfigurato. Mi ha fatto particolarmente piacere sia arrivato un successo nella prima gara ufficiale giocata in un Baracca che ha avuto già una buona cornice di pubblico. Siamo sulla strada giusta, ma c'è ancora tantissimo da fare: da domani iniziamo a preparare l'esordio in campionato». Contro la Calvi ha operato alcune prove: «Ho visto tante cose positive ma anche tanti aspetti sui quali dobbiamo migliorare. In un paio di occasioni potevamo chiudere la partita, senza rischiare di farci raggiungere alla fine: in campionato squadre come la Calvi non ti perdonano. Ho provato alcune soluzioni tattiche anche in vista dell'esordio in campionato». Domenica al Baracca arriva l'Union Qdp: l'attesa tra i tifosi è tanta. «Lo avevo detto all'inizio - conclude Vecchiato - il nostro stadio può davvero essere il nostro dodicesimo uomo in campo. Aver cominciato bene in Coppa Italia sicuramente aiuta, ma non abbiamo fatto ancora nulla e per meritare il tifo del pubblico dovremo sempre dare il massimo».
© riproduzione riservata



[IMG]https://scontent-b-vie.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/s552x414/10644984_10204726494432363_980024215265596623_n.jpg?oh=f9688867f6d198d093a939493660fa3a&oe=548BEADB
[/IMG]


www.mes3sport.com/#!Pubblico-e-gol-la-Mestrina-parte-divertendo/c137b/1CC03D8E-B8D7-4933-895C-24A2...

Pubblico e gol: la Mestrina parte divertendo

September 8, 2014

Mestrina FC 1929 - Union QDP 3-1



"Oggi sarà dura...", Questa frase sfuggita a mister Vecchiato nel pre partita rende l'idea dello stato d'animo dei dirigenti arancioneri e degli addetti ai lavori poco prima dell'inizio dell'incontro. La Mestrina era infatti costretta a presentarsi sul terreno di gioco, per la prima di campionato contro l'Union Quartier del Piave, priva di quattro titolari squalificati, di cui tre d'attacco: Peron, Scaramal e Cavalli.

Situazione d'emergenza dunque, con l'allenatore costretto a rivisitare gli equilibri della squadra e con una rosa infarcita di ragazzini.

Ma la Mestrina di questi tempi riesce a sorprendere, forse oltre le aspettative iniziali e...oplà, dopo soli 28' di gioco chiude di fatto la partita. Passano pochi secondi e gli arancioneri creano immediatamente l'episodio che darà il via alla cavalcata del primo tempo: è Zanon che applica il pressing su Grillo e gli ruba la palla. Il difensore biancoverde rimedia nel peggiore dei modi, con un fallo da ultimo uomo che costringe l'Union QDP a rimanere in dieci.

I mestrini salgono in cattedra e al 13 ' Gnago calcia dal limite: il tiro esce di poco. Passano otto minuti ed è ancora lui, Yves Gnago, perfetto a raccogliere un lancio lungo in area di rigore e ad insaccare. Azione successiva (siamo al 23') ed è il turno di Mattia Zanon, che con un gran tiro brucia l'incolpevole Caverzan.

E' ancora Mestina, che a tratti pare dilagare: Zanon dal limite firma la sua doppietta. Siamo solo al 28' e la partita pare archiviata. Quasi per tutti ma non per Gnago, che ruba palla sulla tre quarti e serve di pennello uno scatenato Zanon. Il tiro a rientrare è di quelli da ricordare, ma stavolta l'estremo difensore trevigiano toglie le ragnatele dall'incrocio ed evita il poker.

Nel secondo tempo, complice anche il calo atletico e psicologico degli arancioneri, esce l'orgoglio e la tecnica dell'Union QDP, che oltre ad accorciare le distanze meritatamente con Martina (minuto 60'), riesce a tenere il campo ed a creare movimento fino al 93esimo, quando l'arbitro Fiorentin di Padova decide di fischiare la fine. Tribuna in piedi ad applaudire e squadra sotto la curva degli ultras, a rigraziare la cinquantina di ragazzi che li hanno sostenuti per tutto l'incontro. Dopo anni di delusioni e mancate aspettative, nonostante la giornata "da spiaggia", sono stati circa un migliaio i tifosi accorsi al Baracca. Un numero davvero rilevante per la categoria che non potrà che incrementare, qualora la squadra dovesse continuare su questa strada.

Nella foto di Marco Parente, l'esultanza di Mattia Zanon, autore di una doppietta.

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:24 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com