Montebelluna

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2, 3
Il custode della cripta
00Saturday, August 7, 2010 7:51 PM
Oltre che con Union Quinto e Opitergina, per il Treviso ci sarà anche il derby trevigiano con il Montebelluna.

Questo il loro sito internet ufficiale: www.calciomontebelluna.it



Da sottolineare che a fine luglio hanno giocato un'amichevole con la Fiorentina, persa con il punteggio di 8-0.
ZakkTV
00Saturday, August 7, 2010 7:55 PM
Re:
Il custode della cripta, 07/08/2010 19.51:

Oltre che con Union Quinto e Opitergina, per il Treviso ci sarà anche il derby trevigiano con il Montebelluna.

Questo il loro sito internet ufficiale: www.calciomontebelluna.it



Da sottolineare che a fine luglio hanno giocato un'amichevole con la Fiorentina, persa con il punteggio di 8-0.




E poi un'altra con il Trento, 0-0 e una con l'Udinese, persa 7-0. Oggi alle 17.00 ce n'era una con il Chioggia.
zonastadio
00Saturday, August 7, 2010 7:59 PM
si presenta come una delle peggiori squadre del girone. o meglio specifico..hanno rinnovato molto e sono zeppi di giovani..quindi sicuramente ci sono molto incognite!
ZakkTV
00Saturday, August 7, 2010 8:02 PM
Vabbeh ma giovani a parte hanno richiamato alla base di tutto, perfino gente di seconda categoria...
Il custode della cripta
00Saturday, August 7, 2010 8:23 PM
Lo stadio "San Vigilio" ripreso dal satellite.

enricoutv83
00Sunday, August 8, 2010 3:36 AM
Anche l'anno scorso erano considerati come tra i peggiori del campionato, eppure hanno lottato per i playoff fino alla penultima giornata...
ZakkTV
00Sunday, August 8, 2010 9:32 AM
Ma l'anno scorso avevano una buona squadra, non erano considerate tra le peggiori, qualche buon acquisto l'avevano fatto, e in panchina c'era Cunico che ormai è considerato il miglior allenatore della serie D.
Ho seguito lo smentellamento della squada di quest'anno e la costruzione della nuova, secondo me faranno fatica ad aveitare i playout. A meno che non ci siano altre 4-5 squadre messe nelle stesse condizioni, allora possono giocarsela...
enricoutv83
00Sunday, August 8, 2010 11:34 AM
Re:
ZakkTV, 08/08/2010 9.32:

Ma l'anno scorso avevano una buona squadra, non erano considerate tra le peggiori, qualche buon acquisto l'avevano fatto, e in panchina c'era Cunico che ormai è considerato il miglior allenatore della serie D.
Ho seguito lo smentellamento della squada di quest'anno e la costruzione della nuova, secondo me faranno fatica ad aveitare i playout. A meno che non ci siano altre 4-5 squadre messe nelle stesse condizioni, allora possono giocarsela...

Cunico miglior allenatore delle D?
Di sicuro è tra i migliori, non so se però non c'è nessuno meglio di lui; 2 anni fa è arrivato secondo con l'Eurotezze, ma a fine anno sono falliti; qualcosa vorrà pure dire!

E comunque guarda che ghe xe crisi par tutti...
Ssssssschei in giro no ghe ne xe tanti...
ZakkTV
00Sunday, August 8, 2010 2:05 PM
da www.ilgazzettino.it


MONTEBELLUNA

Arrivano i gol, non la vittoria

Domenica 8 Agosto 2010,
Un tempo per parte e finisce in pareggio l'atteso incontro amichevole tra il Montebelluna e il Chioggia. Ancora in cantiere le due squadre si sono affrontate nella prima mezz'ora con un certo timore. Più intraprendente però la squadra veneziana, alla sua seconda uscita stagionale, dopo un facile 9 a 0 rimediato contro una squadra dilettantistica del posto. Dopo circa 15' di quasi noia a far sperare gli ultras del Chioggia è una bordata su punizione dal limite dell'ex di turno Garbini che si perde a lato di un soffio. Al 26' dopo una certa supremazia territoriale i veneziani si portano in vantaggio con Tartalo che approfitta di una disattenzione difensiva dei due centrali biancocelesti al loro esordio assoluto per far partire dal limite una fiondata che non lascia scampo a Cagnato. Al 35' si grida al gol, ma il perentorio stacco di testa di Rossi lnseritosi in area sfiora il palo. Ma il raddoppio è nell'aria e, ancora una volta per dei meccanismi difensivi sbagliati, Adriano Bernardes si incunea in area e dopo aver messo in ginocchio il portiere Cagnato segna a porta vuota. Nella ripresa girandola di sostituzioni e Montebelluna decisamente più pimpante ed intraprendente. Dopo un'occasione fallita da Riccardi che vede il suo tiro respinto sulla linea da un difensore arriva il gol di Tretto che approfitta di alcuni errori di valutazione dei veneziani per infilare con un preciso diagonale il portiere Luca Boscolo grazie ad un bell'assist di uno dei giocatori più positivi, Mirco Riccardi. E al 40' arriva il meritato pareggio dei padroni di casa. Il nuovo entrato Mastrelli, uno dei tanti giovani elementi in prova, ruba palla al centrale chioggiotto e subito appoggia per Gemo, ex Marostica, che non alcuna difficoltà dopo aver fatto tre passi nell'infilare l'estremo difensore dell'Union. Giusto pareggio alla fine anche se per entrambi i mister c'è ancora tanto da lavorare.



ZakkTV
00Sunday, August 8, 2010 2:07 PM
Re:
ZakkTV, 08/08/2010 14.05:

Al 26' dopo una certa supremazia territoriale i veneziani si portano in vantaggio con Tartalo che approfitta di una disattenzione difensiva dei due centrali biancocelesti al loro esordio assoluto per far partire dal limite una fiondata che non lascia scampo a Cagnato.







El Tanque [SM=x397169] [SM=g2172028]
zonastadio
00Sunday, August 8, 2010 2:08 PM
tartalo, proprio lui? messi male se lo fanno giocare titolare
ZakkTV
00Sunday, August 8, 2010 2:10 PM
Re:
zonastadio, 08/08/2010 14.08:

tartalo, proprio lui? messi male se lo fanno giocare titolare




Beh, a Chioggia hanno perso tanta gente, sembrava non dovessero iscriversi...

Comunque la settimana scorsa mi avevano detto che Tartalo era tornato là.
ZakkTV
00Monday, August 9, 2010 11:54 AM
la tribuna di Treviso — 08 agosto 2010 pagina 40 sezione: SPORT


Montebelluna-Chioggia Sottomarina 2-2. MONTEBELLUNA: Cagnato, Lauro, Alessio, Bressan, Oliari, Ametrano, Tretto, Perosin, Riccardi, Beghetto, Zanetti. Utilizzati anche: Casi, Di Biasi, Marangon, Nobile, Gazzola, Gemo, Caldarola, Miglioranza, Zanatta, Mastrelli, Beltrame, Capuano. All. Masitto. CHIOGGIA SOTTOMARINA: L. Boscolo, M. Ballarin, Rossi, Gonzalo, Borriero, Gardini, Braida, A. Boscolo, Bernandez, Pagan, Tartalo. Utilizzati anche: Penezzo, Bau, Severgnini, Veronese, A. Ballarin, Caraceni, Doria, Telagione, Ciullo, Fossaceca, Spresian, Mendez. All. Scarpa. RETI: 25’ pt Tartalo, 40’ pt Bernandez, 10’ st Tretto, 32’ st Gemo. E’ pareggio tra Montebelluna e Chioggia. I locali di mister Masitto riescono a recuperare due reti di scarto racimolate nel primo tempo. Il Chioggia trova la prima rete con Tartalo al 25’: gli ospiti riescono a intercettare la palla nella loro area di rigore, e ripartire in velocità creando un contropiede, concluso con la rete dell’attaccante veneziano. Raddoppio allo scadere del primo tempo con Bernandez, che si trova libero davanti a Cagnato dopo un fuorigioco mancato da parte della difesa locale. Nel secondo tempo, Tretto accorcia le distanze, mettendo in gol un cross da sinistra. Pareggio dei conti al 32’ con Gemo su punizione.

ZakkTV
00Monday, August 9, 2010 2:09 PM
da www.ilgazzettino.it

QUI MONTEBELLUNA

«Servono rinforzi, i giovani non bastano»

Lunedì 9 Agosto 2010,
«Dobbiamo ancora lavorare molto». È il commento del mister biancocleste Cristiano Masitto dopo il tutto sommato positivo pareggio ottenuto sabato con una squadra di pari categoria. L’Union ChioggiaSottomarina che il Montebelluna quest’anno troverà nel proprio girone.
«Avevamo - procisa Masitto - diversi giocatori in prova. I due centrali erano alla prima esperienza assieme. È soprattutto per questo motivo che abbiamo subito nel primo tempo le due reti che parevano far pendere l'ago della bilancia verso il Chioggia».
- Nella ripresa cosa è cambiato?
«Siamo stati ancor più asfissianti a centrocampo e siamo riusciti a segnare due gol (le prime in questi incontri di precompionato) che hanno riequilibrato le sorti della sfida. Sono chiaramente soddisfatto per il risultato, forse un po’ meno per il gioco che intendo far svolgere ai ragazzi. Per il momento però va molto bene così. Ho apprezzato da parte di tutti i miei giocatori il grandissimo spirito di squadra, una voglia di lottare e combattere incredibile e una grande determinazione nel proporsi. Ciò che voglio nei giocatori. La partita con il Chioggia è stata un valido test match: dalle prossime amichevoli mi attendo altri miglioramenti».
- Al Montebelluna è sembrata mancare soprattutto l'esperienza, nonostante la buona brova di Ametrano e la poca concretezza in attacco (nessun tiro in porta nei primi 45' di gara). Mister arriveranno dei rinforzi?
«Sono proprio convinto di sì. Disponiamo è assolutamente vero di giovani interessanti sul piano fisico e atletico, ma pecchiamo d'inesperienza. Lo si è visto in campo anche con il Chioggia. Ho avuto garanzie che presto arriveranno "vecchietti" che saranno in grado di portare per mano i giovanissimi (ricordiamo che Masitto ha schierato due giocatori classe 1994 (Andrea Beghetto e Riccardo De Biasi) e che molti altri giocatori impiegati erano del 1993, 1992 e 1991».
Sono tre i giocatori che mancano ai biancocelesti: un centrale d'esperienza, un regista a centrocampo ed un attaccante scaltro che possa sfruttare il lavoro svolto dagli esterni. Con queste tre pedine i problemi per Cristiano Masitto diminuirebbero in maniera consistente ed il futuro sarebbe più roseo. Intanto sono state programmate altre due amichevoli che il Montebelluna giocherà entrambe in trasferta. Martedì, alle 16.30, la squadra di Masitto affronterà l'Udinese Primavera, sabato, sempre alla stessa ora, i biancocelesti se la vedranno con il Padova Primavera nella speranza che possano essere acquistati quei giocatori assolutamente necessari per disputare un campionato di serie D in tutta tranquillità.
© riproduzione riservata


zonastadio
00Monday, August 9, 2010 2:11 PM
cvd a montebelluna stanno presi parecchio male
ZakkTV
00Wednesday, August 11, 2010 2:07 PM
da www.ilgazzettino.it


MONTEBELLUNA

(al.dup.) «È un girone tosto - commenta mister Masitto - ma per noi è meglio così. Essendoci tante squadre blasonate i miei ragazzi avranno più occasioni per mettersi in mostra». Il vostro obiettivo è quello di mantenere la categoria? «Si, noi dobbiamo puntare alla salvezza. Anche se avessero inserito le quattro squadre veronesi ed il Trento nel nostro girone per noi non sarebbe cambiato niente». Chi invece vede favorito per il salto in Seconda divisione? «Mi sembra che tutti stiano facendo la squadra per essere competitivi. Credo che Rovigo, Chioggia, Sandonà, Treviso e Venezia abbiano qualcosa in più per giocarsi la vittoria». In Coppa Italia vi aspetta il derby contro il Quinto. «Si e sono contento di questo sorteggio. Affrontiamo subito una buona squadra, speriamo di offrire un buon spettacolo».

ZakkTV
00Wednesday, August 11, 2010 2:14 PM
da www.ilgazzettino.it

CALCIO SERIE D

Monte ok contro i baby


Mercoledì 11 Agosto 2010,
AVIANO (al. dup.) - Quarta amichevole, ieri pomeriggio, per il Montebelluna che ad Aviano (Pn) ha affrontato la Primavera dell'Udinese dopo aver incontrato nelle precedenti la Fiorentina, l'Udinese e il Chioggia Sottomarina, mettendo a segno i primi due gol stagionali (2 a 2 il finale). Ieri contro la Primavera dell'Udinese è arrivata anche la prima vittora grazie al gol dell'ultimo arrivato. Si tratta di Valerie Kameni, attaccante francese andato subito a segno dopo soli 3' dal suo ingresso in campo nella ripresa. Successo a parte, l'allenatore Cristiano Masitto si è detto molto soddisfatto dell'impegno messo in campo dai suoi ragazzi. Il prossimo impegno del Montebelluna è ora in calendario per sabato 14 agosto quando affronterà la Primavera del Padova.

UDINESE PRIMAVERA MONTEBELLUNA 0-1
RETI: st 32' Kameni.
UDINESE PRIMAVERA: Bucohivalin, Ortobelli, Karagkonis, Bedin, Granati, Girduainis, Bello, Migliorini, Manca, Marsura, Cotrufo. Entrati: Rossi, Sardella, Cadorin, Cudicio, Bonaiuti, Beana, Zilli, Maio, Ajrfs. Allenatore: Rossitto.
MONTEBELLUNA: Calzi, Lauro, Alezia, Perrella, Capuano, Scappin, Tretto, Bressan, Riccardi, Zanetti, Beltrami. Entrati: Cagnato, Zanatta, Perosin, Caldarola, Beghetto, Marangon, Nobile, Gemo, Kameni. Allenatore: Masitto.

ZakkTV
00Saturday, August 14, 2010 2:05 PM
da gazzettino

MONTEBELLUNA - Oggi la formazione di Masitto gioca in amichevole, alle 16,30, a Padova contro la Primavera.

ZakkTV
00Sunday, August 15, 2010 2:08 PM
da www.ilgazzettino.it

MONTEBELLUNA

(m.mir.) «Un avvio bello tosto poichè dopo il debutto casalingo con il Torviscosa - afferma l’allenatore del Montebelluna, Masitto - speriamo alla nostra portata, si va sul campo del SanDonà-Jesolo mentre alla quarta giornata c’è già il derby a Treviso che ci coinvolge fin da ora ed è il primo dei tre che dobbiamo affrontare di seguito ospitando poi l’Opitergina per andare nella 6. giornata a Quinto. Insomma un avvio con il botto ma non è che il seguito sia una passeggiata e questo farà capire se ci siamo oppure no inutile partire in sordina e magari illuderci, meglio capire e conoscere da subito il nostro valore. La squadra piano piano sta crescendo, si lavora molto e con impegno quindi speriamo di essere pronti per l’avvio del campionato».

AMICHEVOLE


Il Montebelluna è Nobile e piega i baby del Padova

Domenica 15 Agosto 2010,
PADOVA (a.d.) - All'Appiani il Montebelluna vince sotto il diluvio la seconda amichevole consecutiva regolando il Padova Primavera grazie ad un gol del giovane Nobile.
PADOVA PRIMAVERA - MONTEBELLUNA 0-1
RETI: st 35' Nobile.
MONTEBELLUNA: Cagnato, Lauro, Alezia, Perrella, Bagarollo, Scappin, Sebastian, Perosin, Riccardi, Zanetti, Bujedo. Entrati nella ripresa: Calzi, Zanatta, Marangon, Bressan, Kameni, Beltrame, Nobile, Gemo, Miglioranza, Guizzo, Beghetto, Tretto, Caldarola. Allenatore: Masitto


ZakkTV
00Sunday, August 29, 2010 11:16 PM
da www.ilgazzettino.it

CALCIO COPPA ITALIA D Le due ricominciano da dove avevano lasciato nell’ultimo campionato

Monte - Quinto, derby verità

Entrambe hanno ringiovanito completamente l’organico. Ben sei ex sulla sponda ospite

Giulio Mondin
Domenica 29 Agosto 2010,
La stagione del Montebelluna prende avvio con la disputa della Coppa Italia e, manco a dirlo, si riparte dal derby con il Quinto, e cioè dall'ultimo avversario affrontato nel passato campionato dai biancocelesti. Alle 16, al comunale di via Biagi, saranno di fronte due squadre che durante l'estate hanno letteralmente cambiato volto, e c'è logicamente grande attesa nella tifoseria di casa per vedere all'opera la giovanissima formazione di Cristiano Masitto. Un autentico rebus, secondo alcuni, considerando la quantità di giocatori che sono stati provati dal neoallenatore del Monte, che alla vigilia ha manifestato senza giri di parole il proprio pensiero.
"So che tutti sono curiosi di vederci, e a dire la verità lo sono anch'io perchè fino ad ora abbiamo avuto almeno 3 o 4 metamorfosi a livello di organico ­ esordisce Masitto ­ il cantiere è ancora in corso, visto che molte cose vanno sistemate, a partire dalla definizione degli accordi con alcuni dei giocatori, che devono parlare con il presidente Michielin. Però questo impegno di coppa ci serve soprattutto in vista del campionato".
Sarà ancora un Monte sperimentale, visto che nè Caldarola nè Bujedo, tanto per fare due nomi, potranno essere schierati.
"E' vero, però quello che a me interessa in questo momento è l'atteggiamento di chi giocherà. Dalla squadra voglio che mostri entusiasmo, corsa e fame. Senza questi tre ingredienti non è possibile fare calcio come lo intendo io, ed è proprio per questo motivo che durante la preparazione ho provato parecchi giocatori. C'era chi era arrivato pensando soltanto a strappare un contratto, in qualche caso si è trattato di elementi di esperienza, che però non mi potevano garantire quello che volevo. La squadra sarà al completo più avanti".
C'è qualche indisponibile?
"Scappin ha preso un colpo in faccia durante gli allenamenti, ma non è il tipo da tirarsi indietro. Anche Bressan non è al top, vedremo all’ultimo".
ZakkTV
00Monday, August 30, 2010 2:52 PM
da www.ilgazzettino.it

COPPA ITALIA Con la linea verde i padroni di casa colgono
il primo successo fra i dilettanti contro la corazzata Union

Union Quinto ko:
il derby va al Monte


Lunedì 30 Agosto 2010,
Il primo derby stagionale tra Montebelluna e Quinto va ai padroni di casa, che passano il turno di Coppa Italia. La vittoria biancoceleste è storica essendo la prima in assoluto da quando le due formazioni militano in serie D.
Partita che le rivoluzionate squadre di Tomei e Masitto hanno affrontato con buona personalità pur denotando una comprensibile carenza di automatismi tra i reparti e che il Monte è riuscito a far propria anche con un pizzico di fortuna, visti i due pali colpiti nella prima frazione da Falco, uno dei tanti ex tra le file quintine.
Il primo brivido lo dà al 6’ proprio Falco, la cui girata sottomisura al volo su cross dalla sinistra termina alta. La replica dei padroni di casa 2’ dopo: sugli sviluppi di un angolo battuto da Zanetti è Scappin a saltare indisturbato in mezzo all’area, non inquadrando però lo specchio. Gli attacchi sembrano prevalere sulle difese, ed infatti al 15’ una palla spizzata da Franchetto trova il liberissimo Falco che di prima battuta coglie il palo alla destra di Cagnato; 1’ dopo nuova opportunità per il Monte sempre da angolo. La palla di Zanetti scavalca tutti ed arriva sul secondo palo, dove Costa si fa deviare ancora in angolo la conclusione a Tomei fuori causa. La partita vive di fiammate, poi al 30’ su veloce ribaltamento di fronte il Monte guadagna un altro corner. Dalla bandierina Zanetti scodella in mezzo e Franchetto tocca di braccio: per l’arbitro, ben appostato, non ci sono dubbi: rigore che il baby Zanetti, tradito dall’emozione, calcia fiacco e centrale tra le braccia di Tomei. Ma il vantaggio biancoceleste è soltanto rinviato. Al 36’ Riccardi difende palla in area, poi si gira e serve un assist per l’accorrente Costa che insacca di testa. Soli 2’ dopo Quinto vicinissimo al pari, ma Falco è ancora una volta jellato cogliendo un altro palo a Cagnato battuto.
Si riprende dopo la pausa ed il Quinto fa subito vedere di voler recuperare il risultato. Al 4’ Colombani ci prova su punizione, Cagnato oppone i pugni, poi al 7’ un altro calcio da fermo più o meno dalla stessa posizione viene trasformato da Falco con una parabola che finisce sul sette. Per un po’ il Quinto sembra prendere il sopravvento, ma la retroguardia di casa si difende sempre con ordine. Al 25’ Masitto inserisce Nobile e la mossa lo premia subito. Nemmeno 2’ dopo il suo ingresso in campo, il giovane attaccante del Monte si avventa su una palla rinviata corta dalla difesa ospite e scarica un rasoterra imprendibile per Tomei.
Tempo per recuperare non ne manca, ma nonostante la pressione il Quinto non si rende più pericoloso.

IL PROTAGONISTA

Gol lampo e... Nobile

Lunedì 30 Agosto 2010,
MONTEBELLUNA - (al. dup.) Il protagonista della giornata è stato senza dubbio Andrea Nobile. Il gioiellino del vivaio biancoceleste (classe '91) aveva una voglia matta di entrare in campo e infatti ci ha messo solo 120 secondi per scaraventare la palla in rete segnando il gol partita e qualificazione. La gioia era tanta e il ragazzo l'ha sfogata correndo sotto la tribuna ad esultare con i suoi tifosi.
Con questo gol lampo speri di aver convinto mister Masitto a farti giocare titolare?
«Metterei la firma per fare un gol ogni volta che entro dalla panchina. Sono contento di aver dato una mano alla squadra per passare il turno di Coppa. Siamo un bel gruppo composto da tanti giovani che hanno delle buone qualità. Siamo tutti molto umili con una gran fame di arrivare».
Vittoria meritata oppure avete avuto un po’ di fortuna?
«È stata una bella partita con occasioni da entrambe le parti. L'Union Quinto mi ha fatto una bella impressione, ha giocatori di grande valore. In certi momenti ci hanno messo in difficoltà ma siamo stati bravi a tenere duro sfruttando poi la prima occasione che ci è capitata nella ripresa».
Domenica ti aspetti di giocare dal primo minuto?
«Beh è chiaro che lo spero, è l'obiettivo di tutti quello di essere titolare ma non farò certo polemiche se non dovesse accadere. La priorità della squadra è di ottenere la salvezza, poi quello che viene a livello personale è tutto in più».

La certezza di Masitto:
«Lotteremo alla pari»


Il neocapitano Nicola Scappin:
«Per noi giovani è un’impresa»
Lunedì 30 Agosto 2010,
MONTEBELLUNA - (g.m.) C’era molta curiosità, mista a scetticismo, per la "prima" del Montebelluna ed aver esordito con una vittoria contro i cugini del Quinto non può che far felici i giocatori biancocelesti.
Per tutti parla il neo-capitano Nicola Scappin: «Non so in quanti credevano nelle potenzialità di questa squadra però abbiamo dimostrato che, nonostante la giovane età, possiamo dire la nostra ­ osserva il 19enne difensore centrale ­ contro il Quinto siamo scesi in campo senza emozionarci troppo e questo nonostante in squadra ci fossero ragazzi del 1993 e del 1994. E’ andata bene".
Pochi si sarebbero aspettati una prestazione di questo spessore contro avversari più navigati?
"Era dura ma siamo stati bravi, il mister ci ha incitato e siamo rimasti sempre molto concentrati. E questo nonostante l’atteggiamento di qualcuno tra i miei ex compagni di squadra che adesso militano nel Quinto, dai quali abbiamo ricevuto qualche "complimento", per così dire, che non mi sarei aspettato".
Con questa vittoria proseguite il cammino in Coppa?
"E’ più importante il campionato, però in Coppa può trovare spazio chi gioca meno. Per il momento va bene così".
E’ stata la "prima" da capitano?
"Sono giovane, ma anche quello da più anni qui a Montebelluna. Il mister mi ha dato fiducia, spero di ripagarla".



ZakkTV
00Tuesday, August 31, 2010 2:03 PM
da www.ilgazzettino.it

VITTORIOSO NEL DERBY

Sorpresa Monte: «Avanti così»

Giulio Mondin
Martedì 31 Agosto 2010,
Il Montebelluna accede al secondo turno di Coppa Italia superando per 2-1 l'Union Quinto. Di Costa e Nobile i gol della vittoria biancoceleste, un ottimo viatico per la formazione di Cristiano Masitto in vista dell'esordio in campionato di domenica prossima contro il Torviscosa.
«Una grande prestazione quella dei ragazzi, anche perchè il passaggio del turno contro un Quinto sulla carta più attrezzato di noi, è stato davvero inatteso ­fa sapere la dirigente Valentina Dal Mas­ Il nostro primo tempo è stato ottimo, poi nella ripresa siamo un po' calati anche perchè il Quinto voleva recuperare il risultato a tutti i costi. Sull'1-1 siamo stati bravi a trovare la forza e le energie per tornare avanti, grazie anche al gran gol di Nobile».
Avete iniziato con il piede giusto nonostante i moltissimi giovani in campo.
«Sì, anche se la riprova si avrà a partire da domenica prossima con la prima di campionato, nel quale abbiamo l'obiettivo di mantenere la categoria. Quest'anno abbiamo rivoluzionato tutto, la squadra è completamente nuova e c'è un allenatore che sta lavorando parecchio per creare un gruppo. Siamo molto giovani, è chiaro, anche se il nostro mercato non è finito e qualcun altro arriverà di sicuro. È una scommessa del presidente Michielin».
Bella esperienza anche per lei.
«Per me, che vengo dal marketing non legato al calcio, lavorare nello sport è un motivo di stimolo e di crescita in più. L'obiettivo sarebbe quello di allargare l'ufficio stampa anche al settore giovanile, ma abbiamo 12 squadre e non è di sicuro cosa facile».

ZakkTV
00Saturday, September 4, 2010 1:51 PM
dal blog della serie D

Le Protagoniste del Campionato: 10. Montebelluna

Anno Campionato Pos. P.ti G V N P F S
2005-06 Serie D (D) 19° 35 38 6 17 15 32 51
2006-07 Serie D (C) 10° 45 34 12 9 13 39 44
2007-08 Serie D (C) 10° 43 34 11 10 13 48 52
2008-09 Serie D (C) 14° 35 34 9 8 17 28 39
2009-10 Serie D (C) 6° 60 38 15 15 8 57 41

Un’autentica rivoluzione è quella attuata in casa Montebelluna con pochissime conferme in un'organico che solo qualche mese fa ha ottenuto un brillante settimo posto, lottando sino alla fine per l’accesso ai play-off. Come spesso accade non sempre i risultati del campo hanno una loro armonia futuribile e alla fine sono stati molti i giocatori che non sono più rimasti in terra trevigiana nonostante fossero parecchi coloro la cui militanza la si misurava in anni. Molti di questi sono migrati in quel di Venezia, a cominciare dall’allenatore Cunico, mentre la società montebellunese presieduta dal presidente Michielin ha optato per un profondo ringiovanimento della rosa. Pochissimi dunque i confermati della precedente prima squadra e spetterà al nuovo tecnico Cristiano Masitto riuscire ad amalgamare i tanti under presenti in rosa che avranno al momento ben pochi punti di riferimento con esperienza di categoria se è vero che in un gruppo fatto di ventenni il più "esperto" risulta essere Caldarola, classe '86, che con il confermato Tretto e gli ex Acqui Lauro e Costa, risultano essere gli unici con un numero di presenze importante in D nello scorso torneo. Prima panchina vera quella del tecnico biancoceleste Masitto che già nelle due ultime stagioni ha potuto comunque guidare dalla panchina in piccoli frangenti sia il San Donà che il Camisano, è altresì vero che questo rappresenterà per lui il vero battesimo del fuoco. Ovvio che l’obiettivo primario di questa stagione non può che essere la salvezza nella speranza che le scelte in chiave under operate possano costituire il primo nucleo di un nuovo ciclo che possa portare sempre maggiori soddisfazioni ad una società che da sempre ha uno dei migliori settori giovanili del Veneto.

ROSA SQUADRA: Portieri: Matteo Cagnato (90, Tamai 2 -1), Marco Calvi (92, Bassano), Luca Rebellato (90, Giorgione 12); Difensori: Nicola Scappin (91, 11 -), Raffaele Alezia (89, Biellese), Jacopo Andrè Beltrame (89, Tezze), Andrea Lauro (89, Acqui 28 -), Nicola Guizzo (90, Ponzano 20 1), Simone Zanatta (93); Centrocampisti: Nicola Caldarola (86, Real Montecchio 13 1), Tretto Matteo (89, 23 1), Davide Alessandro Capuano (90), Luca Camozzato (88, Nuova Piombinese), Marco Bressan (91, 12 1), Loris Costa (89, Acqui 30 2), Manuel Perosin (92), Alex Miglioranza (93), Mattia Marangon (93), Andrea Beghetto (94), Riccardo De Biasi (94); Attaccanti: Giacomo Gemo (90, Rovigo 1 -), Mirco Riccardi (88), Nicola Gazzola (91, 1 -), Andrea Nobile (91, 11 -), Alex Zanetti (93). Allenatore: Cristiano Masitto (nuovo, Camisano)

Coppa Italia (Primo Turno)
29 agosto 2010 Montebelluna - Union Quinto

Campionato
Montebelluna - Torviscosa
SandonàJesolo - Montebelluna
Montebelluna - San Paolo Padova
Treviso - Montebelluna
Montebelluna - Opitergina
Union Quinto - Montebelluna
Montebelluna - Tamai
Chioggia Sottomarina - Montebelluna
Montebelluna - Città di Concordia
Sanvitese - Montebelluna
Montebelluna - Montecchio Maggiore
Rovigo - Montebelluna
Montebelluna - Belluno
Montebelluna - Pordenone
Unione Venezia - Montebelluna
Montebelluna - Kras Repen
Este - Montebelluna

Già pubblicate: 1.Unione Venezia; 2.SandonàJesolo; 3.Sanvitese; 4.Belluno; 5.Chioggia Sottomarina; 6.Opitergina; 7.Pordenone; 8.Kras Repen; 9.Tamai

postato da: ErSTE alle ore agosto 26, 2010 20:10 | link | commenti
categorie: le protagoniste del campionato
ZakkTV
00Monday, September 6, 2010 2:22 PM
da www.ilgazzettino.it

La neopromossa graziata dall’arbitro al 2’ passa al 30’
per poi dilagare al 41’ e al 58’. Espulsi Bressan e Riccardi


Il Monte resta in 9
e Torviscosa dilaga


Lunedì 6 Settembre 2010,
Il Montebelluna stecca la prima: contro il neopromosso Torviscosa i biancocelesti subiscono un secco 0-3 che, pur con qualche attenuante, dimostra quanto difficile sia la via che porta alla salvezza. Una vera metamorfosi, quella dei ragazzi di Masitto, rispetto alla brillante prestazione di Coppa a Quinto 7 giorni fa. Sono apparsi prima emozionati e poi impotenti quando ai gol presi si sono sommate le espulsioni di Bressan e Riccardi. Nonostante ciò la partita avrebbe potuto prendere la piega voluta se dopo 2’ l’arbitro avesse concesso un rigore per un netto tocco di braccio di un difensore ospite. Scampato il pericolo, i friulani iniziano a mettere il naso fuori, ed al 19' Camerin da 40 metri calcia una punizione di seconda direttamente in rete sorprendendo Cagnato. Gol che viene correttamente annullato, ma che mina le certezze del portiere di casa. Al 30' è lo stesso Camerin su punizione a pennellare per la testa di Carpin, che lasciato libero sul secondo palo, ha tutto il tempo di prendere la mira e insaccare. La svolta al 38', quando Bressan si fa pescare in un ingenuo fallo a centrocampo su Camerin, che accentua il contatto inducendo l'arbitro ad estrarre il secondo giallo. La frittata viene completata 3’ dopo, quando Cagnato si fa trovare ancora una volta fuori dai pali, Coden se ne accorge e lo trafigge da quasi 40 metri.
Sotto di due reti, al Monte saltano i nervi e anche Riccardi prende anzitempo la via degli spogliatoi. Nel recupero rabbiosa reazione biancoceleste con due colpi di testa di Zanetti, sul primo dei quali Buso è miracoloso.
Si riprende e Masitto inserisce Nobile e De Biasi per Zanetti e Tretto, poi anche Gemo, ma da questo turbinio ne esce soltanto il terzo gol ospite, realizzato al 13' da Filippo con un tiro dal limite. La partita si chiude qua, il Torviscosa amministra mentre il Monte non ha la forza per proporsi in avanti.
Due guizzi di Nobile al 21' che serve Lauro per una conclusione alta, e di Perosin, uno dei pochi a salvarsi, non regalano nemmeno la rete della bandiera.

L’OPINIONE DI MASITTO

«Visti tutti i difetti della squadra»


Lunedì 6 Settembre 2010,
MONTEBELLUNA - (g.m.) «Contro il Torviscosa abbiamo visto tutti i difetti di questa squadra. Spero di non rivederli più». Con queste parole Cristiano Masitto prova ad analizzare il pesante rovescio interno subito dal Montebelluna alla prima di campionato. L'allenatore biancoceleste ha notato troppa emozione nei suoi ragazzi appena entrati in campo: «Le amichevoli e la Coppa Italia sono una cosa, il campionato un'altra ­ osserva Masitto ­ qualcuno ha anche messo eccessiva cattiveria, facendosi prendere la mano. Però è anche vero che se ci fosse stato fischiato quel rigore all'inizio sarebbe stata un'altra partita».
In generale la direzione di gara non è piaciuta?
«Non mi interessa parlare di queste cose anche se siamo stati danneggiati, dico piuttosto che avevamo iniziato bene. Poi il gol subito ed annullato ci ha messo un pò di paura. Mi dispiace perchè i tre gol subiti sono tutti errori nostri».
Qualcosa di positivo?
«Sono soddisfatto dell'atteggiamento messo in campo nel secondo tempo, con due uomini in meno non abbiamo abbassato la guardia. Potevamo chiuderlo in parità, invece abbiamo regalato il terzo gol».
Domenica contro lo Jesolo non ci saranno Bressan e Riccardi.
«Undici giocatori da mettere in campo li troverò...».

ZakkTV
00Tuesday, September 7, 2010 2:09 PM
da www.ilgazzettino.it

Il presidente Michielin: «Una batosta
ma l’unico responsabile è l’arbitro»

Martedì 7 Settembre 2010,
Inizio di campionato in salita per il Montebelluna, sonoramente sconfitto per 3-0 dalla neopromossa Torviscosa al termine di una partita che ha visto anche due espulsioni tra le file biancocelesti. Proprio da questi episodi negativi parte l’analisi del presidente Maurizio Michielin, che punta il dito contro la direzione di gara: «In quattro anni non ho mai parlato male degli arbitri, però adesso è arrivato il momento - tuona il presidente -. Si era capito subito che voleva fare il protagonista, c’è riuscito falsando del tutto la partita. Stavamo facendo bene, poi ha espulso per doppia ammonizione Bressan. Sul primo giallo posso anche essere d’accordo, il secondo mi è sembrato gratuito. Per quanto riguarda il rosso diretto a Riccardi non ha invece visto che il nostro giocatore è stato provocato dall’ avversario, che ha poi fatto una sceneggiata. Se questa è la qualità arbitrale c’è davvero da preoccuparsi». Sconfitta comunque pesante nelle proporzioni. «Sì, però siamo stati condizionati dalle espulsioni. Per me dare un giudizio sul Montebelluna visto contro il Torviscosa non ha senso. A me i ragazzi non sono dispiaciuti, in nove contro undici a mio avviso sono stati bravi». Serve forse qualche innesto d’esperienza. «Abbiamo appena tesserato Ciullo, una seconda punta del 1979 che inizierà ad allenarsi in settimana. Poi sarà la volta di Caldarola, con lui l’accordo è ormai fatto. Però dobbiamo tirarci su le maniche, domenica ci aspetta il SandonaJesolo».


ZakkTV
00Thursday, September 16, 2010 2:00 PM
gazzettino

CALCIO D Opitergina e Montebelluna a secco in campionato cercano il riscatto in Coppa Italia

Le due deluse a caccia di gloria


I biancorossi ospitano la corazzata SandonàJesolo, i biancocelesti nella tana del Pordenone

Giovedì 16 Settembre 2010,
Secondo impegno di Coppa Italia per il Montebelluna, che oggi alle 15 è di scena al Bottecchia di Pordenone per affrontare i "ramarri" allenati da Giovanni Bosi. Dopo aver eliminato l'Union Quinto nel turno inaugurale della manifestazione la formazione biancoceleste, ancora a secco di punti dopo due giornate di campionato, cerca di ritrovare la fluidità di gioco che ne aveva caratterizzato l'esordio vincente in Coppa. Ma passare il turno non sarà compito per nulla facile, anche se nemmeno i friulani hanno finora spezzato l'incantesimo, avendo a loro volta rimediato due sconfitte con i medesimi punteggi subiti dalla squadra di Cristiano Masitto.
"Affrontiamo un avversario secondo me molto forte, conosco Bosi e so che fa giocare bene le proprie squadre ­ osserva l'allenatore del Monte ­ fino ad ora hanno avuto qualche difficoltà ma sono sicuro che si riprenderanno. In questo momento mi sta bene giocare contro una grossa squadra, perchè solo così i ragazzi possono crescere".
Qual è l'obiettivo odierno?
"Questa partita è un'occasione per fare ulteriori passi in avanti. Domenica contro il SandonàJesolo abbiamo regalato subito un gol, poi nella ripresa i ragazzi hanno fatto molto bene schiacciando l'avversario nella sua metà campo. E ciò indipendentemente dal fatto che fossimo con un uomo in più. Quello che dobbiamo limitare è soprattutto il numero di errori".
Un pensierino alla qualificazione lo fate?
"Questo è sicuro, l'importante è scendere in campo fiduciosi di potercela giocare. Per questo non faremo alcun calcolo, nemmeno dal punto di vista della formazione anche se domenica si gioca ancora".
In avanti vedremo Cesar e Riccardi assieme?
"Senza dubbio. E' l'occasione giusta per vederli all'opera".
Probabile formazione (4-4-2): Cagnato, Lauro, Capuano, Scappin, Alezia; Bressan, Caldarola, Perosin, Tretto; Cesar, Riccardi.
ZakkTV
00Friday, September 17, 2010 3:35 PM
da www.ilgazzettino.it

PORDENONE - MONTEBELLUNA


Biancocelesti eliminati ai rigori


Venerdì 17 Settembre 2010,
Chi sta peggio? Sembrava questo, alla vigilia, il "leit motiv" dei trentaduesimi di Coppa tra Pordenone e Montebelluna. Ed ecco invece che quella competizione tanto cara al Pordenone dell’anno scorso restituisce alla Serie D due squadre ritrovate, con difficoltà ancora da affrontare ma sicuramente rinfrancate. La spuntano i ramarri padroni di casa, in vantaggio con Rossi (tornato al gol dopo un lungo digiuno), rimontati dall’ariete Riccardi ed infine vittoriosi dagli undici metri grazie alla precisione di Buttignaschi, Battiston, Casella e Fantin.
Il primo tempo si perde senza particolari emozioni. Il Pordenone palesa una manovra spesso lenta e prevedibile ed è anzi il Montebelluna a sfiorare in due occasioni il vantaggio, dapprima con Beltrame (rasoiata di destro ad un palmo dal primo palo) e successivamente con Riccardi (bella torsione aerea con palla che sibila vicino al montante).
Nella ripresa Giovanni Bosi scuote il “suo” Pordenone che al 9’, grazie ad un’invenzione miracolosa di Scalzo, trova il gol del provvisorio vantaggio: il fantasista nero-verde batte rapidamente una punizione dalla tre quarti, il pallone filtrante per Rossi è sorprendente e veloce e per il ritrovato bomber è facile battere Rebellato in spaccata. Il Montebelluna, squadra giovanissima ma con grinta da vendere, reagisce istantaneamente alzando il baricentro ed apportando un pressing più continuo e ragionato: i risultati non tardano ad arrivare. Al 25’ è solo la traversa a dire di no all’indiavolato Zanetti, protagonista di un sinistro quasi perfetto che avrebbe sicuramente lasciato impietrito Posocco. Il pareggio, nell’aria già da qualche minuto, giunge al 27’ e la firma è di Riccardi che gela il “Bottecchia” angolando un sinistro velenoso all’angolino basso alla sinistra di Posocco. Sul gran colpo di Riccardi influisce anche una deviazione di Battiston ma resta comunque un gol bellissimo per precisione, potenza e tecnica di tiro.
Masitto può giustamente coccolarsi il suo ariete. L’espulsione di Petris (in totale disaccordo con l’arbitro ma reo di una brutta reazione assolutamente evitabile ai danni di Costa) costringe i ramarri di casa in dieci uomini ma gli errori di Bressan e Riccardi dagli undici metri consegnano al Pordenone le chiavi per i sedicesimi di finale. L’undici di Bosi troverà l’Este, vittorioso per 4-0 ai danni del San Paolo Padova.
Per il Montebelluna ora c’è solo il campionato, nel quale, proprio domenica contro il San Paolo, dovrà confermare quanto di buono si è visto a Pordenone.
ZakkTV
00Sunday, September 19, 2010 11:47 PM
da www.ilgazzettino.it

CALCIO SERIE D L’undici di Michielin riceve il San Paolo, quello di Corvezzo sale a Belluno

Monte e Treviso cercano punti d’oro

Per i montelliani d’obbligo muovere la classifica, per i biancocelesti conservare la leadership

Giulio Mondin
Domenica 19 Settembre 2010,
Chiuso il cammino in Coppa Italia con la sconfitta ai rigori di Pordenone, il Montebelluna si rituffa nel campionato ospitando il San Paolo Padova degli ex Masiero, Formentin e Fonti. Ancora a secco di punti, la formazione biancoceleste scenderà in campo con il logico obiettivo di muovere la classifica, come assicura Cristiano Masitto, cui non dispiacerebbe nemmeno portare a casa un pareggio: "Dopo due sconfitte dobbiamo assolutamente sbloccarci, per cui potrebbe anche bastare un punto ­ osserva l'allenatore del Monte ­ l'importante è però fare una buona prestazione, anche se sappiamo che di fronte avremo un avversario esperto e guidato da un tecnico preparato come Fonti. Però i segnali degli ultimi giorni sono positivi".
Giovedì a Pordenone c'è stata un'ulteriore crescita.
"Sì, sono contento perchè ho visto nei ragazzi un aumento generale delle potenzialità. Cominciamo ad essere una squadra, la fiducia nei nostri mezzi cresce di partita in partita e contro il Pordenone, per la prima volta quest'anno, non ho mai avuto la sensazione che potessimo essere sconfitti. Sotto di un gol abbiamo recuperato, poi abbiamo colto anche una traversa, e solo i rigori ci hanno negato la possibilità di passare il turno. Lo spirito è quello giusto".
Contro il San Paolo in attacco mancherà ancora Riccardi.
"E' un peccato, visto anche che giovedì si era sbloccato realizzando il suo primo gol della stagione. E poi se in campo vanno lui e Cesar De Freitas assieme anche la squadra si esprime meglio, i ragazzi sono più tranquilli perchè sanno che loro due possono tenere palla con continuità. Non ho ancora deciso chi schierare davanti, ma ho dei dubbi un po' in tutti i settori. Vedremo all'ultimo".
Probabile formazione (4-3-2-1): Rebellato, Lauro, De Biasi (Capuano), Scappin, Alezia; Tretto, Caldarola (Bressan), Perosin; Zanetti (Nobile), Costa (Beltrame); De Freitas.

ZakkTV
00Monday, September 20, 2010 2:16 PM
da www.ilgazzettino.it

Contro il S. Paolo Padova dell’ex Fonti un’altra sconfitta
E fra sei giorni c’è il derby a Treviso contro la capolista

Monte al terzo ko
è fanalino di coda



Lunedì 20 Settembre 2010,
Terza sconfitta di fila per il Montebelluna che neppure contro il San Paolo Padova riesce a cogliere il primo punto: ad affossarlo 2 stoccate di Giovanni Volpato, bomber d’esperienza che capitalizza le poche opportunità avute. Non basta il 2. gol in 2 partite del neoacquisto De Freitas che, senza l’apporto dell’ariete Riccardi, prova a tenere in bilico il risultato. Contro l’ex Fonti sarebbe servito anche un pizzico di buona sorte, ma nel miglior momento arriva la traversa di Costa.
Primo tempo inguardabile: al 23’ Masitto è costretto al primo cambio, inserendo Zanetti per l’acciaccato Alezia, con Costa a retrocedere in difesa. Alla mezzora termina anche la partita di Tretto, cui il tecnico di casa preferisce Caldarola. Il Monte prova qualche sortita, ma in avanti De Freitas sembra troppo solo nonostante il buon movimento. Al 31’ un fallo commesso sullo stesso attaccante biancoceleste genera una punizione dal limite che il baby De Biasi calcia addosso alla barriera. Due minuti dopo Volpato tutto solo davanti all’estremo Rebellato conclude debole. Si riprende dopo l’intervallo ma la partita non decolla. Per vedere la prima occasione bisogna attendere il 13’, quando Volpato scatta sulla destra, attende l’uscita di Rebellato per poi mettere al centro per Gassama, che calcia alle stelle. Il vantaggio ospite è solo rinviato: al 17’ il San Paolo batte il primo angolo, sulla traiettoria Volpato anticipa tutti e con un dosato colpo di testa realizza.
Il Monte accusa il colpo, ma alla prima occasione arriva il pari: è il neoentrato Camozzato a scodellare in area una palla per De Freitas, che ancora di testa scavalca Rosiglioni. I padroni di casa premono e al 22’ vanno vicini al vantaggio con un altro colpo di testa di Costa che prende la traversa. La gara adesso è meno tattica e più aperta ed il Montebelluna sembra in grado di provare a vincerla. Invece al 33’ un’indecisione di Scappin lascia una voragine centrale, nella quale s’infila Volpato che trova l’angolino alla sinistra di Rebellato. Nel finale tentativi di Bressan e Perosin, ma il risultato non cambia.

L’OPINIONE DI MASITTO

«Aspetto il recupero di Riccardi»


Lunedì 20 Settembre 2010,
MONTEBELLUNA - (gi.m.) La terza battuta d’arresto su tre partite brucia parecchio, tuttavia Cristiano Masitto è sereno nell’analizzare la sconfitta interna con il San Paolo: "C’è amarezza nel perdere in questa maniera ­ dice l’allenatore dei biancocelesti ­ eravamo ad un passo non solo dal conquistare il primo punto, ma forse anche dalla vittoria. Avevamo recuperato subito il risultato, poi abbiamo colpito una traversa con Costa. Fossimo andati sul 2 a 1 per noi avremmo visto un’altra partita. Purtroppo poi è arrivato il gol loro".
Proprio la seconda rete ospite è nata da un errore grave?
"Sì, si è trattato dello sbaglio di un singolo, non di un intero reparto. Può capitare, anche se queste situazioni non le puoi allenare. Peccato perchè nonostante abbia dovuto ridisegnare la squadra già nel primo tempo ci eravamo espressi bene. Tretto ha giocato molto finora e non ce la faceva ad attaccare e a coprire su Gassama, e così l’ho tolto. Però se in precedenza non si fosse fatto male Alezia ci avrei pensato parecchio prima di sostituirlo".
Siete ancora a zero punti in classifica e domenica andate a Treviso?
«Lo so, però la fiducia non ci deve abbandonare. Contro il San Paolo io ho visto un buon Montebelluna, che é arrivato vicinissimo a sbloccarsi. Ce la siamo giocata, domenica rientra Riccardi e spero ci possa dare una mano».
A fine match il mister padovano Gianfranco Fonti cavallerescamente ha fatto i complimenti al Monte, sua ex squadra, prima di parlare della vittoria della sua formazione: «Dopo il nostro gol hanno avuto una bella reazione, pareggiato e rischiato di passare in vantaggio. Insomma ho visto un Monte vivo, pieno di giovani con voglia e ben condotto da Masitto».

ZakkTV
00Tuesday, September 21, 2010 2:11 PM
da www.ilgazzettino.it

Cesar fiducioso:
«Risaliremo»


Martedì 21 Settembre 2010,
Terza sconfitta di fila e il Montebelluna rimane ancorato all’ultimo posto con zero punti. Nemmeno contro il San Paolo Padova dei molti ex i biancocelesti si sono sbloccati, nonostante una discreta prestazione che ha tenuto in bilico il risultato fino ad un quarto d’ora dalla fine. A tenere a galla il Monte aveva provveduto De Freitas, a bersaglio per la seconda volta su due partite, che invita i compagni a non deprimersi: “In campionato abbiamo sempre perso, però nelle ultime due abbiamo fatto bene – osserva la punta italo-brasiliana – contro SandonàJesolo e San Paolo ho visto una squadra in crescita, è mancato poco per ottenere i primi punti. Ci sono tanti giovani di valore e sono convinto che ne usciremo”.
Non sarà facile.
“Sappiamo che sarà dura e lunga, però il presidente e l’allenatore credono in questa squadra. Domenica siamo stati sfortunati: sull’1 a 1 Costa ha colpito una traversa, se la palla fosse entrata adesso staremmo facendo altri discorsi”.
Hai già due gol all’attivo.
“Non è solo merito mio. Devo ringraziare tutta la squadra che mi mette nelle condizioni migliori. Obiettivi personali? Non ne ho, per quest’anno mi basta che ci salviamo”.
Domenica vi attende il Treviso.
“E io aspetto che torni Riccardi. Con lui davanti siamo in due, il suo lavoro di sponda sarà importante”.


Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:41 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com