Santarcangelo

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
enricoutv83
00Tuesday, August 9, 2011 1:09 PM



Il Santarcangelo è la squadra di calcio di Santarcangelo di Romagna (RM), società fondata nel 1926; la prima promozione in serie D risale al lontano 1982, categoria mantenuta fino al 1989, riconquistata nel 1998 e conservata ininterrottamente fino allo scorso maggio; si tratta quindi della prima apparizione tra i professionisti, dopo un'intera storia tra i dilettanti, ma con 20 campionati nel massimo campionato dilettantistico nazionale.

Una delle particolarità di questa squadra è l'azionariato popolare, sotto il nome di Squadra Mia.
Prendiamo e copiamo da wikipedia.it
"L'avventura con Squadramia
In seguito ad approfondite analisi da parte dei soci fondatori dell'AS Squadramia (associazione sportiva senza fini di lucro, che si propone lo scopo di acquistare e gestire, anche via web, una squadra di calcio italiana, sulla base del precedente inglese dell'Ebbsfleet United F.C.), effettuate congiuntamente ai dirigenti delle squadre arrivate alla fase finale del vaglio, l’ASD Santarcangelo è stata scelta quale squadra ideale per il progetto ed è stata sottoposta a “votazione finale” da parte dei soci-presidenti.[1]
In data 23 luglio 2009, l'ASD Santarcangelo è stata scelta dai soci fondatori dell'AS Squadramia come squadra sulla quale fondare il progetto, con il 96,4% di preferenze (votazione effettuata dal 70% circa degli aventi diritto al voto). La trattativa tra l'AS Squadramia e l'ASD Santarcangelo si è di fatto conclusa il 12 agosto 2009 [2], quando il 98% dei soci fondatori dell'AS Squadramia ha deciso di acquisire un'iniziale quota di minoranza dell'ASD Santarcangelo, pari al 10%."


Questo è uno scorcio dello stadio:

enricoutv83
00Tuesday, August 9, 2011 1:32 PM
da www.tuttolegapro.com

UFFICIALE: Santarcangelo, preso Graziani e tre giovani del Sassuolo
01.07.2011 09:00 di Claudio Gallaro articolo letto 814 volte

© foto di Anto.Abbate/TuttoLegaPro.com
Il Santarcangelo Calcio annuncia - attraverso il proprio sito ufficiale - l'ingaggio dell'attaccante Ivan Graziani, classe 1982, proveniente dalla FeralpiSalò, con cui ha disputato le ultime due stagioni segnando 17 reti. Queste le sue prime parole in gialloblu: "Sono qui per dare una mano, ho sempre sentito parlare bene di questa società e anche nella trattativa ho riscontrato questa qualità. Per me, che sono romagnolo, è la prima occasione nella mia terra e ci tengo particolarmente a ben figurare. Ho scambiato due parole con mister Angelini e ho trovato una persona molto convinta del suo lavoro".

La società ha inoltre trovato l'accordo col Sassuolo per l'arrivo in prestito di tre giocatori: Giorgio Schiavini (centrocampista classe 1990), Alex Lodovisi (centrocampista classe 1992) e Kastriot Dermaku (difensore classe 1992). Il primo è reduce da una stagione in Seconda Divisione con la maglia del Fano, gli altri due invece arrivano dalla Primavera neroverde.




Santarcangelo, in arrivo uno scuola Parma
03.07.2011 13:15 di Claudio Gallaro articolo letto 348 volte

© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Il Santarcangelo sta per perfezionare un altro colpo. Si tratta - scrive il quotidiano La Voce di Romagna - di Paolo Beatrizzotti ('92), centrocampista offensivo scuola Parma, nella scorsa stagione in prestito al Castalfranco in Serie D (30 presenze e 4 gol). Intanto si aspetta una risposta dall'attaccante del Novara, Luca Strizzolo ('92), richiesto anche da Spal, Mantova e Giacomense. Altri due obiettivi del club del presidente Brolli sono gli attaccanti Francesco Casolla ('92) e Daniele Ferri ('92).




Santarcangelo, è questione di ore per Obeng al Carpi
03.07.2011 19:00 di Valeria Debbia articolo letto 234 volte

© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Nonostante il Santarcangelo Calcio abbia fatto di tutto per trattenerlo, il centrocampista ghanese Francis Obeng ha definitivamente deciso di tentare una nuova avventura sposando in toto il progetto allettante del Carpi. Una grande perdita per il team romagnolo che, per la prossima stagione in Seconda Divisione di Lega Pro, dovrà rinunciare ad un giocatore capace di fare la differenza sia in difesa che a centrocampo. Nelle prossime ore - riporta Il Resto del Carlino - l'operazione verrà ufficializzata dal club emiliano.





UFFICIALE: Carpi, preso il ghanese Obeng
06.07.2011 11:00 di Claudio Gallaro articolo letto 374 volte
Fonte: Santarcangelo Calcio

© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Dopo una lunga trattativa il ghanese Francis Obeng (25) è passato in comproprietà al Carpi in Prima Divisione Lega Pro. Il Santarcangelo avrebbe voluto trattenerlo, ma la volontà del giocatore è stata determinante.

Obeng lascia la magia gialloblu dopo averla vestita per tre stagioni (seguite a un lungo periodo trascorso in bacino di carenaggio per problemi legati al tesseramento) con un bilancio di 86 presenze e 8 gol, esperienza culminata con l’ingresso nel professionismo che per lui a questo punto significherà un doppio salto di categoria. Dal Santarcangelo i migliori auguri per un brillante proseguimento della sua carriera.






Santarcangelo, il punto sul mercato con il ds Melini
06.07.2011 11:30 di Valeria Debbia articolo letto 362 volte
Fonte: SantarcangeloCalcio.it

© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
Ecco il resoconto del mercato del Santarcangelo del direttore sportivo Oberdan Melini: "In Lega Pro non c’è l’obbligo di schierare giocatori giovani come in D, ma visto che una stagione intera costa tranquillamente tra i 600 e gli 800mila (stando pure attenti a non strafare) è bene accedere ai premi e alle cosiddette valorizzazioni, cioè rimborsi legati all’utilizzo dei nati dopo il 1989 (premi se di proprietà del Santarcangelo, valorizzazione se di proprietà di club di Serie A o B).

Per poter accedere a tali valorizzazioni occorre avere in rosa almeno 10 giocatori rientranti in quella fascia di età e con un contratto da professionisti (dunque non valgono i precontratti, il cosiddetto ‘addestramento’). Altro requisito, settimanale, è quello di schierare per tutti i 90’ almeno tre ragazzi nati dal 1991 in poi. Ovviamente questi parametri influenzano le scelte di mercato, facendo sì che i rapporti coi settori giovanili delle società di categoria superiore diventino fondamentali".

"Alla rosa mancano ancora due attaccanti e un portiere, inoltre ci sono trattative ancora in corso per tre giocatori: Caidi è un difensore che ha giocato l’ultimo anno nella Valenzana (Seconda Divisione, 11 presenze) ma di proprietà del Cesena. Bassoli, pure lui del 1990, è un laterale basso che ha giocato quest’anno nella Primavera del Bologna (9 presenze) ed entrato pure lui in orbita Cesena. Giannattasio è invece un centrocampista di proprietà della Reggina che nell’ultima stagione ha giocato in prima Divisione con la maglia del Pavia, mettendo insieme 6 presenze.

Tutti e tre i ragazzi - contrattualizzati dal club proprietario che pagherebbe lo stipendio - varrebbero per il raggiungimento dei 10 contratti giovani e il loro utilizzo porterebbe quindi denaro in società".






UFFICIALE: Santarcangelo, Bassoli c'è. Dermaku ha scelto Melfi
08.07.2011 13:40 di Claudio Gallaro articolo letto 311 volte
Fonte: Santarcangelo Calcio

© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
Il difensore Kastriot Dermaku (1992), proveniente dalla formazione Primavera del Sassuolo, nonostante l'accordo col Santarcangelo non vestirà il gialloblu. Ha infatti preferito la destinazione Melfi. In rosa quindi si libera un posto per un difensore centrale giovane.

Sarà invece un giocatore del Santarcangelo il laterale basso Giacomo Bassoli (1990), nell'ultima stagione impegnato con la Primavera del Bologna.







UFFICIALE: Santarcangelo, colpo Beatrizzotti. In arrivo anche Caidi
13.07.2011 11:15 di Valeria Debbia articolo letto 346 volte
Fonte: SantarcangeloCalcio.it

© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
Come annunciato ieri dal presidente durante la chat coi soci il Santarcangelo Calcio ha battuto la concorrenza per il trequartista classe 1992 Paolo Beatrizzotti di proprietà del Parma inseguito da mezza Lega Pro. Il giocatore verrà in Romagna in regime di comproprietà con diritto di riscatto in favore dei ducali. Quest'anno il ragazzo ha giocato nella Virtus Castelfranco (D girone D) entrando anche nella Rappresentativa di categoria che ha preso parte al torneo di Viareggio.

Si sono concluse positivamente anche le due trattative per i difensori di cui avevamo parlato settimana scorsa. Quella per il difensore Kadir Caidi, centrale classe 1990 rilevato in comproprietà dal Bologna che detiene il diritto di riscatto (11 presenze in Seconda Divisione con la Valenzana) e quella - già annunciata negli scorsi giorni - del terzino Giacomo Bassoli, anche lui classe 1990, che ha appena svestito la casacca rossoblù della Primavera del Bologna.







Santarcangelo, idea Torregrossa per l'attacco
15.07.2011 13:30 di Claudio Gallaro articolo letto 184 volte
Fonte: Santarcangelo Calcio

© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
Rosa, alla mano, il Santarcangelo ha necessità di completare l'attacco. Un nome papabile, per il quale il club si sta muovendo, è quello di Ernesto Torregrossa, classe 1992, l'anno scorso per metà stagione in forza all'Hellas Verona (3 presenze) e poi a Siracusa (6) sempre in Prima Divisione. Il giocatore interessa anche a Montichiari, Monza e FeralpiSalò. Nelle prossime ore e comunque in settimana sono attese novità. Resta invece difficile l'annunciata trattativa per Giannattasio, centrocampista della Reggina classe 1991.






Santarcangelo, Casali resta. Possibile la conferma di Bezzi
19.07.2011 15:30 di Valeria Debbia articolo letto 182 volte
Fonte: Santarcangelo Calcio

© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
Resta al Santarcangelo il portiere Riccardo Casali (1987) già secondo di Nardi nella stagione appena conclusa. Il mancato arrivo di Marco Giannattasio dalla Reggina lascia invece aperta una posizione a centrocampo che potrebbe valere la conferma di Luca Bezzi (classe 1989, dunque utile anche per i contributi della Lega).

Infine, in attacco, resta in piedi la trattativa per l'attaccante del Verona classe 1992 Ernesto Torregrossa, ma c'è da sciogliere il nodo della divisione dell'ingaggio tra i due club.







Andy Selva si allenerà con il Santarcangelo
20.07.2011 17:30 di Valeria Debbia articolo letto 490 volte
Fonte: Santarcangelo Calcio

Andy Selva con la maglia dell'Hellas Verona
© foto di Tommaso Sabino
Andy Selva, il capitano della nazionale di San Marino, inizierà la preparazione con il Santarcangelo del suo ex allenatore ai tempi del Bellaria (2002-2003) Beppe Angelini. Per ora si tratta solo di una scelta di opportunità, visto che il 35enne attaccante non ha ancora scelto la sua prossima destinazione dopo aver chiuso l’avventura con l’Hellas Verona.

“Ci sono un paio di situazioni in Prima Divisione che il mio procuratore approfondirà nelle prossime settimane – spiega Selva – ma in questo periodo non poteva esserci un’opportunità migliore di questa, agli ordini di un tecnico che stimo tantissimo, il vero valore aggiunto che ha determinato la vittoria dell’anno scorso in un girone di ferro”.







UFFICIALE: Bezzi resta al Santarcangelo
22.07.2011 14:20 di Claudio Gallaro articolo letto 196 volte
Fonte: Santarcangelo Calcio

© foto di Francesco Scopece/TuttoLegaPro.com
Ultime dal ds Oberdan Melini: Luca Bezzi resta ufficialmente un giocatore del Santarcangelo completando di fatto il reparto di centrocampo.

Restano ancora aperte delle possibilità in attacco. La prima riguarda la già annunciata la presenza di Andy Selva in veste di prestigioso e gradito ospite: nel caso in cui Il capitano della nazionale sammarinese dovesse trovarsi bene con il suo ex mister e con il gruppo magari potrebbe nascere un discorso di più ampio respiro. Sul fronte giovani invece resta in piedi la trattativa per il 19enne Ernesto Torregrossa con l’Hellas Verona mentre la novità di oggi riguarda Rivolino Gavoci, 20enne attaccante di proprietà del Cesena. Il giocatore ha origini albanesi, quindi il suo approdo in gialloblù ed il suo eventuale utilizzo non produrrebbero utili. Mister Angelini però conosce il ragazzo e lo stima, quindi esistono possibilità per un accordo coi bianconeri.

Oltre ai giocatori in elenco, anche Simone Narducci (difensore, nell’ultima stagione alla Valenzana) ha chiesto e ottenuto di allenarsi con il Santarcangelo in attesa di una nuova sistemazione. Infine, prenderà parte agli allenamenti anche Alessandro Rossi, attaccante classe 1989 di proprietà della Vis Pesaro (neopromossa in D) con alle spalle 5 stagioni nel settore giovanile della Juventus. Il campo dirà se il giovane rientrerà nei piani del tecnico gialloblù.






UFFICIALE: Santarcangelo, tre rinforzi dalla Serie A
27.07.2011 20:00 di Nicolò Schira articolo letto 1201 volte
Fonte: Ufficio Stampa Santarcangelo

© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
Il Santarcangelo di Romagna ha ufficializzato sul proprio sito ufficiale gli ingaggi del trequartista classe '92 Paolo Beatrizzotti in comproprietà dal Parma e dei due difensori classe '90, rispettivamente Kadir Caidi e Giacomo Bassoli, prelevati dal Bologna (il primo, ex-Valenzana, in comproprietà, il secondo a titolo definitivo).
enricoutv83
00Monday, August 22, 2011 1:05 PM
www.libertas.sm/cont/news/calcio-lega-pro-coppa-italia-santarcangelo-san-marino-0-1/4904...

Calcio, Lega Pro: Coppa Italia, Santarcangelo-San Marino 0-1 di Andrea Lattanzi

pubblicato lunedì 22 agosto 2011 alle 11:00 Stampa - Condividi:
Non inizia nel migliore dei modi il cammino del Santarcangelo in Coppa Italia Lega Pro.
I clementini hanno perso 1-0 in casa contro il San Marino.
Decisivo il gol di Pieri al 23’ della prima frazione di gioco: Schicchitano ha rubato palla a un avversario e ha verticalizzato per Pieri che ha infilato Nardi con un diagonale molto angolato.
Il gioco del Santarcangelo è molto fluido dato che i giocatori hanno fatto girare la palla spesso e velocemente ma gli è mancata la giusta cattiveria nell’area avversaria per fare almeno un gol.
Nell’altra partita del girone F il Perugia ha battuto 1-0 il Fano mentre il Bellaria era a riposo.
Classifica: Perugia 6, Bellaria e San Marino 3, Santarcangelo e Fano 0.
Prossime partite di mercoledì 24 agosto: alle 17 Fano-Santarcangelo, alle 20.30 Perugia-Bellaria, si riposa il San Marino.
enricoutv83
00Thursday, August 25, 2011 2:18 PM
www.altarimini.it/News39563-calcio-santarcangelo-pari-a-fano-per-la-coppa-it...

Calcio, Santarcangelo, pari a Fano per la Coppa Italia
Commenti: 0 Lascia un commento - 24 Agosto 2011 - 19:23 - Santarcangelo di RomagnaSport

Fano - Santarcangelo 1-1
Marcatori: 17° st Caidi (S), 27° st Tittarelli (F)

Fano (4-4-2): Beni; Misin, Settanni, Scrosta, Bartolucci; Raparo, Angelelli (30° st Puerini), Sassaroli, Raparo, Maiorano (15° st Tittarelli); Di Stefano (37° st Bartolini), Forabosco. All.: Gaudenzi, A disp.: Renga, Amaranti, Padovani, Carra. All.: Gaudenzi
Santarcangelo (4-3-2-1): Nardi; Bacchiocchi, Cola (1° st Gregorio), Caidi, Bassoli; Lodovisi, Schiavini (13° st Tonelli), Del Pivo (1° st Valente), Bezzi; Ferri, Beatrizzotti. All.: Angelini. A disp.: Andreani, Fabbri, Zavalloni, Gavoci. All.: Angelini

Arbitro: Albertini di Ascoli Piceno
NOTE: ammoniti Gregorio (S) e Forabosco (F), recuperi 0’pt e 3 st’; calci d’angolo 2-7, spettatori 250 circa

L’obiettivo era lasciare quota zero in classifica nel gruppo F della Coppa Italia Lega Pro. Santarcangelo e Fano hanno entrambe centrato l’obiettivo, peccato però che l’1-1 condanni sostanzialmente i marchigiani all’eliminazione e metta in salita la corsa qualificazione della squadra di Angelini con un punto in due gare.

Nel Santarcangelo si rivede Tonelli in distinta (panchina) mentre non si cambiano nemmeno Baldinini, Bazzi, Locatelli e Graziani. Stessa sorte per Casali per i noti problemi ad una caviglia. Angelini schiera i suoi con una sola punta di ruolo, Ferri, con Beatrizzotti incaricato di dargli assistenza e coadiuvato da Bezzi. Il Fano risponde con il più classico dei 4-4-2: Di Stefano e Forabosco sono gli attaccanti.

Dopo 2’ il primo lampo è un diagonale da sinistra di Di Stefano che manca il bersaglio. Poco dopo non va meglio a Forabosco (tentativo a giro, alto). La prima vera occasione gialloblù arriva al 19° con Bassoli, che sugli sviluppi di un calcio di punizione sulla trequarti è autore d i una spettacolare rovesciata ben neutralizzata da Beni. Al 29° Lodovisi parte dall’out di sinistra sulla trequarti e semina avversari fino a trovarsi davanti al portiere che gli respinge il rasoterra. Sul ribaltamento di fronte ancora Caidi mette una pezza dopo che un rimpallo con Nardi aveva spalancato la porta a Di Stefano. Il Santarcangelo spinge ancora e da un’incursione di Schiavini nasce un corner sul quale Caidi arriva a colpire senza fortuna. Al 34°, in piena area marchigiana, finta e assist a cinque stelle di Beatrizzotti per Ferri che libera il sinistro rasoterra: Beni c’è. Tre minuti più tardi Betarizzotti tocca corto un calcio di punizione con Schiavini che scarica il destro sopra la traversa. Al 43° i padroni di casa si riaffacciano in avanti con un’incursione di Forabosco che conclude a non più di dieci metri dalla porta, ma Nardi blocca comunque la sfera.

Dopo l’intervallo in campo si rivedono gli stessi protagonisti del primo tempo con le sole eccezioni di Gregorio e Valente (per Cola e Del Pivo ) nel Santarcangelo. Dopo 3° Lodovisi con un lob sopra l’ultimo difensore smarca Valente in area, il controllo è difficile e l’azione sfuma. Al 6° la migliore occasione dei padroni di casa non produce il vantaggio solo perché il colpo di testa di Di Stefano, su ottimo spunto di Misin, è poco convinto. Intanto Schiavini è costretto ad uscire per infortunio e Tonelli fa il suo esordio stagionale. Poco dopo è ancora Di Stefano a mancare il bersaglio con un diagonale da destra fuori bersaglio. Al 15° buon cross di Bacchi occhi da destra, Ferri stacca ma finisce a terra fra un paio di avversari. Per il direttore di gara è tutto regolare e il gioco prosegue. Lodovisi continua a puntare l’uomo sulla destra e a creare scompiglio nell’area marchigiana. Da un suo cross, sugli sviluppi di un angolo che lui stesso aveva procurato, arriva il vantaggio gialloblù con un colpo di testa del migliore in campo, Caidi. Dall’altra parte anche Nardi si iscrive alla ripresa deviando una conclusione di Forabosco. Al 25° Tonelli libera bene il sinistro all’interno dell’area di casa ma la battuta è difettosa e il pallone finisce a fondocampo. Dal possibile 0-2 all’1-1 il passo è breve e infatti il neo entrato Tittarelli ¬– col piattone all’altezza del dischetto su assist rasoterra di Forabosco da sinistra – supera l’incolpevole Nardi al 27°. Al 36° Tonelli e Beatrizzotti scambiano ripetutamente in zona centrale con il neo entrato che arriva alla battuta da fuori area: c’è solo la potenza. Il ping pong prosegue con Bartolucci che entra in area da sinistra e prova la conclusione mancina sul primo palo senza inquadrare la porta (42°). Sventato un allarme rissa da parte della terna arbitrale e della panchina del Santarcangelo, il Fano si presenta al recupero con Forabosco che si accentra da sinistra e tira alto per questione di centimetri.
ZakkTV
00Tuesday, August 30, 2011 9:49 AM
www.ilrestodelcarlino.it/rimini/sport/calcio/2011/08/29/570816-santarcangelo_punge...

Il Santarcangelo non sa pungere


COPPA ITALIA Gavoci si mangia il gol vittoria, il Bellaria si giocherà la qualificazione coi titani
Clicca due volte su qualsiasi
parola di questo articolo per
visualizzare una sua definizione
tratta dai dizionari Zanichelli

Santarcangelo, 29 agosto 2011 - IL PAREGGIO del “Mazzola” ha lasciato inalterate le possibilità di passaggio del turno al Bellaria e lasciato un po’ di amaro in bocca al Santarcangelo, leggi occasioni da gol sciupate: clamorosa quella capitata a Gavoci.
Primo tempo molto bloccato tatticamente, col Bellaria affidato all’estro di Turchetta e il Santarcangelo più manovriero, ma non sempre lucido. Al 14’ Turchetta pesca in verticale De Cenco che batte di prima intenzione, la palla sibila a pochi centimetri dal palo alla sinistra di Nardi. Al 22’ buon traversone di Baldinini da destra per la testa di Graziani; per Venturi tutto facile. Al 24’ altra bella idea di Turchetta per Sonzogni ma Baldinini chiude bene in angolo. Al 29’ è De Cenco ad incaricarsi di mettere un compagno di fronte a Nardi: Buda manca di un soffio l’aggancio. Al 43’ bella azione del Santarcangelo: Locatelli serve Graziani sul fondo, l’attaccante serve Zavalloni che batte di prima intenzione e la palla esce di pochi centimetri alla destra di Venturi.

LA PRIMA conclusione della ripresa è ancora di Turchetta, ma il suo diagonale da sinistra finisce alto. Al quarto d’ora Bazzi batte una punizione dalla sinistra, Graziani sfiora la palla e Venturi ha il riflesso giusto e devia in angolo. Al 21’ il Santarcangelo si costruisce la palla del possibile vantaggio: Graziani crossa da destra, la sfera finisce a Gavoci che controlla bene, ma da non più di cinque metri incredibilmente manca la porta. Nel finale la gara scade un po’ di tono. Mariani tenta la botta da fuori Nardi blocca la palla a terra. Al 29’ punizione di Bazzi che Gavoci devia di testa ma troppo centrale e Venturi para senza affanno. Al 42’ il Bellaria va in gol con De Cenco che corregge di testa alle spalle di Nardi, la bandierina alzata del guardalinee rende tutto inutile.

L’IMPRESSIONE lasciata dai gialloblù di casa è la stessa fornita sette giorni prima col San Marino: molto volume di gioco, ma per ora troppa imprecisione davanti alla porta avversaria. Il Bellaria ha cercato di controllare senza rischiare troppo; il pareggio come già detto stava bene ai biancoazzurri. Si conferma poi la solidità difensiva della squadra allenata da Nicola Campdelli, in particolare la coppia centrale formata da Bamonte e Fantini è parsa imbattibile sui palloni alti e molto forte sul piano atletico. Per il Santarcangelo ora rimane tutto il tempo per limare i particolari e presentarsi all’avvio del campionato nel modo migliore. Il Bellaria vede vicina la qualificazione sarà decisivo lo scontro col San Marino.

TABELLINO

SANTARCANGELO (4-4-2): Nardi; Fabbri, Cola, Caidi, Locatelli; Baldinini (31’st Bacchiocchi), Bazzi (45’st Bezzi), Zavalloni, Del Pivo (19’st Tonelli); Gavoci, Graziani a disp. Andreani, Bassoli, Valente, Ferri. All: Angelini
BELLARIA (4-3-3): Venturi; Luppi (18’st Fioretti), Fantini, Bamonte, Sonzogni; Forte, Mariani, Rolandone (12’st Briglia); Buda (26’st Scarponi), De Cenco, Turchetta a disp. Renna, Martinelli, Gabbianelli, De Luca, All. Campedelli.
Arbitro: Vallorani di Sanbenedetto Del Tronto.
Note - Spettatori 350 circa. Ammoniti: Rolandone, Del Pivo, Caidi, Luppi. Angoli 5 a 1.

DI Roberto Daltri
ZakkTV
00Monday, September 5, 2011 12:45 AM
www.altarimini.it

Calcio. Pro Patria-Santarcangelo 0-3 (0-2)

Calcio. Pro Patria-Santarcangelo 0-3 (0-2)

PRO PATRIA (4-3-1-2): Frasca; Gambaretti (34° st Artaria), Nossa, Polverini, Pantano; Siano (1° st Dalla Costa), Cortisi, Mora; Bruccini; Cozzolino, Serafini. A disp.: Andreoletti, Calandra, Botturi, Taino, Ghidoli. All.: Cusatis

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Fabbri, Cola (10° Bezzi), Gregorio, Locatelli; Baldinini, Obeng, Del Pivo; Bazzi; Ferri (15° st Tonelli), Graziani. A disp.: Andreani, Caidi, Bacchiocchi, Lodovisi, Gavoci. All.: Angelini

ARBITRO: Formato

MARCATORI: 27° Bezzi, 37° Ferri, 38° st Graziani

NOTE: ammoniti Fabbri (S) Gambaretti (P), espulso Cortesi per doppia ammonizione al22° st, calci d’angolo 5-5, recuperi 2’ pt e 2‘ st, spettatori 1000 circa

La prima del Santarcangelo in Lega Pro è bagnata, fortunata, vinta e meritata. Dopo una mezz’ora ricca di occasioni su entrambi i fronti, l’impianto di gioco gialloblù è valso una supremazia tradotta in gol da Bezzi (entrato dopo 10’ al posto dello stirato Cola) e Ferri. Quando poi i padroni di casa sono rimasti in inferiorità numerica i giochi si sono di fatto chiusi e il 3-0 di Graziani ha mandato i titoli di coda con largo anticipo.
Le formazioni si presentano al fischio d’inizio con moduli simili: sostanzialmente linee a quattro dietro, poi cerniera a tre in mezzo con un centrocampista in appoggio ai due attaccanti, Cozzolino-Serafini da una parte e Graziani-Ferri dall’altra. Nel centrocampo di Angelini c’è Obeng dall’inizio mentre Zavalloni è in tribuna per i postumi di un contrasto con Caidi nell’ultimo allenamento.
La prima occasione è per il Santarcangelo con una punizione di Graziani dai venti metri sulla quale serve il miglior Frasca per la deviazione in calcio d’angolo. Subito dopo risponde Serafini che spara sopra la traversa di Nardi.
Al 9° Cola contrasta Cozzolino in scivolata: l’ex Como riesce comunque a concludere ma Nardi para a terra. Il difensore gialloblù però resta giù e chiama l’intervento dello staff medico: il cambio è necessario ed entra Bezzi con Obeng che passa in difesa. Intanto la Pro Patria spinge e arriva al tiro prima con Mora e poi con Cozzolino, ma Nardi è sicuro nonostante il fondo reso viscido dalla pioggia. Al quarto d’ora Locatelli, tenuto in gioco da un centrale biancoblù, si presenta solo davanti a Frasca e da sinistra tenta la conclusione che il portiere devia in angolo. Al 18° Graziani scalda di nuovo il destro e su punizione ottiene un altro corner.
Al 22° anche i padroni di casa sprecano una ghiotta opportunità con Cozzolino, che in scivolata, sul dischetto, spedisce la palla sul fondo su splendido assist di Bruccini da destra. Quattro minuti più tardi ci vuole un intervento a quattro stelle di Nardi per deviare in angolo un destro di Cozzolino dal limite dell’area.
Poco dopo lo stadio si accende su un’uscita bassa e fuori tempo di Nardi: Cozzolino si lascia cadere e protesta, il direttore di gara non abbocca e dagli spalti partono insulti a raffica.
Dall’altra parte arriva il gol di Bezzi da fuori area, col destro: la palla scavalca l’incolpevole Frasca e finisce la sua corsa sotto la traversa. La reazione della Pro Patria produce un cross da destra sul quale Serafini, in scivolata, è in leggero ritardo (32°). Poco dopo anche Ferri si iscrive alla partita con un destro che Frasca devia in angolo tuffandosi sulla sinistra.
Al 35° Serafini non ci pensa su e dai 25 metri, avendo spazio davanti a sé, scarica un potente destro reso ancor più insidioso dall’erba bagnata: Nardi è impeccabile. Anche meglio di lui fa Ferri al 37°: controllo di testa a seguire, sportellate per proteggere il pallone e sinistro vincente sul primo palo per lo 0-2. La Pro Patria accusa il colpo e non riesce più a rendersi pericolosa prima del duplice fischio di Formato.

Dopo l’intervallo l’unica novità sul terreno di gioco è l’ingresso di Dalla Costa per Siano nella Pro Patria. All’8° un cross deviato di Baldinini mette in difficoltà Frasca nel duello aereo con Ferri, poi la difesa riesce a liberare. Ancora Ferri protagonista al 9°: progressione sulla sinistra e conclusione altrettanto forte ma frasca riesce a mettere fuori con la mano di richiamo. Al quarto d’ora il numero 9 gialloblù lascia il posto a Tonelli.
La Pro Patria si segnala per un colpo di testa di Mora su cross da destra di Dalla Costa: impatto potente ma invece di un tiro viene fuori una sorta di contro cross nella terra di nessuno. Poco dopo Della Costa è protagonista di una rovesciata con cui regala il pallone a Nardi (20°).
Al 22° la Pro Patria resta anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Cortesi che rimedia il secondo giallo falciando Graziani a metà campo. È il colpo di grazia alle ambizioni di rimonta dei locali che per 10’ subiscono il torello dei gialloblù senza riuscire a concludere quando la palla (raramente) è tra i loro piedi. Cusatis allora si gioca la carta Artaria per Gambaretti passando di fatto a tre dietro.
I ragazzi di Angelini tornano a farsi vedere in avanti al 37° con Baldinini ma il suo ingresso in area da destra produce un cross basso e poco preciso sul quale Frasca ha vita facile. È comunque il preludio al gol di Graziani che entra in area da sinistra e supera il portiere sul primo palo prima di correre ad abbracciare i compagni in panchina. Nel garbage time la Pro Patria produce un paio di conclusioni tanto imprecise quanto prive di convinzione.
Il Santarcangelo comincia quindi col piede giusto, ma all’orizzonte c’è già un avversario temibile, l’Alessandria neo retrocessa dalla giustizia sportiva.


www.santarcangelocalcio.it/view/prima-col-botto-bezzi-ferri-e-graziani-per-il-3-0-alla-Pr...

Prima col botto: Bezzi, Ferri e Graziani per il 3-0 alla Pro Patria

PRO PATRIA-SANTARCANGELO 0-3 (0-2)

PRO PATRIA (4-3-1-2): Frasca; Gambaretti (34° st Artaria), Nossa, Polverini, Pantano; Siano (1° st Dalla Costa), Cortisi, Mora; Bruccini; Cozzolino, Serafini. A disp.: Andreoletti, Calandra, Botturi, Taino, Ghidoli. All.: Cusatis

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Fabbri, Cola (10° Bezzi), Gregorio, Locatelli; Baldinini, Obeng, Del Pivo; Bazzi; Ferri (15° st Tonelli), Graziani. A disp.: Andreani, Caidi, Bacchiocchi, Lodovisi, Gavoci. All.: Angelini

ARBITRO: Formato

MARCATORI: 27° Bezzi, 37° Ferri, 38° st Graziani

NOTE: ammoniti Fabbri (S) Gambaretti (P), espulso Cortesi per doppia ammonizione al22° st, calci d’angolo 5-5, recuperi 2’ pt e 2‘ st, spettatori 1000 circa



La prima del Santarcangelo in Lega Pro è bagnata, fortunata, vinta e meritata. Dopo una mezz’ora ricca di occasioni su entrambi i fronti, l’impianto di gioco gialloblù è valso una supremazia tradotta in gol da Bezzi (entrato dopo 10’ al posto dello stirato Cola) e Ferri. Quando poi i padroni di casa sono rimasti in inferiorità numerica i giochi si sono di fatto chiusi e il 3-0 di Graziani ha mandato i titoli di coda con largo anticipo.

SCHIERAMENTI. Le formazioni si presentano al fischio d’inizio con moduli simili: sostanzialmente linee a quattro dietro, poi cerniera a tre in mezzo con un centrocampista in appoggio ai due attaccanti, Cozzolino-Serafini da una parte e Graziani-Ferri dall’altra. Nel centrocampo di Angelini c’è Obeng dall’inizio mentre Zavalloni è in tribuna per i postumi di un contrasto con Caidi nell’ultimo allenamento.

CRONACA. La prima occasione è per il Santarcangelo con una punizione di Graziani dai venti metri sulla quale serve il miglior Frasca per la deviazione in calcio d’angolo. Subito dopo risponde Serafini che spara sopra la traversa di Nardi.

Al 9° Cola contrasta Cozzolino in scivolata: l’ex Como riesce comunque a concludere ma Nardi para a terra. Il difensore gialloblù però resta giù e chiama l’intervento dello staff medico: il cambio è necessario ed entra Bezzi con Obeng che passa in difesa. Intanto la Pro Patria spinge e arriva al tiro prima con Mora e poi con Cozzolino, ma Nardi è sicuro nonostante il fondo reso viscido dalla pioggia. Al quarto d’ora Locatelli, tenuto in gioco da un centrale biancoblù, si presenta solo davanti a Frasca e da sinistra tenta la conclusione che il portiere devia in angolo. Al 18° Graziani scalda di nuovo il destro e su punizione ottiene un altro corner.

Al 22° anche i padroni di casa sprecano una ghiotta opportunità con Cozzolino, che in scivolata, sul dischetto, spedisce la palla sul fondo su splendido assist di Bruccini da destra. Quattro minuti più tardi ci vuole un intervento a quattro stelle di Nardi per deviare in angolo un destro di Cozzolino dal limite dell’area.

Poco dopo lo stadio si accende su un’uscita bassa e fuori tempo di Nardi: Cozzolino si lascia cadere e protesta, il direttore di gara non abbocca e dagli spalti partono insulti a raffica.

Dall’altra parte arriva il gol di Bezzi da fuori area, col destro: la palla scavalca l’incolpevole Frasca e finisce la sua corsa sotto la traversa. La reazione della Pro Patria produce un cross da destra sul quale Serafini, in scivolata, è in leggero ritardo (32°). Poco dopo anche Ferri si iscrive alla partita con un destro che Frasca devia in angolo tuffandosi sulla sinistra.

Al 35° Serafini non ci pensa su e dai 25 metri, avendo spazio davanti a sé, scarica un potente destro reso ancor più insidioso dall’erba bagnata: Nardi è impeccabile. Anche meglio di lui fa Ferri al 37°: controllo di testa a seguire, sportellate per proteggere il pallone e sinistro vincente sul primo palo per lo 0-2. La Pro Patria accusa il colpo e non riesce più a rendersi pericolosa prima del duplice fischio di Formato.

RIPRESA. Dopo l’intervallo l’unica novità sul terreno di gioco è l’ingresso di Dalla Costa per Siano nella Pro Patria. All’8° un cross deviato di Baldinini mette in difficoltà Frasca nel duello aereo con Ferri, poi la difesa riesce a liberare. Ancora Ferri protagonista al 9°: progressione sulla sinistra e conclusione altrettanto forte ma frasca riesce a mettere fuori con la mano di richiamo. Al quarto d’ora il numero 9 gialloblù lascia il posto a Tonelli.

La Pro Patria si segnala per un colpo di testa di Mora su cross da destra di Dalla Costa: impatto potente ma invece di un tiro viene fuori una sorta di contro cross nella terra di nessuno. Poco dopo Della Costa è protagonista di una rovesciata con cui regala il pallone a Nardi (20°).

Al 22° la Pro Patria resta anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Cortesi che rimedia il secondo giallo falciando Graziani a metà campo. È il colpo di grazia alle ambizioni di rimonta dei locali che per 10’ subiscono il torello dei gialloblù senza riuscire a concludere quando la palla (raramente) è tra i loro piedi. Cusatis allora si gioca la carta Artaria per Gambaretti passando di fatto a tre dietro.

I ragazzi di Angelini tornano a farsi vedere in avanti al 37° con Baldinini ma il suo ingresso in area da destra produce un cross basso e poco preciso sul quale Frasca ha vita facile. È comunque il preludio al gol di Graziani che entra in area da sinistra e supera il portiere sul primo palo prima di correre ad abbracciare i compagni in panchina. Nel garbage time la Pro Patria produce un paio di conclusioni tanto imprecise quanto prive di convinzione.

Il Santarcangelo comincia quindi col piede giusto, ma all’orizzonte c’è già un avversario temibile, l’Alessandria neo retrocessa dalla giustizia sportiva.
ZakkTV
00Monday, September 12, 2011 12:35 AM
www.tuttolegapro.com/?action=read&idnotizia=35173

RISULTATI E CLASSIFICHE

2^ Divisione, Alessandria corsara in Romagna

Santarcangelo-Alessandria 0-1


11.09.2011 22:00 di Fabrizio Pozzi articolo letto 249 volte

Fonte: Santarcangelo Calcio

Doveva essere il big match di giornata tra due delle protagoniste del primo turno, e in effetti la partita del Mazzola tra Santarcangelo e Alessandria è stata equilibrata, tra due formazioni che hanno prodotto una prestazione all’altezza puntando ciascuna sulle proprie peculiarità: esperienza per gli ospiti ed organizzazione per i padroni di casa.

Nel primo quarto d’ora il gioco è equilibrato e senza tiri in porta: il Santarcangelo regge ampiamente il confronto con i presunti ammazza campionato. Al 17°, Graziani, su cross di Bezzi da sinistra, firma un tiro/cross che è la principale emozione dei primi 20'. Passano 4’ e Baldinini, sugli sviluppi di un calcio d’angolo da destra, arriva alla conclusione dal limite dell’area, ma il tiro è rimpallato. C'è gloria anche per Fabbri, che si accentra da destra e arriva alla conclusione, purtroppo strozzata. L’occasione più importante però è la successiva, con Bezzi che calcia al volo su cross da destra di Baldinini. Ciancio però si mette provvidenzialmente fra il numero 8 e un gol che sembrava fatto (31°). L’Alessandria stenta in avanti e la prima occasione arriva solo al 37° con un colpo di testa di Fanucchi su cross da destra di Cuneaz: l’impatto è scarso e la palla sfila davanti alla porta di Nardi. Poco dopo il possente attaccante dell’Alessandria combina con Martini al limite dell'area e scarica un destro potentissimo che grazia il Santarcangelo mancando il bersaglio di un metro. Prima del duplice fischio di Bellotti ci prova anche Martini da fuori area: battuta in bello stile ma nessun problema per Nardi.

Per la seconda frazione si ripresentano sul campo gli stessi protagonisti dei primi 45’, mentre partono le operazioni di riscaldamento su entrambe le panchine. Dopo 8’ i cambi: Zavalloni rileva Ferri nel Santarcangelo mentre Artico prende il posto di Degano nell’Alessandria. Il veterano dei piemontesi si presenta con un tiro dai 20 metri che termina a lato della porta di Nardi (12°). Poi arriva una doppia fiammata del Santarcangelo (14°): prima Baldinini si invola sulla destra e appoggia per Graziani, che batte di prima con Viviani che si salva in tuffo, poi Bazzi crossa da destra ma Obeng non arriva a concludere per un soffio. Al 20° Zavalloni ha spazio davanti a sè e ci prova dai 25 metri, Servili doma il tiro in due tempi. A questo punto arriva l’inopinato vantaggio ospite con Martini, che fulmina Nardi su servizio in profondità di Artico. Angelini allora inserisce Scotto per Bezzi mentre Di Petrillo reagisce con Simeoni per Menassi . Il Santarcangelo non molla e con Zavalloni va vicinissimo al gol: destro ravvicinato sugli sviluppi di un calcio di punizione, Servili si salva in angolo. Il tecnico del Santarcangelo butta nella mischia anche Arrigoni in difesa avanzando Obeng a metà campo ma la mossa non produce risultati apprezzabili. La temperatura in campo sale e a farne le spese sono Scotto da una parte e Fanucchi dall’altra (ammoniti).Stessi protagonisti al 41°, quando l’ultimo acquisto del Santarcangelo si procura un calcio di rigore mentre l’attaccante ospite l’attaccante stesso Fanucchi protesta per il secondo giallo personale con annessa doccia anticipata. Graziani dal dischetto tira centrale e Servili respinge: è l’ultima emozione di un partita che lascia l’Alessandria in testaa punteggio pieno e il Santarcangelo con l’amaro in bocca in vista del derby di domenica prossima col Rimini al Romeo Neri.

Santarcangelo-Alessandria 0-1

Santarcangelo (4-3-1-2): Nardi; Fabbri, Obeng, Gregorio, Locatelli; Baldinini, Del Pivo, Bezzi (27° st Scotto); Bazzi (32°st Arrigoni); Ferri (8° st Zavalloni), Graziani. A disp.: Andreani, Bacchiocchi, Tonelli, Gavoci.All.: Angelini

Alessandria (4-4-2): Servili; Ciancio, Viviani, Cammaroto, Barbagli; Cuneaz, Segarelli (16° st Roselli), Menassi (27° st Simeoni), Degano (8° st Artico); Fanucchi, Martini. A disp.: De Marco, Miceli, Ghinassi, Pandiani. All.: Di Petrillo

Arbitro: Bellotti

Marcatori: 23° st Martini

Note: ammoniti Del Pivo (S), Locatelli (S), Menassi (A),Barbagli (A), Scotto (S); espulso Fanucchi per doppia ammonizione al 41° st; calci d’angolo 5-4, recuperi 2’ pt e 5’ st, spettatori 700 circa. Servili respinge un calcio di rigore di Graziani al 42° st
ZakkTV
00Monday, September 12, 2011 12:54 AM
enricoutv83
00Thursday, September 15, 2011 2:58 PM
da www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/2011/09/14/580691-derby_della_piadi...

Santarcangelo sfida la ‘grande’ Rimini

Il derby della piadina
Domenica al ‘Neri’ la prima, storica partita in C2. E’ quasi una stracittadina e non solo nel calcio



Rimini, 14 settembre 2011 - COSÌ vicini, così lontani... Domenica al ‘Neri’ il Rimini ospita il Santarcangelo, ed è un derby che ha un sapore tutto speciale. E non solo perché è la prima volta in assoluto che biancorossi e gialloblù si sfidano tra i professionisti. In gioco c’è molto, molto di più. C’è una rivalità storica, che va oltre i campi di calcio. I santarcangiolesi non si sono mai rassegnati al ruolo di ‘cugini di campagna’ affibbiato loro dai riminesi. I quali, dal canto loro, invidiano non poco i tanti personaggi che hanno dato e continuano a dare lustro al paese del Campanone. E poi ci sono quei riminesi, da Torre Pedrera a Santa Giustina che, stufi di essere poco considerati da palazzo Garampi, vorrebbero l’annessione a Santarcangelo.
E’ anche il derby del dialetto, e della tavola. Da un parte la cucina di mare di Rimini, quella piadina sottile che è pure un marchio registrato ed è considerata la migliore della Romagna. Dall’altra Santarcangelo, patria della cipolla e della salsiccia, delle tagliatelle, «mentre la piada — osserva Piero Meldini — è troppo alta per i palati riminesi: si vede che risente degli influssi cesenati». Tra Rimini e Santarcangelo c’è una distanza che a volte diventa abisso. Ci sono secoli di cronache lungo la via Emilia, da Ariminum ad Acerboli (nome dell’originario insediamento santarcangiolese). C’è una storia che va dall’arco d’Augusto, il gioiello della Rimini romana, all’arco di piazza Ganganelli, che fu eretto nel 1777 in onore di Papa Clemente XVI, il Pontefice a cui Santarcangelo ha dato i natali.
IN FONDO è anche un derby tra i sindaci che oggi governano le due città: Andrea Gnassi, primo cittadino di Rimini, e Mauro Morri, sindaco di Santarcangelo dal 2009. Praticamente coetanei, si conoscono da 25 anni e hanno fatto la stessa trafila nel partito. «Ci vedremo allo stadio domenica, io e Mauro. Io non mancherò di certo: ho l’abbonamento da quando ero ragazzino e ci giocavo, nel Rimini. Se Morri sarà con me, magari gli spiegherò cos’è il fuorigioco, visto che lui non ci ha mai giocato a pallone...», se la ride Gnassi. «Ci sarò, ci sarò — replica Morri — anche se sarò in curva. E spero, non me ne voglia Andrea, che vada come l’ultima volta». Ovvero 4 a 0 per il Santarcangelo... Se chiedi poi a due cosa invidiano l’uno dalla città dell’altro, Morri non ha dubbi: «C’è solo una cosa che noi santarcangiolesi non abbiamo rispetto ai riminesi: il mare... Ma ci stiamo attrezzando per averlo anche noi». «A me Santarcangelo piace, molto, per me è la Romagna — gli risponde pronto Gnassi — ma sto benissimo a Rimini. Ecco, invidio le tagliatelle di Zaghini: ma rimedieremo...».
enricoutv83
00Friday, September 23, 2011 1:03 PM
www.ilrestodelcarlino.it/rimini/sport/calcio/2011/09/18/583631-derby_santarcange...


Il derby al Santarcangelo, Rimini battuto 1-0
Al 'Neri' decide Gavoci
LEGA PRO Per i padroni di casa palo di Baldazzi



Rimini-Santarcangelo (Foto Pasquale Bove)
Rimini, 18 settembre 2011 - Va al Santarcangelo il derby di fuoco con il Rimini. Al 'Neri' decide un gol di Gavoci al 23' della prima frazione. Un minuto dopo il palo di Baldazzi.
IL TABELLINO
RIMINI: Scotti, Gasperoni (12' st Gerbino Polo), Vittori, Mastronicola, Rosini, Valeriani, Spighi, M. Brighi, Zanigni (29' st Monac), Baldazzi, Buonocunto (17' st Onescu). A disp.: Semprini, A. Brighi, Deluigi, Cardinale. All. D'Angelo.
SANTARCANGELO: Nardi, Fabbri, Locatelli, Obeng, Arrigoni, Gregorio, Baldinini, Del Pivo, Gavoci (29' st Lodovisi), Zavalloni, Graziani (42' st Ferri). A disp.: Bicchiarelli, Bacchiocchi, Caidi, Bezzi, Bazzi. All. Angelini.
ARBITRO: Melidori di Frattamaggiore.
RETE: 23' pt Gavoci.
AMMONITI: Mastronicola, Locatelli, Rosini, Valeriani, Onescu, Vittori, Arrigoni.
Risultati del Girone A (3/a giornata): Alessandria-Borgo a Buggiano 1-4 Bellaria-Casale 2-1 Cuneo-Sambonifacese 4-1 Lecco-Pro Patria 1-2 Mantova-Renate 1-0 Montichiari-Giacomense 1-2 Poggibonsi-V.Entella 2-0 Rimini-Santarcangelo 0-1 Savona-Valenzana 2-1 Treviso-San Marino 2-0
Classifica: Borgo a Buggiano, Giacomense e Treviso 7 punti; Santarcangelo, Bellaria e Casale 6; Mantova 5; Savona, Poggibonsi, Cuneo, Alessandria e Valenzana 4; Montichiari, Rimini e Virtus Entella 3; Pro Patria, Lecco, San Marino e Renate 1; Sambonifacese 0. Pro Patria penalizzata di 3 punti; Alessandria penalizzata di 2 punti; Savona penalizzato di 1 punto.
Prossimo turno (domenica 25 settembre): Borgo a Buggiano-Montichiari Casale-Lecco Giacomense-Savona Pro Patria-Cuneo Renate-Treviso Sambonifacese-Mantova San Marino-Bellaria Santarcangelo-Poggibonsi
V.Entella-Alessandria Valenzana-Rimini

enricoutv83
00Sunday, October 2, 2011 11:54 AM
www.altarimini.it/News40508-calcio-pareggio-per-il-santarcangelo-0-0-a-cesena-col-bell...

Calcio: pareggio per il Santarcangelo: 0-0 a Cesena col Bellaria

Commenti: 0 Lascia un commento - 28 Settembre 2011 - 22:45 - CesenaSport

Il derby tra Bellaria e Santarcangelo sul sintetico del Dino Manuzzi di Cesena ha avuto solo la cornice da Serie A. Le due formazioni infatti sono rimaste sotto l’abituale standard in termini di manovra e produzione offensiva, tanto che le dita di un mano basterebbero per una succinta quanto esauriente cronaca del match.
SCHIERAMENTI. Campedelli schiera i suoi con il 4-4-2 affidandosi in avanti a De Cenco supportato dal talento di Turchetta. Angelini invece inserisce nell’undici titolare Bacchiocchi (esterno destro basso), Lodovisi (rifinitore) e Scotto (unica punta) all’interno di un 4-2-3-1 che già nella prima frazione vira sul 4-3-1-2 con Bacchiocchi e Baldinini che si scambiano il ruolo: il numero 2 affianca Obenge Bazzi in mezzo al campo mentre il capitano torna terzino per una sera.
CRONACA. Il primo tentativo dell’incontro arriva al 6° con Rolandone, ma il suo destro è davvero fuori misura. Il Santarcangelo risponde subito con un’incursione di Bacchiocchi sul quale hanno la meglio Venturi e il manto sintetico che accelera la corsa del pallone (7°). Al 17° De Cenco è protagonista di una buona progressione ma giunto in area cade in tentazione al primo contatto: per l’arbitro non c’è nulla. Al 25° Sonzogni prova a ridestare il pubblico ormai intorpidito ma sulla sua punizione la sveglia non suona. Dopo un altro contatto in area tra Locatelli e Buda in proiezione offensiva, il campanello suona invece fortissimo al 28°, quando Forte dai 20 metri scaglia un bolide sul quale Nardi interviene da par suo. Il Santarcangelo si vede solo con un tentativo di Obeng dalla distanza contenuto a stento dalla rete alle spalle della porta di Venturi (31°). Al 35° Scotto, su cross al bacio di Bazzi da sinistra, si divora il vantaggio mancando la porta da pochi passi. Al 38° ci prova anche Turchetta con uno pregevole spunto ma una volta in area il suo tentativo si infrange sul muro umano dei gialloblù. Poco dopo arriva anche il turno di Mariani, ma nella battuta dell’11 biancazzurro non c’è sufficiente precisione.
RIPRESA. Dopo l’intervallo i protagonisti in campo sono gli stessi che avevano concluso la prima frazione. Al 2° su un cross di Lodovisi da destra, Bazzi – arrembante sul secondo palo - non riesce a sfruttare l’occasione da posizione decisamente decentrata. Dopo 10’ Angelini prova a cambiare le carte in tavola inserendo Tonelli come trequartista per Lodovisi. Il Bellaria si segnala al 14° per un destro dai 20 metri di Turchetta che però si trasforma in n assist per Nardi che raccoglie facilmente. Dopo 5’ anche Campedelli cambia: Briglia per Rolandone, poi tocca di nuovo ad Angelini con Gavoci per Scotto. Il bomber albanese entra subito nel vivo del match ma si presenta subito con una battuta imprecisa (24°). Passano appena 2’ e Gavoci combina con Graziani sul cui cross da destra il più lesto di tutti è Venturi. Dall’altra parte il più intraprendente è sempre Turchetta ma per impensierire Nardi servirebbe qualcosa in più. Scarponi rileva Morena e un attimo dopo De Cenco è pericolosissimo: ottima la giocata per liberarsi e concludere ma la battuta non inquadra il bersaglio (30°). Intanto la partita a scacchi prosegue con Bezzi per Bazzi nel Santarcangelo. Al 37°, sugli sviluppi di un cross da destra, De Cenco protesta per un contatto in area ma ancora una volta il direttore di gara invita il brasiliano ad alzarsi. Al 40° prima Gavoci rifiuta il tiro, poi, sugli sviluppi dell’azione, Bezzi calcia in diagonale ma Venturi gli nega il gol. L’ultimo cambio tocca a Campedelli con Fioretti per De Cenco. L’ultima emozione, al 48°, arriva da Gavoci che da destra cerca Tonelli con un rasoterra sul quale Fantini mette una pezza regalando un brivido a compagni e tifosi. Passano ancora 120” e Todaro sancisce il definitivo 0-0 al termine di un incontro al di sotto delle attese.

Tabellino:

BELLARIA (4-4-2): Venturi; Buda, Fantini, Bamonte, Sonzogni; Morena (20° st Scarponi), Forte, Rolandone (20° st Briglia), Mariani; Turchetta, De Cenco (42° st Fioretti). A disp.: Renna, Martinelli, Brigilia, Luppi, Alberani. All.: Campedelli

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Baldinini, Arrigoni, Gregorio, Locatelli; Bacchiocchi, Obeng, Bazzi (30° st Bezzi)); Lodovisi (10° st Tonelli); Graziani, Scotto (23° Gavoci). A disp.: Bicchiarelli, Fabbri, Caidi, Del Pivo. All.: Angelini

ARBITRO: Todaro
NOTE: ammoniti Bazzi (S), De Cenco (B) e Baldinini (S); calci d’angolo 4-1; recuperi 2’ pt e 5‘ st; spettatori 600 circa.
enricoutv83
00Friday, October 7, 2011 1:20 PM
www.altarimini.it/News40592-calcio-diretta-testuale-di-santarcangelo-re...

Calcio: Santarcangelo - Renate 3-1
Commenti: 0 Lascia un commento - 02 Ottobre 2011 - 16:33 - Santarcangelo di RomagnaSport

SANTARCANGELO – RENATE : 3-1
IL TABELLINO DEL MATCH:
SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi 5.5; Fabbri 6.5, Locatelli 6, Arrigoni 6, Gregorio 6.5;Schiavini 6.5 (60'Baldinini 6.5), Del Pivo 6, Obeng 6.5; Tonelli 6 (83'Bachiocchi s.v); Graziani 7.5, Scotto 6.5. A disp.: Biccharelli, Bazzi, Bezzi, Gavoci, Ferri. All.: Angelini
RENATE (4-3-1-2): Pisseri 6; Adobai 6 (79' Valerio s.v), Bergamini 6, Gavazzi 6, Cavalli 6; Mastrototaro 5.5, Cortinovis 6.5, Gualdi 6 (63'Mazzini 5); Battaglino 6.5; Gaeta 6, Ghezzi 5.5 (70'Cerea 5.5). A disp.: Lenzi,Ferrari,Morotti, Carminati. All.: Magoni
Arbitro: Andrea Morreale della sezione di Roma 1.
Assistenti: Marco Basile di Genova e Ilie Rizzato di Rovigo.
Marcatori: 61' Graziani(S), 68' Battaglino (R), 78' Baldinini (S), 94' Graziani (S)
Ammoniti: Locatelli e Obeng (S), Cortinovis (R)
Espulsi: NESSUNO
Note: spettatori circa 600.
Recupero: 2'p.t; 5' s.t
Diretta web: Il Santarcangelo parte subito forte conquistando due calci d'angolo. Al minuto 2' Schiavini prova la conclusione dalla distanza con Pisseri che blocca senza problemi. Al 9' il Santarcangelo si rende nuovamente pericoloso con un tiro cross di Graziani, sventato dal portieri Pisseri. Scotto da due passi non aggancia. Al 15' Tonelli dopo un'azione partita da Graziani, arriva alla conclusione, ma la sfera termina alta.Il Renate risponde con un tiro cross di Gaeta al minuto 26' ma la palla si spegne sul fondo.Al 30' un tiro completamente sbagliato di Schiavini, diventa un assist per Locatelli che conclude debolmente tra le braccia del portiere ospite. Al 36' Schiavini arriva al tiro ma la sua conclusione è lenta e centrale. Il primo tempo finisce sullo zero a zero.
Inizio ripresa:
Al minuto 2' clamorso palo di Schiavini. Quest'ultimo dal lato destro dell'area di rigore lascia partire un destro che si spegne sul montante alla destra del portiere Pisseri. Al minuto 10' ancora un'occasione per il Santarcangelo con Locatelli che dal limite dell'area spara alle stelle. Al minuto 13' traversa anche per il Renate. Su punizione di Battaglino, Cortinovis di testa mette al centro dell'area dove Ghetti arriva sempre di testa centrando in pieno la traversa. Al 15' il Santarcangelo passa in vantaggio. Graziani servito in area di rigore, da due passi non può far altro che trafiggere l'incolpevole Pisseri.
Il Renate sette minuti dopo giunge al pareggio. Direttamente su punizione è Battaglino a trovare l'angolo giusto alla destra del portiere Nardi. Il Santarcangelo al 75' colpisce un'altra traversa clamorosa con l'attaccante Scotto. Quest'ultimo si libera in area di rigore e lascia partire da distanza ravvicinata un sinistro che si stampa sulla traversa. Baldinini al 78' trova l'angolo giusto in piena area di rigore portando nuovamente il Santarcangelo in vantaggio. Al 94' Graziani in contropiede sigilla il tre ad uno definitivo. Azione fotocopia del primo goal, con Scotto che arriva alla conclcusione e con Pisseri che ribatte sui piedi di Graziani che da due passi fa tre ad uno.

Ascolta l'intervista al tecnico del Santarcangelo Giuseppe Angelini, al tenico del Renate Oscar Magoni e al direttore generale del Renate, Massimo Crippa.
ZakkTV
00Tuesday, October 11, 2011 12:17 AM
www.newsrimini.it/news/2011/ottobre/09/santarcangelo/calcio._valenzana-santarcangelo_...

Calcio. Valenzana-Santarcangelo 2-4


All'8' Franciosi porta in vantaggio i padroni di casa. Al 16' Scotto pareggia su rigore. Al 41' Tonelli completa il ribaltone. All'8' della ripresa Graziani sigla il terzo gol gialloblù. Al 29' Capellini accorcia le distanze. Al 31' Tonelli su rigore completa la doppietta personale. Finisce 4-2 per il Santarcangelo. Quinto K.O. di fila per i piemontesi.

SANTARCANGELO | 09 ottobre 2011

IL TABELLINO

VALENZANA-SANTARCANGELO 2-4 (1-2)

VALENZANA (4-4-2): Serena (14° st Stillo); Lorusso, Righini, Serao, Blondett; Berselli, Montanari (1° st Capellini), Chiazzolino, Enrico (1° st Prandi); Franciosi, Miracoli. A disp.: Manfredi, Crescente, Pagan, Alteri. All.: Rossi.

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Locatelli, Arrigoni, Gregorio, Fabbri; Schiavini, Obeng (25° st Bazzi), Del Pivo; Tonelli; Scotto (21° st Ferri), Graziani (35° st Gavoci). A disp.: Bicchiarelli, Bacchiocchi, Caidi, Bezzi. All.: Angelini.

ARBITRO: Bellotti.

MARCATORI: 8° Franciosi (V), 16° rig. Scotto (S), 41° e 31° st rig. Tonelli (S) , 8° st Graziani (S), 29° st Capellini (V).

NOTE: ammoniti Berselli (V), espulsi Lorusso (V) al 30° st per doppi ammonizone, Serao (V) e Rossi (allenatore V) al 90° per proteste, recuperi 0’ pt e ’ st, calci d’angolo 2-2, spettatori 300 circa.

Il Santarcangelo da trasferta si conferma una macchina perfetta: terzo successo in quattro uscite nonostante i primi gol subiti lontano dal Mazzola e una classifica a dir poco rigogliosa - si legge in una nota della società gialloblù -. A Valenza i gialloblù hanno dato un altro colpetto alla traballante panchina del loro ex allenatore Roberto Rossi, giunto al quinto ko consecutivo. Le buone notizie per Angelini arrivano soprattutto dal reparto avanzato: col rigore di ieri anche Scotto si è Sbloccato e ora, dopo sette giornate, tutti gli attaccanti in rosa hanno già lasciato il segno: Graziani frequenta i piani alti della classifica marcatori a quota cinque mentre alle sue spalle, sia in campo che in graduatoria, Tonelli si segnala quota tre.

SCHIERAMENTI. Rossi, con la panchina scricchiolante dopo quattro sconfitte consecutive, si affida al 4-4-2 con Franciosi e Miracoli in avanti. Angelini invece conferma sostanzialmente la formazione vittoriosa domenica scorsa contro il Renate, 4-3-1-2 con l’unica eccezione di Locatelli squalificato e sostituito da Baldinini (a destra con conseguente dirottamento di fabbri a sinistra).

CRONACA. Il Santarcangelo si fa preferire nelle prime battute e così il primo tentativo del pomeriggio è di marca gialloblù: il tiro di Tonelli però viene smorzato dalla difesa e Serena può raccogliere. La Valenzana risponde a tono con una conclusione da fuori area di Chiazzolino che non crea troppi problemi a Nardi. All’8° il Santarcangelo ci riprova: cross di Scotto da sinistra, Schiavini di testa anticipa Serena ma non inquadra il bersaglio.
Sul rovesciamento di fronte la Valenzana passa: Franciosi combina con Chiazzolino e una volta in area batte Nardi con un diagonale mancino rasoterra. Al quarto d’ora il Santarcangelo beneficia di un calcio di rigore per atterramento di Del Pivo trattenuto in area da Berselli: scavetto di Scotto, portiere spiazzato e 1-1. Passano 5’ e la Valenzana si rivede con un calcio di punizione di Righini bloccato dal numero uno gialloblù. Subito dopo Serao sbroglia la matassa chiudendo su Del Pivo all’interno dell’area piccola. Prima dell’intervallo il Santarcangelo, che fin dall’inizio sembrava a vere qualcosa in più, trova il vantaggio con Tonelli: il numero 10 tocca per ultimo sugli sviluppi di uno spunto di Graziani, ben lanciato in profondità dopo una combinazione palla a terra del centrocampo di Angelini

RIPRESA. Ad inizio ripresa mister Rossi inserisce Prandi e Capellini per cercare di dare maggiore spinta alla manovra. Al 4° Nardi rischia la ‘fotografia’ da calciobalilla rinviando addosso a Miracoli ma la palla termina fuori. La Valenzana insiste nella ricerca del pareggio ma la conclusione di Franciosi al 9°, malamente ciccata al limite dell’area, sembra annunciare un esito differente. Puntuale arriva allora la terza rete del Santarcangelo con Graziani (ora a quota 5): su cross di Tonelli da sinistra, il capocannoniere gialloblù lascia impietrito Serena con un’acrobazia da circoletto rosso. Il portiere della Valenzana poco dopo è costretto ad abbandonare il campo per infortunio: al suo posto Stillo. Dopo 21’ Angelini richiama Scotto per Ferri alzando il tonnellaggio del reparto offensivo. Il centravanti, appena entrato, calcia fuori da posizione defilata sugli sviluppi di un tiro di Tonelli respinto da Stillo. Angelini poi richiama anche Obeng lasciando il ponte di comando a Bazzi per gli ultimi 20’ più recupero. Al 29° i padroni di casa riescono a riaprire la partita: su un’esitazione dei centrali gialloblù infatti Capellini, con un rasoterra dal cuore dell’area, mette il pallone alle spalle di Nardi, gettando le basi per un finale all’arma bianca. La parola fine sulla partita arriva invece al 30°: nuovo rigore per il Santarcangelo, Lorusso espulso per doppia ammonizione e 2-4 a firma Tonelli nonostante l’intuizione di Stillo. Nel finale anche Graziani lascia il campo a Gavoci, varando di fatto un reparto offensivo da 59 anni in tre. Proprio al 90° Rossi anticipa la sua uscita di scena: rosso per proteste a cui fa seguito quello di Serao per lo stesso motivo.
ZakkTV
00Tuesday, October 18, 2011 12:54 PM
www.squadramia.it/webapp/posts/view/tris-santarcangelo-decide-obe...

Tris Santarcangelo: decide Obeng

SANTARCANGELO-MONTICHIARI 3-2 (2-1)

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Fabbri, Arrigoni, Gregorio (23° st Zavalloni), Locatelli; Baldinini (38° st Schiavini), Obeng, Del Pivo; Tonelli; Graziani (28° st Gavoci), Scotto. A disp.: Bicchiarelli, Bacchiocchi, Bazzi, Ferri. All.: Angelini

MONTICHIARI (4-3-3): Gambardella; Galeone (38° st Severgnini), Verdi, Antoniacci, Filippini; Filicotto, Del Padrone, Ruta; Florian, Dimas (40° Mastroianni), Murano. A disp.: Polizzi, Pedon, Sogliuzzo, Saleri, Talato. All.: Ottoni

ARBITRO: Ferrari (Mestre)

MARCATORI: 28° Scotto (S), 31° Graziani (S), 39° rig Florian (M), 23° st Filiciotto (M), 35° st Obeng (S)

NOTE: ammoniti Arrigoni (S) Gregorio (S), Graziani (S), Del Pivo (S), Del Padrone (M) Saleri (M), recuperi 1’ pt e 4‘ st, calci d’angolo 12-3, spettatori 400 circa.



Il Santarcangelo batte anche il Montichiari, centra il terzo successo consecutivo e guarda la classifica con sempre crescente consapevolezza del proprio valore. Anche oggi però c’è stato da soffrire: avanti di due gol, infatti, i giocatori di Angelini si sono fatti agguantare con due calci piazzati (un rigore e una punizione) prima di ritrovare i tre punti, paradossalmente in contropiede .

SCHIERAMENTI. Ottoni, senza Muchetti, schiera i suoi con Gambardella in porta per Polizzi all’interno di un inedito 4-3-3 nel quale Dimas parte da destra con Murano centravanti e Florian a sinistra . L’ex compagno di squadra ai tempi del Padova Angelini risponde con il suo solito 4-3-1-2: il trequartista è Tonelli, le punte Graziani e Scotto.

CRONACA . Nei primi 10’ i portieri rimangono sostanzialmente inoperosi con la sola eccezione di un facile anticipo di Gambardella su Scotto. La sveglia suona al 13° , caricata proprio da Scotto: l’attaccante gialloblù scappa sulla sinistra, supera Galeone e si accentra, dal vertice dell’area lascia partire un destro a giro sul secondo palo che viene deviato in angolo dalla difesa ospite. Il monologo gialloblù prosegue e al 19° tocca a Graziani provare la battuta: finta di Toneli a liberare l’ex Feralpi che però spara alto. Al 22° il Santarcangelo colleziona il suo quinto corner, lo batte Tonelli per Arrigoni: colpo di testa deviato in angolo da Gambardella. Tonelli si sposta allora sull’altra bandierina e rimette al centro: questa volta è Graziani a incornare: la palla esce di un soffio. Al 26° Arrigoni rimedia il giallo in un corpo a corpo con Murano. Proprio il numero 9 iscrive i suoi alla partita conquistando il primo corner ospite, ma la battuta di Dimas è troppo lunga e si perde dall’altra parte. Il gol del Santarcangelo è nell’aria e al 28° si materializza con un tiro di Scotto: la palla, rasoterra, passa tra una selva di gambe e supera Gambardella. Passano appena 3’ e Graziani gioca al gatto col topo col portiere ospite: rinvio corto del portiere, l’attaccante respinge col petto superando la linea dei difensori, poi anticipa l’estremo rossoblù e deposita in rete il 2-0. La furia dei padroni di casa non si placa nemmeno dopo la seconda rete e così al 36° arriva anche il tentativo di Tonelli dal limite dell’area: il mancino di Fano però non inquadra il bersaglio su servizio di Graziani. ‘Gol sbagliato, gol subito’ - recita un vecchio adagio del calcio, e l’ennesima dimostrazione arriva proprio allo stadio Mazzola: Gregorio stende Dimas rimediando il giallo, Florian dal dischetto segna il suo primo gol stagionale calciando di potenza. Sul contatto del penalty il brasiliano si infortuna (spalla destra lussata) ed è costretto a lasciare il posto a Mastroianni.

RIPRESA. Dopo l’intervallo i protagonisti sono gli stessi che avevano concluso la prima frazione e il pallino del gioco resta in mano ai padroni di casa. Al 6° Gambardella è sveglio e anticipa Graziani servito da Scotto. Pochi secondi più tardi l’ex Feralpi ci riprova senza fortuna: palla sul fondo. Al 20°, per cercare di invertire l’inerzia della gara, Ottoni si gioca anche la carta Saleri per Ruta. Al 22° il gol che non ti aspetti: fallo di Obeng a 20 metri dalla porta di casa, sul pallone si presenta Filiciotto che conclude a giro, Nardi vola ma il contatto con la palla è infelice: 2-2. Angelini risponde con Zavalloni per Gregorio, arretrando Obeng in difesa. Poco prima della mezz’ora il tecnico del Santarcangelo inserisce anche Gavoci per Graziani. Il nuovo entrato al 32° si trova sulla fronte il match point, ma lo fallisce mancando sostanzialmente l’impatto e consentendo a Gambardella di raccogliere il pallone. Il 3-2 gialloblù arriva comunque al 35° su un contropiede ben gestito da Tonelli: palla a Baldinini sulla destra, cross del capitano e poderosa incornata di Obeng. Le ultime frecce a disposizione dei due tecnici sono Schiavini per Baldinini da una parte e Severgnini per Galeone dall’altra, ma non hanno l’occasione per pungere. In pieno recupero Murano ci prova dalla distanza ma Nardi gli nega la gioia del pareggio, poi Gavoci si divora il quarto gol: al Mazzola finisce allora 3-2 con all’orizzonte tre gare in sette giorni (Entella in casa, Cuneo fuori e Giacomense ancora al Mazzola).




ZakkTV
00Monday, October 24, 2011 7:11 PM
www.altarimini.it/News41144-calcio-seconda-divisione-santarcangelo-virtus-entella-...

Calcio, seconda divisione: Santarcangelo Virtus Entella 1-0


Commenti: 0 Lascia un commento - 23 Ottobre 2011 - 18:17 -
Calcio, seconda divisione: Santarcangelo Virtus Entella 1-0

Dopo un paio di esibizioni abbaglianti il Santarcangelo abbassa il voltaggio ma continua a vincere. Decide un difensore, Fabbri, alla mezzora della ripresa al termine di una sfida controllata sul piano del gioco ma meno effervescente del solito. Adesso la classifica è a dir poco lusinghiera per i ragazzi di Angelini, terzi in solitario con all’orizzonte la doppia sfida che completerà la settimana: mercoledì a Cuneo e domenica prossima di nuovo al Mazzola con la Giacomense.
Angelini si affida alle certezze, sia per quanto riguarda il modulo che gli interpreti: ecco allora il solito 4-3-1-2 con Obeng diga in mezzo al campo e Tonelli alle spalle della coppia Graziani-Scotto. Prina risponde con il 4-4-2: gli avanti sono Lazzaro e lo spauracchio Rosso (4 gol).

I primi a farsi vedere sono gli ospiti: al 5° cross di Ciarcià da sinistra con la palla che supera Nardi: a Rosso però non riesce la deviazione vincente sul secondo palo.
All’8° il Santarcangelo risponde con Scotto, ma il suo colpo di testa su cross di Locatelli non inquadra il bersaglio. Pochi secondi dopo è Obeng a cercare gloria dal limite dell’area, ma nel suo tentativo c’è da apprezzare soltanto la potenza. All’interno della supremazia territoriale dei gialloblù arriva poi un lampo biancazzurro con Ciarcià, che al 22° si aggiudica un rimpallo con Fabbri prima di mettere in difficoltà Nardi da posizione decentrata. Il portiere raccoglie in due tempi.
Poco dopo la mezzora Nardi para prima una sventola da fuori area di Ciarcià, quindi il tap in di Rosso incassando gli applausi convinti del Mazzola. Dall’altra parte, al 39°, Locatelli si accentra e prova la battuta col sinistro: la palla però supera la traversa di Paroni. Prima dell’intervallo c’è ancora tempo per un tentativo di Lazzaro che strozza un sinistro scoccato dall’interno dell’area gialloblù.

Dopo l’intervallo il gioco riprende con gli stessi protagonisti del primo tempo. Passano 5’ e Angelini fa alzare dalla panchina Gavoci, Bacchiocchi e Zavalloni. Per assistere ad un’azione degna di nota ci vuole un quarto d’ora: al 16° infatti Baldinini crossa da destra, la difesa dell’Entella se la cava deviando sul secondo palo con Falcier che anticipa anche Paroni. Il primo cambio lo firma Prina con Lenzoni per Rosso dopo 20’ della ripresa. Passnao 120” e Angelini risponde con Zavalloni per Tonelli. Al 24° i gialloblù si fanno di nuovo vivi in area biancazzurra con Graziani, che prova la consueta rovesciata, stavolta senza rispolverare i fasti di Valenza. Trascorrrono alti 3’ e Locatelli rimette al centro di testa un cross da destra di Baldinini: Scotto cerca il gol da distanza ravvicinata ma la difesa ospite ha la meglio. Nell’Entella entra anche Staiti anche per Ciarcià, poi il Santarcangelo cheide un calcio di rigore per un contatto fra Zavalloni e il portiere ospite Paroni: per il direttore di gara è tutto regolare. Il gol arriva comunque, con Fabbri, a coronamento di un’azione tambureggiante del Santarcangelo con la palla che si sposta da sinistra a destra. Sull’ultimo tocco di Baldinini, il numero 2 scarica il destro verso la porta di Paroni che non ha scampo: 1-0. Dopo il gol, Angelini toglie anche Graziani inserendo Schiavini per blindare il vantaggio. L’Entella non riesce più a rendersi pericolosa ma il tasso nervoso della partita cresce man mano che il triplice fischio si avvicina. I liguri rubano metri ad ogni fischio, Scotto protesta, Pezzuto lo ammonisce, Angelini dice la sua e rimedia il rosso per proteste. È l’ultima emozione, il Santarcangelo porta a casa i tre punti anche senza innestare le marce alte.


www.newsrimini.it/news/2011/ottobre/23/santarcangelo/calcio._santarcangelo-virtus_entella_...

Calcio. Santarcangelo-Virtus Entella 1-0

Decide la rete di Fabbri al 77'. Per i ragazzi di Angelini è la quarta vittoria di fila.

SANTARCANGELO | 23 ottobre 2011

IL TABELLINO

SANTARCANGELO-VIRTUS ENTELLA 1-0 (0-0)

SANTARCANGELO (4-3-1-2):Nardi; Fabbri, Arrigoni, Gregorio (47° st Bacchiocchi), Locatelli; Baldinini, Obeng, Del Pivo; Tonelli (22° st Zavalloni); Scotto, Graziani (36° st Schiavini). A disp.: Bicchiarelli, Bazzi, Gavoci, Ferri. All.: Angelini.

VIRTUS ENTELLA (4-4-2): Paroni; Falcier, Villagatti, Bertoli, Talignani (36° st Serlini); Ciarcià (29° st Staiti), Hamlili, Musso, Volpe; Rosso (20° st Lenzoni), Lazzaro. A disp.: Otranto, Zampano, Russo, Favret. All.: Prina.

ARBITRO: Pezzuto.

MARCATORI: 31° st Fabbri.

NOTE: ammoniti Rosso (E)e Musso (E), Scotto (S); espulso Angelini (allenatore del Santarcangelo) al 44° st per proteste; recuperi 0’pt e 4’ st , calci d’angolo 6-2, spettatori 400 circa.

CRONACA E COMMENTO
Dopo un paio di esibizioni abbaglianti il Santarcangelo abbassa il voltaggio ma continua a vincere. Decide un difensore, Fabbri, alla mezzora della ripresa al termine di una sfida controllata sul piano del gioco ma meno effervescente del solito - si legge in una nota della società gialloblù -. Adesso la classifica è a dir poco lusinghiera per i ragazzi di Angelini, terzi in solitario con all’orizzonte la doppia sfida che completerà la settimana: mercoledì a Cuneo e domenica prossima di nuovo al Mazzola con la Giacomense.

SCHIERAMENTI. Angelini si affida alle certezze, sia per quanto riguarda il modulo che gli interpreti: ecco allora il solito 4-3-1-2 con Obeng diga in mezzo al campo e Tonelli alle spalle della coppia Graziani-Scotto. Prina risponde con il 4-4-2: gli avanti sono Lazzaro e lo spauracchio Rosso (4 gol).

CRONACA. I primi a farsi vedere sono gli ospiti: al 5° cross di Ciarcià da sinistra con la palla che supera Nardi: a Rosso però non riesce la deviazione vincente sul secondo palo.
All’8° il Santarcangelo risponde con Scotto, ma il suo colpo di testa su cross di Locatelli non inquadra il bersaglio. Pochi secondi dopo è Obeng a cercare gloria dal limite dell’area, ma nel suo tentativo c’è da apprezzare soltanto la potenza. All’interno della supremazia territoriale dei gialloblù arriva poi un lampo biancazzurro con Ciarcià, che al 22° si aggiudica un rimpallo con Fabbri prima di mettere in difficoltà Nardi da posizione decentrata. Il portiere raccoglie in due tempi.
Poco dopo la mezzora Nardi para prima una sventola da fuori area di Ciarcià, quindi il tap in di Rosso incassando gli applausi convinti del Mazzola. Dall’altra parte, al 39°, Locatelli si accentra e prova la battuta col sinistro: la palla però supera la traversa di Paroni. Prima dell’intervallo c’è ancora tempo per un tentativo di Lazzaro che strozza un sinistro scoccato dall’interno dell’area gialloblù.

RIPRESA. Dopo l’intervallo il gioco riprende con gli stessi protagonisti del primo tempo. Passano 5’ e Angelini fa alzare dalla panchina Gavoci, Bacchiocchi e Zavalloni. Per assistere ad un’azione degna di nota ci vuole un quarto d’ora: al 16° infatti Baldinini crossa da destra, la difesa dell’Entella se la cava deviando sul secondo palo con Falcier che anticipa anche Paroni. Il primo cambio lo firma Prina con Lenzoni per Rosso dopo 20’ della ripresa. Passnao 120” e Angelini risponde con Zavalloni per Tonelli. Al 24° i gialloblù si fanno di nuovo vivi in area biancazzurra con Graziani, che prova la consueta rovesciata, stavolta senza rispolverare i fasti di Valenza. Trascorrrono alti 3’ e Locatelli rimette al centro di testa un cross da destra di Baldinini: Scotto cerca il gol da distanza ravvicinata ma la difesa ospite ha la meglio. Nell’Entella entra anche Staiti anche per Ciarcià, poi il Santarcangelo cheide un calcio di rigore per un contatto fra Zavalloni e il portiere ospite Paroni: per il direttore di gara è tutto regolare. Il gol arriva comunque, con Fabbri, a coronamento di un’azione tambureggiante del Santarcangelo con la palla che si sposta da sinistra a destra. Sull’ultimo tocco di Baldinini, il numero 2 scarica il destro verso la porta di Paroni che non ha scampo: 1-0. Dopo il gol, Angelini toglie anche Graziani inserendo Schiavini per blindare il vantaggio. L’Entella non riesce più a rendersi pericolosa ma il tasso nervoso della partita cresce man mano che il triplice fischio si avvicina. I liguri rubano metri ad ogni fischio, Scotto protesta, Pezzuto lo ammonisce, Angelini dice la sua e rimedia il rosso per proteste. È l’ultima emozione, il Santarcangelo porta a casa i tre punti anche senza innestare le marce alte.
enricoutv83
00Tuesday, November 1, 2011 11:27 AM
www.newsrimini.it//news/2011/ottobre/30/santarcangelo/calcio._santarcangelo-giacomense_...

Calcio. Santarcangelo-Giacomense 2-3

Ospiti avanti di due reti (al 33' Tanaglia, al 47' Staffolani). Scotto al 57' accorcia le distanze. Paci un minuto dopo firma il 3-1 ospite. Tonelli al 73' per il 2-3 definitivo.
SANTARCANGELO | 30 ottobre 2011
IL TABELLINO
SANTARCANGELO-GIACOMENSE 2-3 (0-1)

SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi (23° Bicchiarelli); Fabbri (5° st Bazzi), Arrigoni, Gregorio, Locatelli; Baldinini, Obeng, Del Pivo (21° st Zavalloni); Tonelli; Scotto, Graziani. A disp.: Bacchiocchi, Schiavini, Gavoci, Ferri. All.: Angelini.

GIACOMENSE (4-4-2): Poluzzi; Gorini (20° Mandorlini), Sirri, De March, Parenti; Scaioli, Caciagli, Vagnati (21° st Cenerini), Tanaglia; Staffolani, Paci. A disp.: Pavanello, Ortolan, , Lodi, Dal Rio. All.: Gadda.

ARBITRO: Romani di Modena.

MARCATORI: 33° Tanaglia (G), 2° st Staffolani (G), 13° st Scotto (S), 14° st Paci (G), 29° st Tonelli (S).

NOTE: ammoniti Obeng (S), Scotto (S), Tonelli (S), Mandorlini (G), Caciagli (G); recuperi 5’ pt e 4’ st, calci d’angolo 7-3, spettatori 400 circa.

Il Santarcangelo è pazzo - si legge in una nota della società gialloblù -: perde la sua seconda partita consecutiva lanciando un piccolo segnale di allarme ma una volta sotto di due gol produce uno sforzo che se fosse arrivato sul risultato di 0-0 avrebbe portato a ben altra conclusione il match con la Giacomense. I grigiorossi, invece, con una prova ordinata e coraggiosa, sono riusciti a sabotare la macchina gialloblù per almeno un’ora.

SCHIERAMENTI. Gadda schiera i suoi secondo il 4-4-2: gli avanti sono Staffolani e Paci. Angelini invece, dopo l’esperimento della difesa a tre visto a Cuneo, ritorna a modulo e formazione base: 4-3-1-2 con Tonelli dietro a Scotto e Graziani.

CRONACA. Dopo un avvio di gara equilibrato la prima occasione è di marca gialloblù con un colpo di testa di Baldinini (7°) su calcio d’angolo da sinistra: Poluzzi para centralmente. Attorno al quarto d’ora Gorini rimedia un colpo alla testa che lo costringe prima a farsi medicare a bordo campo, poi a lasciare il posto a Mandorlini. Poco dopo anche il portiere di casa Nardi è costretto ad abbandonare il campo per un problema muscolare,al suo posto esordisce in gialloblù Bicchiarelli. Al 28° la Giacomense ha un sussulto e conquista due corner in rapida successione: sugli sviluppi del secondo il nuovo entrato compie un autentico miracolo su De March, poi rimane a terra subendo fallo nel tentativo di raccogliere la sfera. Dall’altra parte ci prova Tonelli al 31°, ma il suo diagonale rasoterra non inquadra il bersaglio. Arriva invece il vantaggio ospite con Tanaglia, evanescente fino a quel momento: suo il tap in su tiro di Mandorlini respinto da Bicchiarelli. Prima dell’intervallo c’è ancora tempo per un tentativo di Obeng (43°) da fuori area, impreciso, e per un innocuo colpo di testa di Graziani.

RIPRESA. Allo start della seconda frazione si presentano gli stessi protagonisti che avevano concluso la prima. Passano solo 2’ e la Giacomense raddoppia: Paci supera Arrigoni in velocità e da sinistra appoggia rasoterra nel cuore dell’area, Tanaglia batte sicuro, Bicchiarelli para ma non basta, la palla entra comunque grazie alla correzione di Staffolani.
Angelini inserisce allora Bazzi per Fabbri e l’inerzia della gara cambia: al 6° infatti Graziani smarca Tonelli in area con una sponda di testa, il numero 10 batte a colpo sicuro ma Poluzzi respinge. Il Santarcangelo dimezza comunque lo svantaggio al 13°: Tonelli serve Scotto in area grigiorossa, l’attaccante Sardo controlla e fulmina Poluzzi sul primo palo. Nemmeno il tempo di esultare per i gialloblù e Paci pesca il jolly: destro a giro ‘alla Del Piero’ e Mazzola gelato. Il Santarcangelo reagisce e al 16° è Scotto, su servizio di Graziani, a farsi rimpallare la conclusione. Intanto continuano i cambi: Zavalloni per Del Pivo da una parte, Cenerini per Vagnati dall’altra. Al 26° Tonelli manca il gol di un soffio: la sua battuta da fuori area in fatti viene deviata da un difensore e termina di poco a lato della porta grigiorossa. Poi è la volta di Bazzi su calcio di punizione: la traiettoria super ala barriera ma non Poluzzi.
Al 29° è proprio Tonelli, di pura caparbietà, a trasforma un’azione di Zavalloni nel gol che riaccende le speranze dei padroni di casa. La pressione da parte del Santarcangelo continua ma a rendersi davvero pericoloso è Caciagli al 46°: il suo tiro, rimpallato, è l’ultima emozione di un pomeriggio da ricordare solo per la Giacomense.
enricoutv83
00Tuesday, November 8, 2011 7:51 PM
www.lecconotizie.com/sport/calcio-lecco-contro-il-santarcangelo-3-punti-benedett...

Calcio Lecco. Contro il Santarcangelo
tre punti “benedetti”


Il Lecco trova la prima vittoria in campionato. Al Rigamonti Ceppi, i blucelesti battono in rimonta il Santarcangelo col punteggio di 2-1: dopo lo svantaggio nel primo tempo a causa del gol di Graziani, la squadra di mister Pellegrino ribalta il risultato grazie alle reti di Fall e Mattaboni in apertura di ripresa. La punta classe 1991 è stato senza dubbio il migliore in campo: bene anche Durandi, con diverse parate decisive, e Maiese, schierato laterale sinistro. Senza lo squalificato Fabbro, Pellegrino si affida alla coppia Fall-Temelin in attacco. Recuperano Marietti e Galli, che vanno in panchina: per i blucelesti difesa a cinque.

I gialloblu partono forte: al 2’ conclusione di Obeng sul fondo. Tre minuti più tardi tiro di Gavoci ribattuto da Ischia. Al 16’ Graziani scalda i guantoni di Durandi, che respinge il suo preciso destro dal limite dell’area. Il Lecco si sveglia al 20’ quando la conclusione di Maiese dalla sinistra si spegne di poco sul fondo. Un minuto più tardi girata di Temelin alta. La partita si accende: a metà della prima frazione bel tiro di Locatelli a lato. Il Lecco comunque gioca bene e strappa applausi: al 25’ colpo di testa di Padoin sull’esterno della rete. Il Santarcangelo dimostra di valere il terzo miglior attacco del campionato e al 26’ mette i brividi a Durandi: Graziani scende sulla sinistra mette in mezzo a portiere battuto, ma ci pensa Maiese con un salvataggio miracoloso a salvare i blucelesti. E’ il preludio al vantaggio ospite che arriva al 32’ quando Graziani conclude un assist al bacio di Zavalloni. Il Lecco si scuote: al 35’ diagonale di Tabbiani sul fondo. Sul finire di tempo colpo di testa di Fall che non centra la porta e tiro di Gatti fuori. Mentre scadono i minuti regolamentari contatto molto dubbio in area gialloblu tra Mattaboni e Locatelli, ma De Meo lascia proseguire. C’è tempo anche per un miracolo di Durandi che salva il Lecco su un tiro da distanza ravvicinata di Baldinini.

La ripresa si apre con un tiro di Del Pivo bloccato da Durandi. Al 48’ pareggio inaspettato dei blucelesti. Punizione di Mattaboni deviato dalla barriera, sulla palla vagante si avventa Fall che in tuffo di testa fulmina Bicchiarelli.

I blucelesti continuano a spingere anche dopo il gol: al 55’ il raddoppio dei padroni di casa è siglato da Mattaboni, che mette in rete il pallonetto di Temelin a scavalcare il portiere Bicchiarelli. Nella circostanza dirompente l’azione di Fall per saltare Obeng e Arrigoni e servire Temelin. Due minuti più tardi contatto dubbio tra Temelin e Obeng: l’arbitro vede il fallo in attacco del bomber bluceleste. Al 62’ tiro di Maiese a lato. Tre minuti più tardi colpo di testa di Gavoci bloccato in due tempi da Durandi. Il Santarcangelo si rende pericoloso al 70’ con un tiro di Bazzi che passa a fil di palo. Al 75’ conclusione di Fall a lato. All’82’ terzo rigore del Lecco negato da De Meo: Temelin è trattenuto da Arrigoni prima di concludere a rete. All’84’ tiro di Gavoci deviato in angolo. Due minuti più tardi Durandi si immola sulla conclusione da distanza ravvicinata di Gavoci e salva il risultato. Nel finale molta sofferenza, ma dopo quattro pareggi e sette sconfitte i blucelesti colgono la prima vittoria stagionale in campionato.



LECCO-SANTARCANGELO 2-1

RETI: pt 32’ Graziani (S); st 3’ Fall (L), 10’ Mattaboni (L)

LECCO (5-3-2): Durandi 7, Tabbiani 6, Castelnuovo 5, Caforio 5.5, Ischia 5, Maiese 6.5; Gatti 6 (33‘ Pizzuti sv), Padoin 5.5(26‘ st Conti 6.5), Mattaboni 6 (18‘ st Viviani 6); Fall 7.5, Temelin 7. A disp. Perucchini, Galli, Suriano, Marietti. All. Maurizio Pellegrino 6.5

SANTARCANGELO (4-4-2): Bicchiarelli 6, Fabbri 6, Arrigoni 5.5, Gregorio 5.5, Locatelli 5 (1‘ st Schiavini 6); Obeng 6 (22‘ st Bazzi 5.5), Baldinini 6.5, Zavalloni 6.5, Del Pivo 5.5(13‘ st Tonelli 6); Graziani 7, Gavoci 6.5. A disp. Andreani, Bacchiocchi, Caidi, Bezzi. All. Giuseppe Angelini 6

ARBITRO: De Meo 5.5

NOTE: Ammoniti Obeng(S), Castelnuovo(L), Fabbri(S)

ANGOLI: 3-3 Rec. 1’ pt, 5’ st

Prima dell’inizio del match osservato un minuto di silenzio in onore delle vittime del nubifragio che hanno coinvolti la Liguria.



LE INTERVISTE DEL DOPOPARTITA
Maurizio Pellegrino: Finalmente abbiamo vinto: abbiamo conquistato i tre punti nel rispetto di questa città e di chi ci viene a vedere. Il Lecco deve iniziare a giocare da Lecco. Qui il campo è sempre stato tosto per gli ospiti e deve tornare ad esserlo, dobbiamo ancora lavorare tantissimo affinché questo tipo di mentalità possa entrare nella testa dei giocatori, ma questo è un buon inizio. Ho spiegato loro che nel calcio si fa in fretta a cambiare, avevamo l’obbligo di essere diversi per vincere, poi l’interpretazione che abbiamo avuto è stata positiva, mi è piaciuta. Tra il primo e il secondo tempo, negli spogliatoi, ho detto ai ragazzi che quella partita la vincevano e la reazione è stata molto buona. Alla fine abbiamo avuto l’ansia di portare a casa la vittoria che ci dà morale. Per quanto riguarda l’arbitro non siamo contenti perché non ci ha dato due rigori netti; evidentemente loro non respirano l’aria giusta. Oggi è andata bene anche senza due punti forti come Rebecchi e Fabbro, ma adesso loro devono darci la qualità che serve per uscire da questa situazione. Bisogna lavorare su una base compatta e già dopo aver subito il gol siamo rimasti uniti. Dobbiamo avere la forza mentale di crederci sempre e in qualche maniera dovevamo scardinare questo trend: abbiamo rischiato molto, ma alla fine siamo arrivati alla vittoria. I problemi comunque continuiamo ad averli e la priorità è quella di rafforzarci se vogliamo migliorare. Ora ci attende il derby… e non ci voleva proprio!

Fabio Gatti: siamo ancora in difficoltà, come in terapia intensiva. Siamo consci che in questo momento stiamo rappresentando male la città, ma la squadra ora vuole ringraziare tutta Lecco per il sostegno che ci ha dato. Ci sentiamo in debito con città, tifosi, curva, che ci sopporta tutte le domeniche. Ci teniamo a dire grazie anche alla società, al presidente Invernizzi, che non so perché viene contestato, ma lui soffre tanto per questo e tiene molto a noi. Questa vittoria è importantissima.
enricoutv83
00Saturday, November 19, 2011 6:47 PM
www.newsrimini.it//news/2011/novembre/16/santarcangelo/calcio._santarcangelo-borgo_a_buggiano_...

Calcio. Santarcangelo-Borgo a Buggiano 1-0
I gialloblù tornano alla vittoria, dopo 4 stop di fila. Decide la rete di Graziani all'86'.
SANTARCANGELO | 16 novembre 2011
SANTARCANGELO-BORGO A BUGGIANO 1-0 (0-0)


SANTARCANGELO (4-1-4-1): Bicchiarelli; Arrigoni (34° st Fabbri) , Obeng, Gregorio, Baldinini; Zavalloni; Tonelli (37° st Ferri), Bazzi, Schiavini (34° st Bezzi), Graziani; Scotto. A disp.: Andreani, Bacchiocchi, Del Pivo, Gavoci. All.: Angelini

BORGO A BUGGIANO (4-4-2): Grandi, Tafi, Lorenzini, Gialdini, Castaldo, Settepassi, Di Martino, Maretti, Rocchi (27° st Paganelli), Grassi, Stella (31° st Santini). A disp.: Strambi, Checchi, Mugelli, Crociani, Re. All.: Colonnello

ARBITRO: Fogliano

MARCATORI: 41° st Graziani

NOTE: ammoniti Scotto (S), Maretti (B), Castaldo (S), recuperi 2' pt e 4' st, calci d'angolo 2-0, spettatori 400 circa

Il Santarcangelo cambia pelle, rompe la maledizione delle 4 sconfitte consecutive e torna a respirare tranquillità dopo l'1-0 al Borgo a Buggiano al termine di una sfida poco spettacolare – con almeno 10 avversari sotto la linea della palla – ma condotta con grande capabietà -si legge in una nota ufficiale della società clementina-.

SCHIERAMENTI. Angelini, dopo quattro sconfitte, cambia qualcosa anche dal punto di vista tattico: il modulo iniziale è una sorta di 4-1-4-1 con Zavalloni davanti alla difesa (nella quale figurano Obeng e Baldinini) e Scotto unica punta. Colonnello risponde con il 4-4-2: la coppia d'attacco è quella attesa con Grassi a supporto del bomber Rocchi.

CRONACA. La prudenza del Borgo a Buggiano e l'inedito modulo del Santarcangelo frenano lo spettacolo nella prima mezzora: per un'azione degna di nota allora bisogna aspettare il 26° quando Graziani prima controlla un passaggio di Baldinini e poi tenta il pallonetto con il sinistro: palla sul fondo. Il Borgo a Buggiano si vede in avanti al 33° con un sinistro di Grassi da distanza siderale che si trasforma di fatto in un passaggio a Bicchiarelli. Al 35° anche Bazzi ci prova da lontano ma la sorte è la stessa. Passano altri 2' e su una rimessa laterale da destra Scotto si mette in proprio: controllo e girata meriterebbero più dell'esterno della rete.

RIPRESA. All'inizio del secondo tempo i protagonisti in campo sono gli stessi che avevano chiuso la prima frazione. Al 4° Graziani da sinistra serve Tonelli, il numero 10 controlla e conclude col sinistro: Grandi fa il miracolo e la difesa libera. All'8° Scotto è protagonista di un ottimo spunto sulla sinistra e dopo aver combinato con Tonelli tenta la battuta col destro: palla rasoterra facilmente raccolta da Grandi.

Dall'altra parte (10°) Grassi su punizione premia il movimento di Gialdini in area, ma il tiro cross del centrocampista termina sul fondo.

Poi tocca di nuovo a Scotto (13°), ancora su servizio di Graziani: il tiro del numero 9 però viene smorzato dal diretto avversario. Per il Borgo a Buggiano si fa vedere Grassi con un sinistro dai 30 metri: tutto facile per il portiere del Santarcangelo.

I gialloblù intanto si dispongono con il 4-3-3: in avanti ci sono Scotto, Graziani e Tonelli. Al 22° è il turno di Schiavini: colpo a giro dal limite dell'area e palla che sfiora l'incrocio dei pali. Passa un minuto e Grandi anticipa Bazzi, ben servito dallo scatenato Scotto. Colonnello è il primo a cambiare: Paganelli per Rocchi al 27°.

Al 29° Grandi si salva di nuovo sull'indemoniato Scotto: rimbalzo da brivido e calcio d'angolo.

Anche Angelini cambia al 34°: dentro Fabbri per Arrigoni e Bezzi per Schiavini, poco dopo anche Ferri per Tonelli. Quando la partita sembra ormai indirizzata verso lo 0-0, su un errore difensivo del Borgo a Buggiano Graziani entra in area palla al piede e supera Grandi alzando la sfera. Per lui gol numero 8 in campionato e tutta la gratitudine del Mazzola che esplode di gioia. Il Borgo a Buggiano reagisce con una conclusione di Santini che non impensierisce Bicchiarelli.

È l'ultima emozione, il Santarcangelo torna al successo ma non ha tempo per festeggiare: domenicainfatti farà visita alla capolista ritrovata, il Treviso.
enricoutv83
00Thursday, November 24, 2011 12:45 PM
www.altarimini.it/News41926-calcio-treviso-santarcangelo-...

Calcio: Treviso - Santarcangelo 1-1

Commenti: 0 Lascia un commento - 20 Novembre 2011 - 17:10 - Santarcangelo di RomagnaSport


Il Santarcangelo conquista un punto sul campo del Treviso. I locali si schierano con il 4-4-2: le punte sono Ferretti e Perna. Angelini risponde con l'albero di Natale: in difesa ci sono Obeng e Arrigoni centrali con Baldinini e Fabbri ai lati. La cerniera di metà campo è composta da Del Pivo, Zavalloni e Schiavini. Tonelli e Scotto agiscono alle spalle di Graziani.

Nelle prime battute l'iniziativa è ora dei veneti ora dei gialloblù ma di occasioni da rete nemmeno l'ombra. La prima vera occasione è per il Santarcangelo al 16°: Tonelli dal limite dell'area incrocia il sinistro, la palla sfiora il palo alla sinistra di Sartorello. A passare è però il Treviso con un colpo di testa di Madiotto su cross di Stendardo appena un minuto dopo.

Al 24° il primo collaboratore dell'arbitro segnala un fuorigioco di Scotto su ottimo lancio in profondità di Schiavini: il fischio lascia più di una perplessità. Alla mezzora, su cross di Graziani da destra, Scotto colpisce di testa: l'impatto non è perfetto e la palla si alza innocua. Poi è Schiavini a trovarsi a tu per tu col portiere ma senza trovare il tempo per la battuta. Al 38° Graziani triangola con Scotto ma la difesa di casa gli impedisce la conclusione nel cuore dell'area. Proprio nel recupero del primo tempo da un errore di Obeng nasce una nuova opportunità per l'autore dell'1-0 Madiotto: il suo destro a giro, comunque coperto da Bicchiarelli, termina sul fondo.

Ad inizio ripresa non ci sono cambi ma il Santarcangelo si presenta con grinta e in un paio di minuti arriva due volte alla conclusione con Baldinini. Angelini poi sostituisce Del Pivo con Ferri per aumentare il tonnellaggio in avanti. Il premio arriva dopo pochi minuti proprio con ferri, che di testa ha deviato in rete un cross di Graziani da destra. Al 10° Scotto è protagonista di uno slalom speciale da sinistra, una volta in area però il suo sinistro non è la scelta più felice e Sartorello se la cava con poco. Al quarto d'ora è ancora Scotto a rendersi pericoloso ma il portierte di casa, in uscita bassa, lo neutralizza. Passano altri 3' e ancora il numero 9 del Santarcangelo ci prova di nuovo, stavolta col destro dal limite dell'area: la conclusione è strozzata e Sartorello para. Al 27° fiammata gialloblù: prima Zavalloni non riesce a sfruttare una torre di Ferri, poi su cross teso di Schiavini arriva solo un corner. Un attimo dopo Scotto manca il gol incrociando il sinistro dall'interno dell'area piccola. Al 31° Graziani si mette in proprio e ci prova col destro dai 20 metri: palla ampiamente sul fondo. In vista del finale esce anche Scotto che lascia il campo a Bezzi (34°). Il Treviso si rivede dalle parti di Bicchiarelli al 42° con un colpo di testa di Perna su cross da sinistra: il portiere para facilmente. Nei 5' di recupero avviene di tutto: dopo un contatto tanto lieve quanto fortuito fra Bicchiarelli e un attaccante del Treviso si scatena il far west con giocatori che cadono senza motivo e proteste furiose dei gialloblù. A farne le spese è Arrigoni che rimedia il rosso. Il risultato non cambia più: il Santarcangelo torna a muovere la classifica anche in trasferta mentre i veneti ormai non vincono in casa da quattro turni.

Treviso - Santarcangelo 1-1
Marcatori: 17' Madiotto (T), 60' Ferri (S)

Treviso (4-4-2): Sartorello, Brunetti (21° st Spinosa), Visintin, Di Girolamo (17° st Biagini); Beccia, Giorico, Madiotto, Stendardo (12° Maracchi), Malacarne; Ferretti, Perna. A disp.: Zattin, Paoli, Gallon, Torromino. All.: Zanin

Santarcangelo (4-3-2-1): Bicchiarelli; Baldinini, Obeng, Arrigoni, Fabbri; Del Pivo (4° st Ferri), Zavalloni, Schiavini; Scotto (34° st Bezzi), Tonelli (25° st Gregorio); Graziani. A disp.: Andreani, Bacchiocchi, Bazzi, Gavoci. All.: Angelini


Note: ammoniti Di Girolamo (T), Baldinini (S); espulso Arrigoni per proteste al 48° st; recuperi 1' pt e 5' st; calci d'angolo 2-5; spettatori 800 circa

Si ringrazia Franco Magnani ufficio stampa Santarcangelo Calcio
centro storico
00Thursday, January 26, 2012 1:16 PM
www.squadramia.it
Dopo la trionfale vittoria dello scorso anno per 4-0 il Santarcangelo si ripete battendo nuovamente a domicilio il Rimini. Parte forte la formazione di Angelini cercando (specie sulle fasce) dimettere in difficoltà gli ospiti. Nei primi dieci minuti fase di studio tra le due squadre con i clementini che conquistano solamente un angolo. Il Rimini prova a rispondere tra il 13’ e il 20’ di gioco con due conclusioni centrali e deboli ad opera di Baldazzi e Zanigni. Graziani dall’altra parte fa le prove del goal al minuto 31’ con un diagonale dal vertice dell’area che si spegne sul fondo. Quattro minuti più tardi l’attaccante romagnolo con un grande sprint arriva indisturbato in area avversaria dove libero di concludere realizza l’uno a zero. La risposta del Rimini non si fa attendere. Al 38’ un tiro cross di Gasperoni viene sventato ottimamente dal portiere Nardi.
La ripresa inizia subito con il botto. Il Santarcangelo trova il raddoppio con una combinazione Scotto-Graziani che porta al goal Zavalloni. Dopo il due a zero la formazione di Angelini gioca con maggiore autorevolezza arrivando al tiro – nello spazio di un minuto - in due occasioni con l'attaccante Graziani. Entrambi i tentativi terminano sul fondo. Al 10' si rivede dalle parti di Nardi il Rimini con un tiro dalla distanza di Palazzi che non crea problemi al portiere clementino. Al 23' su un colpo di testa di Gerbino Polo, Nardi compie un vero miracolo distendendosi sulla propria destra per neutralizzare un pallone indirizzato nell'angolo basso. Al 29' il Santarcangelo cala il tris. Zavalloni in area di rigore serve un assist al bacio per il capitano Baldinini che realizza il suo terzo goal in stagione. Il Rimini accusa il colpo e subisce la supremazia del Santarcangelo che arriva al tiro al 39' con Schiavini, quest’ultimo chiama all'intervento in angolo il portiere Scotti. Al 44' Obeng indisturbato arriva a colpire di testa in area avversaria sfiorando il quattro a zero. In pieno recupero è ancora Schiavini a chiamare alla deviazione in angolo il portiere avversario. Il Santarcangelo torna al successo dopo tre ko consecutivi e lo fa con pieno merito conquistando tre punti importantissimi per la zona play off.
Il Tabellino del Match:
Santarcangelo (5-3-2): Nardi; Fabbri, Locatelli, Arrigoni, Gregorio, Obeng; Baldinini, Del Pivo; Zavalloni (40' Bacchiocchi); Scotto, Graziani(27's.t Schiavini). A disp.: Bicchiarelli, Antoniacci, Bazzi, Schiavini, Ferri, Tonelli. All.: Angelini

Rimini (4-4-2): Scotti, Onescu (4's.t Buonocunto), Zanetti (20's.t Polo), A. Brighi, Palazzi; M.Brighi, Valeriani, Cardinale, Gasperoni; Baldazzi (32's.t Favero), Zanigni. A disp.: Semprini, Rosini, Signorini, Monac. All.: D'Angelo

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone
Assistenti: Remigio Viello di Padova e Pierpaolo Peraro di Este

Marcatori: 35' Graziani(S), 48' Zavalloni (S), 74' Baldinini (S)
Ammoniti: Brighi M. (R)
Espulsi: nessuno
Note: spettatori circa 1070.
Recupero: 0' p.t e 4' s.t Angoli: 5-3 per il Santarcangelo
Daniele Manuelli
centro storico
00Thursday, February 2, 2012 2:47 PM
www.uspoggibonsi.it

Campionato Lega Pro Seconda Divisione Girone A
Ventitreesima giornata
Poggibonsi vs Santarcangelo 1-0

POGGIBONSI: Gori, Cutrupi, Bronchi, Cirina, Dierna, El Kamch, Boldrini (94' Malquori), Giunchi, Falomi, Pera (68' Dal Bosco), Settembrini (93' Moscarino). A disp: Chiarugi, Mugnaini, Zane, Bigeschi. All.: Fabio Fraschetti

SANTARCANGELO: Nardi, Fabbri (59' Schiavini), Locatelli, Obeng, Arrigoni, Antoniacci (55' Ferri), Baldinini, Del Pivo, Tonelli (74' Gavoci), Graziani, Zavalloni. A disp: Bicchiarelli, Gregorio, Bacchiocchi, Bazzi. All.: Giuseppe Angelini

Goal: 43' Pera (P) su calcio di rigore.

Arbitro: Sig. Ivan Magnani della sezione di Frosinone.

Assistenti: Carovigno di Potenza e Iacobone di Nichelino.

Ammoniti: Del Pivo (S), Baldinini (S), Cirina (P), Bronchi (P), Dierna (P), Gori (P).

Espulsi: El Kamch (P) al 70' e Dal Bosco (P) al 78'.
Note: angoli 2-6, offside 2-0, recupero 1' e 5'. Spettatori 300 ca.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:07 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com