Torviscosa

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: [1], 2
ZakkTV
00Tuesday, August 10, 2010 10:46 PM
Squadra friulana, udinese, promossa dopo aver vinto l'Eccellenza.



Primi assaggi di calcio estivo: il neopromosso Torviscosa supera il Città Concordia...

Città di Concordia-Torviscosa 0-1

Città di Concordia 4-5-1: Bertoni (1’st Pagotto); Elia Prevarin, Creglia, De Bortoli, Villotta; Albanese, Capalbo (1’st Sera), Zamarian (22’ st Manuel Prevarin), Boldarin (1’st Bianco), Verrillo (1’st Truant); Della Bianca (1’st Basso). Allenatore Nerino Barel
Torviscosa 4-3-3: Saranovic (1’st Buso), Mazzaro (1’st Sannino), Turchetti (1’ st Cozzi), Zanon, Sandrin; Caocci, Favaro (22’ st Diminuto), Camerin; Casimirri (14’ st
Bandalo), Pitta, Filippo. Allenatore Massimiliano Moras
Arbitro: Sera di Sindacale

Concordia Sagittaria. Nel primo test che ha portato in campo due formazioni della serie D, il Torviscosa ha “bagnato” l’esordio al Paludetto con una vittoria che fa comunque morale. I friulani nonostante l’abbozzata preparazione (mr. Moras nei primi giorni di lavoro ha preferito gettare nella mischia il pallone) si sono dimostrati più ordinati e dinamici nel cadenzare il ritmo del match, mentre la formazione di Barel dopo cinque giorni di preparazione imperniata sulla corsa e sulla forza ha giocato a ritmo ridotto, senza forzare il contrasto. La “Torvis” forte di un amalgama e di un impianto di gioco collaudato, composto dal mobilissimo tridente: Casimirri (il fantasista della Rappresentativa del Friuli Venezia Giulia juniores), Pitta (la boa) e Filippo schierato sulla sinistra, si è subito distinta per la rapidità nel palleggio palla a terra e la repentina versatilità nei cambi di campo a liberare l’uomo (Filippo) molto largo sulla sinistra e in grado di affrontare la difesa di casa nell’uno contro uno. Con il coneglianese Mirco Camerin nel ruolo di suggeritore e puntuale sostegno alle sortite sulla corsia destra di capitan Mazzaro e alle serpentine di Casimirri libero di spaziare tra le due linee di casa e proporsi come punta esterna del tridente, la formazione di mister Moras ha messo in mostra un migliore sincronismo nei movimenti senza palla liberando al tiro da sottoporta nei primi 22’ di gioco per tre volte Pitta e Filippo. Bertoni nel tris di interventi ravvicinati ha puntualmente mostrato freddezza e un ottimo piazzamento al centro dei pali.
Nell’analizzare la prestazione del “Città”, ancora tutto da modellare, la formazione di casa, come era prevedibile si è dimostrata leziosa nel gestire la fase propositiva che non ha trovato grossi sbocchi nell’isolato Della Bianca. La manovra dell’ undici di Barel schierato con una inedita maglia bianco- rossa non è infatti mai sfociata nelle sovrapposizioni di Capalbo e Verrillo. Il 4-5-1 disegnato dal mister concordiese con il solo Della Bianca a presidiare la trequarti friulana non ha inciso come dovrebbe prevedere il modulo di gioco imperniato sulle sponde dell’airone a favore dei compagni che a turno dovranno proporsi sulle corsie laterali con lo scopo di garantire la profondità all’azione e i cross sui quali la statura del centravanti dovrà fare la differenza..
Il Torviscosa all’11’ impegna Bertoni con un diagonale basso di Filippo; al 18’ è Pitta smarcato sul dischetto del rigore da un lob di Casimirri a deviare di esterno destro, in sospensione, il pallone tra le mani del portiere; al 36’ altro diagonale di Filippo e il palo (scheggiato) salva il proteso Bertoni. Nel corso della ripresa il dinamismo della formazione di Moras non è calato di intensità. I bianco-azzurri hanno imperversato nell’ agilità e nelle sovrapposizioni, e con Filippo in sfondamento sulla destra al 18’ e 1’dopo con Casimirri, abile nel farsi largo nello stretto a liberare il sinistro, Pagotto con due interventi di riflesso ha arginato i pericoli. Con la corposa rotazione dei cambi e il possesso palla organizzato dalla formazione ospite, il Città di Concordia è stato costretto ad arretrare il raggio dell’azione e il Torviscosa al 39’ sul palla inattiva è andato a segno da 30 metri con uno shot di Coacci finito dritto nel “sette” alla sinistra di Pagotto inutilmente lanciato sulla traiettoria. A fine gara mister Barel è apparso seccato per la sconfitta subita contro i suoi ex ragazzi, ma le partite che contano non sono queste. Il campionato sarà un’altra cosa: il miglioramento della tenuta fisico-atletica dell’intero gruppo sarà un aspetto fondamentale e solo tra tre/quattro settimane dopo l’esordio in Coppa Italia il Concordia potrà dimostrarsi più sciolto.
f.c. www.venetogol.it
ZakkTV
00Tuesday, August 10, 2010 11:03 PM
www.torviscosacalcio.it/

Ah, ora ricordo, Torviscosa, o meglio Tor di Zulin nel dialetto locale, mi fa venire in mente l'esame di st. contemporanea [SM=x1465534]
enricoutv83
00Wednesday, August 11, 2010 12:48 AM
Casimirri, che gioca nella rappresentativa del friuli venezia giulia (è il secondo da sinistra accosciato), ha segnato contro l'Udinese nell'amichevole della rappresentativa persa per 5-1.
TV DOSSON
00Wednesday, August 11, 2010 9:24 AM
Torviscosa,ma il tessuto viscosa deriva da questo paese,e' stato fatto qui' suppongo,sfida inedita .....
§Casper§
00Wednesday, August 11, 2010 11:09 AM
Re:
TV DOSSON, 11/08/2010 9.24:

Torviscosa,ma il tessuto viscosa deriva da questo paese,e' stato fatto qui' suppongo,sfida inedita .....



Non è esatto, scartabellando nella storia del Treviso devi cercare il Torvis Snia, squadra che vanta una lunga militanza in serie D. Il Treviso l'incrociò nella stagione dell'addio degli udinesi alla serie D, nel 1972-73. Al Tenni il 24 dicembre 1972 finì 1-0, mentre nel ritorno fu 0-0.


ZakkTV
00Wednesday, August 11, 2010 11:23 AM
Eh già, in effetti c'era anche il Sandonà in quella stagione, che tra l'altro venne retrocesso insieme ai friulani, mentre il campionato lo vinse un'altra avversaria del prossimo campionato, il Chioggia-Sottomarina.

TV DOSSON, 11/08/2010 9.24:

Torviscosa,ma il tessuto viscosa deriva da questo paese,e' stato fatto qui' suppongo,sfida inedita .....




Dosson [SM=x397190] non sei giutificato tu che hai Regina di Marca [SM=g2172119]
ZakkTV
00Wednesday, August 11, 2010 2:27 PM
da www.ilgazzettino.it

CALCIO SERIE D - Domenica le due regionali si affrontano in Coppa
Torviscosa e Kras in campo

Mercoledì 11 Agosto 2010,

(P.C.) Comincerà domenica 22 agosto la stagione in serie D del neopromosso Torviscosa. Sul suo campo ospiterà l'altra matricola Kras, per il turno preliminare della coppa Italia. Chi vincerà se la vedrà, il 29 agosto, col Tamai. Invece il campionato scatterà il 5 settembre. Ecco gli avversari degli azzurri della Bassa friulana: Belluno, Chioggia Sottomarina, Concordia, Este, Kras, Montebelluna, Montecchio, Opitergina, Pordenone, San Paolo-Padova, Rovigo, Sandonà Jesolo, Sanvitese, Tamai, Treviso, Union Quinto e Venezia. Questa gli elementi a disposizione dell'allenatore Massimiliano Moras. Portieri: Nikolas Buso (classe 1982), Asmir Saranovic (1990); Difensori: Federico Coden (1991), Alberto Mazzaro (1981), Davide Pujatti (1980), Luigino Sandrin (1972), Francesco Sannino (1985), Cristian Zanon (1990); Centrocampisti: Mirco Camerin (1985), Andrea Casimirri (1990) Davide Coacci (1988), Filippo Crozzoli (1987), Giacomo Favero (1991), Alfonso Zienna (1984); Esterni: Lorenzo Cozzi (1992), Luca Filippo (1989), Mattia Panozzo (1988), Nicola Turchetti (1992); Attaccanti: Nicola Carpin (1971), Alessio Maccagnan (1979), Eros Pavan (1992), Michele Pitta (1001), Jacopo Torossi (1989).

zonastadio
00Friday, August 13, 2010 3:28 PM
allora sto posto è molto vicino a grado e non distante da lignano, ma non c'è assolutamente niente mi hanno detto. quindi in caso di trasferta verso aprile maggio non sarebbe male, altrimenti è bruttino. la foto dello stadio non riesco a metterla ma si trova subito su google maps maps.google.it/maps/mm?ie=UTF8&hl=it&ll=45.825091,13.27072&spn=0.003032,0.004823&t=h&...
ZakkTV
00Sunday, August 15, 2010 2:49 PM
da www.ilgazzettino.it

Il Torviscosa debutta a Montebelluna

Domenica 15 Agosto 2010,
(P.C.) - Varato dalla Lega nazionale dilettanti il nuovo campionato di serie D. Esso inizia domenica 5 settembre per termine l'8 maggio dell'anno venturo. Le cinque squadre regionali sono state inserite nel girone C. Esse giocheranno in turni infrasettimanali l'8 dicembre e il 5 gennaio. Soste dal 26 dicembre al 2 gennaio (festività natalizie) nonchè il 20 febbraio (Viareggio cup) e 24 aprile (Pasqua).
Circa i derby del Friuli Venezia Giulia, questi sono quelli programmati nel girone di andata: Kras-Pordenone (12 settembre), Pordenone-Torviscosa e Sanvitese-Tamai (19 settembre); Torviscosa-Kras (26 settembre); Tamai-Pordenone (10 dicembre); Tamai-Kras (24 dicembre); Tamai-Torviscosa (7 novembre); Pordenone-Sanvitese (28 novembre); Kras-Sanvitese (8 dicembre); Torviscosa-Sanvitese (19 dicembre). Rispetto alla passata stagione, le rappresentani regionali sono cresciute di una unità. Neopromosse risultano Torviscosa e Kras. Confermate nella castegoria Sanvitese, Pordenone e Tamai (la Manzanese è stata, per parte sua, retrocessa in Eccellenza). Da ricordare che, col 18 settembre, sempre per la serie D comincerà anche il campionato Juniores. Possono partecipare i calciatori nati dal primo gennaio 1992 o che abbiano compiuto almeno 15 anni di età.
enricoutv83
00Wednesday, August 18, 2010 12:56 PM
Il Torviscosa invece non naviga nell'oro ma ha un gran bel gruppo e puntano comunque a una salvezza, il più possibile tranquilla.
enricoutv83
00Friday, August 20, 2010 3:05 PM
da www.gazzettino.it


Forestieri si mette in luce
Venerdì 20 Agosto 2010,

Torviscosa1
Udinese5
GOL: pt. 19'Forestieri, 29'Lazzari, 34'Laurito, 37'Nef, 40'Maccagnan; st. 27'Sforzini.
TORVISCOSA (4-2-3-1) Saranovic; Sannino, Zanon, Sandrin, Turchetti; Coacci, Camerin; Filippo, Favero (30'Casimirri) Maccagnan; Carpin (25'st Bandalo). Allenatore Moras.
UDINESE (4-3-1-2) Romo (12'st Pontello); Nef, Cabrera (37'st De Anna), Chara, Bello (25'st Cudicio); Laurito, Morosini, Landrgreen; Lazzari (29'st Peprah); Sforzini; Forestieri (12'st Zilli). Allenatore Bazeu.
ARBITRO Xausa di Portogruaro.

TORVISCOSA - L'Udinese delle seconde linee che sono in cerca di spazio, soprattutto di estimatori, non è dispiaciuta nell'amichevole svoltasi ieri pomeriggio a Torviscosa contro l'undici locale che milita nel campionato di serie D.
Forestieri, che è vicino ai greci del Kavala come riportiamo in altro articolo e Lazzari sono stati i migliori, sono parsi i più vivaci, i più concreti, i più continui.
Forestieri ha aperto le marcature con una conclusione in diagonale davvero bella per esecuzione e precisione dopo un dribbling a rientrare.
L'argentino è stato lo spauracchio della difesa del Torviscosa, ma si è messo anche al servizio della squadra.
Dieci minuti dopo è andato a segno Lazzari con un gran tiro da fuori area e con il pallone che ha colpito il palo prima di varcare la linea bianca.
Poi c'è stato un lampo dell'ex bambino prodigio, Laurito che, al 34', con una rapida giravolta, ha fatto partire un bolide che si è insaccato proprio sotto l'incrocio dei pali.
Dopo il gol su mischia di Nef al 37', il Torviscosa ha segnato il gol della bandiera con una precisa esecuzione su calcio franco di Maccagnan che ha sorpreso Romo.
Nel secondo tempo l'Udinese ha rallentato un po’ il ritmo, è salito in cattedra Sforzini autore del quinto gol al 27'dopo aver dribblato anche il portiere.
Per la cronaca in panchina per l'Udinese c'era Claudio Bazzeu, allenatore dei Giovanissimi nazionali, dato che Francesco Guidolin ha diretto a Udine l'allenamento della prima squadra.
Gui.Gom.
ZakkTV
00Monday, August 23, 2010 2:51 PM
gazzettino

SERIE D - COPPA ITALIA

Torviscosa al debutto

Domenica 22 Agosto 2010,
(P.C.) Oggi pomeriggio - fischio d'inizio alle 16 - il Torviscosa va al debutto nella nuova stagione di serie D: categoria in cui ritorna dopo mezzo secolo di assenza. Ospita nelllo stadio «Beppino Tonello» il Kras: con il quale, l'anno passato, aveva dato vita ad un bel duello ai vertici del campionato di Eccellenza del Friuli Venezia Giulia. Esso si era risolto a favore degli azzurri della Bassa friulana, arrivati primi in classifica e quindi subito promossi. Invece i triestini, per ottenere analogo risultato, avevano dovuto passare attraverso i play-off.
Per questo derby, valido per il turno preliminare di coppa Italia, l'allenatore Massimiliano Moras deve fare i conti con alcune indisponibilità dovute a guai fisici e squalifiche pregresse. Lo schieramento d'avvio che propone potrebbe essere questo: Buso fra i pali, Cozzi, Zanon, Sandrin e Turchetti linea difensiva, Favero e Coacci a centrocampo con davanti Maccagnan a sostegno delle punte Carpin, Pavan e Filippo. Chi si aggiudica la gara, domenica porossima va sfidare il Tamai.
Intanto, presso la Casa del Traghetto gestito dalla famiglia Missio, ristorante di gran moda situato a ridosso del fiume Ausa, il Torviscosa si è appena presentato ufficialmente. A fare gli onori il presidente Paolo Sguassero affiancato dal suo vice Sandro Midolini, dal direttore sportivo Onorino Polvar e dagli altri dirigenti. Fra gli intervenuti il sindaco di Torviscosa che è Roberto Fasan, con l'assessore Mosanghini. Non mancavano il consigliere regionale Paride Cargnelutti e Carlo Banfi, esponente della Edison sponsor principale del club.

Torviscosa
solo un test


Lunedì 23 Agosto 2010,
Derby di lusso di matricole terribili al "Tonello" di Torviscosa: nonostante la calura, è stato un match combattuto. Alla fine, l’ha spuntata il Kras grazie a una giocata di Venturini che al 28’ della ripresa colpisce, complice comunque un assetto difensivo dei locali non proprio impeccabile.
Sono i padroni di casa ad inizio gara ad aprire l’ostilità con una combinazione veloce fra Filippo e Pavan che mette in porta Pitta sul quale provvidenziale è Bagon con una chiusura d’applausi. Al 5’ una punizione di Maccagnan si perde a lato di poco con Contento che comunque c’è. Al 10’ gli ospiti perdono Vigliani (sospetto stiramento) ma Dragosavljevic non lo fa di certo rimpiangere. Al 22’ Coacci apre per Maccagnan che mette in mezzo dove Pitta spizzica di testa, ma Contento si supera togliendo la palla dall’angolo con la punta delle dita. Sembra "maturo" per il Torviscosa ma invece a passare è proprio il Kras sul ribaltamento di fronte al 24’. Il neo-entrato Dragosavljevic supera Turchetti con il quale ha un contatto appena dentro l’area. Vaccher sulle prime ci pensa un po’, poi opta per la massima punizione e decreta quindi il rigore, che viene affidato a Carli: palla respinta da Buso ma la difesa locale dorme letteralmente e permette allo stesso Carli di stoppare sulla ribattuta e mettere comodamente in rete. Al 41’ Maccagnan si invola sulla fascia di competenza, mette in mezzo dove un timoroso Pavan impatta come può e spedisce altissimo sulla traversa.
Nella ripresa Moras chiede ai suoi una reazione di orgoglio che sulle prime battute non c’è, infatti è ancora Venturini ad avere due palle gol nel giro di 60 secondi, sulla prima non trova la porta dopo aver messo in difficoltà Mazzaro e sulla seconda dopo aver saltato di netto Sandrin viene intercettato il suo pallonetto da una paratona di Buso. È comunque il Torviscosa a trovare il pareggio al 4’ con un gran tiro di Filippo servito da Zanon sulla destra. Al 15’ il biancazzurro ancora cerca il bis su servizio di Maccagnan ma questa volta non trova la porta. Al 28’ direttamente su assist di Contento con palla che rimbalza tra le linee è lesto ad infilarsi Venturini che lascia di stucco Mazzaro e Zanon e dosa un preciso pallonetto che non lascia scampo a Buso che rimasto a metà strada non è certo incolpevole. Al 30’ ci prova Dragosavljevic a chiudere i conti ma alza troppo la mira dopo una bella girata. Il Torviscosa con l’ingresso di Casimirri chiude il forcing conquistando una serie di corner che comunque non sortiscono alcun effetto.
Passa il Kras che si guadagna il prossimo match con l’esperto Tamai.

Lunedì 23 Agosto 2010,
Torviscosa 1
Kras 2

GOL: pt 24’ Carli, st 4’ Filippo, 28’ Venturini.
TORVISCOSA: Buso, Mazzaro, Turchetti, Coacci, Zanon, Sandrin (40’ st Batalo), Maccagnan (34’ st Camerin), Filippo (20’ st Casimirri), Carpin, Pitta, Pavan. All. Moras.
KRAS: Contento, Bucovaz, Latin, Carli, Sessi, Bagon, Venturini, Cipracca, Davanzo (39’ st Menichini), Vigliani (12’ st Dragosavljevic), Orlando (15’ st D’Agnolo). All. Musolino.
ARBITRO: Vaccher di Pordenone.
NOTE: ammoniti Latin, Dragosavljevic per scorrettezze; calci d’angolo 7-4.
enricoutv83
00Tuesday, August 24, 2010 6:31 PM
da www.gazzettino.it


Venturini regala al Kras il primo colpaccio in Friuli
Messaggero Veneto — 23 agosto 2010 pagina 03 sezione: NAZIONALE

TORVISCOSA KRAS 1 2 TORVISCOSA Buso 6.5, Mazzaro 6, Turchetti 6, Coacci 6, Zanon 6.5, Sandrin 6 (Vandalo sv), Maccagnan 6 (Camerin sv), Filippo 6.5 (Casimirri 6), Carpin 6, Pitta 6, Pavan 6. All. Moras. KRAS Contento 6.5, Bucovaz 6.5, Latin 6, Carli 6.5, Sessi 6.5, Bagon 6, Venturini 7, Cipracca 6.5, Davanzo 6 (Menichini sv), Viliani sv (Dragosavljevic 6.5), Orlando 6 (D’Agnolo 6). All. Musolino. ARBITRO Vaccher di Pordenone 6. MARCATORI Al 24’ Carli; nella ripresa, al 4’ Filippo, al 28’ Venturini. TORVISCOSA. Nonostante la calura di questi tempi è stato un match combattuto fra le due matricole terribili. Alla fine l’ha spuntata il Kras grazie a una giocata di Venturini al 28’ della ripresa, complice un assetto difensivo dei locali non proprio impeccabile. Comunque sono proprio quest’ultimi a inizio gara ad aprire le ostilità con una combinazione al 3’ Filippo-Pavan che una chiusura provvidenziale di Bagon non mette in porta Pitta. Due minuti dopo una punizione di Maccagnan si perde a lato di poco con Contento che comunque c’è. Attorno al 10’ gli ospiti perdono Villiani (sospetto stiramento), ma Dragosavljevic non lo fa certo rimpiangere. Al 22’ Coacci apre per Maccagnan che mette in mezzo dove Pitta spizzica di testa ma Contento si supera togliendo la palla dall’angolo con la punta delle dita. Sembra “maturo” per il Torviscosa e invece a passare è proprio il Kras su ribaltamento di fronte al 24’ palla al neo entrato Dragosavljevic che “scherza” Turchetti all’inizio dell’area con la quale ha un contatto appena dentro quest’ultima, Vaccher sembra indeciso ma alla fine opta per la massima punizione che viene affidata a Carli, palla respinta da Buso, ma la difesa assopita del Torviscosa permette a Carli di stoppare e metterla comodamente in gol. Al 41’ Maccagnan si invola sulla fascia di competenza mette in mezzo dove un timoroso Pavan impatta come può e spedisce sopra la traversa a colpo praticamente sicuro. Nella ripresa Moras chiede ai suoi una reazione d’orgoglio che sulle prime battute proprio non si vede, anzi è Venturini ad avere due palle gol nel giro di un minuto: sulla prima non trova la porta dopo aver messo in ambasce Mazzaro e sulla seconda, dopo aver saltato Sandrin viene intercettata la sua palombella da un provvidenziale Buso. Ma al 4’ il Torviscosa si scuote e trova il pareggio con un gran tiro di Filippo servito da Zanon sulla destra si decentra e con un missile terra-aria trova l’incrocio dei pali trafiggendo così Contento, di nome, ma non certo di fatto. Al 15’ il biancoazzurro cerca il bis su servizio questa volta di Maccagnan, ma non trova la porta. Al 28’ direttamente su assist di Contento con palla che rimbalza tra le linee il più lesto di tutti a infilarsi è Venturini che lascia di sale Mazzaro e Zanon e dosa un preciso pallonetto che non lascia scampo a Buso rimasto a metà strada: è il 2 a 1. Al 30’ ci prova Dragosavljevic a chiudere i conti, ma alza troppo la mira dopo un bel gesto tecnico. Il Torviscosa con l’ingresso del “folletto” Casimirri chiude in forcing conquistando una serie di corner che comunque non sortiscono l’effetto desiderato e deve patire anche l’infortunio di Sandrin che francamente non ci voleva. Così passa il Kras che si guadagna il prossimo match con il Tamai. Da aggiungere che il caldo ha condizionato la prestazione delle due squadre, ma da quello che si è potuto notare oggi, sarà una lunga lotta per la sopravvivenza e la permanenza nella categoria per entrambe le compagini. Massimiliano Bazzoli ©RIPRODUZIONE RISERVATA
ZakkTV
00Friday, August 27, 2010 2:33 PM
da www.ilgazzettino.it

CALCIO SERIE D

Torviscosa, ecco Fabbro


Venerdì 27 Agosto 2010,
(P.C.) Si rafforza il Torviscosa, appena tornato in serie D: categoria dalla quale mancava da giusto mezzo secolo. Il direttore sportivo Onorino Polvar, braccio operativo del club presieduto da Paolo Sguassero, è riuscito ad ingaggiare Marco Fabbro.
Si tratta di attaccante classe 1982, nella passata stagione in forza alla Azzanese. Egli va a così innestarsi in un reparto comprendente già Nicola Carpin, Alessio Maccagnan, Eros Pavan, Michele Pitta e Jacopo Torossi.
Sarà un ulteriore elemento a disposizione dell'allenatore Massimiliano Moras. Il tecnico di Trivignano Udinese risulta impegnato a preparare nel migliore dei modi gli azzurri della Bassa friulana, in vista del debutto in campionato previsto domenica 5 settembre sul campo del Montebelluna.
Nella ritrovata serie, il Torviscosa ha comunque già esordito nella recente domenica in occasione del turno preliminare della coppa Italia. Gli è toccato ridare vita al derby con i triestini del Kras - come avvenuto nello scorso campionato dilettantistico di Eccellenza - impostisi per 2-1 (e che, quindi, si apprestano a sfidare il Tamai).

zonastadio
00Friday, August 27, 2010 9:00 PM
sono passato oggi per sto posto..una disperazione..non c'è assolutamente nulla ma proprio nulla. non so nemmeno se giochino realmente nel paese
ZakkTV
00Saturday, August 28, 2010 6:26 PM
gazzettino

CALCIO-SERIE D

Fabbro replica
alla Manzanese
dopo il divorzio

Sabato 28 Agosto 2010,
TORVISCOSA-(cr) Non è andato proprio giù a Marco Fabbro, l'attaccante ex Azzanese che l'altro giorno ha lasciato la Manzanese per accasarsi al Torviscosa, il modo in cui lo staff seggiolaio ha commentato la sua decisione. «Non ha mantenuto la parola data», ha sbottato il direttore sportivo orange Lucio Bortolotti, ma altra è la versione dell'accaduto suggerita dal bomber di Zoppola. «È vero che mi sono allenato per due settimane con la Manzanese - spiega Fabbro - ma è altrettanto innegabile che io abbia sempre manifestato il desiderio di provare a confrontarmi con la serie D. Nel corso delle due settimane trascorse a Manzano ho visto inoltre delle cose poco chiare, che preferisco tenere per me, che mi hanno indotto a fare qualche riflessione». In quel momento è arrivata la concreta proposta del Torviscosa, «e non è quindi affatto vero che sono stato io a propormi. Dovesse accadermi questo sarei il primo a comprendere che è giunto il momento di lasciar perdere con il calcio». Di qui la scelta di accettare il corteggiamento del diesse Onorino Polvar e di mister Max Moras «non senza - conclude Fabbo - aver prima avvisato i dirigenti della Manzanese, che non possono quindi accusarmi di alcun tipo di scorrettezza».
ZakkTV
00Wednesday, September 1, 2010 2:39 PM
dal sito

5 a 2 nell’amichevole col Pozzuolo
By
Torviscosa Calcio
– 26 agosto 2010Pubblicato in: Risultati

Finisce 5 a 2 l’amichevole con i biancoverdi di mister Berlasso militanti nel campionato di Promozione.

Non inganni però il risultato finale, la gara è rimasta in equilibrio fino alla mezz’ora della ripresa e soprattutto nella prima frazione di gioco il “Celtic” con in campo la formazione tipo, ha dato filo da torcere ai biancoazzurri dimostrando buone qualità e più voglia.

Mister Moras ancora una volta causa infortuni è stato costretto ad inventarsi 2 formazioni da schierare; out Sandrin in difesa, Camerin e Favero nel mezzo e l’ultimo arrivato Fabbro in avanti, il mister ha optato per un 4-2-3-1 in entrambe le frazioni.

Buoni 45′ per il rientrante Pujatti schierato nella ripresa e per l’ex prof Colavetta.

MARCATORI : 31′ Zampieri (r), 43′ Coacci, 58′ Nadalutti Cigoni, 62′ Pavan, 77′ Casimirri, 79′ Crozzoli, 82′ Casimirri ;

TORVISCOSA p.t. (4-2-3-1) Topazzini; Zienna Sannino Zanon Mazzero; Coacci Diminuto; Filippo Maccagnan Turchetti; Carpin. All.Moras

TORVISCOSA s.t. (4-2-3-1) Buso; Mazzaro (Cozzi) Sannino Pujatti Colavetta; Crozzoli Coacci; Maccagnan (Filippo) Casimirri Pavan; Pitta. All. Moras

POZZUOLO p.t. (4-4-2) Nadalutti; Sdrigotti (‘91) Gomboso Russian (‘92) Bertuzzi; Ducic Borsatti Roviglio (Peressini) Zampieri; All. Berlasso

POZZUOLO s.t. (4-4-2) Zanier (Baita ‘91); Sdrigotti (Di Lena ‘92) Gomboso Russian (‘92) Peressini; Ducic Roviglio (Salvador ‘92) Borsatti Bertuzzi; Lanzilli (De Biasio) Nadalutti Cigoni ‘92 (Gazzetta ‘93). All. Berlasso
ZakkTV
00Saturday, September 4, 2010 1:52 PM
dal blog della serie D

Le Protagoniste del Campionato: 11. Torviscosa

Anno Campionato Pos. P.ti G V N P F S
2005-06 Promozione (B) 9° 37 30 9 10 11 27 31
2006-07 Promozione (B) 1° 45 30 15 11 4 35 14
2007-08 Eccellenza 6° 43 30 11 10 9 31 32
2008-09 Eccellenza 12° 33 30 7 12 11 28 40
2009-10 Eccellenza 1° 62 30 18 8 4 38 14

Correva l'anno 1973 quando l'allora Torviscosa sponsorizzata Saici giocò l'ultimo campionato di serie D. Sono stati ben 10 i campionati di serie D che la piccola realtà udinese seppe disputare in quel periodo la cui lontananza fa virare i ricordi quasi su di una pellicola in bianco e nero. Da allora son passati tanti anni e la squadra biancoceleste ha sempre militato nei campionati dilettantistici del Friuli Venezia Giulia. Solo negli ultimi anni è riuscita a risalire vincendo in serie un campionato di Prima Categoria ed uno di Promozione per poi centrare a maggio quello di Eccellenza, al termine di un torneo praticamente perfetto dove ha avuto come solo avversario quel Kras Repen che poi sarebbe approdato anch'esso alla serie D attraverso i play-off. Uno degli artefici della promozione alla massima categoria dilettantistica italiana è stato l'allenatore Nerino Barel che ora ha scelto di tornare ad allenare in quel di Concordia Sagittaria, a succedergli è stato chiamato Alessandro Moras che ha seguito quest'impresa come tecnico della Juniores e come tale conosce bene le potenzialità della squadra. Giovani e giusta esperienza sono stati gli ingredienti scelti per confezionare la rosa che affronterà la nuova difficile categoria, con la conferma di molti dei protagonisti della passata stagione che han fatto della difesa l'arma in più dei biancocelesti. A guidare il reparto arretrato vi è Luigino Sandrin che solo dieci anni fa seppe raggiungere una promozione in serie C1 con la maglia del Sandonà surclassando la Triestina al termine di un play-off nel quale seppe segnare la rete decisiva. Il reparto difensivo è stato forse l'unico che ha mutato poco e che può vantare oltre a Sandrin dell'esperienza del portiere Buso, di Mazzaro, Pujatti e Sannino, cui è stato aggiunto l'under Zanon reduce da un'annata in D nel Val d'Aosta. Coacci e Camerin sono i due innesti importanti a centrocampo cui si è aggiunto quello di Maccagnan in attacco che torna quindi a giocare dalle parti di casa essendo residente a Torviscosa. A lui cercare di dar manforte ad un attacco composto da Carpin e dall'under Pitta cercando di emulare quel campionato che solo tre anni fa lo vide brillante protagonista della classifica marcatori con 18 reti all'attivo. La ricerca della salvezza nel campionato che verrà sarà al solito difficile, ma non impossibile, gli ingredienti per centrarla vi sono tutti.

ROSA SQUADRA - Portieri: Asmir Saranovic (90, Palmanova), Nicolas Buso (84), Stefano Tonon (93, Itala San Marco); Difensori: Alberto Mazzaro (81), Davide Pujatti (80), Luigino Sandrin (72), Francesco Sannino (85), Federico Coden (91), Lorenzo Cozzi (92, Virtus Corno), Alfonso Zienna (84), Christian Zanon (90, Valle d'Aosta 27 -); Centrocampisti: Andrea Casimirri (90), Davide Coacci (88, Virtus Corno), Filippo Crozzoli (87, ? 4), Giacomo Favero (91, Sacilese - -), Luca Filippo (89), Mattia Panozzo (88, ? 7), Nicola Turchetti (92, Mirco Camerin (85, Tricesimo), Luca Diminuto (92, Castionese); Attaccanti: Nicola Carpin (71, ? 6), Alessio Maccagnan (79, Albignasego 30 5), Michele Pitta (91, ? 10), Eros Pavan (92), Jacopo Torossi (89, Union 91). All. Alessandro Moras (nuovo, giovanili Torviscosa)

Coppa Italia (Turno Preliminare)
Torviscosa - Kras Repen 1-2

Campionato
Montebelluna - Torviscosa
Torviscosa - Rovigo
Pordenone - Torviscosa
Torviscosa - Kras Repen
Este - Torviscosa
Torviscosa - Union Venezia
SandonàJesolo - Torviscosa
Opitergina - Torviscosa
Torviscosa - San Paolo Padova
Tamai - Torviscosa
Torviscosa - Treviso
Città di Concordia - Torviscosa
Torviscosa - Union Quinto
Montecchio Maggiore - Torviscosa
Torviscosa - Chioggia Sottomarina
Belluno - Torviscosa
Torviscosa - Sanvitese

Già pubblicate: 1.Unione Venezia; 2.SandonàJesolo; 3.Sanvitese; 4.Belluno; 5.Chioggia Sottomarina; 6.Opitergina; 7.Pordenone; 8.Kras Repen; 9.Tamai, 10.Montebelluna

postato da: ErSTE alle ore agosto 30, 2010 19:17 | link | commenti
categorie: le protagoniste del campionato
ZakkTV
00Monday, September 6, 2010 3:01 PM
da www.ilgazzettino.it

NELLA MARCA Tre a zero in casa del Montebelluna

Il Torviscosa vola

Lunedì 6 Settembre 2010,
MONTEBELLUNA - La neopromossa Torviscosa sbanca il San Vigilio, imponendosi con un eloquente 3 a 0 sul Montebelluna. La matricola di Moras si dimostra subito in palla, non tradendo emozione alcuna all'esordio e contro la giovanissima formazione biancoceleste inanella i primi tre punti della stagione. I friulani approfittano senza pietà delle amnesie difensive dei padroni di casa poi, aiutati anche dalle espulsioni già nel primo tempo di Bressan e Riccardi, giocano sul velluto.
Dopo aver rischiato un rigore in avvio per un intervento con il braccio giudicato involontario, gli ospiti si fanno vedere dalle parti di Cagnato al 19' con Camerin, che batte direttamente in rete una punizione di seconda scavalcando l'estremo avversario da quasi quaranta metri. Gol non convalidato ma episodio che mette in apprensione il Montebelluna. Infatti al 30'ancora Camerin su palla inattiva serve il liberissimo Carpin, che appostato sul secondo palo appoggia facilmente di testa in fondo al sacco. Il vantaggio mette le ali al Torviscosa, che al 38'rimane con l'uomo in più per la seconda ammonizione di Bressan il cui fallo su Camerin apparso veniale viene punito severamente dall'arbitro. Ma l'harakiri dei padroni di casa non è finito, visto che al 41'Cagnato si fa sorprendere fuori dai pali da una calibrata conclusione di Coden che lo beffa da quasi metà campo. Nel finale anche un nervoso Riccardi dopo un battibecco viene allontanato dal direttore di gara. Prima dell'intervallo è poi bravo Buso ad intercettare un colpo di testa di Zanetti su traversone di Alezia destinato al sette. Dopo la pausa l'allenatore del Monte Masitto prova a rimescolare le carte gettando nella mischia Nobile e De Biasi. La doppia superiorità numerica non crea troppe difficoltà agli ospiti, che anzi fanno tris al 13'quando un pasticcio della retroguardia di casa libera Filippo, che dal limite fa secco Cagnato con un diagonale a filo d'erba. Sul triplo vantaggio il Torviscosa rallenta, ma rischia al 21'quando Nobile scatta sulla fascia destra e dal fondo rimette in mezzo per l'accorrente Lauro, che da ottima posizione spara alle stelle.
Giulio Mondin

MONTEBELLUNA0
TORVISCOSA 3
GOL: pt 30’; Carpin, 41’; Coden, st 13’ Filippo.
MONTEBELLUNA: Cagnato 4,5, Lauro 5,5, Capuano 5,5, Scappin 6, Alezia 5,5; Tretto 5,5 (st 1’ De Biasi 6), Bressan 5, Perosin 6; Zanetti 6 (st 1’ Nobile 6), Costa 5 (st 8’ Gemo 5,5); Riccardi 4,5. All.: Masitto.
TORVISCOSA: Buso 6,5, Mazzaro 6, Zanon 6, Sannino 6, Coden 6; Camerin 6,5, Coacci 6 (st 1’ Crozzoli 6), Turchetti 6 (st 36’ Diminuto sv); Pitta 6 (st 22’; Pavan sv), Filippo 6; Carpin 6,5. All.: Moras.
ARBITRO: Grega di Legnano 4,5.





ZakkTV
00Tuesday, September 7, 2010 12:50 PM
Torviscosa, un esordio da incorniciare

Messaggero Veneto — 06 settembre 2010 pagina 04 sezione: NAZIONALE
MONTEBELLUNA TORVISCOSA 0 3 MONTEBELLUNA Cagnato 4.5, Lauro 5.5, Alezia 5.5, Bressan 5, Capuano 5, Scappin 6, Tretto 5.5, Perosin 5.5 (1’ st De Biasi 5.5), Riccardi 4.5, Zanetti 6 (1’ st Nobile 5.5), Costa 5 (9’ st Gemo 5). All. Masitto. TORVISCOSA Buso 6.5, Mazzarro 6, Coden 6, Coacci 6 (1’ st Crozzoli 6), Zanon 6, Sannino 6, Pitta 6 (22’ st Pavan 6), Turchetti 6.5 (36’ st Diminuto 6), Carpin 6.5, Camerin 6.5, Filippo 6. All. Moras. ARBITRO Grega di Legnano 5 MARCATORI Al 30’ Carpin, al 41’ Coden; nella ripresa al 13’ Filippo. MONTEBELLUNA. Ottimo esordio in categoria per il neo promosso Torviscosa. Un successo che la premia forse oltre misura, ma che comunque conferma l’entusiasmo e la voglia di far bene in un campionato difficile come questo. Un successo decisamente agevolato da un paio di infortuni dell’estremo difensore trevigiano, già in difficoltà in occasione del gol annullato a Camerin sul piazzato da una quarantina di metri, e dagli sviluppi della doppia espulsione nel finale di tempo. Alla fine rimane comunque un ottimo viatico per la compagine di Moras in prospettiva campionato. Per la cronaca, dopo una ventina di minuti di studio tra le due formazioni, il primo sussulto con la gioia per i tifosi friulani, spezzata (tiro indiretto) dal gol annullato a Camerin sul pallone calciato da una quarantina di metri su calcio piazzato che aveva sorpreso l’avanzato portiere montebellunese. Ma la seconda “grazia”per Cagnato non è arrivata sul colpo di testa di Carpin che si è elevato più in alto di tutti sull’assist di Camerin a tagliare il campo, incassando il gol sul proprio palo, a un passo dalla porta. Una rete che ha galvanizzato i volonterosi giocatori ospiti che hanno potuto beneficiare dell’uomo in più per l’espulsione di Bressan (doppio giallo) reo di un fallo su Camerin. E se non bastasse il raddoppio di Coden sempre dalla lunga distanza che ha beffato il portiere trevigiano colpevole come nell'occasione precedente, e dalla successivo “rosso” sventolato in faccia a Riccardi, colpevole di aver proferito qualche parola di troppo al direttore di gara. Nonostante il grave handicap, il Montebelluna riusciva nel tentativo, nei minuti di recupero, di riaprire la gara sul colpo di testa di Zanetti da pochi passi, evitato dal miracolosi intervento volante di Buso. Missione difficile, se non impossibile, per i padroni di casa nella ripresa iniziata con una serie di sostituzione su entrambi i fronti ovviamente con opposti fini. Il “tris” finalizzato dopo 13’ nella ripresa da Filippo al termine di una azione manovrata sul filo del fuorigioco, pesava come un macigno sul morale del Montebelluna, con il resto di gara intristito da qualche fallo di troppo in campo. Al termine giocatori ospiti festanti nel raccogliere i meritati applausi dei propri tifosi, mentre gli avversari rientravano negli spogliatoi a capo chino meditando sui propri errori, in attesa di risposte di mercato dalla società. Palpabile la soddisfazione nel team ospite, un successo accolto comunque con moderazione anche dal tecnico friulano. «Una partita che non rispecchia la categoria – il parere di mister Moras –, la gara è stata falsata dalla differenza numerica in campo. È mancata la sportività in campo da parte dei nostri avversari. Comunque devo fare i complimenti alla squadra che ha saputo interpretare bene la partita, non limitandosi a far leva sull’entusiasmo». Giovanni Negro
ZakkTV
00Wednesday, September 8, 2010 1:27 PM
Torviscosa, exploit del gruppo storico

Messaggero Veneto — 07 settembre 2010 pagina 14 sezione: UDINE
Un esordio migliore, probabilmente, per il Torviscosa in serie D proprio non poteva esserci. Il roboante 3-0 con cui gli uomini di Massimiliano Moras hanno sbancato Montebelluna, infatti, rappresenta il più convincente viatico per il campionato di Interregionale che la matricola friulana potesse immaginarsi. E se è senza dubbio vero che il Montebelluna di quest’anno è imbottito di ragazzini e che la gara si è incanalata nel migliore dei modi in virtù della giornata nera dell’estremo difensore trevigiano e della doppia espulsione patita dal Montebelluna a fine di prima frazione, è altrettanto vero che i biancoazzurri hanno saputo gestire l’incontro da compagine consumata e non da novellini della categoria. Tre punti pesantissimi dunque, per la classifica e per il morale. Guai, però, a farsi prendere la mano da facili entusiasmi, come spiega lo stesso trainer friulano. «Piedi ben saldi per terra? No. Di più: zavorrati al massimo – ha detto Moras – . Niente voli pindarici. Però la prova dei ragazzi è stata molto positiva. Sia dal punto di vista della tenuta fisica, sia, soprattutto, del livello del gioco offerto. Il Montebelluna ha perso la testa dopo il nostro doppio vantaggio, tanto da rimanere in nove, ma la gara l’abbiamo sempre condotta noi. E sono davvero contento che a bersaglio siano andati tre ragazzi (Carpin, Filippo e Coden ndr ) che già facevano parte del gruppo storico del Torviscosa nella passata stagione». «Questa è la filosofia della società – prosegue Moras – : cioè valorizzare chi ha compiuto la storica cavalcata in Eccellenza, tanto è vero che domenica dall’inizio erano in campo in otto e risultati come quello di Montebelluna fanno bene davvero a tutti». Brutte notizie, invece, dall’infermeria. Domenica, infatti, si è bloccato Davide Coacci che ha riportato la frattura del quinto metatarso del piede destro e dovrà, quindi, restare fermo ai box per parecchio tempo. Senza dimenticare che Mirko Camerin lamenta da tempo una brutta infiammazione al ginocchio, e deve essere utilizzato con la massima cura, e che anche in terza linea c’è più di qualche elemento acciaccato. «Sono problemi che non fanno certamente piacere – ha concluso Moras – , ma con i quali, purtroppo, dobbiamo imparare a convivere. Anche perché domenica arriva a Torviscosa uno squadrone come il Rovigo e in settimana dobbiamo prepararci al meglio per affrontare i veneti e continuare a muovere la classifica». Mattia Pertoldi

Pordenone, è una sconfitta che brucia

Messaggero Veneto — 07 settembre 2010 pagina 14 sezione: SPORT

Ti aspetti un colpo dalle decane, e invece il blitz lo mette a segno la matricola, peraltro assoluta. La prima giornata di serie D va in archivio sotto il nome del Torviscosa. La squadra della Bassa fa il suo esordio in Interregionale cogliendo uno splendido successo-salvezza a Montebelluna: 3-0 netto, indiscutibile. E poco importa se agevolato dalla doppia superiorità numerica. Unici promossi, dunque, i ragazzi di Max Moras, mentre è solo rimandato il gruppo della Destra Tagliamento, cioè Pordenone, Sanvitese e Tamai. Autoritario. La serie D è un campionato ostico, lungo, pieno di insidie: una “deb” deve sempre tenere gli occhi aperti e guai, dunque, se il Torviscosa si sentisse già appagato dop il primo blitz. Ma intanto partire con un successo non può che fare bene, rinfranca lo spirito, scaccia qualche dubbio, come quello riferito all’inadeguatezza del gruppo storico. Anzi, quel blocco c’è, e proprio in quest’ultimo va cercata la chiave del blitz di Montebelluna. Otto reduci della promozione subito in campo, tre peraltro decisivi: Carpin, Coden, Filippo, gli autori dei gol. Coraggiosa la scelta di Max Moras di puntare sul blocco e di lasciare in panchina un big come Maccagnan. Molti altri allenatori avrebbero ceduto, uno così ha sempre il colpo per “spaccare” il match, ma lui preferisce momentaneamente farne a meno, aspettando che si integri al meglio: complimenti. Una nota storta, però, c’è nell’esordio del Torviscosa: Coacci si è fratturato il quinto metatarso del piede destro e dovrà stare fuori un mese. Brutta perdita. Ko bruciante.

ZakkTV
00Monday, September 13, 2010 10:42 PM
da www.ilgazzettino.it

La matricola friulana si arrende all’esperto undici
ospite. Decide un gol firmato da Sabadini nel recupero

Torviscosa scivola
Rovigo non fa sconti


Angelo Miorin
Lunedì 13 Settembre 2010,
L’applauso del pubblico a fine gara accomuna entrambe le contendenti e sottolinea i meriti di due formazioni che, nonostante defezioni pesantissime, non hanno risparmiato il cuore, prima ancora che le doti tecniche. Vince il Rovigo, senza discussioni, ma il finale del Torviscosa avrebbe potuto dare qualcosa di più anche ai ragazzi di casa. Questione di episodi, in fondo: mentre i veneti hanno saputo cogliere l’attimo nel momento topico, i friulani l’hanno perso per un nonnulla. La prima frazione aveva già cominciato il suo recupero quando D’Elia, sfugge a Turchetti e invita in area Sabadini che spara il destro infilando Buso sul primo palo. È lì che i boys di Parlato raccolgono i frutti della superiorità manifestata dal 1’ in poi, dopo un’occasione in apertura non sfruttata da Fabbro davanti a Casini. Il Rovigo le sue chance le aveva costruite bucando il fianco difensivo destro avversario al 7’ (Sabadini cade in area nel contatto con Zanon), 8’ (stessi protagonisti, anticipo pulito del difensore) e 10’ (diagonale di Zanardo a fil di palo opposto). C’è anche il Torviscosa che con Maccagnan, Pavan e Crozzoli ubriaca al 20’ tutta la retroguardia rodigina, tranne il provvidenziale Niccolini. È un break estemporaneo: l’incornata di Zanardo è intercettata da Buso al 28’ e non trova lo specchio al 30’.
Ripresa nella mani degli ospiti che costruiscono la palla del raddoppio al 54’ con un contropiede Antonelli-Sabadini: Zanardo la piazza, ma Buso si oppone. Al 57’ incursione di Sabadini per Zanardo che spara sul portiere. E visto che non riesce a blindare il risultato, il Rovigo comincia a tremare, concede campo al Torviscosa scosso dall’ingresso del “vecchio” Nicola Carpin. Al 66’, su piazzato di Maccagnan, Zanon sfiora la deviazione e manda a fil di palo; all’84’ Diminutto per la testa di Carpin che non inquadra la porta per un nonnulla; al 90’ Zanon vince il duello aereo con Casini, la palla balla davanti alla porta sguarnita, Maccagnan non riesce a sparare con prontezza dando il tempo al portierino di recuperare la posizione.
Angelo Miorin

Torviscosa-Rovigo0-1
GOL: pt 46’ Sabadini.
TORVISCOSA (4-4-2): Buso 6.5, Mazzero s.v. (pt 25’ Filippo 6), Turchetti 5.5, Zienna 6, Zanon 7, Sannino 6, Maccagnan 5.5, Crozzoli 6, Fabbro 5.5 (st 19’ Carpin 6.5), Favero 6 (st 30’ Diminutto s.v.), Pavan 5.5. All. Moras.
ROVIGO (4-4-2): Casini s.v., Chica Serna 6 (st 30’ Saitta s.v.), Dionisi 6.5, Barbi 7, Niccolini 5.5, Ruopolo 6, D’Elia 6.5 (st 15 Ezzhari 5.5), Antonelli 6, Sabadini 7, Zanardo 6.5 Doukara 7 (st 40’ Veronese s.v.). All. Parlato.
ARBITRO: Milani di Verona 6.5.
NOTE: ammoniti Doukara, Ezzhari, Zanon e Dionisi. Angoli 1-3.

Mister Moras:
«Avremmo
meritato
il pareggio»


Lunedì 13 Settembre 2010,
TORVISCOSA - (an.mi.) Si può perdere, ma rimanere, tutto sommato, soddisfatti. Max Moras aveva fatto la conta venerdì sera e si era ritrovato con 9 potenziali titolari in meno per la formazione di partenza. La prova di carattere di chi ha giocato lo rassicura: «Peccato però che abbiamo preso un gol nel momento sbagliato, l’ultimo del primo tempo, quando c’è stato un calo di tensione. Ma a parte l’errore e qualche altro svarione, ho visto una squadra che ha lottato con il cuore e ha cercato di supplire con la volontà alla differenza tecnica degli avversari, tra le cui fila ho ammirato un grande Zanardo». L’ingresso di Carpin ha dato la scossa. «Ci ha permesso di giocare molto di più nell’area rodigina - ammette il tecnico - e nel finale, ma non solo nel finale, c’è mancato poco che acciuffassimo il pari. Sarebbe stato meritato. Oggi abbiamo messo in mostra le nostre armi: cuore, determinazione e applicazione tattica. Con queste dobbiamo arrivare al traguardo».
ZakkTV
00Tuesday, September 14, 2010 5:07 PM
Torviscosa, ritorno a terra: al Rovigo basta una rete

Messaggero Veneto — 13 settembre 2010 pagina 06 sezione: NAZIONALE
TORVISCOSA ROVIGO 0 1 TORVISCOSA (4-3-3) Buso 7.5; Mazzaro 5.5 (Filippo 6), Zanon 6, Sannino 5.5, Turchetti 6; Crozzoli 6, Favero 5.5 (Diminuto sv), Zienna 6; Maccagnan 6.5, Fabbro 5 (Carpin 6.5), Pavan 5.5. All. Moras 5.5. ROVIGO (4-4-2) Casini 6.5; Chica Serna 6 (Saitta sv), Niccolini 6.5, Ruopolo 7, Dionisi 7; D’Elia 6.5 (Ezzhari 6), Barbi 6.5, Antonelli 6, Doukara 6.5 (Veronese sv); Sabadini 7, Zanardo 6.5. All. Parlato 7. ARBITRO Milani di Verona 6. MARCATORE Al 46’ Sabatini. TORVISCOSA. Ce la mettono tutta gli atleti di mister Moras nella prima partita davanti al proprio pubblico, dopo il ritorno in serie D e dopo il successo della prima giornata, per mettere in carniere almeno un punto, ma sono stati costretti ad arrendersi ad un coriaceo Rovigo un avversario di caratura superiore. Partenza bruciante e subito il Torviscosa in avanti con Fabbro servito in area da Pavan e bloccato in uscita bassa da Casini. La risposta dei rodigini al 4’ quando Sabadini sfonda sulla sinistra e cade in area strattonato da Zanon. Il ritmo degli ospiti è alto e sempre Sabadini fa a fette, al 6’, la difesa da sinistra, ma Zanon in extremis ci mette una pezza in scivolata bloccando l’attaccante. Il Torviscosa è costretto a subire ancora con Zanardo, il quale scatta da sinistra sul filo dell’off-side e scarica un diagonale che finisce di poco alla sinistra di Buso. Si cambia lato all’8’ con D’Elia che dal fondo scarica per Doukara che manda sul fondo. Il Torviscosa stenta a proporre azioni degne di nota, evidenziando la scollatura tra i reparti e la tendenza ad imbottigliarsi in asfittiche giocate per vie centrali, favorendo così i recuperi dei frangiflutti Antonelli e Bardi. Al 20’ arriva il sospirato break per i padroni di casa con Maccagnan che lancia Pavan sulla sinistra, il quale serve Crozzoli inseritosi in area su cui rinvengono i centrali. Al 26’ Rovigo vicinissimo al gol con Ruopolo, il quale svetta su corner, Buso con uno strepitoso colpo di reni gli nega la gioia del gol. Al 30’ Zanardo non sfrutta il cross di Dionisi mandando alto sull’incrocio e al 35’ Doukara dal vertice sinistro trova la risposta di Buso. Al 45’ arriva la doccia fredda per il Torviscosa: D’Elia effettua un passaggio filtrante dalla destra per il taglio di Dionigi il quale insacca con un preciso diagonale. Non accenna a diminuire nella ripresa la pressione del Rovigo, all’8’ Zanardo sfiora il raddoppio con un bolide su cui Buso si supera, alzando sopra la traversa, con un intervento alla “Superman”. All’11’ Sabadini parte dalla tre quarti e scarica il tiro appena dentro l’area trovando i pugni dell’estremo difensore. Al 21’ occasione per il Torviscosa con Zanon, il quale gira di testa sul secondo palo una punizione di Maccagnan. Il Rovigo arretra il baricentro e cerca di sfruttare il contropiede mentre il Torviscosa, con l’ingresso di Carpin acquista più incisività in avanti: è lui infatti a sfiorare di testa il pareggio al 38’ su cross di Filippo. Maccagnan prova a sfruttare un’azione di confusione al 43’, ma la conclusione a botta sicura è parata da Casini.
ZakkTV
00Wednesday, September 15, 2010 1:52 PM
Torviscosa, un errore pagato caro

Messaggero Veneto — 14 settembre 2010 pagina 15 sezione: UDINE
TORVISCOSA. Basta un gol del rodigino Sabatini, all’ultimo respiro del primo tempo, per condannare il Torviscosa alla prima sconfitta stagionale, nel giorno dell’esordio in serie D tra le mura amiche, impedendo così ai ragazzi di Moras di bissare lo splendido blitz della settimana precedente a Montebelluna. Ma più che il ko, che contro una squadra come il Rovigo ci può anche stare, il tecnico friulano deve fare i conti con la continua ecatombe dei ragazzi a sua disposizione, visto che domenica, a un elenco di per sé già lungo, si è aggiunto pure Mazzaro, che ne avrà per un paio di settimane. Questione di dettagli. Nel calcio, si sa, sono i particolari che spesso fanno la differenza. E così succede che incassare una rete all’ultimo istante del primo tempo ti penalizzi, nel punteggio, per il resto della partita, anche se nella ripresa getti sul campo cuore e polmoni per agguntare il pareggio. «Dal punto di vista dell’impegno e dell’abnegazione – ha spiegato Massimiliano Moras – ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Sapevamo che il Rovigo, a livello di individualità, ci era superiore, ma eravamo riusciti a controllare bene le sfuriate dei veneti per tutta la prima frazione. Purtroppo abbiamo commesso un errore, francamente evitabile, e siamo stati puniti all’ultimo secondo di gioco. Poi, nella ripresa abbiamo cercato di riequilibrare la situazione, ma non ci siamo riusciti. Ma non mi fascio la testa, perché ci sono stati segnali confortanti a livello di reazione e di furore agonistico che fanno ben sperare per il futuro. Certamente, però, dobbiamo toglierci al più presto quei peccati che in D costano carissimi». Infermeria piena. Non demorde, e ha perfettamente ragione, Massimiliano Moras, ma deve per forza fare i conti con un’infermeria che non soltanto non accenna a svuotarsi, ma che domenica dopo domenica si riempie sempre più. Al lungo elenco formato da Coacci, Sandrin, Coden, Camerin e Panozzo, infatti, si è aggiunto ora anche Mazzaro, che durante il match con i veneti si è sentito “tirare” il polpaccio destro, venendo sostituito. La prima diagnosi parla di almeno 15 giorni di indisponibilità. Uno stop pesante, che ingarbuglia ulteriormente i problemi biancoazzurri in terza linea, visto che, al momento, per la trasferta del Bottecchia non pare possibile recuperare nessuno, tranne Camerin in mediana. E con il Pordenone all’orizzonte, non è certo una buona notizia per una squadra che deve salvarsi, non potendo avere a disposizione una rosa all’altezza, anche a livello numerico, delle prime della classe. Mattia Pertoldi
ZakkTV
00Saturday, September 18, 2010 2:11 PM
da www.ilgazzettino.it

Torviscosa
al "Bottecchia"
in piena
emergenza


Sabato 18 Settembre 2010,
(p.c.) Torviscosa domani pomeriggio fa visita, allo stadio «Bottecchia», al Pordenone. All'appuntamento arriva in una situazione di totale emergenza, causa la raffica di infortuni con cui deve fare attualmente i conti l'allenatore Massimiliano Moras.
Sono infatti indisponibili Sandrin, Marzaro, Coden, Coacci, Camerin e Pitta. Per gli ultimi due esistono delle speranze di recupero, per poterli avere almeno in panchina. Particolarmente penalizzato appare il settore difensivo. Non a caso il tecnico spinge, già da un pò di tempo, affinchè la società gli metta a disposizione un paio di rinforzi.
Il direttore sportivo Onorino Polvar sta, in realtà, cercando di accontentarlo. Ci sono anche stati degli elementi in prova, però al momento di stringere l'accordo l'eventualità di ingaggiarli sfuma: alla base, quasi sempre, il divario economico fra offerta e richiesta. Ieri sera, intanto, si sono chiuse le liste di trasferimento. Comunque continua a rimanere aperta la possibilità di riuscire a tesserare quanti sono svincolati da contratto.
In effetti, il club del presidente Sguassero, un acquisto lo ha appena effettuato: si tratta di Andrea Romanelli, centrocampista della classe 1991, nella passata stagione in forza alla Manzanese. Ma, per l'imminente impegno, Moras deve inventarsi la formazione. Di sicuro in porta va Buso. Davanti a lui la linea difensiva costituita da Cozzi, Sannino, Zanon e Di Minuto. A centrocampo Favero, affiancato da Crozzoli e Filippo. In prima linea gli attaccanti Maccagnan, Fabbro e Carpin.
ZakkTV
00Monday, September 20, 2010 1:44 PM
Primo derby per il Torviscosa

Messaggero Veneto — 19 settembre 2010 pagina 17 sezione: UDINE
TORVISCOSA. Primo derby regionale della stagione per il Torviscosa, di scena questo pomeriggio nello splendido palcoscenico del Bottecchia di Pordenone, contro i padroni di casa ancora fermi a quota zero dopo 180 minuti, ma dotati di individualità e di ambizioni da primissimi posti. Più che il valore, però, sicuramente alto, dei ragazzi di Bosi, quello che fa storcere il naso in casa biancazzurra è l’infermeria, che proprio non accenna a svuotarsi. Qui Torviscosa. Coden, Mazzaro, Turchetto, Sandrin e Coacci: è questo l’elenco degli indisponibili, che sarebbe già lunghissimo per qualsiasi squadra che punti a salvarsi, nel Torviscosa per la trasferta in terra pordenonese. L’unica consolazione è data dal recupero in extremis dell’ex Mirco Camerin, che però, non essendo al top della condizione, dovrebbe partire inizialmente dalla panchina. Per quanto riguarda la formazione da schierare al Bottecchia, quindi, Massimiliano Moras dovrebbe puntare ancora sul modulo a tre punte, con l’innesto dall’inizio, praticamente obbligato, di due ragazzini del ’92 come Diminutto e Cozzi, all’esordio assoluto, sulle corsie esterne di difesa. Davanti al confermato Buso, quindi, dovrebbero scendere in campo Cozzi a destra, quindi Sannino e Zanon centrali, e Diminutto a sinistra. In mediana, quindi, spazio a Favero davanti alla difesa, con Crozzoli e Luca Filippo ai suoi lati, e davanti, assieme a Fabbro e al rientrante Carpin, ballottaggio Maccagnan - Pitta, con il primo leggermente favorito per una maglia da titolare. Qui Pordenone. È stato un avvio di stagione duro e che nessuno probabilmente si aspettava, quello che ha coinvolto il Pordenone di Bosi. Le due scoppole rimediate tra l’esordio e la partita della settimana scorsa, infatti, hanno gettato un alone di tristezza e preoccupazione sui neroverdi. Il tempo per rimediare e rimettersi in carreggiata, però, c’è ancora tutto, e soprattutto l’ex trainer delle giovanili del Treviso ha a disposizione un organico da “pole position” che cercherà di utilizzare al meglio già questo pomeriggio, onde evitare di peggiorare ancora la situazione in classifica della sua squadra. Bosi, che deve rinunciare ai soli Erodi e Cester, pare orientato a confermare il 4-3-3, votato all’attacco come da sua abitudine, di sette giorni fa con Bortolin tra i pali e linea difensiva formata da Dus, Campaner, Marson e Battiston. A centrocampo, quindi, giostreranno Petris, Casella e Tardivo, con l’ariete Fantin punta centrale e Sessolo ed Herrera a muoversi ai suoi fianchi per provare a bucare la difesa friulana. Mattia Pertoldi
ZakkTV
00Tuesday, September 21, 2010 2:24 PM
gazzettino

CALCIO SERIE D

Torviscosa senza coraggio


Martedì 21 Settembre 2010,
(P.C.) Al debutto in serie D, aveva centrato un sorprendente rotondo successo (3-0) a Montebelluna. Sette giorni dopo, esordendo nel proprio stadio «Tonello», era invece stato sconfitto di stretta misura (1-0) dal Rovigo ma con parecchi rimpianti per non essere riuscito a pareggiare. Domenica, invece, per il Torviscosa c'è stato un autentuco tonfo (3-0) nel derby che lo opponeva in trasferta al Pordenone. Azzurri propositi al «Bottecchia» con una notevole sequenza di indisponibilità. Ma si tratta di alibi, circa i quali, l'allenatoe Massimiliano Moras non vuole sentire parlare. Egli invece dice: «Primo tempo disputato sottotono, senza un minimo di coraggio. Carenza la quale ha amplificato l'indubbio divario tecnico esistente nei confronti dei pordenonesi. Non ci fosse stato il portiere Buso, che ha anche parato un rigore, il passivo all'intervallo sarebbe risultato superiore a quelle delle due reti effettivamente incassate». Nella ripresa, comunque, i portacolori della Bassa friulana hanno reagito. «C'è stata una traversa colpita ed abbiamo creato alcune occasioni - aggiunge Moras. Incassando il terzo gol favorito da un chiaro errore interpretativo dell'arbitro, su calcio da fermo, da cui è partito il contropiede dei padroni di casa». Lui ha inatti protestato, finendo espulso. Moras chiude con una citazione di merito per il 19enne Diminutto «bravo ad adattarsi e rendere bene in ruolo non suo», nonchè per il capitano che definisce «l'eterno Carpin». Per la prossima gara interna - altro derby regionale: stavolta col Kras - non si parla di recuperare infortunati. Insomma emergenza continua, a Torviscosa.

ZakkTV
00Wednesday, September 22, 2010 10:37 AM
La Sanvitese prende sempre più quota

Messaggero Veneto — 21 settembre 2010 pagina 15 sezione: SPORT
Rinasce il Pordenone, cade il Torviscosa, prende quota la Sanvitese, sprofonda il Tamai. Questa, in estrema sintesi, la terza giornata di serie D. I neroverdi superano la matricola della Bassa ottengono i primi tre punti del campionato e lasciano il fondo della classifica; la Sanvitese ottiene la seconda vittoria di fila ai danni del Tamai, che piomba al penultimo posto in classifica: l’avvio di campionato è da censura, la crisi è molto vicina. Incidente. Atteggiamento sbagliato e cinque, pesanti, assenze: presentandosi in questo modo, è matematico uscire con le ossa rotta dal Bottecchia. Il Torviscosa ha preso una mazzata a Pordenone, ma può essere stato un ko salutare, tale per rialzare la testa da domenica prossima, in casa col Kras. Una partita, quella con i carsolini, domenica massacrati al Penzo dal Venezia (5-2 il risultato) che profuma già di scontro-salvezza: se non da dentro o fuori, di sicuro è una gara da centrare. Con la speranza, per il trainer Max Moras, di recuperare almeno Coden dall’infermeria. Alberto Bertolotto
ZakkTV
00Saturday, September 25, 2010 2:18 PM
gazzettino

SERIE D

Torviscosa
in emergenza
per il derby
con il Kras


Sabato 25 Settembre 2010,
(P.C.) Domani quarta giornata di serie D e, per il Torviscosa, secondo consecutivo derby regionale. Con fischio d'inizio alle 15, ospita il Kras, un avversario col quale aveva a lungo duellato nel passato campionato dilettantistico di Eccellenza: vittoria casalinga e pareggio in trasferta, nei due confronti diretti. Gli azzurri della Bassa friulana avevano alla fine conquistato l'immediata promozione, i triestini erano stati costretti ad impegnarsi nei play-off fra i secondi arrivati. All'inizio della attuale stagione, le due squadre si sono affrontate nel turno preliminare di coppa Italia e il Kras ha prevalso. In campionato i biancorossi di Opicina hanno centrato subito due vittorie, venendo pesantemente sconfitti domenica scorsa a Venezia. Anche il Torviscosa aveva cominciato benissimo, passando in scioltezza sul campo di Montebelluna. Ma erano seguite le sconfitte interne col Rovigo e, sette giorni dopo, a Pordenone. Si è trattato di cadute circa le quali il presidente Paolo Sguassero non ha dubbi: «Momento nerissimo il nostro. In tanti anni che sto nel calcio, mai visto niente di simile. L'infermeria è piena. Ci sono alcuni casi gravi, la stagione è compromessa per alcuni. Altri hanno dovuto operarsi. Un cardine della difesa qual'è Sandrin resta bloccato da guaio al ginocchio: speriamo di riaverlo fra almeno un paio di settimane».
In questo scenario deve muoversi l'allenatore Massimiliano Moras. A lui, la dirigenza ha appena messo a disposizione Luca Bivi, classe 1991, difensore centrale proveniente dal Venezia. Contro il Kras dovrebbe già debuttare a fianco di Zanon, davanti al portiere Buso. Completano la linea difensiva Sannino e Coden. Trio di centrocampo formato da Diminutto, Favero e Camerin. In attacco Filippo, Carpin o Pitta e Maccagnan.


ZakkTV
00Tuesday, October 5, 2010 2:10 PM
gazzettino.it

CALCIO SERIE D

Torviscosa, ancora un ko


Martedì 5 Ottobre 2010,
(P.C.) Altra batosta per il Torviscosa. Due settimane dopo il 3-0 incassato nel derby di Pordenone è tornato a casa con uguale passivo dalla trasferta compiuta, nella recente domenica, a Este. E pensare che andava a fare visita a un avversario il quale, nelle precedenti quattro giornate di serie D disputate, era stato capace di totalizzare appena un punto. Insomma, non sembrava affatto imbattibile. Invece, ecco il pesante kappaò.
Ad attenuante parziale della squadra allenata da Massimiliano Moras, l'avere disputato in inferiorità numerica oltre metà partita (prima dell'intervallo, l'arbitro ha espulso il difensore Coden colpevole di fallo su ultimo uomo). La ripresa si è cosi rivelata fatale: verso il quarto d'ora e nel giro di cinque minuti i padroni di casa sono andati a segno a raffica, realizzando la decisiva tripletta.
«Fase fatale - commenta il tecnico friulano - con l'assetto difensivo andato in tilt totale. Sono stati commessi errori banali. Inutili le mie raccomandazioni, negli spogliatoi prima di tornare in campo, a prestare la massima attenzione. Niente da fare, A scusante di alcuni, dico che sono reduci da malanni e quindi stanno cercando di recuperare la forma migliore».
Peccato perchè, poco prima del tracollo, gli azzurri della Bassa Friulana aveveno avuto l'opportunità di colpire in contropiede gli avversari, per parte loro in pressocchè costante azione offensiva. La nuova sconfitta vede il Torviscosa scivolare pericolosamente verso la coda di classifica. E, domenica prossima, arriva al «Beppino Tonello» il quotato Venezia.

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:02 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com