Forza Treviso Forza Treviso: il forum non ufficiale del Treviso Fbc!!! Treviso calcio e dintorni

L'A.P. Treviso riparte con Zago?

  • Posts
  • OFFLINE
    ZakkTV
    Post: 24,227
    Registered in: 12/23/2005
    Gender: Male
    Vice-Admin
    00 3/13/2012 5:11 PM
    da www.benettonbasket.it

    IL FUTURO DELLA PALLACANESTRO TREVISO, SI PARTE DALLA PRO-GEST DI BRUNO ZAGO
    13/03/2012

    Ecco il resoconto integrale dell'intervento di Giorgio Buzzavo, A.D. di Verde Sport, nella conferenza stampa odierna a La Ghirada, sul futuro della società "madre" e delle società di basket e volley:
    "Verdesport spa, riconferma quanto la Famiglia Benetton ha gia’ comunicato nel mese di febbraio dello scorso anno, ossia la dismissione della parte professionistica delle squadre Benetton Basket e Sisley Volley alla scadenza di Giugno 2012 continuando invece l’attività con il Benetton Rugby.
    Verdesport pertanto, come già comunicato, mette gratuitamente a disposizione il diritto sportivo delle due società sportive a quegli imprenditori ed appassionati che intendessero continuare a mantenere nella città di Treviso la serie A di basket o di volley.
    Massima disponibilità quindi a chi volesse prendere in mano l’onere e l’onore di continuare la storia di queste due società professionistiche a Treviso.
    Da piu’ di un anno tutti gli operatori del settore sportivo, i dirigenti, i tecnici, i collaboratori, gli impiegati, gli addetti e i sostenitori sono stati chiaramente informati di questa inderogabile decisione della proprietà.
    Si chiude a Giugno 2012 per Verde Sport e per il basket e il volley targati-Benetton in particolare, una grande era di sport professionistico, ma rimane e rimarra’ per sempre il grande servizio sociale rivolto ai giovani che Verdesport giornalmente e costantemente offre alla citta’ di Treviso ed all’Italia intera con La Ghirada e le sue innumerevoli iniziative e attività.
    Un grande e costante impegno sociale che la Famiglia Benetton intende mantenere e supportare con la massima professionalita’ grazie al centro sportivo de La Ghirada e alla passione degli operatori di Verdesport.

    Numerosi imprenditori del territorio in questi mesi sono stati contattati ed informati della possibilita’ di rilevare le società sportive e, ad oggi, abbiamo riscontrato un reale interessamento dal sig. Bruno Zago proprietario del gruppo Pro-Gest per la Pallacanestro Treviso.

    Su queste basi la Verdesport ha dato mandato al Vicepresidente Claudio Coldebella ed al Direttore Amministrativo Giovanni Favaro di verificare la possibilita’ di formare un gruppo di lavoro atto alla costruzione di una Nuova Societa’ in grado di continuare l’attivita’ sportiva professionistica della Pallacanestro Treviso.

    Dobbiamo essere tutti consapevoli che,visto il momento storico in cui ci troviamo,il compito non sara’ sicuramente facile e da una parte cerchiamo di restare con i piedi per terra e dall’altra diamo un grande “in bocca al lupo” per questo arduo compito."

    Claudio Coldebella annuncia così l'inizio della nuova avventura: "Con grande soddisfazione pensiamo di avere trovato nel signor Bruno Zago il pilastro da cui ripartire con il nuovo progetto di Pallacanestro Treviso. Sono stati mesi difficili e la scomparsa di Enzo che è stato l’uomo che più di tutti si era speso per salvare il basket a Treviso, ovviamente ha aumentato l’incertezza.

    Proprio per questo mi sento di ringraziare di cuore il sig. Zago e tutto il suo gruppo Pro-Gest per averci dato fiducia e soprattutto per aver creduto nelle potenzialità di questo sport e di tutto quello che questo sport significa per la città. La sua presenza, la presenza di un gruppo importante e solido come quello di cui è proprietario, e l’entusiasmo riscontrato sono un punto di partenza ideale per poter ora coinvolgere in questa nuova avventura anche altre realtà del nostro territorio. Certamente questo suo gesto rivolto alla città di Treviso e a tutti gli sportivi sarà accolto alla grande da tutti gli appassionati che avevano, come noi del resto, veramente bisogno di una notizia incoraggiante.

    Ma siamo convinti soprattutto che attorno alla disponibilità di Bruno Zago e di Pro-Gest che faranno da punto di riferimento e da traino, altre aziende che abbiamo già contattato e che contatteremo parteciperanno a questa opera meritoria per salvare e rilanciare il basket a Treviso , e mi auguro molto presto di poter già annunciarvi la nuova compagine sociale che verrà guidata dal gruppo Progest coadiuvato da un consorzio di aziende che andremo a formare.

    Il lavoro sarà tanto, stimolante e difficile, e mi auguro che questa di oggi sia solo la prima di tante belle novità per gli sportivi trevigiani e i tifosi di basket in particolare.

    Ringrazio la proprietà, il sig. Gilberto, il presidente Andrea Benetton, Giorgio Buzzavo e Verde Sport per la collaborazione che ci hanno dato e ci daranno in questo delicato momento di transizione.E ringrazio in special modo Enzo Lefebre per il lavoro fatto che è stato fondamentale per l'annuncio di oggi".







    [Edited by ZakkTV 3/13/2012 5:14 PM]
  • OFFLINE
    bj72
    Post: 2,356
    Registered in: 3/10/2010
    Location: TREVISO
    Age: 48
    Gender: Male
    Trevisan
    00 3/13/2012 11:10 PM
    Ma Zago sarebbe il titolare della cuboxal e trevisouno?
  • OFFLINE
    bj72
    Post: 2,356
    Registered in: 3/10/2010
    Location: TREVISO
    Age: 48
    Gender: Male
    Trevisan
    00 3/13/2012 11:31 PM
    Ho visto in google che è lui...
    Ma non poteva mica acquistare il calcio?''?
  • OFFLINE
    ZakkTV
    Post: 24,227
    Registered in: 12/23/2005
    Gender: Male
    Vice-Admin
    00 3/16/2012 2:14 PM
    da www.ilgazzettino.it

    BASKET In pole position c’è il re della carta Bruno Zago, ma verrà affiancato da altre aziende

    Oggi il Consorzio va a canestro


    Nella sede dell’emittente Treviso Uno verrà svelato il progetto destinato a salvare l’Ap Treviso

    Venerdì 16 Marzo 2012,
    Cambia pelle la Pallacanestro Treviso, ormai completamente proiettata verso un futuro ancora ricco di insidie ma sicuramente molto più roseo di quanto non lo fosse solo un paio di mesi fa. Oggi, con un conferenza stampa carica d'attesa, verrà svelato qualche dettaglio in più sull'organizzazione che avrà la nuova società. Il primo dettaglio chiarisce già a sufficienze che il registro è cambiato: il palcoscenico scelto per presentare la nuova era non è più la Ghirada, che da trent'anni fa da sfondo ai successi, alle delusioni e ai colpi di scena del basket trevigiano, ma la sede dell'emittente televisiva Treviso Uno, gioiellino dell'impero di Bruno Zago, patron della Pro-Gest. E non è un caso: nonostante la prudenza di questi giorni, è il re europeo della carta l'uomo forte destinato a prendere il posto della famiglia Benetton. Il nuovo progetto ruota tutto attorno a lui, destinato a diventare il socio di maggioranza della società. Il resto del pacchetto azionario verrà dato in blocco a un consorzio di aziende che esprimeranno un presidente come loro rappresentante nel cda. Questi i due «motori» della nuova Pallacanestro Treviso: da una parte Zago, uno dei pochi imprenditori trevigiani in grado oggi come oggi di raccogliere il testimone dai Benetton, e dall'altra questo consorzio che riunirà forze fresche e pronte a sostenere la palla a spicchi di Marca. Non si conoscono ancora le percentuali, ma di certo la maggioranza sarà in mano a Zago. Le altre aziende contribuiranno con una quota al capitale societario e avranno visibilità - al Palaverde, sulla maglia della squadra, durante le manifestazioni nazionali e internazionali - in proporzione ai loro investimenti. Un po’ quello che accade a Varese, diventata da qualche settimana il modello che sta ispirando i manager trevigiani. E il presidente di questo consorzio, che a Varese è una bandiera del basket locale e italiano come Cecco Vescovi, potrebbe essere un nome legato al glorioso passato trevigiano. Sarà lui a confrontarsi con Zago, numero uno a tutti gli effetti, e con il resto dei consiglieri d'amministrazione.
    Oggi pomeriggio verranno rivelati altri particolari, come il nome e il numero delle aziende che entreranno nel consorzio e i loro nomi. Al momento sono quasi tutti marchi già vicini al basket trevigiano, ma per nuovi soci ci sarà sempre posto.

    LA CONFERENZA STAMPA

    «Nei miei studi?
    Solo una coincidenza»


    Venerdì 16 Marzo 2012,
    TREVISO - La Benetton basket convoca una conferenza stampa per parlare del futuro della società nella sede di Treviso Uno, televisione di proprietà di Bruno Zago. Ovvero, l'imprenditore indicato come il più interessato a subentrare nella Pallacanestro Treviso dopo l'addio della famiglia di Ponzano. Tutti traggono la facile conclusione: si ufficializza l'accordo. Tutti, tranne il diretto interessato. «Lo so: voi giornalisti siete sempre in agguato, cercate lo scoop - sorride il re della carta -, ma si tratta solo di una coincidenza».
    Coincidenza sospetta, se permetteà «Ma no, le assicuro. Non c'entra nulla con il mio interessamento al basket. Semplicemente la Benetton ha chiesto ospitalità e noi l'abbiamo data, nell'ambito del rapporto di collaborazione già instaurato con Treviso Uno (l'emittente trasmette la gare dei biancoverdi, ndr). Anzi, l'ha data il direttore, perché quello che succede negli studi riguarda lui. Tanto è vero che io, alla conferenza stampa, nemmeno parteciperò».
    Dunque, se qualche tifoso pregustava un clamoroso annuncio, almeno a sentire l'industriale di Ospedaletto di Istrana, resterà deluso. Il fondatore e presidente del gruppo Pro-Gest ribadisce che nulla è cambiato rispetto alle dichiarazioni dell'altro ieri: l'azienda leader nella produzione di carta e cartone è tra quelle contattate per il post- Benetton ed una disponibilità a valutare il progetto esiste. Ma sono ancora molti gli aspetti da considerare e niente è stato definito. «Confermo: la strada è ancora lunga - ripete Zago -, non c'è niente di nuovo. In Ghirada stanno lavorando e stanno esplorando varie soluzioni: una di queste è il consorzio a sostegno della squadra. Che, peraltro, è cosa diversa da un mio possibile ingresso. Almeno per quanto mi riguarda, questa conferenza non significa alcuna svolta».
    Pretattica? Doveroso riserbo? Verità? Non resta che aspettare.
    Mattia Zanardo