Forza Treviso Forza Treviso: il forum non ufficiale del Treviso Fbc!!! Treviso calcio e dintorni

Presentazione della prima squadra 2019/20

  • Posts
  • OFFLINE
    P.Tommaso
    Post: 14
    Registered in: 5/19/2019
    Location: MILANO
    Age: 25
    Gender: Male
    Trevisan
    00 8/27/2019 2:59 PM
    Presentazione della prima squadra 2019/20
  • OFFLINE
    dart1972
    Post: 4,610
    Registered in: 7/5/2005
    Location: GIAVERA DEL MONTELLO
    Age: 48
    Gender: Male
    Trevisan
    00 8/27/2019 10:37 PM
    Bella serata davvero!
    Anche da queste cose si capisce che siamo in buone mani....... finalmente.
  • OFFLINE
    ZakkTV
    Post: 24,227
    Registered in: 12/23/2005
    Gender: Male
    Vice-Admin
    00 8/28/2019 12:47 AM
    Non ero più abituato a vedere tutte quelle telecamere per il Treviso😂
  • OFFLINE
    PortoPalTreviso!
    Post: 12
    Registered in: 8/4/2019
    Location: TREVISO
    Age: 24
    Gender: Male
    Trevisan
    00 8/28/2019 12:53 AM
    ZakkTV, 28/08/2019 00.47:

    Non ero più abituato a vedere tutte quelle telecamere per il Treviso😂

    È dai tempi di Corvezzo che non vedevo così tanti giornalisti per il Treviso😂
  • OFFLINE
    dart1972
    Post: 4,610
    Registered in: 7/5/2005
    Location: GIAVERA DEL MONTELLO
    Age: 48
    Gender: Male
    Trevisan
    00 8/28/2019 12:25 PM
    m.trivenetogoal.it/2019/08/28/treviso-academy-che-entusiasmo-alla-presentazione-della-squadra-conte-vogliamo-vincere-il-campionat...
  • OFFLINE
    ZakkTV
    Post: 24,227
    Registered in: 12/23/2005
    Gender: Male
    Vice-Admin
    00 8/28/2019 1:23 PM
    tribunatreviso.gelocal.it/sport/2019/08/28/news/calcio-l-academy-studia-per-diventare-il-treviso-torneremo-grandi-1....

    Calcio: l’Academy studia per diventare il Treviso: «Torneremo grandi»

    La carica di Conte, l’energia di Pradella, la grinta di Sandri Feltrin: «Mi hanno promesso che sarà l’ultima sconfitta»

    Andrea Dossi 28 Agosto 2019

    TREVISO. Vero, ai tempi della Serie A (sono passati 14 anni, mica due secoli) la location era proprio di fianco, in piazza dei Signori. Ma è l’entusiasmo che contagia, non la categoria: il nuovo Treviso, che ora ha il nickname di “Academy” ha tutta l’intenzione di rimanere il meno possibile in Promozione.

    L’hanno sottolineato i 500 presenti ieri sera in piazzetta Aldo Moro: cori da stadio - e l’inno di Mameli cantato da Francesco Grollo - per la presentazione della neonata società biancoceleste, che con il consorzio Treviso Siamo Noi punta a far saltare il banco, rivoluzionando il mondo del calcio veneto. Su di giri il sindaco Mario Conte: «Vogliamo vincere il campionato, ma la più grande soddisfazione sarà per i bambini che potranno tornare a vestire la maglia biancoceleste. C’è bisogno del supporto della città. I consorziati ci credono e tanti si stanno avvicinando.

    Treviso è la capitale dello sport, ci manca solo il calcio. Torneremo». Quasi scendono le lacrime a Bepi Lucchese, presidente onorario: «Che emozione. Non potevo tirarmi indietro: questo è un progetto importante, significativo, sociale. Ci sono i “vecchi” come Munarolo, Sarto, De Santis, Colusso. E tanti altri. Ora basta delusioni e amarezze: forza Treviso». Maglia donata a Loris Pradella, centravanti del Treviso di Pillon salito dalla D alla B: «L'emozione di essere ancora qui dopo 20 anni e sentirsi giovani. I bottoni sono quelli giusti, già averli è un buon viatico.

    Ma attenti, sono categorie difficili e bisogna sostenerli nei momenti più difficili. Ricordo che in D era difficile ed era sempre una battaglia. Serve la personalità, la bravura dei giocatori farà la differenza». Silvano Colusso, la bandiera, azzarda: «È un'occasione storica, Treviso deve stare tra i professionisti e spero ci si arrivi in poco tempo».

    Mister Checco Feltrin ci crede: «Speravamo di essere più contenti, ma abbiamo perso domenica. I ragazzi mi hanno promesso che sarà l'ultima sconfitta. Non dico di vincere, siamo scaramantici, ma lotteremo, con l’aiuto dei tifosi, non pensavamo fossero così tanti». E capitan Marco Guzzo: «Speriamo di meritare questo affetto. Parlo a nome di tutti: Riporteremo la società dove merita».

    Chiude il presidente Luigi Sandri: «Abbiamo lavorato alacremente per darci una struttura solida. È il primo traguardo, vedo l'affetto che ci dà la carica. E tra i nostri consorziati abbiamo l'entrata di uno sponsor internazionale di Serie A: ora faremo un centro tecnico di questa società do serie A per dare la possibilità di entrare nel professionismo ai ragazzi».

    I calendari. Oggi la squadra biancoceleste - ma anche tutte quelle dei gironi A e B di Eccellenza, C e D di Promozione, F-G-H di Prima e G-O-P-Q-R di Seconda - conoscerà il proprio cammino: i calendari verranno varati alle 15. Il Treviso ha chiesto di giocare in trasferta la prima giornata, ed eventualmente il 15 settembre dovrebbe essere ancora il campo di Quinto (che sarà sede del match di coppa di domenica contro il Villorba) a ospitare l’esordio dei biancocelesti: il Tenni dovrebbe invece tornare a disposizione per il 29 settembre.

    Anticipo. In Coppa, Istrana–Calvi Noale si gioca venerdì alle 20.30.
  • OFFLINE
    FrankUK
    Post: 3,501
    Registered in: 7/19/2012
    Gender: Male
    Trevisan
    00 8/28/2019 2:23 PM
    Beh, c'è chi dice 500, chi spara 1000, contando anche i cagnetti al guinzaglio forse...ma facciamo i conservatori, e diciamo 500. Forse mi illudo, ma non è impossibile che una grossa fetta di questi abbiamo fatto o intenda farsi l'abbonamento, nonostante la sconfitta inaugurale. Perciò quota 400 tessere, tutti compresi, potrebbe non essere più un miraggio. Conclusione: la serietà paga, dentro e fuori i confini delle mura cittadine (vedi sponsors).
  • OFFLINE
    ZakkTV
    Post: 24,227
    Registered in: 12/23/2005
    Gender: Male
    Vice-Admin
    00 8/29/2019 1:35 AM
    www.tuttocampo.it/Veneto/TV/News/1324814/entusiasmo-a-mille-e-grandi-ambizioni-per-il-nuovo-treviso-oltre-700-persone-al-battesimo-ufficiale-dei-bianc...


    Entusiasmo a mille e grandi ambizioni per il nuovo Treviso: oltre 700 persone al battesimo ufficiale dei biancocelesti

    calendario 28.08.2019

    di: Riccardo Bonvicini

    Si è tenuta questa sera in Piazza Aldo Moro, a due passi da Piazza dei Signori, davanti a una folla decisamente numerosa la presentazione ufficiale del Treviso AC. Il calcio vuole tornare protagonista a Treviso e le premesse sembrano esserci tutte: la serietà del progetto, un’amministrazione comunale vicina e partecipe e una città che sembra essersi svegliata dal torpore. Dopo anni decisamente bui alternati a qualche fugace gioia, la nuova società vuole riportare i biancocelesti ai fasti di una decina di anni fa. Il modello da seguire è quello della TVB Basket, ripartita dalla Promozione nel 2012 e ora salita in Serie A: l’entusiasmo è palpabile ma la sconfitta di domenica a Vazzola nella 1^ partita di Coppa fa capire come tutti gli avversari aspetteranno al varco i biancocelesti.

    Durante la serata, condotta dal direttore marketing e comunicazione Luca Pinzi, sono stati presentati tutti i quadri dirigenziali, tecnici e la rosa della Prima Squadra. A fare gli onori di casa il sindaco Mario Conte, colui che per primo ha spinto per formare una nuova realtà calcistica nel capoluogo: << Qualche mese fa ci eravamo posti l’obiettivo di essere qua in Piazza dei Signori a presentare la squadra - ha detto il Primo Cittadino - sapevamo che non sarebbe stato facile. Ricordo quando sono andato a parlare con i tifosi a suo tempo, ci ho sempre messo la faccia e mi pare che qualcosa di buono stia nascendo. Questa è una società che ha già vinto fuori dal campo, dico ai ragazzi che dovranno lottare come leoni ogni domenica visto che gli avversari giocheranno al massimo contro di noi, vogliamo vincere il campionato. Ringraziamo i consorziati che hanno aderito al nostro progetto e i tanti si stanno avvicinando. Treviso sta ritornando la capitale dello sport, mancava solo il calcio>>.

    A seguire ha parlato Marco Pinzi, presidente del Consorzio “Treviso Siamo Noi”, ovvero il gruppo di imprenditori che garantisce la solidità economica al progetto: : <>.

    In passarella anche Loris Pradella, ex biancoceleste dal 1994 al 1998 e a lungo acclamato dai tifosi, e l’assessore allo sport Silvia Nizzetto.

    E’ stato in seguito il turno del settore giovanile, al cui vertice ci sono il responsabile Luigi Serafin, il coordinatore Silvano Colusso e il responsabile dell’area tecnica Angelo Vernucci. Sono saliti sul palco tutti gli allenatori del vivaio: Andrea Da Rold, Enrico Favero, Davide Marconato, Osvaldo Mazzetto, Marco Gelupi, Diego Pantaleoni, Federico Maci, Moreno Lazzarin, Luigino Battistella, Riccardo Liziero e David Busato.

    Spazio poi al momento più atteso, ovvero la Prima Squadra: i due direttori Livio Glerean e Augusto Fardin in sede di mercato hanno costruito una formazione decisamente temibile che punta senza mezzi termini a vincere il campionato di Promozione. Tra gli acquisti si segnalano il portiere Roberto Bazzichetto, ex Sacilese, i difensori centrali Marco Guzzo dal Montebelluna (capitano) e Nicola Stradiotto dalla Godigese, il laterale Christian Beccaro e il regista Stefano Spadari dalla Luparense, gli attaccanti Riccardo Zambon (Mestre), Alberto Paladin (Sandonà) e Andrea Morbioli (Giorgione).

    A guidare la squadra è stato chiamato un tecnico di grande esperienza come Francesco Feltrin, già in passato a Treviso, una lunga carriera anche in settori giovanili importanti e l’anno scorso al Montebelluna.<>.

    La chiosa finale è stata del presidente Luigi Sandri: >.


    LA DIRIGENZA

    Presidente: Luigi Sandri
    Presidente Onorario: Giangiuseppe Lucchese
    Vicepresidenti: Aldo Celeste Gastaldo ed Enrico De Bernard
    Segreteria: Andrea Lorenzon, Lara Bolzon (Tenni), Mauro Marcon e Giovanni Turchetto (Nervesa)
    Addetto stampa: Allison Bolzonello
    Direttore marketing/comunicazione: Luca Pinzi
    Presidente consorzio “Treviso Siamo Noi”: Marco Pinzi

    LA ROSA E LO STAFF TECNICO DELLA 1^ SQUADRA

    Portieri: Paolo Mion (2000), Roberto Bazzichetto, Tommaso Casella (2002), Marco Coran (2001).
    Difensori. Riccardo Strippoli (1999), Alberto Sica (2002), Simone Cipriotto (2001), Niccolò Basso (2001), Marco Guzzo, Nicola Stradiotto, Davide Modolo, Tommaso Da Rold (2002).
    Centrocampisti: Christian Beccaro, Riccardo Barattin, Stefano Spadari, Corrado Concas, Alessio Pinarello (2000), Matteo Marcon (2000), Alvise Magli (2002).
    Attaccanti: Riccardo Zambon, Andrea Morbioli, Alberto Paladin, Rey Luna.

    Allenatore: Francesco Feltrin
    Vice allenatore: Gianluca Campagnola
    Preparatore dei portieri: Glen Furlan
    Massaggiatori: Marino Menegaldo e Roberto Pontello
    Preparatore atletico: Andrea De Faveri
    Direttore sportivo: Livio Glerean
    Direttore tecnico: Augusto Fardin
    Team manager: Antonio De Santis
  • OFFLINE
    FrankUK
    Post: 3,501
    Registered in: 7/19/2012
    Gender: Male
    Trevisan
    00 8/30/2019 9:53 AM
    Quindi se non ho capito male, dalla cronaca della presentazione, pare che ci sia lo zampino del sindaco in almeno una delle maglie? Beh, chapeau, oltre ad incontrare gli ultras e prodigarsi per tirar su il consorzio, ha pure portato il suo contributo 'sul campo'. Ora mi sento però di dire una cosa: siamo sempre stati critici delle dirigenze. Mi pare che anche quest'anno non si sia badato a spese per il parco giocatori. Alcuni forse deluderanno, ma nessuno può lamentarsi dell'ambiente o additare scusanti stando le cose come sono: strutture, amministrazione, sponsor, sostegno del pubblico, meglio di così non ce n'è in ste categorie. Quindi a meno che non si voglia mettere in discussione il mister, la responsabilità è al 90% tutta di chi va in campo. Da questo punto di vista, non sono partiti proprio col piglio giusto...🤔. Mi aspetterei un pronto riscatto nelle prime due partite di campionato, specialmente con lo stesso Vazzola.
  • OFFLINE
    ZakkTV
    Post: 24,227
    Registered in: 12/23/2005
    Gender: Male
    Vice-Admin
    00 8/31/2019 12:23 AM
    Ma qualcuno ha visto un servizio sulla presentazione? Ero convinto che con tutte quelle telecamere ci fossero anche Antenna 3/Rete Veneta... evidentemente c'erano solo le due tv web, TgPlus e Venetoglobe. Non capisco, alle conferenze stampa al Tenni e sotto la Loggia dei Trecento il servizio in Tv era stato fatto, abbastanza strano non farlo con centinaia di persone in piazza.